La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caritas e Migrantes L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio Ricci Centro Studi e Ricerche IDOS L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caritas e Migrantes L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio Ricci Centro Studi e Ricerche IDOS L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio."— Transcript della presentazione:

1 Caritas e Migrantes L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio Ricci Centro Studi e Ricerche IDOS L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio Ricci Centro Studi e Ricerche IDOS Roma, 11 marzo 2014

2 Panorama migratorio nel 2012 La crisi ha rallentato ma non fermato le migrazioni internazionali Nel mondo: 232 milioni di migranti (ONU, 2012) Nell’UE: 34,4 milioni di residenti stranieri 6,8% della popolazione totale (Eurostat, 2011) In Italia: 4,4 milioni di residenti, Il 7,4% della popolazione totale (Istat, 2012) Prima della crisi: 3,4 milioni Presenza regolare complessiva nel 2012 : 5,2 milioni (Stima del Dossier) Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

3 34 milioni e 400mila soggiornanti stranieri (2012) ai quali si aggiungono coloro che hanno acquisito la cittadinanza (circa 800 mila all’anno) Incidenze differenziate degli stranieri: 6,8% media UE Oltre la media: Lussemburgo (43,8%), Cipro (20%), Spagna (12,0%), ecc. Sotto la media: Bulgaria (0,6%), Romania (0,2%), Polonia (0,1%) Media non UE 60,2% (Lux 13,6%, Eire 20,3%, Belgio 36,4% vs Portogallo 75,4%, Grecia 84,5%) L’immigrazione nell’UE Stranieri% su pop. % Non-UE Stranieri% su pop. % Non-UE Austria ,259,6Lettonia ,398,0 Belgio ,036,4Lituania ,785,6 Bulgaria ,673,3Lussemb ,813,6 Ceca Rep ,064,2Malta ,9: Cipro ,037,2Paesi Bassi ,248,3 Croazia ,8:Polonia ,167,9 Danim ,462,4Portogallo ,275,4 Estonia ,093,0Regno Un ,651,2 Finlandia ,462,4Romania ,280,8 Francia ,964,9Slovacchia ,323,6 Germania ,163,0Slovenia ,292,9 Grecia ,684,5Spagna ,057,7 Irlanda ,620,3Svezia ,857,3 Italia ,169,9Ungheria ,138,4

4 UNIONE EUROPEA NORD AMERICA Quota percentuale popolazione mondiale 19,5% 5,0% Quota PIL mondiale Reddito pro-capite annuo Quota percentuale di immigrati 7,1% ,00 $ 21,3% 20,1% ,00 $ 23,2% Abitanti 504 milioni 352 milioni Lo scenario mondiale UE e Nord America a confronto

5 …divenuti oggi Paesi di immigrazione Ex Paesi di emigrazione… Spagna e Portogallo Grecia e Cipro Italia e Malta Paesi di frontieraAlto tasso di disoccupazione 3D jobs (difficult, dangerous e dirty) Trafficking & Smuggling Tendenze demografiche negative Il polo migratorio mediterraneo

6 Combinazione di fattori oggettivi e soggettivi Povertà:  nel mondo 2,4 miliardi di persone con meno di 2 dollari al giorno Bisogno di protezione internazionale:  rifugiati e richiedenti asilo: 15,4 milioni nel mondo  richiedenti asilo: 937mila  sfollati: 28,8 milioni Condizioni di instabilità politico-sociale:  Tunisia, Egitto, Siria, Corno d’Africa e altri paesi Aspirazione a migliori opportunità professionali:  studenti e lavoratori Diverse ragioni per emigrare Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

7 Reddito medio pro capite: dollari, contro i dell’UE Nei Paesi della fascia centrale sub-sahariana non si arriva a dollari I poveri e sottoalimentati sono quasi la metà della popolazione Nell’Africa sub-sahariana oltre il 50% è sotto la soglia della povertà estrema Qui vive un ottavo della popolazione mondiale e si produce il 2% della ricchezza Età media: 19 anni Disoccupazione giovanile: fino al 60% Popolazione: 1 miliardo e 9 milioni Previsione per il 2050: 2 miliardi di abitanti Si stima che già nel 2015 il 10% degli africani vivrà in un Paese diverso da quello di origine Il caso Africa-Italia

8 Italia, area di nuovi arrivi nel 2012 Persone sbarcate: Domande d’asilo: Visti per motivi di lavoro subordinato: Visti per motivi familiari: Domande di regolarizzazione presentate: Nuovi permessi rilasciati: Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS permessi di soggiorno non rinnovati: e flussi di ritorno

9 Incidenza dei rifugiati 1,3 milioni i richiedenti asilo e i rifugiati nell’Unione Europea, di cui residenti in Italia Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS UNHCR, 2012

10 I principali paesi di origine dei richiedenti asilo in Europa e in Italia (2012) I principali paesi di origine dei richiedenti asilo in Europa e in Italia (2012) Richiedenti asilo e rifugiati nel mondo (Unhcr) Principali paesi di accoglienzaPrincipali paesi di origine Pakistan Afghanistan Iran Somalia Germania Iraq Kenya Siria Siria Sudan Totale* Totale* Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS *Esclusi 4,9 milioni di palestinesi sotto l’egida dell’UNRWA Eurostat

11 Irregolarità: spesa ed efficacia delle politiche di contrasto In Italia, nel periodo : allontanato in media il 40,5% dei rintracciati in posizione irregolare (nel 2012, il 51,8%) Spesi per il contrasto almeno 1,669 miliardi di euro Diversi gli interrogativi su entità della spesa, efficacia e modalità di azione Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

12 I continenti di provenienza (stima Dossier 2012) I continenti di provenienza (stima Dossier 2012) Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

13 Aree e regioni di insediamento Lombardia Emilia R Veneto Lazio Nord 61,8% Centro 24,2% Meridione 14,0% Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS Istat 2012

14 Gli immigrati nel mercato del lavoro (2012) Occupati: 2,3 milioni (10% degli occupati complessivi) Sottoinquadrati: 41,2% più del doppio rispetto agli italiani (17,9%) Disoccupati: 380mila Lavoratori autonomi: , tra imprese con titolare nato all’estero e società di persone o di capitali con oltre la metà dei soci o degli amministratori nato all’estero (pari al 7,8% delle imprese in Italia) Fonti: Istat, Unioncamere Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

15 Comparti del lavoro dipendente Agricoltura4,9% Industria33,0% - di cui costruzioni14,2% - di cui industria in senso stretto18,8% Servizi62,1% - di cui servizi alle famiglie23,6% - di cui alberghi e ristoranti9,0% Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS Istat, 2012

16 Entrate pubbliche* Spesa pubblica** 13,3 miliardi di euro 11,9 miliardi di euro In Italia: costi e benefici dell’immigrazione (2011) * contributi previdenziali, gettito Irpef, imposte su consumi e oli, altre tasse, costo dei permessi di soggiorno. ** sanità, scuola, servizi sociali, casa, integrazione, giustizia, contrasto all’irregolarità, sicurezza sociale. SALDO : +1,4 miliardi di euro SALDO : +1,4 miliardi di euro Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

17 Crescente tendenza alla stabilità (2012) Crescente tendenza alla stabilità (2012) Soggiornanti di lungo periodo: 54,3% del totale Acquisizioni di cittadinanza: 65mila nel 2012 e nel periodo Minori: oltre 1 milione, di cui non comunitari e almeno 250mila comunitari (Stima Dossier) Nuovi nati in Italia: (14,9% di tutti nati nell’anno) Iscritti a scuola: (8,8% del totale), il 47,2% dei quali nato in Italia Matrimoni misti: (8,8% del totale) Proposte di riforma della legge sulla cittadinanza giacenti in Parlamento: 14 Favorevole all’acquisizione della cittadinanza per gli stranieri nati in Italia: il 72,1% degli italiani (Istat) Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

18 Il panorama delle discriminazioni Un organico quadro normativo …ma una applicazione insoddisfacente Nel 2012 esaminati dall’UNAR casi di discriminazione È molto diffuso e crescente il razzismo quotidiano: clima intimidatorio, ostile, degradante e offensivo persino nello sport Legge Reale n. 654 del 1975 Legge Mancino n. 205 del 1993 Direttiva n. 2000/43/CE (D.Lgs. n.215/2003) Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

19 I gruppi più esposti alla discriminazione Le grandi collettività: romeni, marocchini, albanesi, cinesi I gruppi con tratti somatici differenti: primi tra tutti, gli africani I fedeli di altre religioni: in primo luogo, i musulmani Da sempre, le comunità Rom, Sinti e Camminanti: in Italia sono circa 150mila persone, di cui 40mila costrette a vivere nei campi Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

20 Molto diffuse anche le discriminazioni per motivi religiosi Molto diffuse anche le discriminazioni per motivi religiosi Stima delle appartenenze religiose degli immigrati nel 2012 Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS Il primo paese di provenienza: Per gli ortodossi: la Romania Per i cattolici: le Filippine Per i protestanti: la Romania Per i musulmani: il Marocco Per gli induisti e i sikh: l’India Per i buddhisti: la Cina Per le religioni tradizionali: vari paesi dell’Africa Per gli atei/agnostici: vari paesi dell’Europa dell’Est.

21 Il razzismo istituzionale Si tratta di previsioni legislative che ledono il principio della parità di trattamento Il bonus bebé, il contributo per l’affitto, le prestazioni sanitarie per i disabili, l’assegno per le famiglie numerose, l’iscrizione anagrafica ecc. Le misure di difesa: insistenza sul diritto comunitario e ricorso alla magistratura Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

22 Inserimento marginale sotto diversi aspetti come evidenziato anche dagli “Indici di integrazione” del CNEL Inserimento marginale sotto diversi aspetti come evidenziato anche dagli “Indici di integrazione” del CNEL S CUOLA risorse economiche e professionali insufficienti; eccessiva canalizzazione negli istituti superiori professionali o tecnici; applicazione di rigidi tetti numerici per le iscrizioni; concentrazione degli alunni stranieri solo in alcune classi o scuole; rischio più elevato di insuccesso e/o dispersone scolastica. C ASA difficoltoso accesso all’abitazione; rifiuto o atteggiamento di sospetto da parte di affittuari e dei vicini. LAVORO ancora limitato accesso dei non comunitari al pubblico impiego; concentrazione nei comparti e nelle mansioni di lavoro non qualificati; retribuzioni più basse; maggiore esposizione agli infortuni. Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

23 Diritto di voto amministrativo Revisione della normativa sulla cittadinanza Cura del linguaggio nei media, come auspicato nella “Carta di Roma” Maggiori investimenti sulle politiche di integrazione Diffusione delle “buone prassi” Interventi urgenti nell’ottica delle pari opportunità Interventi urgenti nell’ottica delle pari opportunità Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS

24  superare l’equazione “straniero” e “estraneo”  superare le visioni utilitariste  favorire la partecipazione  passare dalle discriminazioni ai diritti Programma per il futuro Il Dossier UNAR, curato da IDOS, aiuta a riconoscere e superare le disparità basate su origini, nazionalità, cultura, religione, genere, età e altri fattori. Immigrazione Dossier Statistico UNAR/IDOS


Scaricare ppt "Caritas e Migrantes L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio Ricci Centro Studi e Ricerche IDOS L’immigrazione oggi in Italia e in Europa Antonio."

Presentazioni simili


Annunci Google