La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SIMULAZIONE ESAME DI STATO In materia di contenzioso tributario, il reclamo e la mediazione tributaria: analisi e redazione di un’istanza di reclamo ed.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SIMULAZIONE ESAME DI STATO In materia di contenzioso tributario, il reclamo e la mediazione tributaria: analisi e redazione di un’istanza di reclamo ed."— Transcript della presentazione:

1 SIMULAZIONE ESAME DI STATO In materia di contenzioso tributario, il reclamo e la mediazione tributaria: analisi e redazione di un’istanza di reclamo ed un accordo di mediazione.

2 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Traccia La Società Rossi s.r.l. ha ricevuto in data 23/04/12 un avviso di rettifica e liquidazione con il quale l’Agenzia delle Entrate ha rettificato il valore dichiarato nell’atto di compravendita di un terreno in parte edificabile da euro a euro Tale stima è stata eseguita con criterio sintetico comparativo mediante confronto con precedenti valutazioni eseguite dall’Agenzia del Territorio. Alla società Rossi s.r.l. viene pertanto richiesto il pagamento di maggiori imposte di registro, ipotecarie e catastali per complessivi euro 5.500, oltre sanzioni per euro ed interessi per euro 300. Il candidato predisponga nei termini il ricorso in commissione tributaria contro l’avviso di accertamento, valutando preliminarmente l’utilizzo degli istituti deflativi del contenzioso tributario ed in particolare l’autotutela e il concordato con adesione.

3 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Scomposizione della traccia: analisi dell’avviso La Società Rossi s.r.l. ha ricevuto in data 23/04/12 un avviso di rettifica e liquidazione con il quale l’Agenzia delle Entrate ha rettificato il valore dichiarato nell’atto di compravendita di un terreno in parte edificabile da euro a euro Tale stima è stata eseguita con criterio sintetico comparativo mediante confronto con precedenti valutazioni eseguite dall’Agenzia del Territorio. Alla società Rossi s.r.l. viene pertanto richiesto il pagamento di maggiori imposte di registro, ipotecarie e catastali per complessivi euro 5.500, oltre sanzioni per euro ed interessi per euro 300.

4 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Scomposizione della traccia: la valutazione dell’eventuale utilizzo degli istituti deflativi […] valutando preliminarmente l’utilizzo degli istituti deflativi del contenzioso tributario ed in particolare l’autotutela e il concordato con adesione.

5 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Scomposizione della traccia: il ricorso Il candidato predisponga nei termini il ricorso in commissione tributaria contro l’avviso di accertamento […]

6 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Verifiche preliminari Il Contribuente riceve un avviso di accertamento. Verifiche preliminari:

7 SIMULAZIONE ESAME DI STATO La normativa di riferimento IMPOSTA DI REGISTRO: D.P.R. 131/1986 IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE: D.Lgs 347/1990 AUTOTUTELA D.M. 11 febbraio 1997 n. 37 ACCERTAMENTO CON ADESIONE D.Lgs 218/1997 PROCESSO TRIBUTARIO D.Lgs 546/1992 CONTRIBUTO UNIFICATO D.P.R. 115/2002

8 SIMULAZIONE ESAME DI STATO La verifica dell’avviso di accertamento L’avviso di accertamento deve essere sempre motivato, a pena di nullità deve indicare: 1.Gli imponibili accertati e le aliquote applicate; 2.Le imposte liquidate; 3.L’Ufficio presso i quale ottenere informazioni nonché il responsabile del procedimento; 4.Le modalità ed il termine del pagamento; 5.L’organo giurisdizionale al quale è possibile ricorrere.

9 SIMULAZIONE ESAME DI STATO La verifica delle scadenze Data ricezione avviso: 23 aprile 2012 Termine entro il quale presentare istanza di accertamento per adesione o istanza di reclamo ed eventuale proposta di mediazione: 22 giugno 2012 Sospensione feriale dal 01 agosto al 15 settembre (46gg) Termine entro il quale presentare istanza di reclamo ed eventuale proposta di mediazione successivamente alla presentazione dell’istanza di accertamento con adesione: 05 novembre 2012

10 SIMULAZIONE ESAME DI STATO La strategia difensiva Scelta della strategia difensiva, con attenzione alle richieste contenute nella traccia d’esame.

11 SIMULAZIONE ESAME DI STATO L’accertamento con adesione L'accertamento con adesione* è lo strumento che consente al contribuente di “concordare” la definizione delle imposte dovute ed evitare, in tal modo, l'insorgere di una lite giudiziaria. Si tratta, sostanzialmente, di un accordo tra contribuente ed ufficio che può essere raggiunto prima dell'emissione di un avviso di accertamento o anche in seguito, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al giudice tributario. * Fonte: Agenzia delle Entrate (sito Internet; Guida al contenzioso tributario: come evitarlo).

12 SIMULAZIONE ESAME DI STATO L’accertamento con adesione: vantaggi Raggiungere un accordo attraverso l'accertamento con adesione permette di conseguire vantaggi ad entrambe le parti interessate (ufficio e contribuente). È importante infatti sapere che con l'accertamento con adesione il contribuente usufruisce anche di una riduzione delle sanzioni amministrative, che saranno dovute nella misura di 1/3 del minimo previsto dalla legge. Dalla data di presentazione dell’istanza di accertamento con adesione i termini per proporre ricorso restano sospesi per un periodo di 90 giorni. * Fonte: Agenzia delle Entrate (sito Internet; Guida al contenzioso tributario: come evitarlo)

13 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Gli effetti dell’adesione Gli effetti principali della definizione dell’accertamento mediante adesione sono: la possibile riduzione del carico fiscale; la riduzione delle sanzioni ad un terzo del minimo edittale.

14 SIMULAZIONE ESAME DI STATO L’istanza di accertamento con adesione: 1 parte ALL'AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE PROVINCIALE DI _____ I STANZA DI ACCERTAMENTO CON ADESIONE AI SENSI DELL ' ART. 6, COMMA 2, DEL DECRETO LEGISLATIVO N °218 DEL 1997 Il sottoscritto ______nato a Roma il __/__/__ ed ivi residente in via __ n°__ - cap. _ Roma (RM) -Codice Fiscale _______ - in qualità di Rappresentante Legale della Rossi s.r.l. – codice fiscale n. ____ con sede in Roma via _____; PEC____; Fax____ PREMESSO che in data 23 aprile 2012 è stato notificato all'istante avviso di rettifica e liquidazione atto n. _______, non preceduto dall'invito a comparire previsto dall'art.11 del decreto legislativo n. 218 del 1997, relativamente alle imposte complementari di registro, ipotecaria e catastale relative alla compravendita in un lotto di terreno atto a rogito Notaio ________ del __/__/___ (Rep. N.___, Racc. n.____) registrato al n.______.

15 SIMULAZIONE ESAME DI STATO L’istanza di accertamento con adesione: 2 parte Tutto ciò premesso, DICHIARA che detto avviso non è stato ad oggi impugnato dall’istante innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale competente e CHIEDE che codesto Ufficio voglia formulare - a norma dell'art. 12 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n l'accertamento con adesione in relazione al predetto avviso di rettifica e liquidazione delle maggiori imposte ai fini della sua eventuale definizione in contraddittorio. L'invito per il concordato può essere inviato al seguente indirizzo : Dott.____, con studio in Roma, Via __, Tel ____; Fax _____; PEC _____ Si allega : fotocopia dell'avviso di rettifica e liquidazione della maggiore imposta; copia del documento di identità del legale rappresentante Roma, 01 giugno 2012 per la Soc. Rossi s.r.l. Il Legale Rappresentante

16 SIMULAZIONE ESAME DI STATO IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA art. 17bis D.Lgs 546/1992

17 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: procura speciale Procura speciale Il sottoscritto Sig. ____________ (nato a Roma il __/__/____ Codice Fiscale _____________ in qualità di Amministratore Unico della società Rossi s.r.l. con sede in Roma, via ______ n. ______ – C.A.P. – codice fiscale n. _________ delega a rappresentarlo e difenderlo in ogni fase del giudizio il Dr. __________, nato a ________ (____) il __/__/__. iscritto al n. __ dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di _____, Cod. Fisc. ______________ conferendogli ogni più ampio potere ivi compreso quello di proporre istanza di reclamo e mediazione nonché di mediare ai sensi dell’art. 17 bis D.Lgs.546/1992, rinunciare agli atti, conciliare, transigere, chiamare terzi in causa, variare ed eleggere domicilio e farsi sostituire. Elegge domicilio per tutto il giudizio e per tutto il procedimento di reclamo e mediazione ai sensi dell’ art. 17 bis D.Lgs.546/1992 presso lo sito in ____, n. ___, cap. ______. Il contribuente Rossi s.r.l.. L'Amministratore Unico ________________ E’ autentica Dr. ___________

18 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali ON.LE COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI _____ RICORSO CON ISTANZA ai sensi dell’art. 17-bis D.Lgs. 546/92 E CONTESTUALE ISTANZA DI DISCUSSIONE IN PUBBLICA UDIENZA Per: la società Rossi S.r.l., con sede in Roma, via___ n. __ – C.A.P. ___, codice fiscale n. _____, PEC ______in persona del legale rappresentante pro tempore sig. _____ – nato a _____ il __/__/____, codice fiscale _______, elettivamente domiciliata in Roma, al civico n. __ di via ___ presso lo studio del dott. _____, codice fiscale ___________,, fax __/______ PEC ________ dal quale è rappresentata e difesa giusta procura speciale conferita sul margine del presente atto; Contro: Agenzia delle Entrate –Direzione Provinciale di _____ con sede in _____, in persona del Direttore pro-tempore OGGETTO

19 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali OGGETTO - Avviso di Rettifica e Liquidazione – atto n. ____ – prot. n. ___ del __/__/_____, notificato il 23/04/2012, avente ad oggetto la determinazione della maggiore imposta complementare di registro, ipotecaria e catastale ed interessi dovuti a seguito di controllo eseguito sui valori dichiarati per il bene oggetto dell'atto di compravendita a rogito Notaio __________ del __/__/_____, registrato il __/__/_____ al num.­­­­­­­_____. L'Amministrazione Finanziaria ha esposto le seguenti motivazioni:" Dal controllo eseguito con criterio sintetico comparativo mediante confronto con precedenti valutazioni eseguite dall’agenzia del territorio risulta che il valore venale del bene alla data dell'atto è rettificabile. Pertanto, si rettifica il valore dichiarato in atto in Euro " (doc. 1). Conseguentemente, l'Amministrazione Finanziaria ha liquidato le imposte, erogando contestualmente gli interessi, come di seguito indicato: Imposte di registro, ipotecarie e catastali € 5.500; Sanzioni € 5.500; Interessi € 300. Per un totale in avviso di rettifica e liquidazione pari ad euro ,00.

20 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali PREMESSO CHE: Il contribuente: Con atto a rogito Notaio ____ del __/__/____ (rep. n. ____– racc. n. ______), registrato il __/_/___ al n. _____ la Rossi s.r.l. ha acquistato dalla Bianchi s.r.l.: - lotto di terreno sito in Roma (RM), via ______, n. __, della superficie di circa mq (mille/00) a confine con Via __, Via_____. Il tutto censito al C. T. del Comune di Roma al fgl. ___, p.lla ____, superficie mq (doc. 2). L'Ufficio Tributario convenuto: 1) in data __/__/____ notificava l' Avviso di Rettifica e Liquidazione – atto n. _____– prot. n. _______ dell'__/__/_____, in questa sede impugnato, di seguito l’Avv. di acc.to (doc. 1). Il contribuente In data 01/06/2012 depositava presso gli Uffici dell'Agenzia delle Entrate – Ufficio di Roma __, istanza di accertamento con adesione ex art. 6, comma secondo, D. Lgs. n. 218/1997 – prot. n. ______ (doc. 3). In data _/_/_ il contribuente comunicava di non accettare la proposta dell’Ufficio. Tutto ciò premesso, la Rossi s.r.l., come in epigrafe rappresentata domiciliata e difesa, RICORRE

21 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali Avverso l’avviso di accertamento per i motivi che, in linea di diritto e nel merito va ad esporre. In diritto Nel merito

22 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali In diritto (breve esempio di possibili motivazioni di diritto) Illegittimità dell'avviso di accertamento, erroneità ed arbitrarietà dei criteri adottati dall'Ufficio. Ai sensi del comma 2 bis art. 52 D.P.R. 31/1986 “La motivazione dell'atto deve indicare i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che lo hanno determinato. Se la motivazione fa riferimento ad un altro atto non conosciuto né ricevuto dal contribuente, questo deve essere allegato all'atto che lo richiama, salvo che quest'ultimo non ne riproduca il contenuto essenziale. L'accertamento è nullo se non sono osservate le disposizioni di cui al presente comma”. Illegittimità dell'avviso di accertamento, ai sensi dell’art. 7 della L. 212/2000 (c.d. «Statuto dei diritti del contribuente»), in base al quale «gli atti dell’Amministrazione finanziaria sono motivati secondo quanto prescritto dall’articolo 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241, concernente la motivazione dei provvedimenti amministrativi, indicando i presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che hanno determinato la decisione dell’Amministrazione …..

23 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali Nel merito (breve esempio di possibili motivazioni sul merito) L’atto impugnato è illegittimo per inammissibilità e infondatezza della determinazione del maggior valore imponibile della compravendita e delle conseguenti pretese impositive e sanzionatorie per i motivi seguenti. L’Ufficio determina il maggior valore della compravendita sulla base di precedenti valutazioni effettuate dall’Agenzia del Territorio senza rilevare che tali valori: a. non possono intendersi sostitutivi della «stima», ma, eventualmente, soltanto di ausilio alla stessa; b. sono riferiti all’ordinarietà dei terreni presenti nella zona che l’Ufficio ha ritenuto rappresentativa, senza che lo stesso abbia tenuto debito conto di diritti ed oneri gravanti sul terreno oggetto di cessione. Per queste ragioni la stima effettuata da un tecnico professionista rappresenta l’unico elaborato in grado di rappresentare e descrivere in maniera esaustiva e con piena efficacia il terreno e di motivare il valore da attribuire allo stesso.

24 IL PROCESSO TRIBUTARIO Lo schema del ricorso: gli elementi essenziali Segue Ne consegue che quei valori non possono essere applicati «in via automatica», ma devono essere adeguati al caso concreto. Nell’avviso di accertamento in esame, invece, l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate si è limitato a recepire l’utilizzo di un criterio sintetico comparativo mediante confronto di precedenti valutazioni senza tener conto di altri profili ed elementi valutativi; ed in particolare: della perizia di parte prodotta dalla Società in sede di contraddittorio al fine di pervenire ad una definizione concordata (doc. 4) che ha attribuito particolare importanza alla servitù di passaggio gravante sul terreno a favore dei terreni confinanti che di fatto divide il lotto in due parti e ne impedisce il pieno utilizzo; della circostanza che il prezzo della cessione fosse «bloccato» al valore indicato nel preliminare, (doc. 5), risalente a tre anni prima del rogito e, dunque, collegato ad una situazione di mercato e a quotazioni diverse, in particolare nella zona di riferimento.…..

25 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: conclusioni Per questi motivi, la Società Rossi s.r.l., come sopra rappresentata e difesa dimette le seguenti CONCLUSIONI “Piaccia a questa On.le Commissione Tributaria Provinciale Dichiarare la nullità dell’avviso di accertamento impugnato, per carenza di motivazione in violazione e difetto di riscontro probatorio in violazione degli artt.: 52 D.P.R. 131/1986, 7 e 12 L. 212/2000; Annullare l’avviso per infondatezza delle pretese a tassazione. Con rifusione delle spese e onorari di causa” FORMULA CONTESTUALE istanza per la trattazione in pubblica udienza ai sensi dell'art. 34 del D. Lgs. N. 546/1992. * * * * * Ai fini del contributo unificato si dichiara che ai sensi dell’art. 14, 3 c., D.P.R. 115/2002 il valore del presente giudizio è pari ad € 5.500,00 (importo richiesto al netto di sanzioni ed interessi), pertanto il contributo unificato è dovuto nella misura di € 120,00.

26 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Lo schema del ricorso: conclusioni Si allegano in copia i seguenti documenti: 1.copia dell’Avviso di Accertamento – atto n. ___ – del __/__/__, notificato il 23/04/2012; 2. copia atto a rogito Notaio ____ del __/__/__ (rep. n. _ – racc. n. _), registrato il __/__/__ al n. __; 3. copia istanza di accertamento con adesione ex art. 6, comma secondo, D. Lgs. n. 218/1997 depositata in data 01/06/2012 – prot. n. ___; 4.Perizia di parte prodotta dalla Società; 5.Contratto preliminare di compravendita. Con osservanza. Roma lì, __/__/__ dott. ________ (firma del difensore) Il presente atto si compone di n. ___ pagine numerate progressivamente e siglate dal difensore; e si conclude con la firma dello stresso apposta sopra la presente “formula di chiusura”.

27 SIMULAZIONE ESAME DI STATO L’istanza di reclamo ISTANZA DI RECLAMO ai sensi dell’art. 17-bis D.Lgs. 546/92 Il Contribuente: società Rossi S.r.l., con sede in Roma, via___ n. __ – C.A.P. ___, codice fiscale n. _____, PEC ______in persona del legale rappresentante pro tempore sig. _____ – nato a _____ il __/__/____, codice fiscale _______, elettivamente domiciliata in Roma, al civico n. __ di via ___ presso lo studio del dott. _____, codice fiscale ___________, fax __/______ PEC ________ dal quale è rappresentata e difesa anche per la fase di reclamo e di mediazione giusta procura speciale rilasciata a margine del presente atto; CHIEDE

28 SIMULAZIONE ESAME DI STATO L’istanza di reclamo CHIEDE All’Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di ____, in via preventiva e alternativa al ricorso che precede presso la Commissione Tributaria Provinciale di _____ di accogliere le richieste indicate nel ricorso e che qui si intendono integralmente trascritte e di annullare l’atto n.____ notificato in data 23/04/2012 dall’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di ____. Ai fini della presente procedura di reclamo si precisa che il valore della controversia calcolato ai sensi dell’art. 17, bis D.Lgs. 546/1992 è di importo pari ad € Roma, __/__/_____ Firma ________________

29 SIMULAZIONE ESAME DI STATO La proposta di mediazione Il Sig. _____ come sopra rappresentato, formula altresì proposta di mediazione fondata sui seguenti: MOTIVI 1)_____; 2)_____; Per quanto sopra motivato, la pretesa verrebbe ad essere così rideterminata: Imposta: € ______ Interessi: €_______ Sanzioni: €_______ Comunica in ogni caso la disponibilità a valutare in contraddittorio con l’Ufficio la mediazione della controversia. Per l’invito al contraddittorio, le comunicazioni e le notificazioni relative al presente procedimento, si indicano i seguenti recapiti, già indicati nell’istanza di reclamo. Via_______, Città __________; PEC _____; Tel._______; Fax _______ Si allegano in copia i seguenti documenti già richiamati nel ricorso; 1)__________ Roma, __/__/_____Firma ________________

30 SIMULAZIONE ESAME DI STATO Costituzione in giudizio - termini TERMINI PER LA COSTITUZIONE IN GIUDIZIO La decorrenza del termine perentorio di 30 giorni per la costituzione in giudizio (art. 22 D.Lgs. 546/1992) decorre: Dal giorno successivo al compimento del 90° dal ricevimento dell’istanza da parte dell’Ufficio, qualora non sia stato notificato il provvedimento di accoglimento della stessa ovvero non sia stato formalizzato l’accordo di mediazione; Dal giorno successivo alla notifica del provvedimento di diniego totale da parte dell’Ufficio, prima del decorso dei predetti 90 giorni; Dal giorno successivo alla notifica da parte dell’Ufficio, prima del decorso dei 90 giorni, di accoglimento parziale dell’istanza; In presenza di mancato perfezionamento della mediazione (p.e. mancato versamento) il termine per la costituzione in giudizio decorre dal giorno successivo al compimento dei 90 giorni (par Circ. A.d.E. 9/E 2012).


Scaricare ppt "SIMULAZIONE ESAME DI STATO In materia di contenzioso tributario, il reclamo e la mediazione tributaria: analisi e redazione di un’istanza di reclamo ed."

Presentazioni simili


Annunci Google