La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT Roma, 24 gennaio 2007 Biblioteca del CNEL Quanto costano i figli ? Contesto sociale, criticità e condizioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT Roma, 24 gennaio 2007 Biblioteca del CNEL Quanto costano i figli ? Contesto sociale, criticità e condizioni."— Transcript della presentazione:

1 Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT Roma, 24 gennaio 2007 Biblioteca del CNEL Quanto costano i figli ? Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli

2 L’Italia, paese a bassa fecondità milione 35 mila nel 1964 nascite di 1 milione 35 mila 1975 a partire dal 1975 declino delle nascite 1995 minimo526 mila nati Ma da 20 anni l’Italia sta al di sotto di 1,4 figli per donna 1996 a partire dal 1996 trend di costante ma lenta crescita 1,33 1,33 figli per donna nel poco più di un terzopoco più del 25% Negli anni ’50 solo poco più di un terzo primogeniti e poco più del 25% secondogeniti 50%37,6% Ormai più del 50% primogeniti e 37,6% secondogeniti Centro Nord Modello figlio Unico: Centro Nord Sud Modello almeno 2 figli: Sud Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

3 13 Si è ridotta la forbice tra Nord e Sud 1,05 La Sardegna ha i livelli più bassi di fecondità (1,05) 1,59 Bolzano al primo posto per la fecondità (1,59) 1,041,33 1,071,27 1,391,32 Nord da 1,04 a 1,33 Centro da 1,07 a 1,27 Sud da 1,39 a 1,32 Bolzano (1,59), Trento (1,48) Campania (1,43), Sicilia (1,41), Lombardia Veneto (1,35), Emilia Romagna Val d’Aosta (1,34) superiori alla media solo 8 zone dal 1995 a oggi Questi valori sono inferiori a fecondità di Regno Unito, Francia, Svezia 3 Nel 1980 Liguria ed Emilia Romagna più bassi, Campania e Calabria più alti 30,8 Aumenta età alla nascita dei figli 30,8 -18% In 10 anni -18% madri minorenni +100% +100% madri ultraquarantenni Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

4 14 Sempre più nascite da genitori stranieri 6%12% Dal 6% del 1995 al 12% del nato straniero ogni 6 in Emilia, Veneto, Umbria, Lombardia 1 nato straniero ogni 8 in Toscana, Piemonte, Marche 1,9% Nel Sud solo 1,9% 2,611,33 Numero medio figli per donna delle straniere 2,61 contro 1,33 27,431,1 Età media madri straniere 27,4 contro 31,1 Straniere hanno più figli al Nord che al Sud, viceversa le italiane 4 Incremento fecondità per metà dovuto alla nascita da straniere e per metà da italiane con recupero della posticipazione da parte generazione nata tra seconda metà anni ’60 e prima metà anni ‘70 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

5 Non c’è disaffezione alla maternità più alto più basso 2,3 Sud 2,3 2,2 Isole 2,2 2,5 elementare 2,5 2,2 fino a 29 anni 2,2 2,2 casalinghe 2,2 2,2 dirigenti 2,2 2,4 imprenditrici 2,4 2,1 Numero desiderato di figli = 2,1 2,0 Centro Nord 2,0 Liguria, Toscana, 1,9 Emilia Romagna, Umbria1,9 2,0 occupate 2,0 La graduatoria delle regioni per numero desiderato di figli è diversa Sardegna Liguria Trento Bolzano Campania La graduatoria delle regioni per numero desiderato di figli è diversa Sardegna n° desiderato più alto (2,1) n° reale più basso (1,03) Liguria n° desiderato più basso (1,8) n° reale più basso (1,15) Trento, Bolzano, Campania n° desiderato più alto, n° reale più alto 5 Il numero di figli desiderati è più alto di quello reale Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

6 16 Un clima sociale sfavorevole alla maternità e alla paternità la divisione dei ruoli in famiglia è rigida e asimmetrica la divisione dei ruoli in famiglia è rigida e asimmetrica la rete dei servizi sociali è in crescita, ma scarsa la rete dei servizi sociali è in crescita, ma scarsa i figli sono ancora una barriera all’accesso al lavoro i figli sono ancora una barriera all’accesso al lavoro poco part-time, poca flessibilità per esigenze delle famiglie poco part-time, poca flessibilità per esigenze delle famiglie i congedi parentali sono ancora troppo usati solo dalle donne i congedi parentali sono ancora troppo usati solo dalle donne ancora interruzioni dal lavoro, licenziamenti, dimissioni per gravidanza ancora interruzioni dal lavoro, licenziamenti, dimissioni per gravidanza le reti informali sono il principale supporto per le donne ma sono ormai in crisi strutturale le reti informali sono il principale supporto per le donne ma sono ormai in crisi strutturale la spesa sociale e in particolare per famiglia e figli è più bassa che nel resto dell’Europa la spesa sociale e in particolare per famiglia e figli è più bassa che nel resto dell’Europa 6 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

7 La divisione dei ruoli è rigida 73,8% 70,8% 78,7% 73,8% del tempo per lavoro familiare delle coppie con donne occupate è assorbito dalle donne, 70,8% con 1 figlio, 78,7% con 3 o più figli ,8% 86,6% Nel era il 78,8% per donne occupate con 1 figli e l’86,6% per 3 o più figli Dal le donne diminuiscono il tempo per il lavoro familiare complessivo, aumentando il lavoro di cura per i figli e diminuendo il lavoro domestico Padri più collaborativi, ma cambiamenti lenti 16 minuti in più 16 minuti in più in 14 anni, 66,9%72% dal 66,9% al 72% chi fa qualcosa 7 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

8 La rete dei servizi sociali è in crescita, ma scarsa Crescono i bambini che vanno al nido 10% Poco più del 10% (dato campionario) Sono cresciuti soprattutto i nidi privati molto costosi Se si considera la spesa sociale dei Comuni 38% il 38% è per famiglie e minori 30% Ma solo nel 30% dei Comuni ci sono asili nido 44%12% (44% Nord-Est, 12% Sud) 2,4% 13,6% Bambini che utilizzano nidi comunali 2,4% nelle Isole, 13,6% nel Nord-Est 8 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

9 I bambini sempre più affidati ai nonni Bimbi di 1-2 anni con madre che lavora affidati a 52,3% 52,3% nonni 14,3% 14,3%nido privato 13,5% 13,5% nido pubblico 9,2% 9,2% baby sitter 28,3% Tra le madri che non si avvalgono di un nido il 28,3% avrebbe voluto: PERCHE’ NON USANO NIDO 22% 22% non ci sono strutture o distanti 19,5% 19,5%non ha trovato posto 28,5% 28,5%costo elevato 16,3% 16,3% rigidità offerta Nord + costo elevato Sud mancanza strutture 9 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

10 I figli ancora barriera all’accesso e al mantenimento del lavoro 564 mila 564 mila donne cercherebbero lavoro se avessero supporti dai servizi sociali 84,6% 76,5% single 84,6% coppia senza figli 76,5% 55,1% coppia con figli 55,1% 37,4% 3 o più figli 37,4% donne annitassi di occupazione 159 mila 159 mila donne sarebbero disposte a passare da part-time a full time alle stesse condizioni 10 1 donna su 5 lascia il lavoro alla nascita di un figlio 1 donna su 5 lascia il lavoro alla nascita di un figlio, 1 su 4 al Sud, 1 su 3 titolo di studio basso 5,6% 5,6% per licenziamento 12,4% 12,4% ha lasciato per orari incociliabili Il part-time è cresciuto ma siamo sotto la media europea 21,6%25,5%36,1% Dal 1993 al 2005 dal 21,6% al 25,5% contro 36,1% EU 15 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

11 La flessibilità in entrata e in uscita è ancora usata poco 32% Solo il 32% delle lavoratrici usa flessibilità 8% 8% per esigenze gravi 45% Chi la usa lo fa nel 45% dei casi per motivi familiari 53,4% Pubblica Amministrazione: 53,4% 11 I congedi parentali sono utilizzati soprattutto dalle donne 74,4% contro 8% padri (nati nel 2003) più al Nord che al Sud Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

12 Le reti informali: forte aiuto alle lavoratrici madri care giver Dal 1983 a oggi aumentano i care giver. Diminuiscono le famiglie aiutate, specie di anziani I care giver hanno sempre meno tempo da dedicare, condividono di più l’aiuto con altri, selezionano di più casi concentrandosi sui più bisognosi Per questo cresce solo l’aiuto a famiglie di disabili e delle famiglie con donna con figli che lavora In prospettiva con il calo della fecondità, l’aumento dell’occupazione femminile e l’aumento della durata media della vita la situazione si aggraverà carico delle reti sulle donne diventerà sempre più insostenibile, rete in crisi strutturale 12 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

13 Le reti informali: forte crisi strutturale, perché? Consideriamo due generazioni di donne, una nata nel 1940 e una nel 1960 può dividere il carico delle cure agli anziani e ai bambini con altre 9 persone – almeno un anziano per 12 anni nella rete di parentele la donna nata nel 1940 a 40 anni può dividere il lavoro di cura con altri 5 adulti – almeno un anziano per 18 anni nella rete di parentele la donna nata nel 1960 a 40 anni La seconda ha, dunque, più carichi ma meno tempo perché lavora 13 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

14 Le reti informali: forte crisi strutturale, perché? Mettiamoci dal punto di vista delle madri delle donne nate nel 1913 e nel 1934 vive col coniuge, i 3 figli avuti sono usciti dalla famiglia e le daranno 6 nipoti, non ha più genitori anziani, e non ha grandi carichi per i nipoti perché 2 figlie/nuore su 3 sono casalinghe la donna del 1913 ha ancora un genitore anziano di cui occuparsi, ma le figlie e le nuore impegnate una su due col lavoro hanno maggior bisogno di aiuto più carico anche se meno figli e nipoti la donna del 1934 In prospettiva con il calo della fecondità, l’aumento dell’occupazione femminile e l’aumento della durata media della vita questa situazione si aggraverà Diventano nonne a 53 anni ma a questa età: carico delle reti sulle donne diventerà sempre più insostenibile 14 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

15 In Italia, la spesa sociale per famiglie e figli è bassa rispetto agli altri paesi dell’Europa Spesa sociale rispetto al PIL 26,1% contro 27,3% EU-25 (anno 2004) Quota destinata alla famiglia 4,4% della spesa sociale il più basso insieme alla Spagna Negli ultimi anni la quota di spesa sociale sul PIL è passata dal 25,1% del 2002 al 26,1% del 2004 ma è sostanzialmente stabile la quota destinata alle famiglie Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

16 Cambiamenti nella struttura e tipologie familiari 36,5% Famiglie con anziani 65 e più 36,5% 22,5% con solo anziani 65 e più22,5% 18,2% Famiglie con anziani 75 18,2% 10,9% con solo anziani 75 e più10,9% 28,3% Famiglie con minori28,3% 36,9% Famiglie senza minori e senza anziani 36,9% Persone in nuove forme familiari Single non vedovi + in coppia non coniugata o ricostituita + genitori soli 5 milioni 200 mila 16 Frutto del calo della fecondità, aumento speranza di vita, cambiamenti negli stili di vita Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

17 Aumentano le famiglie, diminuisce il numero di componenti 2,6 n. medio di componenti 2,6 26,8% il 26,8% di famiglie ha 2 componenti 21,8% il 21,8% ne ha 3 19% il 19% ne ha 4 5,2%1,3% solo il 5,2% ne ha 5 e l’1,3% 6 o più cresconodiminuiscono crescono diminuiscono 25,9%39,5% single 25,9%coppie con figli 39,5% 19,8%5,1% coppie senza figli 19,8%famiglie estese o multiple5,1% 3 milioni 500 mila del 1995(16,8%)5 milioni 200 mila del 2005 (23%) nuove forme familiari da 3 milioni 500 mila del 1995 (16,8%) a 5 milioni 200 mila del 2005 (23%) Famiglie sempre più variegate nelle tipologie 28% Ma il 66% delle donne single è anziana, contro 28% degli uomini 17 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

18 Nord e Sud tipi di famiglie diverse 35,9%34,7% 31,5%30,1% 29,6%29,6% 28,4% Liguria (35,9%), Val d’Aosta (34,7%), Lazio (31,5%), Trento (30,1%), Piemonte (29,6%), Friuli (29,6%), Emilia Romagna (28,4%) 58,1% (anche per l’invecchiamento ma non solo; 58,1% single ha 60 anni o più) il nord Più single 13,1%10,2% 10,4%9,5% Campania (13,1%), Calabria (10,2%), Sardegna (10,4%), Puglia (9,5%) Più famiglie di 5 componenti e più il sud 9,0%9,3% 7,8%6,8%5,9% Toscana (9,0%), Umbria (9,3%), Marche (7,8%), Veneto (6,8%), Emilia (5,9%) Più famiglie estese la terza Italia 66,4%64,9% 63,9%63,3% Campania (66,4%), Puglia (64,9%), Calabria (63,9%), Sardegna (63,3%) Più coppie con figli il sud 38,1%37,7% 37,2%36,7% 36,5% Liguria (38,1%), Emilia Romagna (37,7%), Toscana (37,2%), Valle d’Aosta (36,7%), Piemonte (36,5%) Più coppie senza figli il centro-nord 18 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

19 Coppie e nuclei monogenitore 9 milioni 500 mila Coppie con figli 9 milioni 500 mila 45,9% Tra le coppie con figli il 45,9% ha 1 solo figlio, 42,9% il 42,9% ne ha 2, 11,3% solo l’11,3% ne ha 3 o più. Modello figlio unico al Nord: 53,7% Al Sud le coppie con 2 figli superano quelle con o più 35,6%47,5%16,9% Sud35,6%47,5%16,9%anche al Sud 3 o più figli 37,6%46,6%15,9% Isole37,6%46,6%15,9%è ormai basso 5 milioni Coppie senza figli 5 milioni. Età media avanzata 42,5% 42,5% 65 anni e più 24,5% 24,5% anni 14,7% 14,7% fino a 34 anni 18,2% 18,2% anni 2 milioni Nuclei monogenitore 2 milioni 1 milione 700 mila 1 milione 700 miladonne (83,6%) 33,2% 33,2% con figli minori 600 mila 400 mila 400 mila donne fino a 44 anni 38,8% 38,8% separati o divorziati 19 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

20 I giovani permangono più a lungo nella famiglia di origine 59,5% 59,5% M 66,2% F 52,5% TOTALE MF 98,4%98,3%98,6% ,4%98,3%98,6% 87,6%91,8%83,5% ,6%91,8%83,5% 60,3%68,9%51,4% ,3%68,9%51,4% 29,5%38,1%20,7% ,5%38,1%20,7% 47,7%31,9%16,5% Il 47,7% è occupato, il 31,9% studente, il 16,5% in cerca Negli ultimi anni tendenza alla stabilizzazione del fenomeno 63,6%64,1% Maggiore permanenza dei giovani del Sud e delle Isole (63,6% e 64,1%) Cambio rapporti intergenerazionali Incertezza per il futuro Necessita di trovare un lavoro sia lui che lei Difficile accesso alle abitazioni 20 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

21 Crescono le coppie non coniugate, cambia natura il fenomeno Aumenta la quota di convivenze giovanili 600 mila Aumentano coloro che sono indecisi sulla possibilità di sposarsi 2% 25% crescono anche le convivenze prematrimoniali dal 2% degli anni ’70 a più del 25% tra le coppie che si sono sposate tra il 1998 e il Sempre più nascite fuori dal matrimonio Sempre più nascite fuori dal matrimonio 8,1%13,7%70% Da 8,1% del 1995 al 13,7% del % 24,6 Regioni con valori + altiVal d’Aosta24,6 26,1 Bolzano26,1 22,7 Emilia Romagna22,7 19 Toscana 19 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio 2007

22 La distribuzione dei redditi familiari monetari nel 2004 (inclusi i fitti imputati) I redditi monetari delle famiglie con figli sono, in media e in mediana, più elevati rispetto alla media e mediana nazionali REDDITO MEDIO Tutte le famiglie Famiglie con figli Famiglie con minori REDDITO MEDIANO Tutte le famiglie Famiglie con figli Famiglie con minori Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

23 La distribuzione dei redditi familiari equivalenti nel 2004 (inclusi i fitti imputati) I redditi equivalenti considerano i differenti bisogni delle famiglie con un diverso numero di componenti. Rispetto alla generalità delle famiglie, le famiglie con figli minori sono relativamente più frequenti nella parte inferiore della distribuzione. Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

24 124 La distribuzione dei redditi familiari equivalenti nel 2004, per area geografica (inclusi i fitti imputati) Le famiglie con figli del Sud e delle Isole sono, rispetto a quelle del CentroNord, sono nettamente più concentrate nella parte più bassa della distribuzione Le famiglie con figli del Sud sono più diseguali Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

25 125 La distribuzione delle famiglie con figli nei quinti di reddito: le famiglie con minori particolarmente svantaggiate Nei due quinti più ricchi Nel quinto più povero 49,8%13,3% 47,9% 14,9% 34,5%25,6% 27,6% 32,0% 21,6%38% Coppie con figli tutti adulti Coppie con almeno un figlio minore Monogenitori con figli tutti adulti Monogenitori con almeno un figlio minore Famiglie con figli a carico Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

26 126 Forti differenze territoriali e tra le diverse tipologie di famiglie con figli tipologie di famiglie con figli Quinto più povero Due quinti più ricchi Centro-Nord Sud e Isole 4,2% 28,7% 63,2% 7,3% 6,9% 31,0% 61,5% 23,2% 11,7% 46,8% 46,1% 15,9% 29,7% 58,0% 25,0% 11,4% 14,0% 46,4% 43,4% 16,4% Coppie con figli tutti adulti: Coppie con almeno un figlio minore: Monogenitori con figli tutti adulti: Monogenitoricon almeno un figlio minore: Monogenitori con almeno un figlio minore: Le famiglie con figli del Sud e delle Isole sono svantaggiate anche quando appartengono a tipologie che nel Centro-nord presentano condizioni di relativo vantaggio Famiglie con figli a carico: Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

27 127 Tra le famiglie con figli la povertà è superiore alla media nazionale Italia Sud 2,585 mila11,1%24,0% 2,585 mila famiglie11,1%24,0% Famiglie con figli (minori e non) 1,523 mila13,3%25,9% 1,523 mila famiglie con figli 13,3%25,9% 1 milione 132 mila-coppie con figli 12,7% 24,7% 1 milione 132 mila -coppie con figli 12,7% 24,7% 350 mila -- 8,8%19,9% 350 mila --coppie con un figlio 8,8%19,9% 542 mila -- 13,6%24,4% 542 mila --coppie con due figli 13,6%24,4% 240 mila -- 24,5%35,4% 240 mila --coppie con tre o più figli 24,5%35,4% 90 mila-22,9%47,1% 90 mila-coppie con figli e membri aggregati22,9%47,1% 252 mila -13,4% 26,4% 252 mila -monogenitori 13,4% 26,4% 140 mila- 11,0%24,2% 140 mila- monogenitori con un figlio11,0%24,2% 112 mila- 18,3%29,5% 112 mila- monogenitori con due o più figli18,3%29,5% 50 mila-19,3%39,9% 50 mila-monogenitori con membri aggregati19,3%39,9% Più grave la condizione delle coppie con tre o più figli, delle coppie con membri aggregati e dei monogenitori (con e senza membri aggregati). Il Sud presenta sempre valori più elevati della media nazionale. sono povere se la spesa media mensile equivalente per due componenti è inferiore a € 936,58. Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

28 128 La povertà sale ulteriormente tra le famiglie con figli minori Famiglie con figli minori Italia Sud 883 mila14,1%26,1% 883 mila famiglie con almeno 1 figlio minore 14,1% 26,1% 754 mila-13,7%25,6% 754 mila -coppie con almeno un figlio minore 13,7%25,6% 267 mila--9,4%18,8% 267 mila --coppie con figli di cui uno minore 9,4%18,8% 153 mila---8,0%17,7% 153 mila ---coppie con un figlio minore 8,0%17,7% 376 mila--16,8%29,7% 376 mila --coppie con figli di cui due minori 16,8%29,7% 319 mila---15,6%27,7% 319 mila ---coppie con due figli minori 15,6%27,7% 111 mila-- 27,4%41,6% 111 mila -- coppie con figli di cui tre o più minori 27,4%41,6% 98 mila---26,1%38,8% 98 mila ---coppie con tre o più figli minori 26,1%38,8% 87 mila-15,4%28,3% 87 mila -mono con almeno un figlio minore15,4%28,3% 59 mila--13,4%29,8% 59 mila --mono con tutti figli minori13,4%29,8% Condizione peggiore per le famiglie con tre o più figli minori e i monogenitori. Al Sud povero il 40% delle famiglie con tre o più figli minori e quasi 1/3 dei monogenitori e delle coppie con due figli minori sono poveri. Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

29 129 Famiglie con figli a caricoItalia Sud 1, 317 mila14,8%26,8% 1, 317 milafamiglie con figli a carico14,8%26,8% 1, 013 mila - 13,7%25,1% 1, 013 mila -coppie con almeno un figlio a carico 13,7%25,1% 327 mila-- 9,6%20,5% 327 mila--coppie con 1 figlio a carico 9,6%20,5% 482 mila -- 15,0%25,2% 482 mila --coppie con due figli a carico 15,0%25,2% 203 mila-- 26,8%36,2% 203 mila--coppie con tre o più figli a carico 26,8%36,2% 193 mila - 17,7%30,1% 193 mila - monogenitori con figli a carico 17,7%30,1% Famiglie con figli maggiorenni a carico (senza minori) 434 mila -16,5%28,0% 434 mila -famiglie con figli maggiorenni a carico 16,5%28,0% 259 mila -- 13,5%23,8% 259 mila --coppie con figli maggiorenni a carico 13,5%23,8% 105 mila -- 20,1%31,2% 105 mila --monogenitori con figli maggiorenni a carico 20,1%31,2% Povero quasi 1/3 delle coppie con tre o più figli a carico e 1/5 dei monogenitori con figli maggiorenni a carico. Al sud si sale al 40% e al 33% rispettivamente. La povertà sale ancora tra le famiglie con figli a carico, in particolare se questi sono maggiorenni Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

30 130 Nel sud risiede oltre il 70% delle famiglie povere con figli Lo svantaggio del Sud si accentua ulteriormente se si considerano le famiglie povere con figli maggiorenni a carico: vi risiede oltre l’80’% di tali famiglie. Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

31 131 Povertà stabile in Italia dal 1997 al 2005: eppur si muove eppur si muove L’incidenza tra le famiglie con figli passa dal 12,6% al 13,3%, indicando una sostanziale stabilità, ma: aumenta per stabile per 23,5%24,5% Coppia con 3 o più figli23,5%24,5% 12,1%13,4% Monogenitori12,1%13,4% 15,9%17,2% Famiglie con 2 figli minori15,9%17,2% 25,8%27,8% Famiglie con 3 o più figli minori25,8% 27,8% 14,9%16,8% Coppie con 2 figli minori14,9%16,8% 24,4%27,4% Coppie con 3 o più figli minori24,4%27,4% 13,5%15,4% Monogenitori con minori13,5%15,4% 11,0%10,0% Famiglie con 1 figlio minore11,0%10,0% 10,8%9,4% Coppie con 1 minore10,8% 9,4% 12,8%13,6% Coppia con due figli12,8%13,6% 9,1%8,8% Famiglie con 1 figlio 9,1% 8,8% diminuisce per Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

32 132 Povertà stabile in Italia dal 1997 al 2005: eppur si muove eppur si muove L’incidenza tra le famiglie con figli a carico aumenta dal 13,9% al 14,8%, in particolare: aumenta per stabile per 14,816,0 Famiglie con due figli a carico 14,816,0 25,327,7 Famiglie con tre o più figli a carico 25,327,7 25,026,8 Coppie con tre o più figli a carico 25,026,8 15,117,7 Monogenitori con figli a carico15,117,7 13,616,5 Famiglie con figli maggiorenni a carico13,616,5 12,114,9 Famiglie con 1 figlio maggiorenne a carico12,114,9 20,3 Famiglie con due o più maggiorenni a carico17,120,3 12,513,5 Coppie con almeno un figlio maggiorenne a carico12,513,5 15,220,1 Monogenitori almeno un figlio maggiorenne a carico 15,220,1 10,811,3 Famiglie con 1 figlio a carico10,811,3 10,19,6 Coppie con un figlio a carico10,19,6 14,615,0 Coppie con due figli a carico 14,615,0 Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

33 133 Quanto povere sono le famiglie povere? Tra le coppie con tre o più figli e tra i monogenitori, soprattutto se con figli a carico, ad una più ampia diffusione della povertà si accompagna una sua maggiore gravità: famiglie con figli - tra le famiglie con figli l’intensità è del 21,4%, molto prossima alla media nazionale. coppie con tre o più figlii monogenitori - sale al 23,4% tra le coppie con tre o più figli e al 23,2% tra i monogenitori. coppie con tre o più figli a carico monogenitori con almeno un figlio a carico - sale ulteriormente al 24% tra le coppie con tre o più figli a carico e al 24,2% tra i monogenitori con almeno un figlio a carico (se i figli a carico sono maggiorenni l’intensità tra i monogenitori raggiunge il 25,3%). *Distanza in termini percentuali della spesa media equivalente delle famiglie povere dalla linea di povertà. Intensità* in Italia: 21,3% (22,7% nel Mezzogiorno) la spesa media delle famiglie povere è di € 199,58 inferiore alla linea di povertà (€ 212,60 nel Mezzogiorno). Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

34 134 Sicuramente povere*: Famiglie Incidenza 1,179 mila5,1% Totale famiglie in Italia1,179 mila5,1% 699 mila6,1% Famiglie con figli699 mila6,1% 392 mila6,3% Famiglie con almeno un figlio minore392 mila6,3% 618 mila7,0% Famiglie con almeno un figlio a carico618 mila7,0% 226 mila8,6% Famiglie con almeno un figlio a carico senza minori226 mila8,6% La percentuale di famiglie sicuramente povere è più elevata della media tra le famiglie con figli, cresce se i figli sono minori per raggiungere il valore più elevato in presenza di figli a carico maggiorenni. *spesa media mensile di oltre il 20% inferiore alla l.p. Quante sono le più povere tra le povere? Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

35 135 Famiglie quasi povere: 1,834 mila pari al 7,9% delle residenti 1,060 mila 9,2% Famiglie con figli1,060 mila 9,2% 627 mila10,0% Famiglie con almeno un figlio minore627 mila10,0% 876 mila 9,9% Famiglie con almeno un figlio a carico876 mila 9,9% 250 mila 9,5% Famiglie con almeno un figlio a carico senza minori 250 mila 9,5% La percentuale di famiglie a rischio di povertà è più elevata tra tutte le famiglie con figli e prossima al 10%. *spesa media mensile superiore alla l.p. di non oltre il 20%. Quante sono le quasi povere? Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

36 136 Come sono composte le famiglie con figli povere e quasi povere? Come sono composte le famiglie con figli povere e quasi povere? La presenza di monogenitori, di famiglie con tre o più figli e di famiglie con membri aggregati aumenta all’aumentare del grado di povertà delle famiglie con figli Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

37 137 Come sono composte le famiglie con figli povere e quasi povere? Come sono composte le famiglie con figli povere e quasi povere? La presenza di famiglie con più figli a carico aumenta all’aumentare del grado di povertà, in particolare quando i figli a carico sono maggiorenni. Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

38 138 Povertà transitoria, povertà permanente 46% nell’arco di 8 anni ( ) il 46% degli individui è stato toccato dalla povertà; 15% il 15% è stato povero in una occasione; 20% il 20% 4 anni su 8; 3,5% il 3,5% PERMANENTEMENTE Negli anni ’90 indagine panel ECHP ha evidenziato che esiste un segmento importante di popolazione che una volta caduto in povertà non riesce più ad uscire: In assenza di politiche mirate persistono in condizione di povertà le famiglie e gli individui che per struttura e capacità economiche non hanno la possibilità di migliorare la propria condizione, Dato critico sui minori: Dato critico sui minori: probabilità di uscita dalla povertà nella coppia con figli minori un terzo più bassa delle coppie senza figli; probabilità di ricadere in povertà delle coppie con figli minori doppia rispetto alle coppie senza figli (figli nascono in una fase di incertezza lavorativa, con capacità reddituali non ancora al massimo, chi si occupa di bambini difficilmente riesce a lavorare full time, i bambini consumano ma non guadagnano, si abbassa il reddito equivalente, Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio

39 139 Eventi determinanti nelle transizioni da e verso la povertà Consumi, reddito, condizioni di vita nelle regioni del Mezzogiorno ___________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 16 novembre 2006 Reddito e povertà nelle regioni del Mezzogiorno ___________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 16 novembre 2006 L’80% delle transizioni è associato a eventi di natura economica, il 20% ai cambiamenti nella struttura familiare, Entrata in povertà: nascita di un figlio Uscita dalla povertà: sopraggiunto reddito aggiuntivo da parte dei figli allontanamento figli dalla famiglia di origine (per matrimonio o conquistata indipendenza economica) 39

40 140 Come si arriva a fine mese e spese impreviste Fine mese con molta difficoltà Non Sostenibilità Spese impreviste di 600 euro Italia SUD Italia SUD 14,7% 23,6% 25,3% 37,6% 23,5% 29,4% 33,8% 39,3% 16,0% 23,5% 28,1% 41,2% 15,7% 24,6% 27,6% 42,6% 27,3% 35,7% 47,8% 64,8% Coppie con figli coppie con minori Coppie con tre o più figli Monogenitori con almeno un figlio minore Famiglie con figli a carico Contesto sociale, criticità e condizioni di vita delle famiglie con figli _____________________________________________________________________________ Linda Laura Sabbadini, 24 Gennaio


Scaricare ppt "Linda Laura Sabbadini Direttore Centrale ISTAT Roma, 24 gennaio 2007 Biblioteca del CNEL Quanto costano i figli ? Contesto sociale, criticità e condizioni."

Presentazioni simili


Annunci Google