La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento terapeutico del carcinoma mammario metastatico CASO CLINICO Angela Denaro Centro Oncologico Trieste.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento terapeutico del carcinoma mammario metastatico CASO CLINICO Angela Denaro Centro Oncologico Trieste."— Transcript della presentazione:

1 L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento terapeutico del carcinoma mammario metastatico CASO CLINICO Angela Denaro Centro Oncologico Trieste

2 J.K. anni 72 o PS 0 o Obesità (cm 156 Kg 75) o Ipertensione lieve o Diabete controllato con la dieta o Non cardiopatia (LVEF 60%)

3 Febbraio 2011 carcinoma mammario T4b (7 cm) N2 (4cm) duttale infiltrante ER - PgR - Her2 - G3 Ki67 60%

4 Esami di stadiazione: M1 polmone e fegato M1 multiple e bilaterali (max 2,2 cm) Lobo destro 15.5mm e 11.3 mm; Lobo sinistro 8.5 mm

5 Chemioterapia di I° linea ( dal al ) EC (90/600) 6 cicli (dose 80% per età e obesità) PEG-Filgrastim profilassi Buona tolleranza Astenia e nausea G2 LEVF dopo 6° ciclo 60%

6 LUGLIO 2011: DOPO CHEMIOTERAPIA I LINEA Fegato RP ( lesione unica) Polmone : regressione minima (SD) Risposta locale: NC

7 Chemioterapia di II° linea: ABRAXANE MOTIVAZIONE DELLA SCELTA SCHEDULA SOMMINISTRAZIONE 5HT3 1 fl in 100 cc SF in 10 minuti Abraxane 260 mg/mq in 20 ml di SF in 30’ SF 100 ml in 10’ Indicazione a taxano in monoterapia Non necessaria premedicazione Problemi logistici per terapia settimanale (Struttura e Paziente) SOMMINISTRATI 8 CICLI (dal al ) Dose paziente 400 mg (90% x obesità) Non profilassi con peg-filgrastim Non rinvii né riduzioni di dose

8 EVENTI AVVERSI I  1° ciclo: lamenta 3 episodi di vomito nelle prime 24 ore e nausea G2/3 per successive 48 ore.  Dal 2° ciclo aggiunto desametazone 8 mg alla terapia antiemetica. Non ulteriore tossicita GI  Astenia G1 per 8/10 giorni fino al 4° ciclo; G2 nei cicli successivi

9 EVENTI AVVERSI II: neurotossicità  Non presente al 1° ciclo  G1 mani e piedi per 2/3 giorni 2° e 3° ciclo  G1 mani e piedi 8/10 giorni 4° e 5° ciclo  G2 per 8 giorni 6° ciclo, poi G1 persistente  G2 per giorni, poi G1 persistente 7°- 8°

10 Risposta locale 1° CICLO 3° CICLO 5° CICLO 7° CICLO

11 RISPOSTA SU M1 DOPO 3 CICLI : RC FEGATO RP POLMONE DOPO 6 CICLI : RC POLMONE

12 Considerazioni sul caso 1° linea RP a livello epatico, NC polmone e MR a livello locale 2° linea con Abraxane progressivo rapido miglioramento locale, RC epatica dopo 3 cicli, RC polmonare dopo 6 Terapia interrotta dopo 8 cicli (neurotossicità) e necessità di rivalutazione

13 Commenti o Eccellente efficacia o Tempi diversi alla risposta o Buon profilo di tolleranza GI e midollare o Neurotossicità nella norma ma all’8° ciclo inizia impatto sulla QdV o In ragione della Risposta, previa PET, ipotizzabile Chirurgia

14 Evoluzione del caso o 04/2012: Comparsa di sintomatologia neurologica con impossibilità alla deambulazione o TC Encefalo: multiple localizzazioni di malattia a livello encefalico associate ad edema perilesionale (almeno 5) o RT palliativa panencefalica per un totale di 20 Gy in 5 sedute + Terapia antiedemigena e steroidea o Deceduta a maggio 2012


Scaricare ppt "L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento terapeutico del carcinoma mammario metastatico CASO CLINICO Angela Denaro Centro Oncologico Trieste."

Presentazioni simili


Annunci Google