La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici"— Transcript della presentazione:

1 Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici
Esercitazione: analisi della struttura finanziaria del bilancio di un Ente Locale Sergio Zucchetti Anno Accademico 2014 – 2015 Lezione 25 novembre / 1 dicembre 2014

2 Come sfruttare al meglio l’esercitazione…
Obiettivo dell’esercitazione: Analizzare la struttura del Bilancio di un Ente Locale Proporre una nuova Strategia Finanziaria Cosa Fare Come Fare Definire – Ricostruire – Analizzare l’evoluzione della struttura sociale, economica e finanziaria di un territorio Ricostruire il DNA di un territorio Valutare l’impatto delle decisioni sul territorio Valutare l’impatto di una NUOVA STRATEGIA FINANZIARIA sulle componenti strutturali

3 Analisi di Bilancio Dividersi in gruppi: massimo di 5 componenti
Scegliere un Comune e analizzare l’evoluzione della struttura sociale, economica e finanziaria di un territorio: Analisi della struttura demografica degli ultimi 10 anni Analisi della struttura reddituale degli ultimi 3 anni Analisi della struttura economica Analisi della struttura finanziaria degli ultimi 3 Certificati Consuntivi

4 Struttura della popolazione: dati certificati
Fonti istituzionali Istat: Enti Locali: Servizio Anagrafe 2012/2013/2014

5 POPOLAZIONE RESIDENTE: per età, sesso e stato civile
Modalità di selezione 1. Singola Area Territorio 1.1 Selezionare: Ripartizione Regione Provincia Comune Consente di analizzare la struttura della popolazione per singolo anno di età, sesso e stato civile. 2.1 Selezionare: Provincia e Tutti i Comuni Consente di analizzare e confrontare tra più ambiti la struttura della popolazione per sesso e stato civile.

6 POPOLAZIONE RESIDENTE: Serie precensuarie Comuni 2002 - 2011
Modalità di selezione 3. Area DOWNLOAD Contiene i dati della popolazione residente per età, sesso e stato civile di tutti i Comuni italiani, aggregati per ripartizione provinciale e regionale. Selezionare l’anno Selezionare: (.ZIP) o (.GZ) a destra della Provincia di interesse salvare il file .ZIP aprire il file .CVS selezionare la colonna A Scegliere “Testo in colonne” dal menu Dati Seguire le istruzioni della conversione guidata testo in colonne e specificare come “Delimitatore - tabulazione – virgola” AREZZO

7 Modalità di selezione “consigliata”: Territorio
Cittadini stranieri: Popolazione residente per età, sesso e stato civile Modalità di selezione “consigliata”: Territorio Selezionare: Provincia Tutti i Comuni Consente di analizzare e confrontare tra più ambiti la struttura della popolazione per singolo anno di età, sesso e stato civile.

8 Cittadini stranieri: Bilancio demografico per Paese di cittadinanza
Modalità di selezione “consigliata”: Singola Area Selezionare: Ripartizione Regione Provincia Comune Continenti e zone Consente di analizzare la struttura della popolazione residente straniera per Paese di provenienza e cittadinanza.

9 Cittadini stranieri: Serie precensuarie Comuni 2002 - 2011
Modalità di selezione 3. Area DOWNLOAD Contiene i dati della popolazione residente per età, sesso e stato civile di tutti i Comuni italiani, aggregati per ripartizione provinciale e regionale. Selezionare l’anno Selezionare: (.ZIP) o (.GZ) a destra della Provincia di interesse salvare il file .ZIP aprire il file .CVS selezionare la colonna A Scegliere “Testo in colonne” dal menu Dati Seguire le istruzioni della conversione guidata testo in colonne e specificare come “Delimitatore - tabulazione – virgola” Selezionare l’anno AREZZO

10 Popolazione residente
COMUNE La lettura dei dati in “valori assoluti” consente di ricostruire e comprendere dal punto di vista temporale e per singolo anno di età l’evoluzione, la struttura e l’articolazione sociale. Una prima elaborazione, procedendo all’aggregazione per fasce di età, consente di comprendere e dimensionare la struttura e il rapporto generazionale

11 Popolazione residente
Analisi con indicatori di base L’aggregazione e l’elaborazione dei dati di base in indicatori, consente di generare informazioni che sintetizzano, rappresentano e danno forma all’evoluzione sia della struttura sociale e generazionale, sia al sistema di relazione, interazione e interdipendenza tra le singole variabili nel tempo. Gli indicatori considerati sono: Incidenza della popolazione aggregata per fasce d’età rispetto al totale della popolazione residente % Incidenza della popolazione aggregata per fasce d’età rispetto al totale della popolazione residente Incidenza Popolazione Residente al Netto dei Cittadini Stranieri % Incidenza Popolazione Residente al Netto dei Cittadini Stranieri Incidenza dei cittadini stranieri aggregati per fasce d’età rispetto al totale dei cittadini stranieri % Incidenza dei cittadini stranieri aggregati per fasce d’età rispetto al totale dei cittadini stranieri Incidenza dei cittadini stranieri per Paese di cittadinanza rispetto al totale cittadini stranieri % Incidenza dei cittadini stranieri per Paese di cittadinanza rispetto al totale cittadini stranieri

12 Incidenza della popolazione aggregata per fasce d’età rispetto al totale della popolazione residente
Consente di dimensionare in termini percentuali il “peso assoluto” di ogni fascia di età sul totale della popolazione. Quanto incide la popolazione tra i 35 e 44 anni sul totale della popolazione residente? Nel 20…, la fascia di popolazione compresa tra i 35 e 44 anni incide per il 13,27% sul totale della popolazione residente di Sansepolcro.

13 % Incidenza della popolazione aggregata per fasce d’età rispetto al totale della popolazione residente Consente di ricostruire l’evoluzione della variazione in termini percentuali del “peso relativo” di ogni fascia di età sul totale della popolazione tra i diversi anni. Come è variata negli ultimi 3, 5, 10 anni l’incidenza della popolazione tra 35 e 44 anni sul totale della popolazione residente? Tra il 2011 e 2012, in valori assoluti la popolazione tra 35 e 44 anni non è cambiata, tuttavia, a fronte di un decremento complessivo della popolazione residente nel 2012, l’incidenza della popolazione tra 35 e 44 anni sul totale della popolazione residente tra il 2011 e 2012 è mutata, determinando una variazione % del + 1,885%

14 Reddito Popolazione residente
Fonti istituzionali Ministero dell’Economia e delle Finanaze: Enti Locali: Servizio Finanziario Contiene i dati relativi al numero aggregato di contribuenti, del relativo reddito imponibile delle persone fisiche, per fasce di frequenza, di tutti i Comuni italiani. L’analisi della struttura e della distribuzione reddituale consente di generare informazioni che rappresentano una componente della capacità contributiva del territorio. Modalità di selezione: Digitare il nome del Comune Territorio Aprire il file .XLS

15 Reddito Popolazione residente
Analisi con indicatori di base L’aggregazione e l’elaborazione dei dati aggregati del reddito delle persone fisiche ai fini del computo dell’addizionale comunale IRPEF, consente di ricostruire e dare forma ad una parte delle componenti economiche del territorio. Gli indicatori considerati sono: Reddito pro-frequenza per classe di reddito Incidenza reddito classe di reddito sul totale reddito imponibile % Incidenza reddito classe di reddito sul totale reddito imponibile Incidenza frequenza classe di reddito sul totale contribuenti % Incidenza frequenza classe di reddito sul totale contribuenti Incidenza frequenza contribuente per classe rispetto alla popolazione attiva Incidenza frequenza contribuente per classe rispetto alla popolazione residente

16 Reddito pro-frequenza per classe di reddito
Consente di determinare la media percentuale del “valore assoluto” di ogni fascia di frequenza reddituale rispetto all’ammontare reddituale generato dalla medesima fascia.

17 Incidenza classe di reddito sul totale reddito imponibile
Consente di dimensionare in termini percentuali il “peso assoluto” di ogni fascia reddituale rispetto all’ammontare reddituale

18 Incidenza classe di reddito sul totale reddito imponibile
Reddito Popolazione residente Analisi con indicatori di base Incidenza classe di reddito sul totale reddito imponibile % Incidenza classe di reddito sul totale reddito imponibile

19 Come stimare l’impatto delle decisioni
Il sistema economico rappresenta il sistema di relazioni, di interdipendenze ed interconnessioni tra operatori o soggetti economici che svolgono le attività di produzione, consumo, scambio, lavoro, risparmio e investimento per soddisfare i bisogni individuali e le aspettative di benessere economico. La regressione lineare rappresenta un metodo di stima del valore atteso condizionato di una variabile dipendente, o endogena, , dati i valori di altre variabili indipendenti, o esogene.

20 Finanza Pubblica Locale
Fonti istituzionali Ministero dell’Interno: Enti Locali: Servizio Finanziario Contiene i dati economici e finanziari relativi ai trasferimenti, ai certificati preventivi e consuntivi degli Enti Locali.

21 Finanza Pubblica Locale Certificati Preventivi
Contiene tutti i dati economico finanziari dei bilanci pubblici preventivi degli Enti Locali Selezionare: Tipologia di Ente: 1.1 Amministrazione Provinciale 1.2 Comunità Montana 1.3 Comune 1.4 Unione di Comuni 2. Anno: dal 1998 al 2013/14 3. Digitare e SELEZIONARE il nome dell’Ente

22 Finanza Pubblica Locale Certificati Consuntivi
Contiene tutti i dati economico finanziari dei bilanci pubblici consuntivi degli Enti Locali Selezionare: Tipologia di Ente: 1.1 Amministrazione Provinciale 1.2 Comunità Montana 1.3 Comune 1.4 Unione di Comuni 2. Anno: dal 1998 al 2012/13 3. Digitare e SELEZIONARE il nome dell’Ente

23 Finanza Pubblica Locale Struttura del bilancio pubblico di un Ente Locale
L’analisi della struttura del bilancio pubblico e l’aggregazione dei dati economici e finanziari di base in indicatori, consente di generare informazioni che sintetizzano sia le strategie e lo stato di salute della finanza pubblica locale

24 www.finanzalocale.interno.it Certificati consuntivi….
Anni 2011, 2012, 2013 Certificati preventivi… Anno 2014 Entrate – Accertamenti Spese – Impegni

25 Analisi per indici: ultimi 3 anni consuntivo e 1 anno preventivo
Autonomia Finanziaria (T I + T III)/ (T I + T II + T III) Dipendenza Finanziaria (TII)/ (T I + T II + T III)) Rigidità Strutturale (S. personale + Oneri finanziari – Anticipazioni di cassa) / (T I + T II + T III) Pressione fiscale locale (Cat.1, 2, 3 (TI))/ Popolazione (Cat.1, 2, 3 (TI))/ Contribuenti Spese correnti procapite T I (spese) / Popolazione Spese per investimenti procapite T II (spese) / Popolazione Trasferimenti correnti procapite T II / Popolazione Trasferimenti Capitale procapite T IV/ Popolazione

26 … segue Analisi per indici
Entrate: T I/ EC T III/ EC Categoria 1 / T III Categoria 2 / T III Categoria 3 / T III Categoria 4 / T III Trasferimenti Correnti Regione/T2 Trasferimenti Correnti Stato/T2 Spese T1 / Totale spesa pubblica T2 / Totale spesa pubblica Spese personale / T1 Spese per rimborso Interessi passivi / totale spese rimborso prestiti

27 Fonti Istituzionali Andamento popolazione e struttura demografica (http://demo.istat.it/) Caratteristiche struttura economica (http://www.asr-lombardia.it/ASR/) Analisi finanza locale per indici (http://www.finanzalocale.interno.it/) Contribuenti (http://www.finanze.gov.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/distribuz_addirpef/sceltaregione.htm)


Scaricare ppt "Corso di Analisi Finanziaria degli Enti Pubblici"

Presentazioni simili


Annunci Google