La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia HOT TOPICS MALATTIA METASTATICA Terapia delle metastasi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia HOT TOPICS MALATTIA METASTATICA Terapia delle metastasi."— Transcript della presentazione:

1 Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia HOT TOPICS MALATTIA METASTATICA Terapia delle metastasi

2 Quando è indicato il trattamento con ac. zoledronico?

3 J Natl Cancer Inst 2002;94:1458–68 Time to SREProportion of SRE ZOLPLAC

4

5 Linee guida AIOM Neoplasia prostatica metastatica L’acido zoledronico si è dimostrato efficace nel ridurre le complicanze scheletriche di pazienti con metastasi ossee da carcinoma prostatico Evidenza I; Grado di raccomandazione: A Ancorché vi sia un chiaro razionale, i dati disponibili non consentono di raccomandare fortemente l’uso dei bisfosfonati nel paziente con metastasi ossee da carcinoma prostatico ormonosensibile. L’uso di questi farmaci in questo contesto deve essere valutato caso per caso. Evidenza VI; grado di raccomandazione: B I bisfosfonati possono essere efficaci nel controllo del dolore osseo Evidenza I; Grado di raccomandazione B

6 Quale paziente deve essere avviato a trattamento con acido zoledronico? Il paziente a rischio di complicanze scheletriche: Estensione di malattia Dolore osseo

7 Clin Cancer Res 17: , 2011

8

9 Enzalutamide Abiraterone

10

11 Bisogna utilizzare supplementazioni di calcio e vitamina D durante la terapia con difosfonati?

12 Carmel AS, Osteoporos Int. 2012; 23(10): Bourke S et al Osteoporos Int. 2013; 24(1): Vitamin D supplementation is mandatory in association with Bisphosphonates in osteoporotic patients with vitamin D Deficiency and insufficiency Controversial role in patients with vitamin D in the normal range VITAMIN D SUPPLEMENTATION AND BISPHOSPHONATES IN OSTEOPOROTIC PATIENTS

13 1.The total daily intake of elemental calcium (through diet and supplements) for individuals over age 50 should be 1200 mg [grade B]. 2. For healthy adults at low risk of vitamin D deficiency, routine supplementation with 400–1000 IU (10–25 μg) vitamin D 3 daily is recommended [grade D]. 3. For adults over age 50 at moderate risk of vitamin D deficiency, supplementation with 800– 1000 IU (20–25 μg) vita min D 3 daily is recommended. To achieve optimal vitamin D status, daily supplementation with more than 1000 IU (25 μg) may be required. Daily doses up to 2000 IU (50μg) are safe and do not necessitate monitoring [grade C]. 4. For individuals receiving pharmacologic therapy for osteoporosis, measurement of serum 25- hydroxyvitamin D should follow three to four months of adequate supplementation and should not be repeated if an optimal level (  75 nmol/L) is achieved [grade D].

14 Take home message: A tutti i pazienti che effettuano bisfosfonati per via endovenosa o orale è raccomandata una supplementazione di calcio e vitamina D. E’ molto probabile che le dosi raccomandate: 500 mg di calcio e 400 UI non siano adeguate e debbano essere raddoppiate. E’ consigliabile somministrare a tutti i pazienti oncologici che devono iniziare una terapia con bifosfonati una dose di 1000 UI al giorno di vitamina D e di 500 mg al giorno di calcio, possibilmente in formulazioni farmaceutiche separate. Utile monitoraggio di calcemia (ionizzata o corretta per albumina) durante il trattamento con bisfosfonati al fine di correggere valori ipocalcemici severi. Linee guida AIOM

15 Median Percent Change From Baseline in Serum Parathyroid Hormone by Treatment (Intent-to-Treat Patients) Prostate Cancer Breast Cancer

16 Brian Ell and Yibin Kang Cell 151, October 26, 2012 PTH

17 2012;17:

18

19 Univariate Model of Overall Survival in PC Patients 3-Month PTH as Quartiles 01.0 Risk ratio Reduced risk of death Increased risk of death Placebo (vs 0 ≤ 3M PTH < 2.10 pmol/L) 4.0 P value ≤ 3 M PTH < ≤ 3 M PTH < ≤ 3 M PTH Zoledronic acid (vs 0 ≤ 3M PTH < 3.10 pmol/L) < ≤ 3 M PTH < ≤ 3 M PTH < ≤ 3 M PTH (4.7)

20 Risk ratio Zoledronic acid vs. placebo 2.5 P value Elevated PTH > 5.2 pmol/L Overall Normal PTH < 5.2 pmol/L

21

22 Eur Urol 2013, in press


Scaricare ppt "Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia HOT TOPICS MALATTIA METASTATICA Terapia delle metastasi."

Presentazioni simili


Annunci Google