La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RENDITE. RENDITA Rendita finanziaria è una successione di capitali disponibili ad epoche differenti. Una rendita si indica con: S = {(R k, t k ), k =

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RENDITE. RENDITA Rendita finanziaria è una successione di capitali disponibili ad epoche differenti. Una rendita si indica con: S = {(R k, t k ), k ="— Transcript della presentazione:

1 RENDITE

2 RENDITA Rendita finanziaria è una successione di capitali disponibili ad epoche differenti. Una rendita si indica con: S = {(R k, t k ), k = 0,1, 2,..., n} R0 R1 R2 … Rn _____|_________|__________|________|______ t0 t1 t tn

3 Classificazione: importo a rata costante : gli importi delle rate sono tutti uguali tra loro. In particolare, se l’importo è unitario, la rendita si dice unitaria. Esempio: cedole dei BTP costanti e pagabili semestralmente. a rata variabile: gli importi delle rate non sono tutti uguali tra loro. Esempio: interessi a tasso variabile su mutuo

4 temporanea: le rate sono in numero finito. Esempio: BTP hanno una scadenza inferiore ai 30 anni, cedole pagabili semestralmente. perpetua: le rate sono numerabili. Esempio: una rendita che paga indefinitamente ogni semestre una cedola pari al 2.5% del capitale nominale, del quale è non è previsto il rimborso. Classificazione: numero rate

5 periodica: le rate sono equintervallate. Esempio: Affitto (trimestrale) non periodica: le rate non sono equintervallate. Esempio: versamenti su conto corrente. Classificazione: periodicità

6 Classificazione: scadenza posticipata: la scadenza di ciascuna rata avviene nell’istante finale del relativo periodo di competenza. Esempio: Stipendio di un impiegato anticipata: la scadenza di ciascuna rata avviene nell’istante iniziale del relativo periodo di competenza. Esempio: Premi di assicurazione

7 Classificazione: Decorrenza immediata: la prima rata è dovuta in t 0 se la rendita è anticipata, la prima rata scade in t 1 se la rendita è posticipata. Esempio: Contratto d’affitto con decorrenza immediata differita: la prima rata scade in t h (h  1) se la rendita è anticipata, la prima rata scade in t h +1 (h  1) se la rendita è posticipata. Esempio: Contratto d’affitto con decorrenza differita

8 VALORE ATTUALE Valore attuale di una rendita è la somma dei valori attuali delle singole rate, calcolati nel regime di attualizzazione prescelto. Il tasso di interesse utilizzato è anche detto tasso di valutazione. Il valore attuale è solitamente calcolato nel Regime di attualizzazione a sconto composto essendo questo regime caratterizzato dall'importante proprietà della scindibilità.

9 Esempio Adottando il fattore di sconto g(t) del regime prescelto, il valore attuale di una rendita di n rate, ossia la somma dei valori attuali (in t 0 =0) delle singole rate R k, è: V =  V k =  R k g(t k ) in t 0 =0

10 Valore attuale rendita V=V 1 +V 2 +V 3 +…+V n t=0t=1t=2t=3t=n R1R1 R2R2 R3R3 RnRn V3V3 VnVn V2V2 V1V1

11 esempio Determinare il valore attuale di una rendita con rate pari a 1000 Euro il primo anno, 2000 il secondo, 1000 il terzo, tasso 0,07 annuo.

12 Caso rata costante: Valore attuale di una rendita periodica posticipata immediata unitaria V = v +v v n = t=0t=1t=2t=3t=n 1111 V = (1+i) -1 +(1+i ) (1+i) -n v=(1+i) -1

13 a figurato n al tasso i Ricordando la ridotta ennesima di una serie geometrica di ragione v, si ha: v+v v n = v( v n-1 ) =

14 Valore attuale di una rendita periodica posticipata immediata V = Rv +Rv Rv n = t=0t=1t=2t=3t=n RRRR V = R(1+i) -1 + R(1+i ) R(1+i) -n v=(1+i) -1

15 esempio Determinare il valore attuale di una rendita immediata posticipata di durata 10 anni, rata pari a 1000 Euro, tasso 0,07 annuo.

16 Valore attuale di una rendita periodica anticipata immediata unitaria t=0t=1t=2t=3t=n t=n 1+v+v v n-1 =

17 Relazione tra rendite anticipate e posticipate Spostando l’istante di valutazione in avanti di un periodo, una rendita posticipata appare come anticipata. Di conseguenza, il valore attuale di una rendita anticipata coincide con quello della posticipata capitalizzato per un periodo.

18 esempio Determinare il valore attuale di una rendita immediata anticipata di durata 10 anni, rata pari a 1000 Euro, tasso 0,07 annuo.

19 Valore attuale di una rendita di n rate unitarie periodica posticipata differita di p periodi V = v p+1 +v p v p+n =v p =p/=p/ t=0t=p+1t=p+2t=p+3t=p+n 1111 V3V3 VnVn V2V2 V1V1

20 Valore attuale di una rendita di n rate periodica posticipata differita di p periodi t=0t=p+1t=p+2t=p+3t=p+n RRRR V3V3 VnVn V2V2 V1V1 V = Rv p+1 +Rv p Rv p+n =Rv p =R p/

21 Valore attuale di una rendita di n rate costanti periodica anticipata differita di p periodi t=0t=pt=p+1t=p+2t=p+n-1 RRRR V3V3 VnVn V2V2 V1V1 V = Rv p +Rv p Rv p+n-1 ==R p/

22 Relazione tra rendita posticipata differita di p periodi e non differita

23 Esempio Rendita annua, 4 anni, i=12%, R=329,23 la prima rata verrà pagata tra 5 anni. Consideriamo post oppure ant è uguale: V = (1+0,12) ,23=635,51 V = (1+0,12) ,23=635,51 t=0t=5t=6t=7t=8 RRRR Post: Ant: t=9t=4

24 Valore attuale di una rendita unitaria posticipata perpetua Il valore attuale si ottiene calcolando il limite per n che tende all'infinito (per valori positivi del tasso di interesse). = = Esempio Una rendita posticipata perpetua, la cui rata è di 1000 Euro, valutata al tasso di interesse i=8%, vale 1000/0,08= Euro.

25 Valore attuale di una rendita unitaria anticipata perpetua = (1+i) = = Esempio Una rendita anticipata perpetua, la cui rata è di 1000 Euro, valutata al tasso di interesse i=8%, vale 1000(1,08)/0,08= Euro

26 MONTANTE DI UNA RENDITA Il montante di una rendita è la somma dei montanti delle singole rate, calcolati al termine della rendita nel regime di capitalizzazione prescelto. Il tasso di interesse utilizzato è anche detto tasso di remunerazione

27 MONTANTE DI UNA RENDITA R2R2 t n-1 t1 t1 t2 t2 t 3 t n t 0 + R3R3 R n-1 RnRn R1R1 M n-1... M3M3 M2M2 M1M1 + +

28 esempio Determinare il montante di una rendita con rate pari a 1000 Euro il primo anno, 2000 il secondo, 1000 il terzo, tasso 0,07 annuo.

29 Montante di una rendita periodica posticipata immediata unitaria di n rate u n-3 u n-2 u n-1 1 n n …. Sia 1+i = u M = u n-1 + u n u + 1=

30 Relazione tra è la somma di n termini in progressione geometrica con primo termine 1 e ragione u, si ha: = u n Il montante della rendita unitaria posticipata di n rate coincide con il suo valore attuale capitalizzato per n periodi. e

31 Montante di una rendita periodica posticipata immediata di n rate R n n0 RRRR Ru n-3 Ru n-2 …. Ru n-1 M = Ru n-1 + Ru n Ru + R= R

32 Montante di una rendita periodica anticipata immediata unitaria di n rate 1 n n u u n-2 u n-1 unun + + = u + u u n = u

33 esempio Determinare il montante di una rendita immediata posticipata di durata 10 anni, rata pari a 1000 Euro, tasso 0,07 annuo.

34 Relazione tra rendita anticipata e posticipata = = (1+i) Spostando l’istante di valutazione in avanti di un periodo, una rendita posticipata appare come anticipata. Il montante di una rendita anticipata coincide con quello della posticipata capitalizzato per un periodo.

35 Montante di una rendita periodica anticipata immediata di n rate costanti R M = R R n n RRR Ru n-2 Ru n-1 …. Ru n M = Ru n + Ru n Ru = R u

36 esempio Determinare il montante di una rendita immediata anticipata di durata 10 anni, rata pari a 1000 Euro, tasso 0,07 annuo.

37 Riassunto rendite POSTICIPATAANTICIPATA MONTANTE VALORE ATTUALE

38 VALORE DI UNA RENDITA AL TEMPO t Il valore V(t) al tempo t di una rendita è la somma: dei montanti delle rate a scadenza anteriore a t, della rata eventualmente a scadenza in t dei valori attuali delle rate a scadenza posteriore a t, calcolati in base al regime di capitalizzazione e attualizzazione prescelto.

39 t0t0 t1t1 t2t2 t3t3 tt j+1 tntn … …..… …. … … …...…. R0 R0 R1 R1 R2 R2 R3 R3 Rj Rj R j+1 Rn Rn VALORE DI UNA RENDITA AL TEMPO t

40 se t j  t < t j+1 f (t - t k ) + g( t k - t) V (t)= Due rendite che al tempo t hanno lo stesso valore si dicono finanziariamente equivalenti in t. VALORE DI UNA RENDITA AL TEMPO t

41 VALORE V(t) DI UNA RENDITA AL TEMPO t SECONDO IL REGIME COMPOSTO V( t ) = (1 + i) t + = (1+i) t V(0). [] Questa formula è diretta conseguenza della scindibilità del regime a interesse composto.

42 PRINCIPIO DI EQUIVALENZA FINANZIARIA Due rendite con lo stesso valore attuale sono finanziariamente equivalenti ad ogni tempo t se, e solo se, il loro valore è calcolato con leggi coniugate ad interesse composto.

43 CALCOLO DELLE QUANTITÀ CARATTERISTICHE DI UNA RENDITA: RATA V = R R =

44 Problema inverso: trovare la rata Una rendita annua posticipata, composta da quattro termini, del valore attuale di 1000 Euro, richiede, ad un tasso i=12%, una rata di: Un prestito di ,00 Euro deve essere restituito mediante il pagamento di 5 rate costanti annuali posticipate, al tasso annuo del 7%, trovare la rata:

45 CALCOLO DELLE QUANTITÀ CARATTERISTICHE DI UNA RENDITA: DURATA i =1  (1+ i) -n  (1+ i) -n = 1  i  - n ln (1+i) =. V V 

46 Problema inverso: trovare la durata Un prestito di ,00 Euro deve essere restituito mediante il pagamento di rate costanti annuali posticipate pari a 12194,53 Euro, al tasso annuo del 7%, quante rate occorrono?

47 Ricerca del tasso di interesse Da V = R = R g(i) = R funzione del tasso di valutazione i. Si noti che per g(i*) = 0 si riottiene l'espressione - V,

48 Proprietà funzione (la funzione ha asintoto orizzontale di ordinata negativa) (la funzione è decrescente) (la funzione è convessa) L’equazione g(i)=0 ha perciò una ed una sola soluzione i*  0, che corrisponde al tasso di valutazione della rendita. Per determinare i* conviene ricorrere a metodi numerici.

49 Metodi numerici iterativi per trovare i* Ricerca del tasso di interesse i*i* g(0) g(i)g(i) i

50 Metodo bisezione High=1 Low=0 Do while (high-low)> If g((high+low)/2)>0 then High=(high+low)/2 Else: low=(high+low)/2 End if Loop Interesse= (high+low)/2

51 COSTITUZIONE DI UN CAPITALE Una sequenza di prestazioni finanziarie periodiche (ossia una rendita) può essere utilizzata per costituire, ad una determinata epoca futura, una disponibilità finanziaria di importo prestabilito. In questo modo si procede alla costituzione di un capitale.

52 classificazione numero dei versamenti - costituzione mediante un unico versamento Il capitale S si costituisce mediante un unico versamento all’epoca iniziale - costituzione graduale di un capitale Il capitale S si costituisce mediante più versamenti tra l’epoca iniziale e quella finale epoche di pagamento - costituzione con versamenti posticipati il capitale S da costituire si renderà disponibile all’atto in cui si effettuerà l’ultimo versamento - costituzione con versamenti anticipati Il capitale S da costituire si renderà disponibile un periodo dopo l’ultimo versamento.

53 Costituzione mediante unico versamento Il capitale S che si vuole costituire all’epoca futura t tramite un unico versamento R è il montante di R in t, dati il regime di capitalizzazione ed il tasso di interesse periodale i. L’unico versamento R necessario per costituire S non è altro che il suo valore attuale. Basta quindi esplicitare R dall’espressione del capitale da costituire. In particolare, nel regime di capitalizzazione semplice: S = R (1 + it)

54 Costituzione mediante unico versamento In regime composto (convenzione esponenziale): In regime composto (convenzione lineare):

55 Esempio Qualora si intenda disporre di Euro dopo 5 anni dal versamento iniziale, e posto che il tasso praticato dalla banca sia il 4.56% in capitalizzazione composta, il versamento iniziale è: R = Euro

56 Costituzione mediante versamenti periodici: regime composto Costituzione di un capitale mediante versamenti periodici posticipati di importo costante R in regime composto al tasso periodale i: N.B. problema inverso del montante: trovare la rata

57 Sigma figurato n al tasso i è la rata costante da versare per n periodi tale da costituire il capitale di 1 euro all’atto dell’ultimo versamento al tasso periodale i. è funzione decrescente del tasso i.

58 Costituzione di un capitale mediante versamenti periodici anticipati di importo costante R in regime composto al tasso periodale i

59 è la rata costante da versare per n periodi tale da costituire il capitale di 1 lira un periodo dopo l’ultimo versamento al tasso periodale i. è funzione decrescente del tasso i Sigma anticipato figurato n al tasso i

60 Esempio Si può costituire in 10 anni un capitale di 1000 Euro, al tasso i=12%, mediante dieci versamenti annui anticipati di importo costante: R = Euro = Se le rate fossero posticipate, l'importo di ciascuna sarebbe maggiore: R = euro =

61 Fondo di costituzione all’epoca k mediante versamenti periodici di importo costante R in regime composto al tasso periodale i. Per conoscere quale somma è stata accantonata fino ad una certa epoca, occorre calcolare il fondo di costituzione a quella data epoca. Il fondo di costituzione ad una epoca t, ossia il montante in t delle k rate versate fino a quell’epoca, è se t è intero se t = k + f (con k intero e 0 < f < 1).

62 Esempio Sono stati effettuati sei versamenti mensili posticipati di 200 Euro al tasso 0.5% mensile, e ci si domanda a quanto ammonti il fondo di costituzione accumulato.

63 Esercizio 1 Per l’acquisto di un appartamento si decide di pagare subito e di pagare il rimanente in rate trimestrali di Euro 2000 per 10 anni versando la prima rata tra tre mesi. Tasso annuo nominale convertibile trimestralmente è il 6%. Si determini il prezzo dell’appartamento. i 4 =0,06/4=0,015 Il valore dell’appartamento è ,69=109831,69

64 Esercizio 2 Per far fronte alla restituzione di un debito esigibile tra tre anni di Euro, Tizio vuole fare versamenti semestrali costanti al tasso annuo del 4,8%. Determinare la rata. i 2 =(1+0,048) 1/2 -1 = 0,0237 R = 12564,91

65 esercizi Rendite: ACD: es. 4.2, 4.5, 4.6, 4.9 punto b BC: es. 1,3,5,7,13 Costituzione capitale: ACD: es. 6.1, 6.2, 6.3, 6.5 BC: es.1 punto a, es.5, 8, 12


Scaricare ppt "RENDITE. RENDITA Rendita finanziaria è una successione di capitali disponibili ad epoche differenti. Una rendita si indica con: S = {(R k, t k ), k ="

Presentazioni simili


Annunci Google