La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I criteri della scelta tra le varie tecniche radioterapiche Michele Cianciulli U.O.C. Radioterapia Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini Roma Direttore:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I criteri della scelta tra le varie tecniche radioterapiche Michele Cianciulli U.O.C. Radioterapia Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini Roma Direttore:"— Transcript della presentazione:

1 I criteri della scelta tra le varie tecniche radioterapiche Michele Cianciulli U.O.C. Radioterapia Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini Roma Direttore: Prof. V. Donato

2

3 Gruppi di rischio RISCHIO BASSO T1-T2a e Gleason 2-6 e PSA<10 ng/ml RISCHIO INTERMEDIO T2b-T2c o Gleason 7 o PSA ng/ml RISCHIO ALTO > T3a o Gleason > 8 o PSA > 20 ng/ml

4

5

6

7

8

9

10 Dose escalation negli anni Gy >72 Gy

11

12 Brachiterapia La brachiterapia è una tecnica di radioterapia effettuata mediante il posizionamento di sorgenti radioattive temporanee o permanenti a breve distanza (=brachi) dal bersaglio, cioè nel contesto della neoplasia o dell’organo che la contiene, con una procedura chirurgica miniinvasiva. Consente di erogare dosi estremamente elevate con buon risparmio dei tessuti sani grazie all’alto gradiente di dose presente alla periferia dell’impianto.

13

14 Generazioni della moderna ERT nel cancro della prostata 1 st : 3-D CRT (Conformal Radiation Therapy) 2 nd : IMRT (Intensity Modulated Radiation Therapy) 3 rd : IGRT (Image-Guided Radiation Therapy)

15 3-D CRT La 3D-CRT utilizza software che integrano immagini TC dell’anatomia interna del paziente nella posizione di trattamento consentendo di conformare il volume bersaglio irradiato alla forma della prostata.

16 Organi a rischio Figure contornazione ORGANI A RISCHIO Retto Vescica Femore Prostata

17 IMRT E’ un’ulteriore evoluzione della 3D-CRT. Consente, con l'utilizzo di software dedicati e di particolari accessori, di risparmiare maggiormente i tessuti sani adiacenti alla prostata, permettendo allo stesso tempo di irradiare quest'ultima con dosi molto elevate. L'esecuzione del trattamento risulta decisamente più complessa

18 5-field to 81 Gy Prostate IMRT plan

19 IMRT: Intensity Modulated Radiation Therapy 20-30% 40-50% 60-70% 80-90% % %

20 3D-CRT versus IMRT Le nuove tecniche di radioterapia consentono la somministrazione di dosi di radiazioni maggiori al tumore che hanno permesso di ridurre l’incidenza di recidive locali.

21 BENEFICIO POTENZIALE DELLE NUOVE MODALITA’  3 D CONFORMAZIONALE E IMRT Migliore copertura del tumore con una specifica dose Migliore distribuzione della dose al volume bersaglio Possibile aumento della dose al tumore Miglioramento del controllo locale Riduzione della dose agli organi sani Morbidità acuta e tardiva ridotta AUMENTO DELLA SOPRAVVIVENZA MIGLIORE QUALITA’ DI VITA

22 IGRT: evoluzione nelle tecniche per la verifica del piano e per limitare le incertezze (set up e organ motion) Sistemi ad Ultrasuoni Sistemi ottici Stereo kV Imaging Cone Beam CT

23 IGRT Tomoterapia Elicoidale

24 Tomoterapia Elicoidale La Tomoterapia Elicoidale, realizzata nel 2000, integra in un sistema compatto, progettato ex novo, tutte le esperienze tecnologiche dell’evoluzione in corso: tecnica elicoidale di emissione del fascio, IMRT con MLC di tipo binario, IGRT con MVCT a spirale incorporata e calcolo della distribuzione di dose con “Inverse Planning”.

25 Rispetto ai trattamenti radioterapici di tipo convenzionale, quali la 3DCRT o la IMRT, la Tomoterapia permette un’ irradiazione più selettiva del tumore (migliore conformazione della dose al bersaglio), un maggior risparmio dei tessuti sani circostanti oltre che la possibilità di trattare, contemporaneamente e durante la stessa seduta, una o più sedi anatomiche (SIB). Grazie all’imaging integrato, con la Tomoterapia è anche possibile la realizzazione di trattamenti radianti personalizzati che si adattano, cioè, alle variazioni anatomiche che possono subentrare nel paziente o nella regione da irradiare nel corso del trattamento (ART).

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36 Conclusioni Inizio anni 1990: pianificazione Fine anni 1990: erogazione Anni 2000: verifica


Scaricare ppt "I criteri della scelta tra le varie tecniche radioterapiche Michele Cianciulli U.O.C. Radioterapia Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini Roma Direttore:"

Presentazioni simili


Annunci Google