La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl  Si definisce.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl  Si definisce."— Transcript della presentazione:

1 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl  Si definisce coma un profondo stato di incoscienza che può essere provocato da intossicazioni (stupefacenti, alcool, tossine), alterazioni del metabolismo (ipoglicemia, iperglicemia, chetoacidosi) o danni e malattie del sistema nervoso centrale (ictus, traumi cranici, ipossia).  Fra tutte, le più comuni cause di coma sono le alterazioni del metabolismo.  La gravità e la profondità dello stato di coma si misura in termini di Glasgow Coma Scale (scala GCS) che, in base alle risposte a vari stimoli, stabilisce il grado del coma che va da 3 (coma profondo) a 15 (paziente sveglio e cosciente). Complicanza acute del diabete IL COMA a cura di ERNA LORENZINI DIABETE MELLITO

2 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl IL COMA DIABETICO 1) chetoacidosico * 2) iperosmolare * 3) ipoglicemico 4) lattacidemico 1-2: possibili all’esordio 3-4: in soggetti con diagnosi nota (spesso per trattamenti impropri) iperglicemia * glicosuria (diuresi osmotica) perdita di H 2 O ed elettroliti (poliuria) disidratazione insufficienza renale

3 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl COMA NON DIABETICO COMA IPOGLICEMICO COMA IPEROSMOLARE COMA NON DIABETICO COMA LATTA- CIDEMICO COMA CHETO- ACIDOSICO NORMALE RIDOTTA (<50 mg/dl ) Insorgenza rapida Sudorazione, tachicardia GLICEMIA ELEVATA (>400 mg/dl ) pH Osmolarità plasmatica Normale Respiro normale Aumentata > 350 mOsm/l normale Diminuito <7,3 iperventilazione Chetonemia Aumentata +++

4 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl chetoacidosiiperosmolarità Glicemia (mg/100 ml) Na (mEq/l) K (mEq/l) N/ N creatinina lieve moderato  osmolarità (mOsm/ml) chetoni++++/- HCO 3 (mEq/l)<15N pH arterioso >7.3 PaCO 2 mmHg20-30N Gap anionico  N N = normale

5 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl Effetti della carenza insulinica a livello del muscolo e del tessuto adiposo  captazione periferica di glucosio rilascio di substrati: lattato, aminoacidi, acidi grassi liberi Conseguenze a livello del fegato  neoglucogenesi (da aminoacidi e lattato)  chetogenesi (da FFA) COMA CHETOACIDOSICO Acetoacetato e ß-idrossibutirrato: prodotti della ß -ossidazione degli acidi grassi liberi (FFA) a livello epatico insulina  lipolisi  FFA, trigliceridi, VLDL glucagone  trasporto FFA nel mitocondrio  ß -ossidazione  chetoni Corpi chetonici: acidi deboli   H+  acidosi metabolica (=  HCO3-) per consumo: HCO3- legano H+  H2CO3  H2O + CO2 eliminata con iperventilazione di compenso Altri effetti dell’acidosi: anoressia,  inotropismo cardiaco, vasodilatazione, aritmie, leucocitosi, depressione del sistema nervoso centrale

6 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl COMA IPEROSMOLARE NON CHETOACIDOSICO  insulina   glicemia per iperproduzione epatica (glicogenolisi e gluconeogenesi) e ridotta utilizzazione periferica (muscolo) l’iperglicemia induce poliuria osmotica  introito di liquidi  (inadeguato a rimpiazzare le perdite) Il deficit di insulina è soltanto relativo e meno grave che nella chetoacidosi, come pure minore è l’alterazione del rapporto insulina/glucagone Mortalità fino al 50% (anziani, comorbidità)

7 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl COMA IPOGLICEMICO La più frequente causa di coma nel diabetico. Il coma ipoglicemico è un’emergenza % dei soggetti in terapia insulinica presenta almeno un episodio di ipoglicemia grave l’anno. Glicemia < 50 mg/100 ml Il persistere dello stato ipoglicemico determina un danno neuronale irreversibile. Sintomi -“adrenergici”: ansia, palpitazioni, tremore, senso di fame, sudorazione. - “neuroglicopenici”: cefalea, stordimento, diplopia, convulsioni, segni neurologici focali, confusione mentale sino al coma. Cute pallida e sudata, tachicardia, ipertono muscolare, pupille midriatiche.

8 Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl COMA LATTACIDEMICO Acido lattico: prodotto della glicolisi anaerobia dei tessuti Normalmente viene eliminato dal rene oppure metabolizzato dal fegato (riconversione in glucosio) Nel diabetico trattato con biguanidi (fenformina e metformina) Biguanidi: stimolano la glicolisi; se coesiste insufficienza renale o epatica  rischio di lattacidemia ACIDO LATTICO Valori normali: mmol/l Alterata produzione/eliminazione lattacidemia (> 5 mmol/l)


Scaricare ppt "Elementi di Patologia generale e Fisiopatologia Jeanette Anne Marie Maier Massimo Mariotti Copyright © 2009 – The McGraw-Hill Companies srl  Si definisce."

Presentazioni simili


Annunci Google