La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Studio Medico, via G. Giacosa 71, 20127 Milano Tel. 0226143258 – 3388198646

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Studio Medico, via G. Giacosa 71, 20127 Milano Tel. 0226143258 – 3388198646"— Transcript della presentazione:

1 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Studio Medico, via G. Giacosa 71, Milano Tel –

2 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Introdotta nella pratica clinica dai fratelli medici Ferdinand e Walter Huneke nel 1925, consiste nella iniezione di procaina : ① In una cicatrice ② In un ganglio ③ Loco-segmentale

3 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

4 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Ganglio stellato: situato tra l'apofisi trasversa della settima vertebra cervicale e la prima costa. In esso scorrono le vie simpatiche della metà superiore del corpo

5 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

6 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Indicazioni: Tutte le malattie funzionali ed organiche Controindicazioni: Allergia alla procaina, disturbi di conduzione, infiammazioni, insufficienza cardiaca, epatica o renale, terapie anticoagulanti

7 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Metodo diagnostico e terapeutico che lavora sulla sostanza fondamentale e sul sistema neuro- vegetativo in essa incorporato, inducendo nell’organismo, grazie alle informazioni energetiche apportate da minime quantità di procaina, un’autoguarigione

8 La sostanza fondamerntale Dr. Giuseppe Fariselli Componente acellulare del tessuto connettivo costituita da proteoglicani associati, mediante proteine link, a lunghe catene di acido ialuronico I proteoglicani "intrappolano” acqua formando un gel che ha funzione di filtro che regola la velocità di diffusione dei liquidi, resistenza alla compressione, e sostegno

9 La sostanza fondamerntale Dr. Giuseppe Fariselli

10 Il connettivo Dr. Giuseppe Fariselli

11 La sostanza fondamentale Dr. Giuseppe Fariselli

12 La sostanza fondamentale Dr. Giuseppe Fariselli

13 Sistema nervoso Dr. Giuseppe Fariselli

14 Sistema nervoso Dr. Giuseppe Fariselli

15 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli E’ l'insieme di cellule e fibre che innervano gli organi e le ghiandole, controllandone le funzioni, generalmente al di fuori del controllo volontario

16 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

17 Il sistema nervoso simpatico Origina da 2 file di neuroni, organizzati in gangli, situati lungo la colonna vertebrale Dai gangli si diramano fibre che innervano le ghiandole e i muscoli degli organi interni Dr. Giuseppe Fariselli

18 Il sistema nervoso simpatico Dr. Giuseppe Fariselli

19 Il sistema nervoso simpatico 1.Aumenta le contrazioni cardiache e la pressione arteriosa 2.Contrae i vasi sanguigni periferici, cutanei e viscerali 3.Controlla la diuresi, l’adrenalina, le ghiandole lacrimali 4.Dilata i bronchi, le coronarie, le pupille, i vasi dei muscoli scheletrici 5.Inibisce la peristalsi, la produzione di saliva acquosa, la secrezione di HCl e succo pancreatico 6.Promuove l'eiaculazione e la glicogenolisi del fegato 7.Riduce la secrezione di bile 8.Rilassa il muscolo ciliare, con accomodazione per la visione lontana 9.Stimola gli sfinteri Dr. Giuseppe Fariselli

20 Il sistema nervoso parasimpatico Il 1° neurone, molto lungo, origina dai nuclei mesencefalici (III°, oculomotore), bulbari (VII° facciale, IX° glosso-faringeo e X° vago), o dai mielomeri sacrali S2-S4 dai quali le fibre emergono dal corno ventrale del midollo Il 2° neurone, corto e vicino o all'interno degli organi, innerva i muscoli bronchiali e cardiaco, e le ghiandole esocrine L'innervazione parasimpatica predomina su quella simpatica nelle ghiandole salivari, lacrimali e nel tessuto erettile Il nervo vago, il X paio di nervi cranici, ne costituisce l'asse portante Dr. Giuseppe Fariselli

21 Il sistema nervoso parasimpatico Aumenta la mobilità delle pareti intestinali, la secrezione biliare, gastrica, pancreatica, delle ghiandole lacrimali e salivari, la glicogenesi epatica Abbassa la pressione, contrae i bronchi, le coronarie, le pupille, riduce frequenza e volume sistolico del cuore Dilata gli sfinteri e i vasi di genitali e ghiandole dell'apparato digerente Stimola la parete vescicale e ne inibisce lo sfintere Dr. Giuseppe Fariselli

22 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

23 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

24 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

25 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

26 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

27 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

28 Il sistema motorio autonomo Dr. Giuseppe Fariselli

29 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Ricerca e localizza, grazie ad anamnesi, ispezione e palpazione, un campo di disturbo capace di generare alterazioni funzionali locali, segmentali, o in punti e in organi lontani

30 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Togliendo questa causa, capace di inviare informazioni negative, si ristabilisce un ordine che porta alla salute

31 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli La terapia locale nel tessuto segmentario irritato (pelle, connettivo, muscolo, periostio, peritoneo, sistema vascolare e nervi afferenti) determina interruzione delle vie riflesse patologiche, e normalizza tutti i disturbi vegetativi mediante ripolarizzazione delle membrane cellulari perturbate

32 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli È una riflesso-terapia, o una terapia di regolazione attraverso la stimolazione del sistema nervoso simpatico

33 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Può diagnosticare e curare uno o più campi di disturbo Può trattare un campo di disturbo locale o segmentale Può agire sui gangli della catena laterale del sistema nervoso simpatico

34 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Indicazioni: patologie dolorose o funzionali del capo, odontoiatriche, otorinolaringoiatriche, respiratorie, gastrointestinali, epatiche, pancreatiche, urologiche, della colonna, legate a traumi acuti o cronicizzati

35 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Controindicazioni: allergia agli anestetici locali, emofilia, disturbi di conduzione atrio-ventricolare, infezioni nella zona da trattare, insufficienza cardiaca, epatica o renale, terapia con anticoagulanti, turbe psichiche

36 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli La procaina, estere dell’acido paraminobenzoico e del dietilaminoetanolo rapidamente scisso dalla colinesterasi, iperpolarizza (+290 mV) le cellule nervose e la membrana dei mastociti L’acido paraminobenzoico, aumenta il deflusso linfatico e restringe i capillari Il dietilaminoetanolo, agisce come vasodilatatore, rigenera le parti ipossiche, migliora l’irrorazione sanguigna e il trofismo

37 La neuralterapia Dr. Giuseppe FariselliDietilaminoetanolo

38 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Procaina: derivato sintetico della cocaina

39 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Cocaina

40 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Acido paraminobenzoico

41 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Tutte le parti di un metamero rispondono in modo riflesso, come un’unità Gli stimoli vanno, attraverso il midollo spinale, all’organo appartenente al metamero, e dall’organo ad altri organi

42 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Disturbi degli organi interni possono danneggiare l’apparato motorio, e vice-versa La reazione neurovegetativa avviene, attraverso i nervi della parete vascolare, nella catena simpatica e del midollo spinale, fra organo e cute

43 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Il metamero include la cute, il tessuto connettivo, la muscolatura, la mucosa, il peritoneo, la pleura, i nervi, i vasi sanguigni, e i gangli simpatici

44 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

45 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

46 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

47 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

48 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

49 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

50 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

51 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

52 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

53 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’infiltrazione-test dopo anamnesi, visita ed esami, ottiene, entro 1 minuto, la scomparsa, per 8-20 ore, del dolore o dell’impedimento funzionale La ripetizione della puntura provoca scomparsa dei sintomi I periodi di risposta si allungano fino a guarigione

54 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Le infiltrazioni, che neutralizzano le dis-informazioni emesse da una zona, possono essere intra/sottocutanee, preperitoneali, parapleuriche, intraarteriose, intrarachidee, intra/para organiche

55 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Tutte le cicatrici creano un campo di disturbo, quindi vanno sempre infiltrate prima di iniziare qualunque trattamento

56 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

57 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Si possono iniettare la galea capitis, la mastoide, le regioni orbitarie, il mento, le tonsille, i denti, lo xifoide, le regioni periarticolari: spalla, gomito, polso, mani, colonna, sacro, anca, ginocchio, caviglia, dita dei piedi, periarteriose, perivenose, perinervose, perigangliari

58 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

59 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione nella galea capitis è indicata per cefalea, vertigini, insonnia, disturbi della memoria, della concentrazione, post- traumatici

60 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione nel processo mastoideo è indicata per otite, ipoacusia, vertigini, ronzii, paralisi facciale

61 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione delle regioni orbitarie è indicata per nevralgia del trigemino, cefalea e sinusite frontali, malattie dell’occhio

62 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione nella regione mentoniera è indicata nelle nevralgie del trigemino, nei dolori del viso, del mento, del labbro inferiore

63 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione delle tonsille è indicata sia come terapia di un campo di disturbo, che per faringiti e tonsilliti cronico-recidivanti

64 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione dei denti è indicata sia come terapia di campi di disturbo (esistono rapporti dente-organo), che per stomatiti, parodontopatie, ritardi di guarigione

65 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli

66 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione dello xifoide è indicata nelle gastriti

67 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione attorno alle articolazioni è indicata nelle artriti, nelle artrosi, nella gotta, nei disturbi post- traumatici, negli irrigidimenti, nei versamenti recidivanti

68 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli L’iniezione può essere eseguita nella spalla, nel gomito, nelle mani, nella colonna, nel sacro, nell’anca, nel ginocchio, nella caviglia, nelle dita dei piedi

69 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Le iniezioni periarteriose, perivenose, perinervose e perigangliari, hanno effetti specifici multipli

70 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Le iniezioni endovenose agiscono su dolori cronici, malattie croniche degli organi, disturbi psicosomatici, infiammazioni croniche, nevralgie, cefalee ed emicranie, vertigini, turbe circolatorie cerebrali, insonnia

71 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Procaine Hydrochloride

72 La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Procainhydrochlorid


Scaricare ppt "La neuralterapia Dr. Giuseppe Fariselli Studio Medico, via G. Giacosa 71, 20127 Milano Tel. 0226143258 – 3388198646"

Presentazioni simili


Annunci Google