La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Schistosomiasi (bilharziosi). Genere: Schistosoma S.mansoni S.japonicum S.mekongi S.haematobium S.intercalatum (solo in una area compresa fra l’ Alto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Schistosomiasi (bilharziosi). Genere: Schistosoma S.mansoni S.japonicum S.mekongi S.haematobium S.intercalatum (solo in una area compresa fra l’ Alto."— Transcript della presentazione:

1 Schistosomiasi (bilharziosi)

2 Genere: Schistosoma S.mansoni S.japonicum S.mekongi S.haematobium S.intercalatum (solo in una area compresa fra l’ Alto Volta e lo Zaire) S.mattheei (in Africa e nei ruminanti, raramente nell’ uomo) uova con spina laterale uova con spina rudimentale subterminale uova con spina terminale

3

4

5

6 Memorie storiche: descrizioni egiziane del 1900 A.C. presenza in mummie dal 1200 al 100 B.C. Distribuzione geografica

7 Maschio adulto – color latteo, lungo 7-12 mm, con tegumento tubercolato, piatto e affilato alle estremità, con ventosa orale cefalica, bocca e intestino cieco, con 7-9 testicoli disposti dietro la ventosa ventarle, con canale ginecoforo. Femmina adulta – lunga mm, cilindrica e sottile, spesso scura per il sangue ingerito. Schistosoma mansoni Schistosomi accoppiati – nelle vene mesenteriche e nelle vene del colon discendente e del retto. Uova – brune, lunghe μ, compaiono già mature nelle feci circa 50 gg. dopo l’ infestazione. Sporocisti – in corso di sviluppo nell’ epato- pancreas del mollusco (da un miracidio possono originarsi decine o anche migliaia di cercarie) Nell’ acqua a 25-30°C Miracidi – larve ciliate lunghe circa 100 μ, capaci di sopravvivere nell’ acqua solo poche ore. Lumache: Biomphalaria pfeifferi B.glabrata Cercarie – lunghe 0,5 mm., dotate di coda e degli abbozzi delle strutture dei trematodi adulti; possono sopravvivere per ore in acque tiepide ed illuminate; penetrano nella pelle dell’ uomo utilizzando i movimenti vivaci e la produzione di enzimi litici: una volta penetrate, perdono la coda. Schistosomuli – migrano verso il fegato e maturano nel sistema portale intra-epatico.

8 Manifestazioni cliniche Prurito ed irritazione cutanea – nella fase della penetrazione delle cercarie Schistosomiasi acuta – osservata 2-4 settimane dopo la prima esposizione, ma raramente in aree endemiche; consiste in febbre, tosse, asma, dissenteria (può simulare una febbre tifoidea); si accompagnano: marcata eosinofilia, epato-splenomegalia e linfoadenopatia diffusa; può durare per settimane e mesi. Periodo intermedio – silente Schistosomiasi cronica – lesioni gravi solo in una piccola percentuale di casi; è dovuta alla reazione alle uova e ai vermi adulti morti; si configura nelle seguenti forme: schistosomiasi intestinale bilarziomi schistosomiasi epato-splenica schistosomiasi uro-genitale: uropatia ostruttiva, cisitite e metaplasia, calcificazione della vescica, lesioni renali, cancro ed ulcere della vescica, lesioni genitali Schistosomiasi cardio-polmonare Schistosomiasi cerebro-spinale


Scaricare ppt "Schistosomiasi (bilharziosi). Genere: Schistosoma S.mansoni S.japonicum S.mekongi S.haematobium S.intercalatum (solo in una area compresa fra l’ Alto."

Presentazioni simili


Annunci Google