La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Marcello Minenna Professore a contratto di Finanza Matematica presso l’Università.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Marcello Minenna Professore a contratto di Finanza Matematica presso l’Università."— Transcript della presentazione:

1 1 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Marcello Minenna Professore a contratto di Finanza Matematica presso l’Università Bocconi di Milano Responsabile dell’Ufficio Analisi Quantitativa e Innovazione Finanziaria della CONSOB Le idee e le posizioni espresse nel presente lavoro sono opinioni personali dell’autore e non possono in alcun modo essere attribuite alle istituzioni di appartenenza. Il controllo dei rischi dal quantitative easing alla vicenda greca

2 2 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca L'Euribor (EURo Inter Bank Offered Rate, tasso interbancario di offerta in euro):  rappresenta il principale parametro di riferimento per le operazioni di finanziamento a tasso variabile (e.g. mutui a tasso variabile o emissioni obbligazionarie indicizzate ad un tasso variabile);  rappresenta il tasso medio delle operazioni a termine effettuate sul mercato interbancario (i.e. tra primari istituti di credito) con scadenza a una, due e tre settimane, e da uno a dodici mesi;  viene fissato ogni giorno dalla European Banking Federation (EBF) alle ore a.m come media delle quotazioni proposte da un paniere di 43 banche (per l’Italia partecipano Intesa, MPS e Unicredit). Euribor 6 mesi tasso variabile EURIBOR

3 3 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Euribors 6 mesi tasso variabile Serie storica Euribor 6 mesi, periodo: 1 gennaio 1999 – 26 marzo 2014

4 4 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca L’andamento futuro dell’Euribor non è stimabile in modo deterministico (guardando ai dati storici) ma in chiave probabilistica sulla base delle aspettative implicite nei prezzi di mercato di strumenti finanziari quotati e legati all’Euribor stesso (forward rates, IRS rates, caps, swaption, ecc.). La distribuzione di probabilità dell’Euribor identifica, quindi, i possibili valori futuri del tasso di interesse coerentemente con le aspettative attuali degli operatori di mercato. Euribors 6 mesi tasso variabile

5 5 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso Euribors 6 mesi tasso variabile Traiettorie simulate e Probabilità

6 6 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso Euribors 6 mesi tasso variabile Traiettorie simulate e Probabilità

7 7 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso Traiettorie simulate e Probabilità Euribors 6 mesi tasso variabile

8 8 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso 1 volta Traiettorie simulate e Probabilità Euribors 6 mesi tasso variabile

9 9 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso 1 volta 2 volte 1 volta Traiettorie simulate e Probabilità Euribors 6 mesi tasso variabile

10 10 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso 2 volte 3 volte 1 volta 2 volte 1 volta Traiettorie simulate e Probabilità Euribors 6 mesi tasso variabile

11 11 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Traiettorie simulate tasso Traiettorie simulate e Probabilità Euribors 6 mesi tasso variabile

12 12 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Euribor 6 Mesi – traiettorie simulate Euribors 6 mesi tasso variabile La distribuzione di probabilità dell’Euribor assume una forma che evidenzia una più ampia variabilità (incertezza dei valori) all’aumentare dell’orizzonte temporale della stima.

13 13 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Euribor 6 Mesi – traiettorie simulate Euribors 6 mesi tasso variabile La distribuzione di probabilità dell’Euribor assume una forma che evidenzia una più ampia variabilità (incertezza dei valori) all’aumentare dell’orizzonte temporale della stima.

14 14 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Euribor 6 Mesi – traiettorie simulate Euribors 6 mesi tasso variabile La distribuzione di probabilità dell’Euribor assume una forma che evidenzia una più ampia variabilità (incertezza dei valori) all’aumentare dell’orizzonte temporale della stima.

15 15 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Euribor 6 Mesi – traiettorie simulate Euribors 6 mesi tasso variabile La distribuzione di probabilità dell’Euribor assume una forma che evidenzia una più ampia variabilità (incertezza dei valori) all’aumentare dell’orizzonte temporale della stima.

16 16 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca L‘IRS par rate (o tasso swap):  rappresenta il principale parametro di riferimento per le operazioni di finanziamento a tasso fisso (e.g. mutui a tasso fisso o emissioni obbligazionarie indicizzate ad un tasso fisso);  tecnicamente è il tasso fisso che rende nullo al tempo zero il valore di un contratto derivato di tipo interest rate swap (IRS) in cui:  una parte si impegna al pagamento di interessi variabili indicizzati all’Euribor;  l’altra parte si impegna al pagamento di interessi fissi pari proprio all’IRS par rate;  generalmente il contratto non prevede lo scambio di capitali, ma solo di flussi corrispondenti al differenziale fra i due interessi. IRS par rate (o tasso swap) IRS par rate

17 17 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Interest Rate Swap IRS par rate (o tasso swap) ? Tassi gamba variabile Tasso gamba fissa

18 18 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca TRAIETTORIE EURIBOR E CASH FLOWS PARTE B (Gamba variabile) IRS Cash Flow B Paga

19 19 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca TRAIETTORIE EURIBOR E CASH FLOWS PARTE B (Gamba variabile) IRS Cash Flow B Paga

20 20 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca TRAIETTORIE EURIBOR E CASH FLOWS PARTE B (Gamba variabile) IRS Cash Flow B Paga

21 21 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca TRAIETTORIE EURIBOR E CASH FLOWS PARTE B (Gamba variabile) IRS Cash Flow B Paga

22 22 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca IRS CASH FLOWS IRS Fair Value A - Pagamenti gamba fissa ? SCONTO + MEDIA SCONTO B – Pagamenti gamba variabile

23 23 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca TRAIETTORIE EURIBOR, IRS par rate, IRS CASH FLOWS IRS Fair Value A Paga B Paga SCONTO + MEDIA IRS par rate (3,00% a 7 anni) Lo swap per costruzione ha valore nullo

24 24 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Relazione tasso swap – tasso variabile (Euribor) Evoluzione del Par rate Il contratto swap, valutato in una data successiva a quella di stipula, per via della variazione della curva dei tassi di interesse e quindi dei possibili Euribor, presenterà un valore diverso da zero, in quanto a tale data ci sarà un nuovo par rate. Par rate a 6 anni (2,00%) Distribuzioni Euribor 6 mesi old Tasso swap a 7 anni (3,00%) Distribuzioni Euribor 6 mesi New

25 25 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Relazione tasso swap – tasso variabile (Euribor) Evoluzione del Par rate Il contratto swap, valutato in una data successiva a quella di stipula, per via della variazione della curva dei tassi di interesse e quindi dei possibili Euribor, presenterà un valore diverso da zero, in quanto a tale data ci sarà un nuovo par rate. Par rate a 6 anni (2,00%) Distribuzioni Euribor 6 mesi old Tasso swap a 7 anni (3,00%) Distribuzioni Euribor 6 mesi New Una diminuzione del par rate renderà il MTM del contratto negativo per la Parte A e, specularmente, positivo per la Parte B.

26 26 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca MTM A risk-free SWAP MTM Value Dal punto di vista della Parte A, quindi, il MTM dello swap diventerà positivo quando per via dell’evoluzione della curva dei tassi i futuri par rates sono sopra il tasso dello swap. Viceversa il MTM dello swap diventerà negativo quando i futuri par rates sono sotto il tasso dello swap. MTM A >0 se futuri par rate > Tasso fisso dello swap MTM A <0 se futuri par rate < Tasso fisso dello swap

27 27 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca SWAP MTM Value MTM B Risk-free MTM B Tasso fisso dello swap MTM B >0 se futuri par rate < Tasso fisso dello swap …..e viceversa per la Parte B.

28 28 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Marcello Minenna Professore a contratto di Finanza Matematica presso l’Università Bocconi di Milano Responsabile dell’Ufficio Analisi Quantitativa e Innovazione Finanziaria della CONSOB Le idee e le posizioni espresse nel presente lavoro sono opinioni personali dell’autore e non possono in alcun modo essere attribuite alle istituzioni di appartenenza. Il controllo dei rischi dal Quantitative Easing alla vicenda greca

29 29 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Analisi probabilistica di un prodotto

30 30 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Prezzo di vendita = 100 Confronto probabilistico tra prodotti


Scaricare ppt "1 - Il controllo dei rischi: dal quantitative easing europeo alla vicenda greca Marcello Minenna Professore a contratto di Finanza Matematica presso l’Università."

Presentazioni simili


Annunci Google