La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alfonso Bosellini I materiali della Terra solida.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alfonso Bosellini I materiali della Terra solida."— Transcript della presentazione:

1 Alfonso Bosellini I materiali della Terra solida

2 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore 2012 Capitolo 5 Processo sedimentario e rocce sedimentarie Lezione 13 Le rocce sedimentarie più comuni 2

3 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Le rocce terrigene sono formate da detriti provenienti dal disfacimento di altre rocce, sia magmatiche, sia sedimentarie, sia metamorfiche. 5.8 Rocce terrigene 0,004 Dimensioni medie dei granuli (mm) Ghiaia Pietrisco Sedimento sciolto SabbiaArgillaSilt Conglomerato Breccia RocciaArenariaArgilliteSiltite 0,0632,00 La classificazione delle rocce terrigene e dei sedimenti sciolti si basa primariamente sulle dimensioni dei granuli.

4 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Ghiaia (>2 mm) CONGLOMERATO Sabbia (2÷1/16 mm) ARENARIA Argilla (<1/256 mm) ARGILLITE Silt (1/16÷1/256 mm) SILTITE 5.8 Rocce terrigene

5 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce terrigene All’interno delle classi granulometriche è possibile classificare ulteriormente le rocce terrigene sulla base della composizione mineralogica. Diagramma per la classificazione delle arenarie QUARZARENITIARCOSELITARENITI

6 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce terrigene Le quarzareniti sono arenarie con contenuto in quarzo superiore al 95%. Le arcose sono arenarie con contenuto in quarzo inferiore al 95% e feldspati che prevalgono nella restante componente. Le litareniti sono arenarie con contenuto in quarzo inferiore al 95% e frammenti di roccia che prevalgono nella restante componente.

7 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce terrigene All’interno delle classi granulometriche è possibile classificare ulteriormente le rocce terrigene sulla base della composizione mineralogica. Diagramma per la classificazione delle arenarie 33,3% Q 33,3% F 33,3% R A = 00,0% Q 50,0% F 50,0% R B = 20,0% Q 20,0% F 60,0% R C =

8 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce terrigene Le grovacche sono arenarie che, oltre al cemento, hanno un’apprezzabile percentuale di materiale fine che forma la matrice interstiziale. Granulo Matrice Granulo Matrice

9 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce terrigene Le peliti sono rocce terrigene che derivano dal consolidamento di materiali molto fini e fangosi (silt e argille).

10 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce carbonatiche Le rocce carbonatiche sono costituite in prevalenza di minerali carbonati, in particolare calcite (CaCO 3 ) e dolomite CaMg(CO 3 ) 2. Dolomie costituiti da dolomite Calcari costituiti da calcite

11 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce carbonatiche Le marne sono rocce carbonatiche in cui è disseminata una sensibile percentuale di minerali argillosi.

12 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce carbonatiche Esistono due classi di sedimenti carbonatici: i carbonati deposti meccanicamente, aventi tessitura particellare; i carbonati accresciuti in posto, sia biocostruiti, sia precipitati chimicamente.

13 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce carbonatiche I grani dei carbonati deposti meccanicamente si originano direttamente in mare per secrezione organica o per precipitazione chimica. Grani scheletrici Scheletri (generalmente gusci), interi o in frammenti, di invertebrati marini (molluschi, coralli, echinodermi, foraminiferi) o di alghe verdi e rosse. Grani detritici Frammenti derivati dalla disgregazione di rocce carbonatiche preesistenti o dalla rielaborazione di sedimenti da poco depositati. Peloidi Grani subsferici di fango carbonatico (dimensioni variabili da decine di micron a qualche millimetro); sono escrementi di invertebrati marini (limivori). Ooliti Grani ovoidali aragonitici (diametro variabile da 0,2 a 1 mm); costituite da un piccolo nucleo e da un inviluppo corticale di varie lamelle concentriche.

14 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce carbonatiche Anche le rocce carbonatiche possono essere costituite da miscele di grani e di materiale più fine che deriva dal consolidamento di originari fanghi carbonatici. Questo materiale carbonatico fine, che spesso funge da matrice, è detto micrite.

15 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce carbonatiche I più comuni carbonati accresciuti in posto sono: Calcari di scogliera Le scogliere coralline dei mari tropicali sono il risultato della diretta attività fisiologica di vari organismi sedentari tra cui coralli e alghe rosse. Calcari stromatolitici Le stromatoliti sono strutture colonnari o variamente ondulate stratificate prodotte dalle alghe cianoficee. Le stromatoliti sono tra i più antichi fossili conosciuti. Carbonati concrezionati Si formano nelle acque dolci per precipitazione chimica diretta, a causa di rapida evaporazione (TRAVERTINO) o gocciolamento di acque sature (STALATTITI e STALAGMITI).

16 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Evaporiti Le evaporiti sono depositi salini che si formano per precipitazione diretta da soluzioni concentrate. I sali minerali più comuni delle evaporiti sono: salgemma NaCl gesso CaSO 4 ·2H 2 O anidrite CaSO 4 silvite KCl

17 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Evaporiti Tutti i depositi salini si sono formati per evaporazione di acque in climi aridi o semiaridi. La Formazione gessoso-solfifera si estende dalla Sicilia al Monferrato, con numerosi affioramenti come in Romagna e nel bolognese.

18 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce silicee e altri gruppi minori Le rocce silicee derivano principalmente dall’accumulo di resti organici a composizione silicea. Diatomiti sono costituite da gusci silicei di alghe planctoniche unicellulari dette DIATOMEE. Radiolariti costituite da gusci silicei di protozoi planctonici unicellulari detti RADIOLARI.

19 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce silicee e altri gruppi minori La selce una roccia composta di quarzo microcristallino; si può rinvenire in strati, ma spesso è presente nelle rocce carbonatiche sotto forma di lenti e noduli. Alle selci vengono dati vari nomi a seconda delle impurità e del colore; si chiamano diaspri le selci rosse e ftaniti quelle grigie o nere.

20 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce silicee e altri gruppi minori I carboni fossili sono costituiti perlopiù da carbonio (C) e derivano da resti vegetali che sono stati sepolti e hanno subìto diagenesi.

21 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce silicee e altri gruppi minori Aumento della pressione e della temperatura Arricchimento di carbonio Ambiente paludoso con abbondante vegetazione; nel sottosuolo si forma torba. 50 m I depositi vegetali sepolti a profondità ridotta si trasformano in lignite. 10 m Un ulteriore seppellimento e aumento di pressione trasformano la lignite in litantrace. 5 m Elevate pressioni e temperature conducono infine alla formazione di antracite. 5 m

22 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce silicee e altri gruppi minori Aumento della pressione e della temperatura Arricchimento di carbonio Ambiente paludoso con abbondante vegetazione; nel sottosuolo si forma torba. I depositi vegetali sepolti a profondità ridotta si trasformano in lignite. Un ulteriore seppellimento e aumento di pressione trasformano la lignite in litantrace. Elevate pressioni e temperature conducono infine alla formazione di antracite.

23 Alfonso Bosellini – I materiali della Terra solida - © Italo Bovolenta editore Rocce silicee e altri gruppi minori Le rocce residuali sono rocce sedimentarie che si formano in seguito a processi chimici di alterazione del suolo. Le acque meteoriche dilavano i minerali solubili, mentre quelli insolubili rimangono in posto come residuo. La bauxite è una roccia formata da ossidi e idrossidi di solo alluminio. Le lateriti sono terreni formati da ossidi e idrossidi di ferro e alluminio.


Scaricare ppt "Alfonso Bosellini I materiali della Terra solida."

Presentazioni simili


Annunci Google