La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ICS “NOME SCUOLA” - CITTA’ Dirigente Scolastico: Prof. ……. Il 9 Maggio 2008 hanno partecipano alla realizzazione di uno STAND DIMOSTRATIVO, 160 alunni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ICS “NOME SCUOLA” - CITTA’ Dirigente Scolastico: Prof. ……. Il 9 Maggio 2008 hanno partecipano alla realizzazione di uno STAND DIMOSTRATIVO, 160 alunni."— Transcript della presentazione:

1 ICS “NOME SCUOLA” - CITTA’ Dirigente Scolastico: Prof. ……. Il 9 Maggio 2008 hanno partecipano alla realizzazione di uno STAND DIMOSTRATIVO, 160 alunni (II classi e V classi) della scuola Primaria e 120 alunni delle Prime della secondaria di Primo Grado. Il 12 Maggio 2008, 120 alunni delle Seconde Classi e 120 alunni delle Terze Classi della Secondaria di Primo Grado. Per un totale approssimativo di circa 520 alunni, più il personale coinvolto. Coordinamento lavori: Prof. di Lingua Francese NINA RAINERI Progetto interdisciplinare con insegnanti delle varie discipline tra cui: Lingue Comunitarie Francese e Inglese Lettere Ed. Artistica Ed. Musicale Religione.

2 Il 9 Maggio 1950 Robert Schuman proponeva la nascita dell’Europa Unita  La proposta, nota come “dichiarazione Schuman”, è considerata l’atto di nascita dell’Unione europea.

3 “Je ne suis ni Athénien, ni Grec, mais citoyen du monde" Socrate

4 L’HUMANITÉ C’EST LA PLURALITÉ DES CULTURES. “L’autre, femme ou homme, de la même espèce que moi, et pourtant différent, comment le regarder ? Comment me comporter face à lui ? Si je vois en lui un ennemi qui me menace, qui me fait peur, je ne songe qu’à me défendre contre lui, et pour mieux me défendre, à l’attaquer. C’est cela le RACISME. Si je vois en lui un obstacle qui gêne ma progression, je ne cherche qu’à le dépasser, à l’éliminer. C’est cela la compétition qui transforme la vie de chacun en une suite de batailles parfois gagnées, en guerre toujours perdue. Pour être réaliste, je dois voir en l’autre une source qui contribuera à ma propre construction. Car je suis les liens que je tisse ; me priver d’échanges c’est m’appauvrir. Le comprendre, c’est participer à l’Humanitude.” ALBERT JACQUARD

5 3 - Formare conoscenze e atteggiamenti che inducono a stabilire rapporti dinamici tra le culture 2 - Creare un clima relazionale nella classe favorevole al dialogo, alla comprensione e collaborazione, all’accettazione, al rispetto delle idee e dei valori delle culture “altre”, nella prospettiva di un reciproco cambiamento e arricchimento 4 - Acquisire un atteggiamento solidale verso le altre persone ed in particolare nei confronti di quelle in difficoltà e delle minoranze linguistiche 1 - Rifiutare atteggiamenti di razzismo, di xenofobia e di intolleranza. OBIETTIVIOBIETTIVI

6 Questa attività ha come obiettivo di motivare gli alunni a: rifiutare atteggiamenti di razzismo, di xenofobia, di intolleranza culturale e religiosa, di stereotipi e pregiudizi, nella vita quotidiana e tra alunni. accrescere la curiosità verso la “diversità”e instaurare nei confronti di culture “altre” atteggiamenti di disponibilità, di apertura e di dialogo adattarsi ad un ambiente culturale più aperto, ma anche più complesso in cui coesistono Identità culturali e Credenze diverse

7 Cibi della tradizione Francofona e Anglofona Piatti arabi Piatti Arbereshe Piatti della tradizione locale Stand delle tradizioni locali e delle minoranze etniche (Arbereshe), stand delle tradizioni europee e arabe. Durante la manifestazione vengono ascoltate musiche tematiche : Inno alla Gioia (9a sinfonia di Beethoven); What a Wonderful World (Louis Armstrong), musiche di ritmo arabo/occidentale (Kalèd); tarantelle siciliane e nenie. Viene visionato un DVD sullo stato dei lavori della scuola “Infirma Mundi” in Africa, con l’obiettivo di essere solidali verso culture diverse.

8 Da: l’integrazione degli alunni stranieri in Sicilia Non vivere su questa terra come un estraneo o come un turista della natura Vivi in questo mondo Come nella casa di tuo padre: Credi al grano, alla terra, al mare Ma prima di tutto credi all’uomo. Ama le nuvole, le macchine, i libri Ma prima di tutto ama l’uomo. Senti la tristezza del ramo che secca Dell’astro che si spegne Dell’animale ferito che rantola Ma prima di tutto Senti la tristezza e il dolore dell’uomo. Ti diano gioia tutti i beni della terra: L’ombra e la luce ti diano gioia Le quattro stagioni ti diano gioia ma soprattutto a piene mani Ti dia gioia l’uomo! Nazim Hikmet – Ultima lettera al figlio

9 CITTADINO DEL MONDO Il tuo Cristo è ebreo e la tua democrazia è greca. La tua scrittura è latina e i tuoi numeri sono arabi. La tua auto è giapponese e il tuo caffè è brasiliano. Il tuo orologio è svizzero e il tuo walkman è coreano. La tua pizza è italiana e la tua camicia è hawaiana. Le tue vacanze sono turche, tunisine o marocchine. Cittadino del mondo, non rimproverare il tuo vicino di essere … straniero. Graffito Munich

10 Gerusalemme, Gerusalemme! (nelle tre Religioni) Se io ti dimentico, Gerusalemme, che la mia mano destra si secchi! Che la lingua mi si attacchi al palato Se io mi dimentico di te, se non metto Gerusalemme al sommo della mia gioia! Canto dei fanciulli esiliati da Israele. Salmi 137 Oh Gerusalemme, tu che uccidi i profeti E lapidi coloro che ti sono mandati, quante volte ho voluto adunare i tuoi figli come una chioccia raccoglie i suoi pulcini sotto alle sue ali… Gesù contemplando Gerusalemme dal Monte degli Olivi. Matteo 23 – 27 Oh Gerusalemme, terra eletta da Allah E patria dei Suoi servi, è dalle tue mura Che il mondo è diventato il mondo. Oh Gerusalemme, la rugiada che cade su di te Guarisce ogni male perché essa discende Dai giardini del Paradiso. L’Hadith, parole del profeta Maometto


Scaricare ppt "ICS “NOME SCUOLA” - CITTA’ Dirigente Scolastico: Prof. ……. Il 9 Maggio 2008 hanno partecipano alla realizzazione di uno STAND DIMOSTRATIVO, 160 alunni."

Presentazioni simili


Annunci Google