La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli interventi farmacologici: indicazioni, esiti attesi, monitoraggio effetti collaterali Mencacci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli interventi farmacologici: indicazioni, esiti attesi, monitoraggio effetti collaterali Mencacci."— Transcript della presentazione:

1 Gli interventi farmacologici: indicazioni, esiti attesi, monitoraggio effetti collaterali Mencacci

2 Quali sono gli antipsicotici atipici ? CLOZAPINA (Leponex) OLANZAPINA (Zyprexa) QUETIAPINA (Seroquel) RISPERIDONE (Risperdal) SERTINDOLO (Serdolect) ZIPRASIDONE (Geodon)

3 Quale è l’impatto che i nuovi antipsicotici creano sulla gestione clinica del paziente psichiatrico ?

4 Conoscere una terapia farmacologica significa essere in grado di gestirla e di gestire il paziente EfficaciaCompliance Effetti collaterali ponendo attenzione: + -

5 Efficacia dei nuovi antipsicotici rispetto ai neurolettici di vecchia generazione Gli Antipsicotici Atipici presentano un profilo di efficacia paragonabile se non superiore ai neurolettici classici sulla sintomatologia psicotica sia nella fase acuta sia nella fase di stabilizzazione. L’efficacia è confermata anche nei pazienti schizofrenici stabilizzati che presentano con tale trattamento un tasso di ricadute inferiore rispetto a placebo e NLettici classici.

6 Trattamento con atipici nella fase acuta Obiettivo prioritario ottenere un controllo sullo stato di agitazione Azione degli atipici intervengono rendendo il paziente “TRANQUILLO” rispetto alla “SEDAZIONE” dei neurolettici classici Risposta al trattamento è un presupposto fondamentale per garantire una continuità terapeutica e quindi un minor rischio di ricadute

7 Come agiscono gli antipsicotici atipici ? La conoscenza del meccanismo d’azione permette di comprendere: funzionamento dei sintomi genesi degli effetti collaterali e come controllarli

8 Dopamina Sinapsi dopaminergica Sinapsi dopaminergica con trattamento antipsicotico Cellula nervosa Molecola di antipsicotico Vescicola contenente dopamina Recettore Impulso nervoso

9 L’antipsicotico atipico Blocco D2 Blocco 5HT2

10 Che cosa accade quando viene somministrato un atipico ? Via mesocorticale controlla i sintomi positivi Via mesolimbica media i sintomi negativi e cognitivi Via nigrostriatale determina insorgenza di EPS Via tuberoinfundibolare aumenta i livelli di prolattina Blocco D2

11 La via dopaminergica nigrostriatale Quando i recettori postsinaptici di questa via sono bloccati dai neurolettici si determina un disturbo del movimento.

12 Acatisia EPS Parkinsonismo iatrogeno Distonia

13 Quale impatto hanno gli EPS sul paziente?

14 1. I disturbi del movimento sono sovente associati ad insofferenza e preoccupazione per la persistenza dei sintomi e la disabilità che procurano.

15 Quale impatto hanno gli EPS sul paziente? 1. I disturbi del movimento sono sovente associati ad insofferenza e preoccupazione per la persistenza dei sintomi e la disabilità che procurano. 2. Le condizioni di disagio e disadattative procurate dagli EPS possono indurre una sintomatologia depressiva.

16 Quale impatto hanno gli EPS sul paziente? 1. I disturbi del movimento sono sovente associati ad insofferenza e preoccupazione per la persistenza dei sintomi e la disabilità che procurano. 2. Le condizioni di disagio e disadattative procurate dagli EPS possono indurre una sintomatologia depressiva. 3. La discinesia tardiva che si manifesta con un corteo di sintomi appariscente e stigmatizzante, può rendere invalidanti le capacità funzionali e la qualità di vita del paziente.

17 Gli antipsicotici atipici attraverso la loro azione di antagonisti della 5HT2, mostrano una tendenza scarsa o assente a determinare sintomi extrapiramidali

18 La scarsa frequenza di EPS con l’assunzione di atipico permette al paziente di denunciare come effetti collaterali, disfunzionali per la sua vita, i disturbi della sfera sessuale. Questi disturbi erano presenti anche con i neurolettici classici ma sottovalutati rispetto agli impegnativi sintomi motori.

19 Disfunzioni sessuali Riduzione/perdita della libido Anorgasmia Disfunzione eiaculazione Disfunzione erettiva

20 Disfunzioni sessuali Riduzione/perdita della libido Anorgasmia Amenorrea Ginecomastia Galattorrea

21 Gli antipsicotici atipici attraverso la loro azione di antagonisti della serotonina riducono l’elevazione dei livelli plasmatici di prolattina

22 Evitare di mantenere il paziente nella ignoranza del disturbo!

23 Aumento ponderale Aulakh et al Gli Antipsicotici atipici si ritiene che possano indurre un aumento di appetito e ponderale per la loro azione di antagonisti della Serotonina (5-HT2c, 5-HT2a) e per l’azione svolta sulla Istamina (H1).

24 Controllo del regime alimentare Reparto cibo selezionato per il pasto Territorio visite domiciliari Osservazione quantità assunta colloqui durante la frequenza ambulatoriale apporto alimentare fuori pasto

25 Quali strategie adottare per controllare l’aumento di peso ? - 1 Un intervento a carattere psicoeducazionale mirato a stimolare un’iniziativa all’attività fisica adeguata e “personalizzata” al singolo paziente potrà supportare una corretta dieta.

26 Quali strategie adottare per controllare l’aumento di peso ? - 2 Controllare l’apporto calorico suggerendo una dieta contenuta nell’assunzione dei carboidrati e lipidi in quanto l’aumento di peso e l’obesità sono associati a patologie coronariche, e metaboliche. Donna A.Wirshing et al

27 L’antipsicotico atipico Blocco  alfa adrenergico Blocco 5HT2 serotoninergico Blocco M1 muscarinico Blocco H1 istaminergico Blocco D2 dopaminergico

28 Effetti anticolinergi ed antiadrenergici Ipotensione con tachicardia riflessa Vertigini Secchezza della bocca Sonnolenza Stipsi Visione offuscata

29 Valutazione effetti collaterali a breve termine degli atipici Osservazione in reparto Sintomi ipotensione con tachicardia riflessa Intervento ripetute rilevazioni giornaliere monitoraggio pressorio e della frequenza Utilità permette di valutare in modo accurato la rapidità di aumento dose - terapia

30 Valutazione effetti collaterali a medio-lungo termine degli atipici Osservazione sul territorio Sintomi EPS, disfunzioni sessuali, aumento peso, alterazioni metaboliche Intervento osservazione clinica, controlli ematochimici (funzionalità epatica, crasi ematica, glicemia) Utilità permette di valutare in modo accurato gli effetti collaterali presenti

31 Compliance al trattamento Il paziente sovente sospende la terapia con un rischio di conseguenti ricadute Un continuo rinforzo nella funzione del farmaco Un controllo degli effetti collaterali Un approccio di somministrazione personalizzato

32 Una somministrazione personalizzata dipende da: fase di trattamento tipologia di somministrazione caratteristiche di somministrazione dose

33 La via di somministrazione in fase acuta È destinata a sedare un paziente agitato. Le somministrazioni E.V. non sono sempre praticabili in urgenza. Le somministrazioni I.M. possono risultare necessarie quando il paziente rifiuta di assumere la terapia tuttavia non sono percorribili nel lungo termine.

34 La via di somministrazione in fase di stabilizzazione Le somministrazioni DEPOT risultano funzionali qualora il paziente non sia compliante alle terapie. Nel trattamento a lungo termine gli atipici hanno un profilo di efficacia e di tollerabilità superiore ai neurolettici tradizionali. La somministrazione orale è la prevalente attualmente disponibile per gli atipici. È possibile attualmente avvalersi di formazioni più agevoli come quella orodispersibile o in soluzione e prossimamente in Rilascio Prolungato

35 Intervento psicoeducativo su paziente e familiari Fornire informazioni comprensibili e semplici rispetto al trattamento in atto, alla funzione sui sintomi e alla gestione degli effetti collaterali, migliora l’adesione al trattamento da parte del paziente e della famiglia.

36 Intervento psicoeducativo sui familiari Territorio Accompagnamento pz. visita ambulatoriale Familiari presenti durante una visita domiciliare I familiari si presentano in ambulatorio o telefonano Reparto (orario di visite) Chiarificazioni Rassicurazioni

37 Un approccio integrato di interventi terapeutici gestito attraverso un lavoro di équipe permette la migliore gestione del paziente psichiatrico

38 Alleanza terapeutica  Controllo sintomi  Riduzione EPS  Educazione controllo effetti collaterali  Riduzione recidive Miglioramento qualità della vita Alimenta la compliance al trattamento La compliance sostiene l’intervento dell’équipe di operatori verso interventi sempre più articolati mirati a rinforzare gli obiettivi raggiunti e a sostenere quelli perseguibili

39 Buona continuazione …


Scaricare ppt "Gli interventi farmacologici: indicazioni, esiti attesi, monitoraggio effetti collaterali Mencacci."

Presentazioni simili


Annunci Google