La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia del turismo Corso avanzato Meccanica e Termodinamica Corso di laurea magistrale "Analisi e gestione delle attività turistiche e delle risorse"

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia del turismo Corso avanzato Meccanica e Termodinamica Corso di laurea magistrale "Analisi e gestione delle attività turistiche e delle risorse""— Transcript della presentazione:

1 Economia del turismo Corso avanzato Meccanica e Termodinamica Corso di laurea magistrale "Analisi e gestione delle attività turistiche e delle risorse" Roma, 18 marzo 2014 Claudio Cecchi – Dipartimento di Economia e Diritto

2 Di che cosa parlerò La meccanica, la cinetica e l’economia per sottolinearne i limiti La termodinamica e l’economia per vedere quali siano le innovazioni 2

3 Verso il “Manifesto per un programma bio-economico” Nicholas Georgescu-Roegen Energy and Economic Myths Southern Economic Journal, Vol. 41, No. 3 (Jan., 1975), pp II. Meccanica e Termodinamica 3

4 L’analisi del processo di produzione La teoria della produzione presenta un’immagine: che comprende il confine fra luogo del processo e “ambiente” che richiede un intervallo di tempo ed è identificato dagli elementi (input e output) che attraversano il confine in momenti determinati 4

5 La meccanica e la cinetica La meccanica osserva soltanto la massa, la velocità e la posizione per il principio di CONSERVAZIONE DELLA ENERGIA MECCANICA, in un sistema fisico chiuso e isolato, l'energia meccanica di un corpo, data dalla somma della sua en. potenziale ed en. cinetica, si conserva. 5

6 Energia meccanica 1 L’energia potenziale (U) è misurata dal lavoro compiuto per portare un corpo da una altezza a ad una altezza b (posizione) L’energia cinetica (K) è l'energia associata che un corpo acquisisce col movimento ed è proporzionale alla velocità. Il principio di conservazione afferma la costanza dell’energia meccanica e della massa in un sistema chiuso 6

7 Energia meccanica 2 Un corpo di massa m, FERMO ad una certa altezza dal suolo, avrà una certa en. potenziale U e en. cinetica k uguale a zero. Nel momento in cui inizia a cadere, quindi ad accelerare, inizia ad acquistare en. cinetica e perdere energia potenziale. Quindi, un masso posto ad un'altezza h se lasciato andare, nell'istante appena dopo che viene lasciato possiede solo energia potenziale, mentre man mano che cade possiederà sia energia potenziale che cinetica. Nel momento in cui deve urtare contro il terreno è presente solo energia cinetica. Se l'energia non si disperde, l'energia del sistema è sempre la stessa. 7

8 L’economia mainstream e la meccanica Per analogia con il principio di conservazione della meccanica, in economia, ogni massa e ogni energia che entra nel processo di produzione Deve uscirne esattamente nella stessa quantità e nella stessa qualità. Questo appare chiaramente nel sistema circolare di produzione nel quale appare irrilevante l’esistenza dello “ambiente” perché l’attività di produzione non modifica la massa e l’energia complessiva. 8

9 Termodinamica 1 "Non v'è fenomeno naturale o artificialmente provocato che non implichi una conversione di energia da una forma in un'altra ovvero un mutamento nei parametri che determinano questa grandezza o ancora una variazione della sua distribuzione nello spazio e nel tempo" (Angelini, 1977, p. 510*). *Angelini, A. M., Energia: fonti primarie, in Enciclopedia del Novecento, vol. II, Roma 1977, pp

10 Termodinamica 2 Il primo principio, della conservazione dell'energia, ne sostiene l'invarianza quantitativa attraverso le sue molteplici trasformazioni, cosicché esse assumono una configurazione simile a quella dei processi meccanici, che conoscono solo cambiamenti (reversibili) di posizione, ma non qualitativi Il secondo principio supera questa visione riduttiva e confortante dei fenomeni reali, sostenendo che ogni trasformazione energetica in un sistema isolato - che non scambia né materia né energia con l'ambiente esterno - causa inevitabilmente un aumento del suo grado di disordine molecolare (la cosiddetta entropia) e quindi una irreversibile dissipazione di energia in calore: incapace, in quanto tale, di compiere ulteriore lavoro. A. Clô (1993) Fonti di Energia, in Enciclopedia delle scienze sociali, Treccani. 10

11 Termodinamica 3 L’entropia è un indicatore dell’ammontare di energia disponiblie in un dato sistema termodinamico in un determinato momento della sua evoluzione (NGR, 1975: 351) L’entropia è un indicatore del livello di disordine (di dissipazione) non soltanto dell’energia ma anche della materia e la sua legge indica che anche la materia è soggetta ad una irrevocabile dissipazione (NGR, 1975: 352) 11

12 Termodinamica ed Economia Il processo economico, come ogni processo della vita umana, è irreversibile, e pertanto non può essere spiegato in termini meccanici. Pertanto, se analizziamo il processo economico in base alla termodinamica, osserviamo che anche il processo economico è soggetto alla legge dell’entropia; ossia ad un continuo degrado dell’energia disponibile e un continuo degrado della materia disponibile. 12

13 Energia e materia accessibile Il fatto che l’energia (e la materia) sia disponibile non implica che sia anche accessibile. Possiamo immaginare che cis sia una grande massa di petrolio sotto terra (è disponibile) ma soltanto una parte di questa massa è accessibile. Il fatto che l’energia solare arrivi sulla terra in enormi quantità (è disponibile) on implica che questa energia sia accessibile (utilizzabile). In economia c’è il mito che i meccanismi di prezzo sono sempre in grado di sollecitare l’invenzione di metodi per trasformare l’energia (e la materia) disponibile in energia (materia) accessibile. In più c’è ol problema della irriproducibilità e della esauribilità. Infine, proprio sulla base della seconda legge della termodinamica, osserviamo che ogni forma di riciclo non può mai essere completa. 13

14 L’analisi del processo di produzione, l’economia e la termodinamica La teoria della produzione presenta un’immagine: che comprende il confine fra luogo del processo e “ambiente”. Il luogo è cioè un sistema aperto, in cui c’è scambio fra dentro e fuori la black box che richiede un intervallo di tempo ed è identificato dagli elementi (input e output) che attraversano il confine in momenti determinati. Con la trasformazione che avviene nella black box si ha dissipazione di energia e di materia. Anche i processi di consumo sono rappresentabili come processi di trasformazione che implicano la dissipazione di energia e materia. 14

15 Economia del turismo Corso avanzato Meccanica e Termodinamica Corso di laurea magistrale "Analisi e gestione delle attività turistiche e delle risorse" Roma, 18 marzo 2014 Claudio Cecchi – Dipartimento di Economia e Diritto


Scaricare ppt "Economia del turismo Corso avanzato Meccanica e Termodinamica Corso di laurea magistrale "Analisi e gestione delle attività turistiche e delle risorse""

Presentazioni simili


Annunci Google