La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PROGETTO FAMIGLIA Provincia di Brescia Comune di Palazzolo sull’Oglio Comune di Darfo Boario Terme Comune di Montichiari Comunità Montana di Valle Trompia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PROGETTO FAMIGLIA Provincia di Brescia Comune di Palazzolo sull’Oglio Comune di Darfo Boario Terme Comune di Montichiari Comunità Montana di Valle Trompia."— Transcript della presentazione:

1 1 PROGETTO FAMIGLIA Provincia di Brescia Comune di Palazzolo sull’Oglio Comune di Darfo Boario Terme Comune di Montichiari Comunità Montana di Valle Trompia Parrocchia di Orzinuovi

2 2 Enti sottoscrittori accordo di programma PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI DARFO BOARIO TERME ZONA PASTORALE DI ORZINUOVI AMBITO DI PALAZZOLO S/OGLIO COMUNITA’ MONTANA GARDONE VALLE TROMPIA AMBITO DI MONTICHIARI

3 3 Contesto di riferimento Realtà territoriali ricche di progettualità; Progettualità aggregate rispetto ambiti territoriali L.328/00, già attuate con la L.285/97 grazie anche al lavoro costante degli Uffici di Piano; Livello di scolarizzazione e di ricchezza non uniforme; Situazione socio-economica segnata da crisi aziendali; Diversa concentrazione nelle varie zone di famiglie d’immigrati.

4 4 Obiettivo OBIETTIVO centrale è l’attività di mediazione famigliare avente la finalità di sostenere le situazioni di criticità all’interno del nucleo al fine di dare un contenuto omogeneo all’intera progettualità sperimentale; Strumenti Attivazione di uno sportello famiglia che svolga attività di orientamento e consulenza e favorisca l’avvio di nuove iniziative di sostegno al nucleo secondo i principi della cittadinanza attiva; Miglioramento dei servizi offerti e promozione di interventi in ambiti sociali, economici ecc.. al fine di realizzare un concreto miglioramento della qualità della vita; Promozione di iniziative atte a diffondere una cultura per la Famiglia come istituzione sociale fondamentale e atte a sostenere l’associazionismo famigliare.

5 5 Descrizione del servizio In questi anni si è voluto offrire servizi diversificati, facilmente accessibili; La progettualità trasversale alle varie esperienze è stata individuata nell’attività di mediazione famigliare, avente la finalità di sostenere le situazioni di criticità all’interno del nucleo stesso; Si è rilevato come importante e primario focalizzare l’attività sui bisogni legati alla genitorialità; Si sono instaurati rapporti significativi coi consultori presenti nel territorio.

6 6 Vari ambiti di intervento Conflittualità genitori / figli, separazioni e divorzio Sostegno psicologico Sessualità di coppia Dipendenze – depressioni Bullismo Consulenza psicologica per situazioni con disturbi del comportamento alimentare Consulenza legale Famiglie con disabili Formazione

7 7 Risultati ottenuti Flessibilità rispetto agli orari d’accesso e ai giorni d’apertura; Riconoscimento da parte del territorio degli sportelli; Costituzione di un luogo-spazio di consulenza individuale e/o di coppia, a sostegno nelle situazioni di difficoltà che coinvolgono tutta la famiglia e che toccano aree diverse: affettiva-relazionale-comunicativa-psicologica ed anche legale; L’attività di mediazione famigliare viene riconosciuta anche dai servizi sociali di base e si sono create sinergie di intervento su nuclei particolari; Risposte ai bisogni legati alla genitorialità; Consolidamento del rapporto tra gli sportelli e i servizi di base; Messa in rete delle esperienze; Collegamento tra i diversi ambiti territoriali.

8 8 Evoluzione e implementazione L’associazionismo famigliare ha una priorità nel lavoro degli sportelli; Creazione di realtà territoriali in grado di gestire le problematicità che sorgono nell’ambito della famiglia portando il pubblico ed il privato sociale ad operare in sinergia nel rispetto delle proprie specificità; Attivazione di percorsi di crescita e confronto su temi inerenti la famiglia che coinvolgano l’intero sistema.

9 9 BACINO DI DARFO BOARIO TERME Si è caratterizzato per servizi di: Orientamento e accompagnamento ai servizi del territorio Consulenze psicologiche e pedagogiche Consulenze specialistiche (legale-psichiatrico) Conduzione di gruppi di lavoro e incontro e corsi di formazione (associazionismo)

10 10 AMBITO DI PALAZZOLO S/O E CHIARI Si è caratterizzato per un servizio di mediazione “pura” con invii da parte del tribunale. Lavora in stretto contatto con le realtà territoriali (consultori e servizi).

11 11 AMBITO DI MONTICHIARI Ha attivato consulenza psicologica e psicopedagogica a supporto dei cittadini in carico ai servizi sociali comunali, collaborando particolarmente con l’istituzione scolastica in una ottica di prevenzione.

12 12 COMUNITA’ MONTANA VALLE TROMPIA Ha attivato servizi di mediazione famigliare con particolare riferimento a gruppi di lavoro confronto su tematiche afferenti la mediazione in genere Consulenza rispetto ai disturbi alimentari con inteventi singoli di psicoterapia

13 13 ZONA PASTORALE DI ORZINUOVI Peculiare il tipo di intervento fatto poiché l’area racchiude un bacino di 33 Parrocchie, supporto importante da parte del volontariato qualificato. Servizi proposti: Sostegno psicologico terapeutico Progetti-prevenzioni per giovani e adolescenti Percorsi formativi per insegnanti Lavoro sull’associazionismo famigliare


Scaricare ppt "1 PROGETTO FAMIGLIA Provincia di Brescia Comune di Palazzolo sull’Oglio Comune di Darfo Boario Terme Comune di Montichiari Comunità Montana di Valle Trompia."

Presentazioni simili


Annunci Google