La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS. 11 Febbraio 2015 Gianluca Pancaccini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS. 11 Febbraio 2015 Gianluca Pancaccini."— Transcript della presentazione:

1 GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS. 11 Febbraio 2015 Gianluca Pancaccini

2 Agenda ► Chiusura anno 2014 ► Evoluzioni

3 Produzione software – Progetti e Service Creation Major Release Fisso Major Release Mobile Configurazione Fisso/Mobile CALENDARIO E VOLUMI COMPLESSIVI 2014 CON STIMA 2015 Piccole (<40 ff.pp) Medie ( ff.pp) Grandi (>400 ff.pp) # REQUISITI E PRESTAZIONI INFORMATICHE …di cui # CONFIGURAZIONIAPPLICAZIONI IMPATTATE Richieste (4.186) (*) quantità afferenti solo ad attività CIO (*) 3

4 Indicatori di qualità del ciclo produttivo DIFETTOSITÀ SW IN ESERCIZIO FIRST CALL RESOLUTION RATE RISPETTO TEMPI DI DELIVERY DISPONIBILITÀ APPLICAZIONI IT IN ESERCIZIO 4

5 Qualità servizi IT PRESIDIO PROCESSI DISTRIBUZIONE CRITICITA’ (ultimi 24 mesi) LIVELLO DI CRITICITA’ PER AREA DI PRESIDIO genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic CO Mobile OK Miglior NOK Totale CO Fisso OK Miglior NOK Totale BU & Top OK Miglior NOK Totale20 21 Frodi OK Miglior NOK Totale Wholesale OK Miglior NOK Totale Technology OK Miglior NOK Totale Fatturazione OK Miglior NOK Totale Media

6 Organico e Internalizzazioni INTERNALIZZAZIONE TI.IT ORGANICO TI.IT VARIAZIONI IN / OUT (*) Comprese 51 unità perimetro IT Sparkle conferito il cui costo (3 mln €) è stato completamente assorbito dal CdL TI.IT closing 2014 senza trasferimento da TI spa ingresso Sparkle di cui 30 assunzioni da Mercato cessazioni per mobilità Closing 2013Closing 2014 Realizzate al 12/2014 DEMAND & SERVICE MGNT ADM (*)366 INFRASTRUCTURE ARCHITECTURE-11 TECHNICAL SECURITY13215 OPERATIONS SUPPORT16- TOTALE (*)583 6

7 Sviluppo competenze FORMAZIONE Giornate/persona di partecipazione: (*) Iscrizioni/aliquote : Giornate docenza: Eventi/edizioni: 588 GG formazione pro-capite: 4,5 Coverage: 48% (*) di cui:  gg. di formazione tecnico-specialistica  gg. di formazione manageriale  gg. di formazione istituzionale (Privacy, Modello 231, CMMI, H&S, Processi TIIT, Mod. di Funz.) Previsione 2015:

8 Agenda ► Chiusura anno 2014 ► Evoluzioni

9 La strategia evolutiva IT di TI deriva dall’analisi di 4 ambiti  “Telco tradizionale”: Meno ricavi, più volumi  “Nuova Digital Telco”: focus su Digital Services e Digital Life  IT «core» della trasformazione Trend di mercatoVision 2020 di Gruppo TIAnalisi interna IT di TI Confronto TI con i peer di mercato 1 ABCD  “Cool & close” su digital service e servizi innovativi contigui  “Trust” su caring, assistenza, One Stop Shopping  “Advocacy” su connettività dati e voice/messaging  Forecast 2014 (6+6) in linea con budget, al netto di shift progetti di trasformazione nel 2015 e nuove esigenze mercato/IT  Importanti prese di beneficio nel 2014 da iniziative avviate non “ripetibili” in toto  Internalizzazione verso livelli massimi  Spesa IT 2013 di poco superiore alla media dei principali Operatori Europei con gap complessivo di ~40m€  Aree con opportunità di efficientamento: licenze SW e spesa running  La complessità architetturale e dei processi rimane elevata 1Benchmark di mercato Gartner effettuato su un panel di operatori Europei operativamente e dimensionalmente confrontabili Modello di consenso normalizzato al perimetro di spesa CIO Opex+Capex di Telecom Italia 9

10 Principali Trend nell’Industria Telco  Razionalizzazione e contrazione strutturale della spesa TLC delle famiglie dovute a recessione economica e forte competizione di prezzo scatenatasi in particolare sul Mobile  Riduzione investimenti ICT delle Aziende Italiane dovuto a (i) recessione, (ii) forte dinamica concorrenziale e (iii) scarsa comprensione dello stretto legame tra tecnologie digitali, produttività, competitività e crescita  Continua repentina la crescita del traffico dati mobile (CAGR : +45%) spinto dalla penetrazione degli smartphones/tablet e dalla rapida adozione dei paradigmi digitali, implicando la necessità per gli Operatori di importanti investimenti “Telco tradizionale”: Meno ricavi, più volumi  Gli Operatori leader nell’execution della digital strategy, hanno ottenuto nel 2013 un mix tra il 2 ed il 10% di revenues da digital services. Di queste, oltre il 70% deriva dal segmento Business, con i servizi Cloud e M2M che al momento comprendono la maggior parte del portfolio  Nel segmento consumer, oltre ai servizi media («TV Everywhere“, music streaming), gli Operatori lavorano a cooperazioni con OTT ma fanno ancora fatica a trovare nuovi stream di revenue  Entro il 2017, in media si stima tali revenues raggiungano l’8% del totale, con picchi fino al 15% to 20% per gli Operatori che attueranno la migliore digital strategy “Nuova Digital Telco”: focus su Digital Services e Digital Life  I nuovi paradigmi tecnologici di Cloud Computing, Big Data, In- Memory Data, Real- time event processing,… sono ormai alla base delle più importanti evoluzioni ed innovazioni del business Telco  La digitalizzazione pone nuove sfide per la sicurezza IT «core» della trasformazione A FONTE: Lettera CEO ”Avvio del processo di pianificazione strategica del gruppo telecom italia ”; Gartner 10

11 Dettaglio Nuovi paradigmi tecnologici Big Data, la tecnologia è solo uno degli ingredienti Volume Variety Velocity In Italia 19,8mln utenti connessi alla rete al giorno (14,5 mln da mobile) Telecom Italia genera in media: 2,5+ Miliardi di CDR per gg 1mln+ contatti per gg 300k+ ordini per gg Dati Interni (Network Usage, Location, campaign, Customers, calls id) Dati Esterni (social networks, competitors adv., market trends,.. ) Formati eterogenei (log, audio, …) Marketing digitale interattivo contestuale in real-time Esperienza “online” del Digital Customer Automazione e monitoraggio continuo della qualità dei servizi La risposta delle Telco I migliori player di Mercato sono accomunati da una strategia Big Data che ne definisce e prioritizza gli use-case in parallelo alla istituzione di un Big Data Compentence Centre: PeopleProcess Tech. >40% delle Telco EU possiede o ha a piano di formare un Big Data Competence Centre, considerandolo pre-requisito per l’intera strategia (fonte: Gartner) Identificazione “quick win” per dimostrare il valore Deployment progressivi di nuovi analytic tools Adozione di processi agili Modello di Product Development con team multifunzionali Le caratteristiche del Big Data A In TI presenza struttura dedicata a livello di Gruppo ~40M€ investiti da TI IT nell’orizzonte di Piano Internal use: Improve operations, upselling, retention External use: data Monetization In media tra 40 e 60 use case sono identificati nella prima wave di trasformazione dei programmi di Big Data (fonte: Gartner) Data 11

12 Nuovi paradigmi tecnologici Private Cloud Agility Standardization Efficiency Maggiori scalabilità ed elasticità delle soluzioni infrastrutturali, di database ed applicative Velocità nella fruizione di servizi Shared internamente all’azienda Razionalizzazione del portfolio sia dei servizi sia degli elementi infrastrutturali ed applicativi Riduzione del time to market dei servizi del portfolio Efficienza dei costi capitali e operazionali Efficienza sui costi legata ad una politica “metered by use” Le caratteristiche del Private cloudLa risposta del mercato  Hardware standard, efficiente e a basso costo – acquistato come pura Commodity  Aumento dell’efficienza operativa attraverso l’automazione delle attività di provisioning e configuration e alla gestione dinamica dei workloads  Necessità di evolvere il disegno delle applicazioni affinché siano Cloud-ready e possano sfruttare a pieno le potenzialità di elasticità, efficienza e scalabilità dell’infrastruttura Computing Storage Security Infr. Networking Software Defined Data Center Standardized Cloud Infrasrtucture Provisioning & Configuration Security & Privacy Network Abstraction Layer Hardware & Storage Abstraction Layer IaaS DBaaS SaaS PaaS Private Cloud La maggior parte delle Telco EU ha adottato il Private Cloud per velocizzare il service delivery ed aumentare il grado di virtualizzazione I vendor principali sono: BMC; Citrix; Eucalyptus;HP;IBM;Micro soft;Pivotal;Progress Software; Red Hat; VMware Focus mercato A 12

13 Nuovi paradigmi tecnologici Digital Security and Cyber Threat Management Threat Intelligence and Management Application, Data, System and Context Aware Security SDN/NFV 4 e 5G Networks M2M/IoT Device Monitoraggio delle fonti di minaccia Comprensione delle modalità di attacco Focalizzazione sul ruolo delle persone (People Centric Security) Predisposizione di contromisure attive Utilizzo dei S ecurity B ig Data Application, System e Data security come azioni preventive Context Aware Security per aumentare la sicurezza E2E e quella degli End User (es., utilizzo profilo di navigazione di un utente per validare l’identità) Nuovi Device/stack tecnologici/reti da proteggere in quanto potenziali nuovi punti di accesso per gli attaccanti Necessità di ridefinire le logiche di protezione considerando gli attaccanti già all’interno dei perimetri tecnologici. Le caratteristiche della Digital SecurityLa risposta del mercato  La Digital Security è il risultato dell’estensione delle attuali pratiche di security e risk management per proteggere digital assets di qualsiasi forma nel digital business, assicurando che le interazioni tra loro siano sicure.  La necessità di approcci differenti è un trend emergente: occorre essere preparati non solo alle minacce attuali ma anche a quelle che possano emergere in futuro (Threat Intelligence e Threat Management, Cybersecurity). Occorre aumentare la capacità di raccolta e analisi di segnali deboli.  La componente People diventa centrale: sia come Employee, in termini di accountability e trust (People Centric Security) che come End User/Customer (es., il passaggio alla Context Aware Security).  Il profilo di esposizione delle Telco si sta ampliando (es., Internet of Things, 5G ecc.) e le reti devono essere progettate e gestite come se i “cattivi” fossero già dentro (e forse lo sono già). Cybersecurity Information Security IT Security Physical Security Digital Security IoT Security Network Security OT Security Information Security IT security Network Security Operational Technology (OT) Security Internet of Things Security Physical Security A 13

14 Sicurezza La visione a tendere dell’IT Segmentazione del portafoglio applicativo e standardizzazione delle infrastrutture Service Exposure APIs Data Centers Cloud Infrastructure Big Data Infrastructure Prepaid Charging Order Mgmt Fulfillment Digital CRM Interactive Campaign Mediation OSS Interconn.ERPInventoryActivationBilling Product catalogue Systems of Record Systems of Differentiation Infrastruttura  Tecnologie mature  Massima efficienza e qualità  Approccio waterfall, formale e centralizzato  Focus su miglioramento dei processi, funzionalità e capabilities  Allineamento alla strategia aziendale  Agilità  Time-to-market  Prototyping  Innovazione  Data repository aziendale  Risorse Computazionali, Storage e Network virtualizzate  DC efficienti  Applicazioni che consentono di mantenere vantaggio competitivo  Applicazioni mature che devono garantire robustezza ed efficienza Mobile & Social eCommerceSelf CareAnalyticsChannels Systems of Innovation  Applicazioni che abilitano nuovi scenari di business Caratteristiche“Architettura Logica”  Tecnologie abilitanti che garantiscono efficienza, elasticità e prestazioni elevate Layer Applicativo 14

15 Innovazione/ cambiamento 5 La strategia evolutiva dell’IT si fonda su 4+1 linee d’azione Business Enablement Efficienza Tecnologia Modello Operativo  Ottimizzazione dei running costs, riduzione dei costi fissi per “portare il TCO a livello delle best practice dell'industry“ 1  Continuare la trasformazione delle infrastrutture per renderle sempre più efficienti ed elastiche  Trasformare il legacy garantendo la continuità del business tradizionale  Implementare le capabilities (cloud, big data e digitai customer engagement) 1 necessarie per la Digital Telco e per i nuovi servizi di rete  Fare leva sugli sviluppi tecnologici per evolvere l’infrastruttura in ottica Cloud, Big Data, Open Source  Avviare rapidamente la transizione verso una IT multi- modale capace di specializzare processi interni, skills e organizzazione per le attività Core Telco “industrializzata” vs Digital ed aumentare la produttività interna 1 Estratto da lettera CEO ”Avvio del processo di pianificazione strategica del gruppo telecom italia ” 15

16 Ottimizzazioni da realizzare con Telecom Italia  Razionalizzazione dei perimetri di attività tra TIIT Srl e le Funzioni di TI Spa, Network/TiLab  Realizzazione di internalizzazioni nell’area Commercial di TI Spa con il supporto di TIIT Srl  Riorganizzazione delle attività di Security del Gruppo Telecom Italia 16


Scaricare ppt "GRUPPO TELECOM ITALIA Telecom Italia Information Technology Srl Incontro con OO. SS. 11 Febbraio 2015 Gianluca Pancaccini."

Presentazioni simili


Annunci Google