La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Intervista al genio della porta accanto Francesca Calabrese intervista lo zio Sergio Spirito.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Intervista al genio della porta accanto Francesca Calabrese intervista lo zio Sergio Spirito."— Transcript della presentazione:

1 Intervista al genio della porta accanto Francesca Calabrese intervista lo zio Sergio Spirito

2 Mio zio Sergio Il genio che descriverò è mio zio Sergio, bravissimo professore di matematica alle scuole superiori, sempre pronto a darmi una mano nelle “difficoltà matematiche” e dalla personalità eclettica ed originale!

3 Quando hai scoperto di amare la matematica? Non è stato subito. Non è stato subito. La mia grande passione da ragazzo era la musica. Quando scelsi di studiare matematica all’università sorpresi tutti in famiglia, ma avevo scoperto un nesso sottile e misterioso tra la musica e la matematica ed ero curioso di approfondirlo. La mia grande passione da ragazzo era la musica. Quando scelsi di studiare matematica all’università sorpresi tutti in famiglia, ma avevo scoperto un nesso sottile e misterioso tra la musica e la matematica ed ero curioso di approfondirlo. Non me ne sono mai pentito:è importante fare ciò che piace! Non me ne sono mai pentito:è importante fare ciò che piace!

4 Perché ti piace insegnare matematica? Mi piace insegnare matematica perché mi permette di trasmettere ai ragazzi la voglia di scoprire, indagare e ragionare, la possibilità di applicare nella vita pratica le “conoscenze matematiche”, e poi mi piace insegnare … ed insegnare qualcosa che ti piace è il massimo! Mi piace insegnare matematica perché mi permette di trasmettere ai ragazzi la voglia di scoprire, indagare e ragionare, la possibilità di applicare nella vita pratica le “conoscenze matematiche”, e poi mi piace insegnare … ed insegnare qualcosa che ti piace è il massimo!

5 In che modo insegni matematica? Cerco di essere il più chiaro possibile, di semplificare i passaggi più difficili, di rispiegare se qualcosa non è chiara, di stimolare e apprezzare i progressi, di creare un clima collaborativo, e non competitivo, in cui tutti possano raggiungere i medesimi risultati. Cerco di essere il più chiaro possibile, di semplificare i passaggi più difficili, di rispiegare se qualcosa non è chiara, di stimolare e apprezzare i progressi, di creare un clima collaborativo, e non competitivo, in cui tutti possano raggiungere i medesimi risultati.

6 Quali consigli mi daresti per affrontare l’insegnamento della matematica con i bambini della scuola elementare? Tanta fantasia … e pazienza! Tanta fantasia … e pazienza! Ti consiglierei di partire sempre dal gioco, per creare un impatto positivo con il mondo dei numeri, che è un mondo astratto e quindi lontano dal pensiero dei bambini. E’ necessario catturare la loro attenzione attraverso un coinvolgimento quotidiano. Ti consiglierei di partire sempre dal gioco, per creare un impatto positivo con il mondo dei numeri, che è un mondo astratto e quindi lontano dal pensiero dei bambini. E’ necessario catturare la loro attenzione attraverso un coinvolgimento quotidiano.

7 Spesso l’ora di matematica è vissuta con ansia o repulsione. Perché secondo te? Una cosa fondamentale per un buon apprendimento è l’ambiente scolastico sereno e predisposto alle novità. Una cosa fondamentale per un buon apprendimento è l’ambiente scolastico sereno e predisposto alle novità. Se questo manca ne risente la “gioia” di apprendere … Inoltre l’insegnante deve sforzarsi il più possibile di rendere la matematica piacevole e non pesante. Se questo manca ne risente la “gioia” di apprendere … Inoltre l’insegnante deve sforzarsi il più possibile di rendere la matematica piacevole e non pesante. Non è semplice ma è fondamentale! Non è semplice ma è fondamentale!

8 Quanto ti è utile nella vita la matematica? Lo studio della matematica e dei numeri mi è utile sempre perché mi spinge a ragionare, a scoprire quello che c’ è oltre e se sei interessato ti rendi conto che non si finisce mai di imparare. Lo studio della matematica e dei numeri mi è utile sempre perché mi spinge a ragionare, a scoprire quello che c’ è oltre e se sei interessato ti rendi conto che non si finisce mai di imparare.

9 Che ruolo possono avere le nuove tecnologie, in particolare l’informatica, nello studio di questa materia ? Beh … possono essere di fondamentale aiuto! Beh … possono essere di fondamentale aiuto! Le nuove tecnologie possono essere di supporto allo studio di qualunque materia. Nel caso della matematica può essere un supporto fondamentale per guidare all’apprendimento, perché catturano l’interesse dei bambini e dei ragazzi. Le nuove tecnologie possono essere di supporto allo studio di qualunque materia. Nel caso della matematica può essere un supporto fondamentale per guidare all’apprendimento, perché catturano l’interesse dei bambini e dei ragazzi.

10 Ti ritieni una persona creativa? Credo di sì, anche perché i miei interessi spaziano dalla matematica alla musica, il computer, la scrittura … Credo di sì, anche perché i miei interessi spaziano dalla matematica alla musica, il computer, la scrittura … E’ importante essere aperti a tutto e non chiudersi attorno ad un unico sapere! E’ importante essere aperti a tutto e non chiudersi attorno ad un unico sapere!

11 Cosa ne pensi della fantasia? Secondo me è importantissima per un’insegnante perché permette ogni giorno di “ricreare” il tuo rapporto con la matematica e con gli studenti … Secondo me è importantissima per un’insegnante perché permette ogni giorno di “ricreare” il tuo rapporto con la matematica e con gli studenti … E’ bene non applicare mai le stesse modalità, ma cambiare seguendo gli interessi dei ragazzi, “ascoltando” la classe. E’ bene non applicare mai le stesse modalità, ma cambiare seguendo gli interessi dei ragazzi, “ascoltando” la classe.

12 Qual e’ il tuo rapporto con il computer? E’ un rapporto ottimo. E’ un rapporto ottimo. Uso spesso il computer come supporto, mi diverto anche con i programmi musicali ed i giochi … credo che aiutino anche loro! Uso spesso il computer come supporto, mi diverto anche con i programmi musicali ed i giochi … credo che aiutino anche loro!

13 Esegui mai calcoli a mente per mantenerti in allenamento? Sì, spesso alleno la mente a fare calcoli, anche perché tenersi “in forma” è importante per la propria salute. Sì, spesso alleno la mente a fare calcoli, anche perché tenersi “in forma” è importante per la propria salute. Come il corpo ha bisogno di esercizio, così anche la mente ha bisogno di stare sempre in allenamento. Come il corpo ha bisogno di esercizio, così anche la mente ha bisogno di stare sempre in allenamento.

14 Pensi di aver realizzato i tuoi sogni? Sì, credo di sì … Sì, credo di sì … Perché svolgo un lavoro che mi piace, ho una bella famiglia e nessuno può togliermi di sera lo sfizio di una “suonatina” al pianoforte … Perché svolgo un lavoro che mi piace, ho una bella famiglia e nessuno può togliermi di sera lo sfizio di una “suonatina” al pianoforte …

15 Qual è il ruolo della matematica nella società moderna? La matematica ha ancora tanto da dire nonostante possa sembrare il contrario. La matematica ha ancora tanto da dire nonostante possa sembrare il contrario. Certo, oggi la matematica deve sapersi confrontare con tutte le altre scienze e sorpassare quel determinismo logico che spesso rallenta la conoscenza scientifica. Certo, oggi la matematica deve sapersi confrontare con tutte le altre scienze e sorpassare quel determinismo logico che spesso rallenta la conoscenza scientifica.

16 Ti sei mai pentito della scelta che hai fatto? No, perché ho scelto qualcosa che mi piaceva e che mi ha dato e continua a darmi tante soddisfazioni. No, perché ho scelto qualcosa che mi piaceva e che mi ha dato e continua a darmi tante soddisfazioni.

17 Quali sono i tuoi sogni nel cassetto dal punto di vista matematico? Dare sempre un senso ad ogni cosa che faccio, ricordandomi che non deve mai essere fine a sé stessa ma avere un significato più ampio e non egoistico. Dare sempre un senso ad ogni cosa che faccio, ricordandomi che non deve mai essere fine a sé stessa ma avere un significato più ampio e non egoistico.

18 In conclusione … Mio zio è soddisfatto del suo lavoro … Mio zio è soddisfatto del suo lavoro … E’ molto umile e paziente e non ammetterebbe mai che è un “genio” ma per me … sì lo è … perché ama quello che fa, è sempre disponibile, ti fa sempre capire quello che non comprendi … E’ molto umile e paziente e non ammetterebbe mai che è un “genio” ma per me … sì lo è … perché ama quello che fa, è sempre disponibile, ti fa sempre capire quello che non comprendi … e fa tutto con grande,grande entusiasmo … “Beh se manca l’entusiasmo manca tutto!” e fa tutto con grande,grande entusiasmo … “Beh se manca l’entusiasmo manca tutto!” Ed è davvero così!!! Ed è davvero così!!! Spero anch’io di non perdere mai l’entusiasmo di comunicare, insegnare, donare un po’ di me! Spero anch’io di non perdere mai l’entusiasmo di comunicare, insegnare, donare un po’ di me!


Scaricare ppt "Intervista al genio della porta accanto Francesca Calabrese intervista lo zio Sergio Spirito."

Presentazioni simili


Annunci Google