La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WWF – Campagna crimini di natura Per crimini ambientali si intende: il prelievo e la commercializzazione di specie selvatiche, il taglio illegale delle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WWF – Campagna crimini di natura Per crimini ambientali si intende: il prelievo e la commercializzazione di specie selvatiche, il taglio illegale delle."— Transcript della presentazione:

1 WWF – Campagna crimini di natura Per crimini ambientali si intende: il prelievo e la commercializzazione di specie selvatiche, il taglio illegale delle foreste la pesca illegale l’estrazione di risorse minerarie illegali la distruzione illegale di habitat lo scarico illegale di rifiuti tossici Ignorando e calpestando quelle leggi che le comunità nazionali e internazionali si sono date per preservare questo pianeta e la nostra esistenza. Intoduzione

2 WWF – Campagna crimini di natura Principali punti di illegalità dove sono stati effettuali sequestri di wildlife. I crimini di natura sono un sistema radicato in gran parte del Pianeta. L’illegalità nello sfruttamento delle risorse naturali è un’azione deviata che: porta all’estinzione habitat e specie, impedisce il democratico accesso alle risorse; lede i diritti umani; porta instabilità, conflitti, corruzione e guerre; Ovunque nel Pianeta

3 Il bracconaggio e più in generale il saccheggio di natura - sia che si tratti di specie in via d’estinzione, di foreste o di banchi di pesce - è un mercato globale valutato tra i 70 e i 213 miliardi di dollari l’anno (UNEP 2014). WWF – Campagna crimini di natura La dimensione del fenomeno

4 WWF – Campagna crimini di natura Le rotte

5 WWF – Campagna crimini di natura Il valore economico

6 WWF – Campagna crimini di natura Il valore economico

7 WWF – Campagna crimini di natura Il valore economico del mercato globale di crimini di natura non tiene conto del costo “umano”, “sociale” e “politico” Il saccheggio illegale di natura favorisce la corruzione, l’instabilità e gli abusi umani nei territori in cui opera. I casi più drammatici: Schiavitù infantile utilizzata per la raccolta illegale di risorse naturali sempre più scarse Omicidi, saccheggi e minacce perpetuati da bande armati di bracconieri come ritorsione Comunità locali vessate ed utilizzate in modo strumentale per l’esercizio dell’illegalità FOTO Il costo sociale

8 WWF – Campagna crimini di natura I Fragile states rappresentano il 13% dei paesi mondiali ma ospitano il 50% dei conflitti globali e sono il paese d’origine del 75% dei rifugiati. Questi stati ( Sudan, Sud Sudan, Congo RDC, Repubblica Centro Africana, etc. ) sono anche drammatici hot spot per il bracconaggio e i crimini di natura. Il costo sociale

9 WWF – Campagna crimini di natura Ogni vengono sterminati in Africa più di elefanti dei circa ancora esistenti Delle 3200 tigri rimaste ne vengono uccise 2 a settimana. Nel 2013 abbiamo perso 1004 rinoceronti. Il 2014 si appresta ad essere un anno ancora più nero. L’UNEP considera che anche a causa del bracconaggio i gorilla potrebbero estinguersi entro il 2025 La perdita di specie a causa del traffico illegale è una delle principali ragioni di estinzione. L’estinzione di specie

10 WWF – Campagna crimini di natura Il caso rinoceronte

11 WWF – Campagna crimini di natura Il caso rinoceronte

12 WWF – Campagna crimini di natura La tre specie carismatiche

13 WWF – Campagna crimini di natura Il bracconaggio e il traffico di specie non sta portando all’estinzione solo rinoceronti, tigri, elefanti e altri grandi animali carismatici, ma anche gorilla, scimpanzè, ippopotami, pappagalli, pangolini e tantissimi altri animali meno conosciuti, ma cruciali per il nostro futuro e quello del pianeta. Non solo specie carismatiche

14 WWF – Campagna crimini di natura La recente ondata di bracconaggio di elefanti e rinoceronti è trainata dalla maggiore disponibilità economica di paesi dall’economia emergente: Cina, Vietnam, Tailandia tra i principali, dove avorio e corna di rinoceronte sono dei veri propri status simbol. Le corna di rinoceronte e le parti di tigre vengono anche utilizzati per la medicina tradizionale o per seguire insulse superstizioni. Una grossa responsabilità grava anche sulla coscienza di cittadini Europei e Americani: sono ifinite le specie di animali che vengono importati illegalmente per collezioni o per uso domestico

15 WWF – Campagna crimini di natura Le risorse naturali vengono vendute nei paesi consumatori a cifre da capogiro e i ricavati finanziano attività terroristiche e criminali. In molti paesi l’avorio, corna di rinoceronti ma anche diamanti, carbone e petrolio vengono barattati con armi e droga. L’avorio ha raggiunto sui mercati asiatici il valore di al chilo Il corno di rinoceronte può essere venduto all’impressionante cifra di $ al chilo. Una delle ultime tigri può essere venduta a $ FOTO Il mercato

16 WWF – Campagna crimini di natura Per molti anni il bracconaggio e i crimini di natura sono stati considerati un problema che riguardava unicamente il mondo delle organizzazioni di conservazione. La recente ondata di bracconaggio e i collegamenti con i network globali del terrorismo e della criminalità hanno fatto si che il problema entrasse nelle agende delle principali istituzioni, tra cui l’ONU, i Governi importatori, l’INTERPOL, l’Unione Europea, e molte altre ancora. L’impegno politico

17 WWF – Campagna crimini di natura Sono sempre più numerosi e organizzati i gruppi terroristici che finanziano le proprie azioni e i propri network con il commercio illegale di fauna selvatica e con lo sfruttamento illegale di risorse naturali. Fra questi i più significativi sono: Boko Haram (Nigeria) Al-Quaeda (network internazionale) Al-Shabaab (Somalia) Lord Rresistence Army (Congo RDC) Seleka (Repubblica Centro Africana) In alcuni paesi, come il Mozambico, il Congo RDC, il Sudan, anche le truppe governative contribuiscono drammaticamente al bracconaggio di fauna selvatica come elefanti e rinoceronti. Foto La dimensione del terrore

18 WWF – Campagna crimini di natura La dimensione del terrore

19 WWF – Campagna crimini di natura Il mercato illegale di legname Le foreste sono importanti vittime dei crimini di natura: vengono distrutte, deforestate sia per prelevar legna da esportare, sia per produrre carbone, sia per far spazio illegalmente ad attività umane insostenibili. Si stima che il % dell’intera produzione di legname di alcuni paesi tropicali derivi da processi illegali e/o da attività estrattiva incontrollata e totalmente priva di regole. L’Italia è un importante importatore di legname illegale Le foreste

20 WWF – Campagna crimini di natura Oceani e i mari non sono esenti dai crimini di natura: si calcola che la pesca illegale produce un fatturato dagli 11 ai 30 miliardi l’anno, una fetta che equivale sommariamente al 32% del commercio globale (OECD, 2012). Questa situazione si aggiunge ad una realtà già di per sé drammatica: solo nel Mediterraneo l’Unione Europea calcola che tra il 71% e il 96% delle specie pescabili è sovra sfruttata. La pesca illegale

21 WWF – Campagna crimini di natura Il WWF lavora in tutto il mondo per combattere i crimini di natura, dal Sud Africa al Nepal, dalla Namibia al Vietnam, dall’Europa alla Cina. Sono moltissimi i risultati di policy, di sensibilizzazione, di conservazione sul territorio, che contraddistinguono il lavoro del WWF. Ma la sfida è ancora molti difficile e richiede la partecipazione di tutti. E’ in gioco il benessere delle comunità locali, il futuro delle specie, e la nostra stessa esistenza su questo pianeta Cosa fa il WWF

22 WWF – Campagna crimini di natura L’Italia è un paese ad altro tasso di illegalità e criminalità ambientale: una violazione ogni 43 minuti Il fatturato della criminalità ambientale si aggira intorno ai 15 miliardi di euro l’anno La dimensione italiana

23 WWF – Campagna crimini di natura La mappa dei crimini contro la fauna in Italia Oltre ad avere una grande responsabilità circa un mercato di specie selvatiche che usa il nostro paese come territorio di destinazion e di transito, siamo lo scenario di un ricco menù di crimini contro la fauna, diffusi su tutta la superficie ma con alcuni luoghi caldi: 23 La dimensione italiana

24 WWF – Campagna crimini di natura La dimensione italiana

25 WWF – Campagna crimini di natura

26


Scaricare ppt "WWF – Campagna crimini di natura Per crimini ambientali si intende: il prelievo e la commercializzazione di specie selvatiche, il taglio illegale delle."

Presentazioni simili


Annunci Google