La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, 30-31 Gennaio 2009 VALORIZZAZIONE DEL TITOLO DI “DOTTORE DI RICERCA” E PROMOZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, 30-31 Gennaio 2009 VALORIZZAZIONE DEL TITOLO DI “DOTTORE DI RICERCA” E PROMOZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 VALORIZZAZIONE DEL TITOLO DI “DOTTORE DI RICERCA” E PROMOZIONE DELL’INSERIMENTO PROFESSIONALE DEI DOTTORI DI RICERCA

2 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Nel periodo il sistema universitario italiano ha “prodotto” dottori di ricerca. Negli ultimi anni vi è stato un notevole incremento di iscritti a Corsi di Dottorato di ricerca: da nell’a.a. 2000/01 a nell’a.a. 2006/07, mentre il numero di coloro che hanno conseguito il titolo dal 1998 al 2006 è più che triplicato, da a Risulta ragionevole prevedere che anche nel prossimo futuro il numero di dottorandi che concluderà i propri studi ogni anno supererà la soglia delle unità.

3 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Il quadro informativo sulla condizione occupazionale dei dottori di ricerca è, al momento, abbastanza carente, anche se negli ultimi anni non sono mancate lodevoli iniziative al riguardo, promosse da singoli Atenei (Bocconi, Cattolica del Sacro Cuore, “G. D’Annunzio” di Chieti- Pescara, Ferrara, Lecce, Messina, Milano, Milano Bicocca, Trento, Padova, Scuola Normale Superiore di Pisa) e dall’Iniziativa Interuniversitaria Stella.

4 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Segue questo tema anche il Consorzio AlmaLaurea, che presenterà i primi dati relativi al monitoraggio degli esiti occupazionali dei dottori di ricerca il prossimo 12 marzo presso l’Università di Bari.

5 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Indagine compiuta dall’Università di Padova sugli esiti professionali dei dottori di ricerca  dottori di ricerca che hanno terminato il dottorato negli anni  somministrati 1496 questionari, con 1078 rispondenti (72%)

6 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Dopo il Dottorato Bandi di selezione per assegni di ricerca Borse di studio per ricercatori stranieri Borse di studio post dottorato Contratti di collaborazione per ricerca

7 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009

8 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Di particolare interesse è l’Indagine sulle condizioni di lavoro e le aspirazioni professionali dei dottorandi di ricerca, condotta dall’ADI nel II dati raccolti devono essere interpretati con cautela, in quanto il tasso di risposta è stato pari al 25,4%; la dimensione dell’indagine dottorandi di ricerca rispondenti - e la ragionevole presunzione che i rispondenti siano, quantomeno, rappresentativi di una sottopopolazione significativa dell’insieme dei dottorandi, permettono però di tenere in buona considerazione gli esiti dell’indagine.

9 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Innanzitutto, quasi la metà degli intervistati ritiene che il principale obiettivo di un dottorato – formare professionalità qualificate nel campo della ricerca - sia un obiettivo mancato. Inoltre:  per quanto riguarda il reperimento della prima occupazione dopo il conseguimento del titolo, la maggioranza degli intervistati (58%) è dell’avviso che il dottorato di ricerca è a tal fine poco utile o del tutto inutile

10 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009  per il 90,8% degli intervistati il titolo a cui aspirano non offre adeguate prospettive di inserimento professionale  tra coloro che dichiarano di voler abbandonare la ricerca per dedicarsi ad altre tipologie di lavoro, il 46,2 % desidera ottenere un’occupazione presso un’impresa privata in Italia ed il 58,7% prevede che tale sarà effettivamente il suo destino  è richiesta una maggiore vicinanza fra Università e imprese (34,6%)

11 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Una conclusione molto condivisa, derivata dalle varie indagini finora condotte, evidenzia la difficoltà crescente d’inserimento nel mondo accademico da parte dei dottori di ricerca. Sul piano organizzativo sarebbe quindi opportuno che:  le Università italiane – in analogia a quanto avviene nei paesi anglosassoni, e in particolare negli USA - istituissero uffici per il job placement o Career centers, con il compito specifico di guidare i dottori di ricerca verso un impiego coerente, per contenuti e retribuzione, con la formazione ricevuta

12 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009  per alcuni dottorati di ricerca, in particolare quelli di carattere tecnico, si dovrebbero stringere rapporti più stretti con il mondo delle imprese, inserendo dirigenti industriali o imprenditori nei Comitati scientifici dei Dottorati o affiancandoli quali tutor esterni al tutor interno. Tali proposte sono coerenti con le raccomandazioni della Commissione europea contenute nel documento Mobility of Researchers between Academia and Industry (2006)  dovrebbero essere incentivate e sviluppate strutture di ricerca non universitarie, sia pubbliche che private, in modo da renderle delle valide alternative alla carriera universitaria.

13 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Tra le varie funzioni affidate negli ultimi anni alle Università, la riforma del mercato del lavoro ha previsto anche la possibilità di svolgere “attività di intermediazione”, connettendosi alla borsa nazionale continua del lavoro, definita come un sistema aperto di incontro domanda-offerta, finalizzato, in coerenza con gli indirizzi comunitari, a favorire la maggiore efficienza e trasparenza del mercato del lavoro.

14 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 La legge 133/2008 ha modificato la norma contenuta nel D.Lgs. n. 276/03 (art. 50): “possono essere assunti, in tutti i settori di attività, con contratto di apprendistato per conseguimento…di titoli di studio universitari e della alta formazione, … i soggetti di età compresa tra i diciotto anni e i ventinove anni”, inserendo dopo le parole anche i Dottorati di ricerca. L’apprendistato viene dunque a coordinarsi con il terzo livello dell’istruzione universitaria.

15 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Questa nuova disciplina rimane da definire meglio nei suoi dettagli. Per esempio, il limite di 29 anni per la stipulazione del contratto non è forse più adeguato alla platea alla quale intende rivolgersi: non pochi dottorandi di ricerca hanno, infatti, un’età superiore ai 29 anni (varie indagini hanno evidenziato che l’età media per il conseguimento del titolo di dottore di ricerca è di poco superiore ai 32 anni).

16 Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, Gennaio 2009 Inoltre, l’ipotesi di un apprendistato di alta formazione, destinato ai dottorandi, presso le pubbliche Amministrazioni, richiede una modifica della normativa vigente, la quale prevede che tali soggetti non possano stipulare questo tipo di contratti. L’Università di Padova ha nominato un gruppo di lavoro con l’obiettivo di ottenere le suddette modifiche e pervenire in breve all’applicazione della nuova disciplina.


Scaricare ppt "Il Dottorato nel Processo di Bologna: istruzione superiore e ricerca Caserta, 30-31 Gennaio 2009 VALORIZZAZIONE DEL TITOLO DI “DOTTORE DI RICERCA” E PROMOZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google