La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presidenza Italiana dell’Unione Europea Mutuo riconoscimento delle confische nell’UE Siracusa - 22 e 23 Settembre 2014 Magistrato di collegamento per la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presidenza Italiana dell’Unione Europea Mutuo riconoscimento delle confische nell’UE Siracusa - 22 e 23 Settembre 2014 Magistrato di collegamento per la."— Transcript della presentazione:

1 Presidenza Italiana dell’Unione Europea Mutuo riconoscimento delle confische nell’UE Siracusa - 22 e 23 Settembre 2014 Magistrato di collegamento per la Francia

2 Gli attori francesi della cooperazione giudiziaria penale Il BEPI : Ufficio degli affari penali internazionali Ministero della giustizia Punti di contatto della Rete europea penale Eurojust – Desk francese I magistrati di collegamento (SAEI) – Nel 1993, 1° posto di MDC con l’Italia (20 anni) – Adesso siamo 18 ( MDC o Consiglieri per gli affari di giustizia ) Europa : Germania, Balcani, Italia, Paesi-Bassi, Regno-Unito, Romania, Russia, Spagna, Africa : Senegal, Algeria, Marocco, Qatar Asia : Cina America del Nord : Stati-Uniti e Canada America del Sud : Brasile

3 Convenzioni e testi europei Convenzione di Strasburgo 20/04/1959 e il suo 2° Protocollo - Convenzione NU del 22/12/2000 sull’assistenza giudiziaria penale Convenzione NU 20/12/1988 sul traffico di stupefacenti Convenzione Strasburgo 8/11/1990 sul riciclaggio, la ricerca, il sequestro e la confisca dei proventi di reato Convenzione NU di Palermo 2000 contro la criminalità organizzata transnazionale Convenzione NU di Merida sulla corruzione del 31/10/2003 DQ 2003/577 sull’esecuzione del blocco di beni e sequestro probatorio DQ del 6/10/2006 sul riconoscimento sentenze confische In mancanza di norma, principio di reciprocità

4 Il sequestro in Francia Garanzia dell’esecuzione della pena futura di confisca Su tutti beni che possono essere confiscati (mobile, immobile, reale o no, divisi o indivisi) Il sequestro in valore è possibile all’altezza del provento illecito stimato del reato Richieste straniere DQ 22/07/2003 o Convenzioni internazionali : la legge n°2010/768 del 9/07/2010 incarica il giudice istruttore del sequestro nell’ambito di un provvedimento penale a titolo probatorio o conservativo per un’ulteriore confisca

5 La confisca in Francia Esiste in Francia solo la confisca penale come pena - suppone una dichiarazione di colpevolezza Prevista per tutti reati puniti con 1 anno detenzione o da una norma specifica (es. reati stradali) Reato di non giustificazione dei redditi corrispondente al suo “train de vie” o di non poter giustificare l’origine di un bene quando si è abitualmente in relazione con una o più persone che commettono dei reati puniti con almeno 5 anni di detenzione e così procurando loro proventi diretti o indiretti ( CP )

6 Casi di confische in diritto francese (Art CP) 1- Confisca di base: Beni strumenti o proventi diretti o indiretti del reato : mobili o immobili, di qualsiasi natura, di cui l’autore è proprietario o ne ha la libera disposizione 2- Confisca allargata : Beni senza giustificazione dell’origine lecita dal reo o dal proprietario quando il reo ha la libera disposizione del bene  Per i reati con una pena prevista superiore o uguale a 5 anni detenzione 3- Confisca generale: su tutto o parte dei beni del reo  Quando la legge lo prevede specificamente (traffico stupefacenti, riciclaggio legato alla criminalità organizzata, terrorismo, immigrazione illecita, Euro falsificato, tratta esseri umani, pedopornografia, genocidio, eugenetica …)  Legge 6/12/2013 per le persone giuridiche condannate per riciclaggio : La confisca in valore è sempre possibile su tutti i beni del reo o di cui ha la libera disposizione

7 Mutuo riconoscimento confische straniere in Francia La Francia ha recepito la Decisione-Quadro 2006/783 con la legge n°2010/768 del 9/07/2010 La richiesta deve essere trasmessa al Procuratore della Repubblica presso il tribunale competente per il luogo dove si trova il bene da confiscare – competenza residua della Procura di Parigi – Se DQ recepita, con il certificato tradotto in francese – In assenza di recepimento della DQ, con una rogatoria internazionale

8 Mutuo riconoscimento confische straniere in Francia Riconoscimento dal tribunale penale su richiesta del pubblico ministero Motivi di rifiuto della richiesta ( Art cpp ) 1.I fatti non sono un reato in Francia 2.I beni non potrebbero essere confiscati in Francia 3.La sentenza non è conforme agli standard della CEDU 4.La sentenza è motivata dall’origine, la razza, la nazionalità 5.Ne bis in idem 6.Reato politico 7.Prescrizione della condanna 8.Violazione dei diritti di terzi in buona fede 9.Fatti commessi in tutto o in parte sul territorio francese

9 Riconoscimento CONFISCHE PENALI Con la DQ 6/10/2006, tutte le sentenze di confische tipo 1,2 e 3 sono riconosciute in Francia per i reati già elencati (Art a -35cpp). Rinvio al diritto della Stato richiedente per tipo 2 e 3- principio di mutua fiducia Al di fuori di questo testo : Confische limitate al tipo 1 (Art a -41 cpp)

10 La confisca “civile” o “Non-conviction based confiscation” In diritto francese, il sequestro o la confisca è possibile soltanto nell’ambito penale. Nonostante ciò, nel 2003, la Corte di Cassazione francese (Crim. 13/11/2003 CRISAFULLI) ha riconosciuto una sentenza italiana del tribunale sez. misure di prevenzione di Milano che prevedeva una confisca preventiva di una villa sulla Costa Azzurra Nel 2009, la Corte Suprema francese ha reiterato la sua posizione (Civ.2° 4/06/2009 SCI ZANORO- Villa Kismet 2011)

11 Criteri di riconoscimento confisca “civile” 1.La sentenza straniera deve essere definitiva e eseguibile e non contraria all’ordine pubblico francese 1.Deve avere “indizi sufficienti” a dimostrare l’origine fraudolenta del bene che costituisce proventi illeciti - il prodotto di un reato : Valutazione Pragmatica  Condizione di “Sostanziale equipollenza” fra la sentenza di confisca straniera e la confisca in diritto francese  Bene sarebbe stato confiscabile al riguardo della legge francese In CRISAFULLI, la villa era stata acquista e ristrutturata con i proventi di un traffico di stupefacenti organizzato da un’organizzazione criminale italiana (C Strasburgo Riciclaggio 1990) A queste condizioni, la richiesta straniera può essere accolta favorevolmente

12 Agenzia per la Gestione dei beni sequestrati e confiscati (AGRASC) Creata dalla legge del 9/07/2010 sotto la tutela dei Ministeri della giustizia e delle finanze Preseduto da un magistrato ordinario Obiettivi : migliorare la gestione dei beni sequestrati e confiscati soprattutto complessi (nave, immobili, negozi…) Erogazione dei prodotti delle vendite nel budget dello Stato e per le condanne di droga nel fondo della MILDECA

13 Agrasc competenze Assistenza tecnica ai magistrati Cooperazione internazionale Gestione centralizzata del denaro sequestrato nell’attesa di una condanna definitiva di confisca Vendite dei mobili sequestrati inutili per l’indagine con rischio di svalutazione Vendite dei beni su rogatoria internazionale e spartizione dei proventi Provvedere a tutte le pubblicazioni presso l’Ufficio delle ipoteche per rendere effettivi i sequestri e le confische Informare i creditori statali Indennizzo delle vittime Per i sequestri immobiliari, mandato speciale giudiziario di gestione per rimediare alla carenza del proprietario (Art cpp).

14 Effetti sequestro di immobile In Francia, il sequestro penale di immobile permette soltanto di vietare ogni atto di disposizione (vendita, donazione, ipoteca,...) senza trasferimento allo Stato del possesso ne la gestione del bene. La posa di sigilli o il suo affitto dallo Stato non è permesso. Fino alla confisca o al ritiro del sequestro, il proprietario o il detentore dell’edificio è responsabile della sua manutenzione, conservazione e delle sue spese. Non è possibile durante la fase di sequestro che il bene in Francia sia amministrato da amministratori giudiziari stranieri.

15 Spartizione Testi UE : – I beni confiscati non venduti sono attribuiti allo Stato di esecuzione salvo un accordo diverso con lo Stato richiedente – I soldi e i prodotti delle vendite sono attribuiti : Inferiori a € allo Stato di esecuzione Superiori per metà ai due Stati Fuori testi UE : – Legge 27/3/2012 Art estensione delle regole applicabili nell’UE. (I beni confiscati sono attribuiti allo Stato di esecuzione salvo un accordo diverso con lo Stato richiedente ) – Disposizione specifica delle convenzioni internazionali (ex: Merida sulla corruzione 100% allo Stato richiedente) In caso di spartizione diversa : Accordo di spartizione tramite le autorità centrali dei Ministeri della Giustizia e l’AGRASC

16 Attività Agrasc Relazione annuale 2013 Stock Beni sequestrati ValoreSequestri immobiliari milioni ,150 miliardo404

17 Vi ringrazio molto !


Scaricare ppt "Presidenza Italiana dell’Unione Europea Mutuo riconoscimento delle confische nell’UE Siracusa - 22 e 23 Settembre 2014 Magistrato di collegamento per la."

Presentazioni simili


Annunci Google