La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia Materia Ambiente Popolazione Ing. Andrea Fanelli Associazione ASPO Italia Alcuni strumenti per: Capire come funziona.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia Materia Ambiente Popolazione Ing. Andrea Fanelli Associazione ASPO Italia Alcuni strumenti per: Capire come funziona."— Transcript della presentazione:

1 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia Materia Ambiente Popolazione Ing. Andrea Fanelli Associazione ASPO Italia Alcuni strumenti per: Capire come funziona il mondo, Valutare la situazione, Scegliere le azioni sensate

2 2015/03/08 - Forlì in Transizione Argomenti della presentazione Premessa Il Mondo in cui viviamo Quali sono le Regole del gioco, come funziona Informazioni oggettive sulla situazione La Popolazione nel tempo Previsioni ed Azioni Alcuni Strumenti per Valutare Consapevolmente da ROI ad EROEI valutare e sfruttare l’Energia Incorporata (Grigia, “Embedded”, LCA) Ing. Andrea Fanelli 2

3 2015/03/08 - Forlì in Transizione Le Misure del Mondo Ing. Andrea Fanelli 3 Il mondo è grande, ma “finito” Foto da archivi NASA Non si scende e non si può fare il pieno ….

4 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia e Materia – Flusso e Stock Ing. Andrea Fanelli 4 Petrolio, Gas (idrocarburi fossili) Uranio (minerali fissili) Materie prime (minerali) Energia (Trasformazioni) Aria Acqua Sole 6500°C Energia (Flusso) Terra Cibo Calore interno 6500°C Rotazione terrestre Energia chimica Accumulo di energia solare (stock) Energia nucleare (fisica - fissione) (stock) Energia termica e meccanica (fisica - stock) Nessuna Energia o Materia è infinita Permesse solo trasformazioni tra vari tipi di energia (1° principio) Flusso energia sempre da “Temperature Alte” a “Temperature Basse” (2° principio - entropia) Rendimento delle trasformazioni è sempre minore di 1 Energia Eolica (derivata dal Sole) Energia Idraulica (derivata dal Sole) Energia (Flusso) Energia Solare diretta 14°C 287°K -269°C 4°K

5 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia e Materia – Flusso e Stock 2 Ing. Andrea Fanelli 5 Solare diretto ed indiretto è abbondante Solare termico (bassa ed alta temperatura) Solare fotovoltaico Eolico (derivato dal Sole) Idro (derivato dal Sole) Parecchie materie prime sono “in riserva” (non c’è il tappo per fare il pieno e non c’è neanche la stazione di servizio)

6 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia e Materia – Flusso e Stock 2 Ing. Andrea Fanelli 6

7 2015/03/08 - Forlì in Transizione Materie Prime Ing. Andrea Fanelli 7

8 2015/03/08 - Forlì in Transizione Ing. Andrea Fanelli 8 Materie Prime - Carbone

9 2015/03/08 - Forlì in Transizione Ing. Andrea Fanelli 9 Materie Prime

10 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia SOLARE e le altre energie Ing. Andrea Fanelli 10

11 2015/03/08 - Forlì in Transizione Ing. Andrea Fanelli 11 Energia SOLARE e le altre energie 2

12 2015/03/08 - Forlì in Transizione Cicli CHIUSI Cicli APERTI Ing. Andrea Fanelli 12

13 2015/03/08 - Forlì in Transizione Le Regole del Gioco Ing. Andrea Fanelli 13

14 2015/03/08 - Forlì in Transizione “Leggi Naturali” “Leggi Economiche” Ing. Andrea Fanelli 14 L'ENERGIA SI TRASFORMA  non si PRODUCE, non si CREA L'ENERGIA FLUISCE e si DEGRADA  Dal Sole (6.300 °K) allo Spazio (4 °K)  passando per la Terra (media 14 °C = 287 °K)  Il flusso è IRREVERSIBILE, ENTROPIA RINNOVABILE  Solo le Energie di “FLUSSO” (Solare e derivate, Eolico, Idroelettrico,...) Alcune parole che non hanno significato  Energia ALTERNATIVA, Energia VERDE, carbone PULITO, … Le “leggi” dell’Economia classica e Neo-classica NON considerano l’Energia La BIO-ECONOMIA sta da qualche tempo ampliando e correggendo le leggiBIO-ECONOMIA economiche per tenere conto in modo coretto di Materia ed Energia

15 2015/03/08 - Forlì in Transizione Prevalenza di formazione teorica Prevalenza dell’accumulo di esperienza I “tempi” dell’Uomo – Ciclo di vita lavorativa 1.5 – 18/25 => studio, formazione teorica Crescita rapida conoscenze teoriche Un po’ di esperienza “generica” 2.25 – 65 => fase lavorativa Crescita esperienza “Specifica/operativa” (però legata al passato, svalutata dal “cambiamento”) Calo della conoscenza teorica (statica, anch’essa svalutata dal “cambiamento”) Mantenimento/crescita conoscenza teorica/pratica (aggiornamento/formazione continua (pag. 17 Previtali) ) Nota sulla “evoluzione lenta” delle abitudini umane Andamento (qualitativo) dell’accumulo di “Formazione” ed “Esperienza” personale Anni Trend “base” senza imparare ad imparare Organizzazione che Impara e Cambia sempre Paragone periodo “artigianale/preindustriale”

16 2015/03/08 - Forlì in Transizione La Situazione Energie FOSSILI Ing. Andrea Fanelli 16 Non serve sapere la data esatta del picco di estrazione delle risorse per capire che, prima o poi, ne potremo estrarre quantità sempre minori, con sforzi e costi sempre maggiori, senza possibilità di scelta, perché è una Legge Naturale.

17 2015/03/08 - Forlì in Transizione Oggi, 2013, è una Previsione Facile Ing. Andrea Fanelli 17 Il modello, del 1970, è stato verificato confermandone la robustezza Le risorse mondiali sono limitate e la crescita continua è IMPOSSIBILE Passare subito ad usare Energie di Flusso, che riceviamo dal Sole Ridurre la “Dispersione” di Materia Prima (concentrazione) Prolungare l’uso normale dei beni Riutilizzi ulteriori dei beni già costruiti Riciclo del materiale quando l’uso diventa impossibile Limiti fisici alla CRESCITA e non allo Sviluppo

18 2015/03/08 - Forlì in Transizione Se ne parla anche oggi (all’estero) ree/2014/sep/02/limits-to-growth- was-right-new-research-shows- were-nearing-collapse?CMP=fb_gu Ing. Andrea Fanelli 18

19 2015/03/08 - Forlì in Transizione Tipi di energia usati nel tempo Ing. Andrea Fanelli 19

20 2015/03/08 - Forlì in Transizione Popolazione nel Tempo Ing. Andrea Fanelli 20 oltre 7 miliardi mettendo in scala Primo pozzo di petrolio Piccola era glaciale Carestie in Europa Crisi banche di Firenze Peste nera Termodinamica 1858 Piramidi 2700 AC Agricoltura AC Colosseo 78 DC

21 2015/03/08 - Forlì in Transizione La Logica delle Azioni Abbattere gli sprechi (veloce) Eliminare consumi inutili, sia di energia che di materia prima (impianti/beni) Estensione vita oggetti, riuso, “sobrietà”,... (richiede un riallineamento dei “Valori” culturali) Uso razionale delle energie (lento) Scelta delle fonti ottimali per i vari utilizzi, tra quelle di “Flusso” Solare termico per riscaldamento abitazioni e sanitario Solare fotovoltaico, eolico (alta quota) per energia elettrica Usare le energie pregiate (di stock, fossili) per preparare la transizione al futuro in cui praticamente solo le energie rinnovabili saranno disponibili (richiede capacità concrete nei decisori e “Capitale” investito) Selezionare Azioni e Tecnologie ad alto EROEI e con minimo impiego di energia e materie prime pregiate Ing. Andrea Fanelli 21

22 2015/03/08 - Forlì in Transizione EROEI intuitivo Ing. Andrea Fanelli 22

23 2015/03/08 - Forlì in Transizione ROI ed EROEI Tecnologia EROEI (Elliott) EROEI (Hore- Lacy) EROEI Altri autori Grande idroelettrico Mini idro Petrolio “anni d’oro” Petrolio oggi [1] [1] Eolico Nucleare <1 [2] [2] Fotovoltaico a film sottile [3] [3] Fotovoltaico convenzionale (silicio) <1 [4] [4] Carbone Gas Naturale Biomassa Etanolo 0.6 [5] [6] [5] [6] Sabbie bituminose <1? Ing. Andrea Fanelli 23 ROI = Return On Investment [€/€] (Soldi recuperati alla fine della vita dell’investimento) è un rapporto tra valutazioni monetarie è un valore variabile in funzione del contesto influenzato dalle “quotazioni di mercato” che sono soggettive e ricadono nelle leggi “Umane” EROEI EROEI = Energy Return On Energy Investment [J/J] (ENERGIA recuperata alla fine della vita dell’impianto) è un rapporto tra misure di energia, oggettive è una misura fisica, ripetibile è oggettiva e ricade nelle leggi “Naturali” EROEI < 1 è una perdita da subito EROEI = 1 è una perdita fino alla fine, forse pareggeremo EROEI > 5 è la stima di EROEI minimo necessario per garantire il sostentamento della Società

24 2015/03/08 - Forlì in Transizione EROEI 2 Ing. Andrea Fanelli 24 L’EROEI delle risorse energetiche di STOCK si riduce sempre col tempo (miniere/pozzi scomodi) (minerale meno concentrato) (petrolio di minor pregio: light => heavy, sweet => sour)

25 2015/03/08 - Forlì in Transizione EROEI necessario per la vita della Società Ing. Andrea Fanelli 25

26 2015/03/08 - Forlì in Transizione EROEI Ing. Andrea Fanelli 26 Prof. Charles A. S. HALL

27 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia “Grigia” (Incorporata, Embedded) E’ l’energia utilizzata per costruire gli oggetti, “congelata nell’oggetto” finché non viene distrutto/riciclato completamente. Si calcola sommando tutte le energie usate, partendo dall’inizio del processo, comprendendo a cascata anche tutte le energie impiegate per supportare la produzione delle materie e dei componenti e delle lavorazioni necessarie. Le materie prime a bassa concentrazione richiedono molta energia per essere rese utilizzabili, quindi l’uso dei minerali meno pregiati/concentrati comporta un peggioramento del “costo energetico” della produzione degli oggetti (ed anche una riduzione dell’EROEI).materie prime a bassa concentrazione I prodotti ad alta tecnologia ed i grossi impianti hanno un altissimo contenuto in energia “grigia”. Ing. Andrea Fanelli 27

28 2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia “Grigia” Energia “Grigia” (Incorporata, Embedded) 2 I prodotti “Usa e getta” sprecano, in un numero ridotto di utilizzi, (a volte uno solo) tutta l’energia congelata nel prodotto gettato. I prodotti progettati male non permettono la riparazione ed obbligano a disperdere molta energia con la carcassa e le parti funzionanti invece di sostituire solo una parte. Gli imballaggi eccessivi (Overpackaging) normalmente aggiunti per fini estetici e di promozione alla vendita peggiorano di molto la quantità di energia sprecata con i prodotti (ed aumentano il volume ed il peso dei rifiuti). I materiali compositi, sono difficili/impossibili da riciclare e quindi disperdono maggiori quantità di materiale ed energia quando vengono dismessi (plastiche accoppiate, laminati di rivestimento, plastiche con ritardanti di fiamma e cariche inerti/coloranti, ecc.). Ing. Andrea Fanelli 28

29 2015/03/08 - Forlì in Transizione Conclusioni Guardate con occhio nuovo le cose attorno a voi. Cercate di vedere “attraverso le cose” il valore REALE di materiale ed energia che incorporano. Prima di fare scelte, oltre alla valutazione economica, fate anche una valutazione energetica delle conseguenze delle vostre scelte, con la logica dell’EROEI. Non serve fare conti precisi, a volte basta anche solo porsi la domanda …….. Ing. Andrea Fanelli 29

30 2015/03/08 - Forlì in Transizione Per Approfondire Ing. Andrea Fanelli 30

31 2015/03/08 - Forlì in Transizione Grazie per l’attenzione Andrea Fanelli Ing. Andrea Fanelli 31


Scaricare ppt "2015/03/08 - Forlì in Transizione Energia Materia Ambiente Popolazione Ing. Andrea Fanelli Associazione ASPO Italia Alcuni strumenti per: Capire come funziona."

Presentazioni simili


Annunci Google