La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Contenuti 1.Posizione, materiali e struttura delle diagnostiche. 2.Stato di funzionamento. 3.Cronologia di eventi rilevanti. Informazioni relative alle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Contenuti 1.Posizione, materiali e struttura delle diagnostiche. 2.Stato di funzionamento. 3.Cronologia di eventi rilevanti. Informazioni relative alle."— Transcript della presentazione:

1 Contenuti 1.Posizione, materiali e struttura delle diagnostiche. 2.Stato di funzionamento. 3.Cronologia di eventi rilevanti. Informazioni relative alle Bobine di Mirnov (MHD Magnetica) e ai Rivelatori Soft-X (Tomografia) ad utilizzo del gruppo di lavoro FTU. Work in progress 10/04/2008 ANTONIO BOTRUGNO

2 Bobine di Mirnov (MHD) - Posizione Sono istallate su FTU 57 bobine di Mirnov, di cui 31 in corrispondenza del port 9 (basso, alto, equatoriale e limiter toroidale), 10 in corrispondenza del port 7 (basso) e 16 in corrispondenza del limiter poloidale (port 1). Le bobine sono istallate nel vuoto macchina dietro la parete della camera. Port 9 -59,8 -64,4 -68,9 -73,4 -77,9 -82,5 -87 BASSO Montate sul supporto di destra ,5 -11,2 0 11,2 17,5 33 EQUATORIALE Montate sul supporto di destra 59,8 64,4 68,9 73,4 77,9 82,5 87 ALTO Montate sul supporto di sinistra 153,6 166, ,4 206,4 LIMITER TOROIDALE Montate sul supporto di sinistra 153,6 166, ,4 206,4 LIMITER TOROIDALE Montate sul supporto di destra Port 7 153,6 166, ,4 206,4 LIMITER TOROIDALE Montate sul supporto di sinistra 153,6 166, ,4 206,4 LIMITER TOROIDALE Montate sul supporto di destra Port 1 – Limiter Poloidale Montate sul supporto di sinistra Montate sul supporto di destra Gli angoli che individuano la posizione sono riportati in gradi rispetto all’asse orizzontale della sezione poloidale con direzione uscente (positiva). In grassetto le bobine utilizzate per l’acquisizione. Tutte le bobine misurano la componente poloidale del campo magnetico, quindi sono posizionate perpendicolarmente alla direzione poloidale.

3 Bobine di Mirnov (MHD) - Posizione Rappresentazione indicativa (non esatta) della posizione delle bobine sul port 9.

4 Caratteristiche Bobina Ogni bobina è composta da 52 spire di filo smaltato di 0,33 mm di diametro. COMPOSIZIONE: rivestitura esterna e struttura in alluminio, spira interna in rame rivestita di materiale plastico.

5 Bobine di Mirnov - Funzionamento Solo 22 delle 57 bobine sono utilizzate per l’acquisizione (sono quelle riportate in grassetto nella seconda diapositiva). Tra queste, solo le 3 bobine sul port 9 alto con angoli compresi tra 64.4° e 73° non funzionano, la causa sembra essere l’interruzione del circuito. Il controllo completo dello stato di tutte le bobine è stato già programmato, i risultati saranno comunicati appena possibile. ULTIMO CONTROLLO COMPLETO (SPARO: DATA: 19/09/2006) Bobine in corto circuito : Port 9 equatoriale a 0° montata sul supporto di sinistra. Port 9 sul limiter toroidale a 206° montata sul supporto di sinistra. Port 9 sul limiter toroidale a 206° montata sul supporto di destra. Port 9 sul limiter toroidale a 180° montata sul supporto di sinistra. RECENTE CONTROLLO NON COMPLETO (SPARO: DATA: 11/03/2008) Sono state controllate solo le 7 bobine sul port 9 alto (con angoli compresi tra 59.8° e 87°), tra queste le 4 bobine con angoli compresi tra 59.8 e 73,4 sono risultate in cortocircuito, ma non si è stabilito se il circuito è aperto dal lato della macchina. Su richiesta, è possibile stabilire il periodo in cui si sono rotte le 3 bobine sul port 9 alto con angoli compresi tra 64.4° e 73°.

6 Bobine di Mirnov - Eventi rilevanti Dopo la modifica del 2002 nessun altro intervento è stato eseguito sulla diagnostica, ne si sono verificati eventi critici.

7 Soft – X Posizione Sono istallate su FTU 21 camere composte da un collimatore e un set di 4 o 5 fotodiodi al silicio con differenti linee di vista. Di questi, 11 sono nel port 7 alto (tomografia verticale), 10 sono nel port 7 equatoriale (tomografia orizzontale). Le camere e l’apparato della tomografia verticale sono nel vuoto macchina, mentre quelli della tomografia orizzontale sono nel vuoto differenziale. Sistema di collimazione

8 Soft-X Materiali CAVI: Per il collegamento, la tomografia verticale usa cavi coassiali e schermati (rivestiti con materiale plastico), mentre quella orizzontali cavi twistati e non schermati. COMPOSIZIONE: Il collimatore è costituito da materiale ad alto numero atomico, piombo (forse anche berillio) per lo schermaggio dei raggi X, i diodi sono composti da silicio, la struttura di supporto è in acciaio.

9 Funzionamento Soft-X Solo 32 delle 112 linee di vista sono utilizzate per l’acquisizione (16 per la tomografia orizzontale e 16 per quella verticale). Tutti i canali sono funzionanti. In tutti i canali della tomografia verticale il rumore copre il segnale. Questo problema è stato sempre presente, non è quindi riconducibile ad un evento particolare. La causa non è nota. Eventi Rilevanti A gennaio 2008 è stato effettuato un intervento di sfoltimento della struttura della tomografia orizzontale al fine di migliorare il valore di decremento del vuoto. Sono stati tolti i cavi e i diodi e la struttura di supporto dei canali non acquisiti. Dopo l’intervento il vuoto macchina è tornato a valori che garantiscono lo svolgimento delle operazioni. Per ulteriori dettagli sull’operazione contattare il “pool tecnico”.


Scaricare ppt "Contenuti 1.Posizione, materiali e struttura delle diagnostiche. 2.Stato di funzionamento. 3.Cronologia di eventi rilevanti. Informazioni relative alle."

Presentazioni simili


Annunci Google