La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 1 Lezione 1 INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA. LA DINAMICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 1 Lezione 1 INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA. LA DINAMICA."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 1 Lezione 1 INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA. LA DINAMICA FINANZIARIA D’AZIENDA. LA LETTURA IN CHIAVE FINANZIARIA DEL BILANCIO.

2 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 2 Finanza Aziendale: l’oggetto di studio Nell’ambito dell’economia aziendale, la finanza costituisce lo studio delle tematiche e delle problematiche aventi per oggetto il reperimento e l’impiego delle risorse di capitale necessarie per condurre l’attività di impresa. Il “filone finanziario” si occupa, quindi, del reperimento, dell’organizzazione e della gestione/impiego delle risorse finanziarie all’interno dell’azienda. L’oggetto di studio, quindi, comprende sia le politiche di investimento che quelle di finanziamento.

3 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 3 Finanza Aziendale: le aree decisionali L’analisi delle decisioni finanziarie è suddivisibile nelle seguenti tre aree, tra loro, però, strettamente connesse: decisioni di investimento [impiego] decisioni di finanziamento [reperimento] decisioni relative alla gestione corrente [con riferimento alla dinamica dei flussi finanziari ed alla gestione del capitale circolante]

4 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 4 L’analisi finanziaria All’interno del più ampio processo denominato “analisi di bilancio”, si inserisce l’analisi della dinamica finanziaria. Infatti, intendendo per analisi di bilancio quel processo che va al di là della mera determinazione del reddito d’esercizio e la valutazione del patrimonio aziendale, è possibile individuare:  analisi reddituali;  analisi patrimoniali;  analisi finanziarie, che mettono in evidenza la capacità dell’azienda di fronteggiare gli impegni finanziari.

5 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 5 L’analisi finanziaria (continua) Analisi di bilancio Analisi finanziaria vs. PRINCIPIO DI COMPETENZA PRINCIPIO DI CASSA

6 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 6 Per effettuare un’analisi di tipo finanziario è possibile ricorrere a strumenti come:  gli indici di bilancio;  i bilanci previsionali;  l’analisi dei flussi di fondi. Quest’ultimo strumento, in particolare, è il più utilizzato in campo finanziario, in quanto è il più adatto al fine di valutare la dinamica finanziaria di una azienda. L’analisi finanziaria (continua)

7 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 7 L’analisi di bilancio, sia essa reddituale, patrimoniale o per indici, esprime e chiarifica la struttura di una azienda in un dato momento (quello della stesura del bilancio) e consente di valutare come la situazione si evolva da un esercizio a quello successivo. L’analisi per flussi, invece, fa trasparire le ragioni in funzione delle quali determinate variazioni sono intervenute. Questo tipo di analisi, proprio perché analizza e spiega le motivazioni alla base delle variazioni intervenute in un certo periodo, è definita di tipo dinamico. L’analisi finanziaria per flussi: un’analisi “dinamica”

8 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 8 Analisi della dinamica finanziaria d’azienda: sintesi Analisi staticaAnalisi dinamica Grandezze FONDO Grandezze FLUSSO Flussi legati alla gestione corrente Flussi legati alle altre gestioni

9 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 9 L’analisi della dinamica finanziaria: obiettivi Analisi statica Analisi dinamica Attività = Passività + Patrimonio netto Impieghi = Fonti Fabbisogno finanziario Copertura del fabbisogno

10 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 10 Relazione tra fabbisogno finanziario e copertura Attività Correnti Attività Immobilizzate Passività Correnti Debiti a Medio- Lungo Termine Mezzi Propri Corrispondenza delle scadenze

11 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 11 Gli strumenti dell’analisi della dinamica finanziaria Lettura in chiave finanziaria del bilancio Prospetto Fonti/Impieghi Riclassificazioni del bilancio Rendiconto Finanziario

12 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 12 La riclassificazione temporale dello stato patrimoniale Attività a breve [correnti] Liquidità immediate [cassa, banche, c/c, titoli di stato] Liquidità differite [crediti verso clienti [- fondo svalutazione crediti], altri crediti a breve, ratei e risconti attivi] Rimanenze [materie prime, semilavorati, prodotti finiti [- fondo svalutazione magazzino] Passività a breve [correnti] Passività immediate [banche passive, c/c] Altre passività a breve [debiti verso fornitori, debiti tributari, altri debiti a breve, ratei e risconti passivi] Attività a medio-lungo termine Immobilizzazioni materiali [- fondo amm.to] Immobilizzazioni immateriali [- fondo amm.to] Immobilizzazioni finanziarie Crediti finanziari esigibili oltre 12 mesi Passività a medio-lungo termine Fondo TFR, Fondi rischi e spese future, Altre passività non finanziarie a medio-lungo termine Obbligazioni, Mutui passivi, Altri debiti finanziari a medio-lungo termine Patrimonio Netto Capitale sociale Riserve Risultato d’esercizio ATTIVITA’PASSIVITA’

13 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 13 Una seconda riclassificazione: anteprima... Nel corso delle prossime lezioni, una volta introdotti i concetti di capitale circolante netto e di posizione finanziaria netta, verrà presentata una seconda modalità di riclassificazione dello stato patrimoniale, particolarmente adatta per l’analisi e lo studio della struttura finanziaria dell’impresa. In prima approssimazione, possiamo identificare la struttura finanziaria come il risultato delle scelte di finanziamento poste in essere dall’impresa.

14 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 14 La riclassificazione del conto economico Fatturato Netto [SALES] - Costi operativi dell’esercizio = Margine Operativo Lordo [MOL - EBITDA] - Ammortamenti = Reddito operativo [RO - EBIT] - Oneri finanziari/patrimoniali + Proventi finanziari/patrimoniali = Risultato ante gestione straordinaria (o di competenza) - Oneri gestione straordinaria + Proventi gestione straordinaria = Risultato ante imposte - Imposte = Risultato Netto [NET PROFIT]

15 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 15 Alcune definizioni rilevanti

16 Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 16 Il free cash flow Reddito Operativo - Effetto Fiscale - Ammortamento imm. materiali - Ammortamento imm. immateriali - Fondo TFR - Altri fondi = Flusso di cassa reddituale +/- Variazione capitale circolante netto = Flusso di cassa della gestione corrente +/- (Investimenti)/Disinvestimenti imm. materiali +/- (Investimenti)/Disinvestimenti imm. Immateriali +/- Variazione di altre attività fisse +/- Altri oneri/proventi - Effetto fiscale = Flusso di cassa disponibile [FREE CASH FLOW]


Scaricare ppt "Corso di Economia e Gestione delle Imprese IUniversità Carlo Cattaneo - LIUC 1 Lezione 1 INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA. LA DINAMICA."

Presentazioni simili


Annunci Google