La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LiberaMente Società di Consulenza e Formazione presenta: LA COMUNICAZIONE NON VERBALE Il linguaggio segreto del corpo 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LiberaMente Società di Consulenza e Formazione presenta: LA COMUNICAZIONE NON VERBALE Il linguaggio segreto del corpo 1."— Transcript della presentazione:

1 LiberaMente Società di Consulenza e Formazione presenta: LA COMUNICAZIONE NON VERBALE Il linguaggio segreto del corpo 1

2 Intervengono in aula: Beatrice Scancella MariaLuisa Russo Chiara Zaccaria Ludovica Notaro Prima Giornata di Formazione 2

3 Indice Definizione di CNV Aree della CNV Funzioni Campi di applicazione 3

4 “ Ciò che sei urla così forte che non riesco ad ascoltare ciò che dici ” Ralph Waldo Emerson 4

5 Cos’è la CNV? E’una comunicazione extralinguistica che accompagna e talvolta sostituisce il parlato. Essa comprende una molteplicità di processi comunicativi coinvolti nei diversi canali della comunicazione umana. 5

6 Quanto è importante la comunicazione non verbale? 10% verbale 35% paraverbale 55%non verbale Albert Mehrabian 6

7 Tipi di CNV CNV VOLONTARIA: influenzata dalla cultura e dal contesto. CNV INVOLONTARIA: universale e incontrollata. 7

8 8 Forme della CNV Nell’ambito della CNV si riconoscono quattro componenti: Sistema Paralinguistico Sistema Cinesico Prossemica Aptica

9 Sistema Paralinguistico 9 Detto anche “sistema vocale non verbale”, indica l’insieme dei suoni emessi nella comunicazione. Si compone dei seguenti aspetti: Tonalità Intensità Ritmo o durata Silenzio

10 Sistema Cinesico 10 Comprende tutti gli atti comunicativi, volontari e involontari, per lo più legati alle emozioni, espressi dai movimenti del corpo. In primo luogo emerge il contatto visivo, o movimento oculare. Seguono: mimica facciale, gesti e postura.

11 Prossemica 11 L’aspetto prossemico della CNV analizza i messaggi inviati con l’occupazione dello spazio. Ognuno tende a suddividere lo spazio circostante in quattro zone precise: Zona intima (da 0 a 50 cm) Zona personale (da 50 cm a 1 m) Zona sociale (da 1 m a 3 o 4 m) Zona pubblica (oltre 4 m)

12 12 Aptica Si costituisce di messaggi comunicativi espressi tramite contatto fisico. Si è soliti distinguere: Sequenza di contatto reciproco Contatto individuale

13 Le funzioni della comunicazione non verbale Esprimere le emozioni. Comunicare gli atteggiamenti interpersonali. Partecipare alla presentazione di sé. Completare, sostenere, modificare il contenuto del discorso. 13

14 Espressioni delle emozioni Esprimere emozioni è la funzione più importante della CNV. I segnali non verbali sono più espliciti della parola. I canali più efficaci sono:il volto, il corpo e il tono della voce. 14

15 Comunicare gli atteggiamenti interpersonali Comportamento non verbale come “linguaggio di relazione. Emozioni e atteggiamenti possono coesistere, ma hanno delle differenze. Esiste una componente innata che accomuna tutte le culture. Si dividono in 2 dimensioni: amichevole-ostile/dominante- sottomesso. 15

16 Partecipazione alla presentazione di Sè Scambio di informazioni per conoscersi e stabilire relazioni. Presentarsi nel “miglior modo possibile”. “Costruzione dell’immagine”. 16

17 Completare, sostenere, modificare il contenuto del discorso La CNV sostiene, modifica e completa la comunicazione verbale e può anche sostituirla. Perché la comunicazione sia efficace bisogna attenersi a delle regole. I segnali non verbali regolano le interazioni e inviano informazioni retroattive. 17

18 Campi di applicazione della CNV Conoscere i segnali NV e le loro funzioni. Acquisizione del meccanismo di “codifica/decodifica” Sviluppare la propria CNV per avere maggiore probabilità di successo negli ambiti di nostro interesse 18

19 Campi di applicazione della CNV Colloquio di lavoro Gerarchie Rapporto medico-paziente Insegnamento Comunicazione politica Criminologia 19

20 Colloquio di Lavoro Effetto “eco-comportamentale”. Cenni del capo, sorrisi, contatti visivi e segnali vocali. Reciprocità e interdipendenza della CNV. 20

21 Rapporto medico-paziente Contatto strumentale Azione persuasiva del medico Contatto fisico Insegnamento Importanza delle capacità empatiche Scopo educativo della CNV Lessico facciale dell’insegnante 21

22 Comunicazione Politica “Il linguaggio politico è la vita politica” Comunicazione del potere Criminologia (Lie detection) Analisi linguistica Lettura del comportamento non verbale Indizi:  Di falso  Rivelatori 22

23 Contatti Beatrice Scancella: Maria Luisa Russo: Chiara Zaccaria: Ludovica Notaro 23

24 Bibliografia essenziale Argyle M. (1988), “Il corpo e il suo linguaggio”, Bologna, Zanichelli ed. Mazzoleni G. (2004),“La comunicazione Politica”, Bologna, Il Mulino ed. Pettigiani M.G. (2003), “La comunicazione Interumana”, Milano, F.Angeli ed. Watzlawick P.(1992), “Pragmatica della Comunicazione Umana”, F.Angeli ed. 24

25 GRAZIE PER L’ATTENZIONE Società “LiberaMente” 25


Scaricare ppt "LiberaMente Società di Consulenza e Formazione presenta: LA COMUNICAZIONE NON VERBALE Il linguaggio segreto del corpo 1."

Presentazioni simili


Annunci Google