La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Storia Economica Lezione 20 L’industrializzazione dell’Europa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Storia Economica Lezione 20 L’industrializzazione dell’Europa."— Transcript della presentazione:

1 Storia Economica Lezione 20 L’industrializzazione dell’Europa

2 Con tempi, ritmi e tempi diversi anche l'Europa continentale segue la GB sulla via dell'industrializzazione. Molto simili i fattori determinanti: generale aumento produttività grazie all'innovazione delle tecniche e allo sfruttamento di nuove fonti di energia. Sulle tracce della GB

3 Diverse vie per diversi protagonisti Per alcune realtà risulta più agevole intraprendere la via della industrializzazione poiché dispongono di regioni di più antica tradizione manifatturiera e risultano da tempo inserite in circuiti interstatuali di scambio. Le strade intraprese per seguire lo sviluppo appaiono diverse nei vari stati e risulta impossibile individuare uniformità sequenziali o strade obbligate: ogni paese definisce un autonomo percorso verso la modernità. L’acquisizione di nuove tecnologie passa inizialmente dal sistema dello spionaggio industriale; si tratta però di uno strumento inadeguato presto sostituito da iniziative rivolte a sollecitare l’immigrazione di tecnici stranieri.

4 Importanza e centralità delle macchine industriali, che producono effetti importanti per lo sviluppo industriale. Nelle prime fasi dell'industrializzazione l'innovazione è più il risultato del genio di singoli artigiani che non del lavoro coordinato di centri di ricerca. Comunque, col tempo, la corsa all'innovazione sempre più veloce, più complessa e in definitiva più costosa (innalzamento delle barriere all'ingresso). Innovazione: come si è già visto, diviene una componente fondamentale dello sviluppo industriale. Ottocento: il secolo del miglioramento tecnologico

5 Anche se la tecnologia, nella fase dell'industrializzazione europea, compie balzi da gigante, la strada dell'innovazione è ancora molto lunga...

6 L'avvento del paradigma energetico del carbone... Alto cos to del legname e problema della deforestazione: incentivo a sfruttare nuove fonti energetiche. Sfruttamento del carbone: macchine a vapore e lavorazione metalli con carbon co ke.

7 Potenza complessiva delle macchine a vapore, (migliaia di HP)

8 La seconda rivoluzione industriale Si tratta di una nuova fase di accelerazione del processo di industrializzazione, che, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, interessa tutto il mondo sviluppato E’ una svolta strutturale dell’economia capitalistica: 1) Innovazione del paradigma energetico 2) Affermazione nuovi settori industriali 3) Riorganizzazione sistema produttivo Automobile Benz-Velo, 1894

9 Seconda Rivoluzione industriale: moltissime innovazioni… Pubblicità di lampadina, 1897 sopra: convertitore Bessemer, 1856 sotto: locomotiva, 1907

10 Galleria delle macchine all'Esposizione universale del 1900 a Parigi.

11 La seconda rivoluzione industriale in Europa

12 Il sistema di produzione americano… alle origini del fordismo La standardizzazione del prodotto e l’intercambiabilità delle parti sono alla base del nuovo sistema di produzione, che si diffonde inizialmente nell’industria statunitense. Le macchine industriali devono perciò essere sempre più precise e affidabili, per garantire standard di qualità sempre più elevati. E’ una forma di organizzazione della produzione che renderà possibile la produzione di massa dei beni di consumo.

13

14

15 Tomas Alva Edison, con la sua Ford… l’immagine del progresso…

16

17

18 Nel corso dell’Ottocento si assiste al progressivo aumento del numero delle imprese di grandi dimensioni. La “frontiera tecnica” si sposta sempre in avanti, rendendo necessario un costante ricorso all’innovazione e dunque al rafforzamento del rapporto tra sistema industriale e mondo della ricerca. Nuovi modelli d’impresa: nascono le società anonime per azioni.

19 L’espansione del movimento di industrializzazione rende sempre più importanti le istituzioni di credito, la cui attività è fondamentale per il finanziamento degli investimenti e del ciclo produttivo (materie prime, scorte, ecc.). Banche di deposito, banche d’affari. La diffusione del modello della “banca mista”.


Scaricare ppt "Storia Economica Lezione 20 L’industrializzazione dell’Europa."

Presentazioni simili


Annunci Google