La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Videocapsula Endoscopica 1. 2 L’intestino tenue Buco nero dell’endoscopia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Videocapsula Endoscopica 1. 2 L’intestino tenue Buco nero dell’endoscopia."— Transcript della presentazione:

1 Videocapsula Endoscopica 1

2 2 L’intestino tenue Buco nero dell’endoscopia

3  Storia dell’indagine dell’intestino tenue Radiologia  Small Bowel Follow Thru  Angiografia  Tagged Red Blood Cell Studies Endoscopia con capsula

4  Storia dell’esplorazione dell’intestino tenue  Uso di colonscopi  Sviluppo della push-enteroscopy  Endoscopia con capsula (2001)  Enteroscopia con doppio o singolo pallone (Giappone 2001)

5 Le origini della PillCam Si tratta di una invenzione israeliana, applicazione civile di una tecnologia militare, originariamente finalizzata alla guida «intelligente» dei missili. 5

6 Le origini della PillCam 6  Marchio CE (2001)  FDA (2001)  FDA per utilizzo in pazienti di età > 2 anni PROTOTIPO

7 7

8 L’evoluzione della metodica PillCam SB Intestino tenue 2004 PillCam ESO Esofago 2007 PillCam COLON Intestino crasso

9 M.G.LORENZATTO S.p.A. 9 PillCam SB3 Intestino tenue PillCam ESO2 Esofago PillCam COLON2 Intestino crasso PillCam Family

10 SB 10 Prima generazione di videocapsula per l’intestino tenue (VCE): 2 immagini al secondo (circa immagini in totale) Angolo di visione: 140° Ingrandimento 8:1 Seconda generazione PillCam SB2: Angolo di visione più ampio (156°) Miglioramento delle ottiche con controllo automatico dell’illuminazione Visualizzazione della superficie della mucosa migliorata del 120% Terza generazione PillCam SB3: Aumento del 30% della risoluzione Miglioramento delle ottiche con controllo automatico dell’illuminazione Adozione frequenza variabile automatica di acquisizione delle immagini in base alla velocità di avanzamento della capsula nell’intestino

11 PillCam COLON2 11 Ø 11,6 mm 31,5 mm 4.5mm 172° 4 o 35 frame al secondo

12 Piattaforma di lavoro 12 Videocapsula che riprende le immagini e le trasmette al registratore dati mediante la cintura sensori Cintura sensori che riceve le immagini e registratore dati (DataRecorder) che le memorizza Postazione di lavoro con software proprietario RAPID per elaborazione video e refertazione

13 Preparazione L’utilizzo della preparazione (PEG, NaP) sembra migliorare la visione della mucosa in corso di VCE L’associazione di sostanze tensioattive sembra fornire un ulteriore vantaggio I procinetici accorciano il GET ma non hanno significativi effetti sul SBTT e sulla percentuale di raggiungimento del cieco 13

14 La procedura 14

15 Il video 15

16 Miglioramento della qualità dell’immagine

17 Frequenza variabile di acquisizione delle immagini 17 2 frame al secondo6 frame al secondo Stesso segmento dell’intestino tenue ripreso a:

18 18 Colorazioni virtuali

19 >1.800 Publications in Peer-Reviewed Journals ~100 on Colon Capsule Endoscopy

20 20 INDICAZIONI:  Sanguinamento gastrointestinale oscuro, compresa anemia sideropenica  Sospetto Morbo di Crohn  Sospetto tumore intestinale e sorveglianza in pazienti con poliposi  Sindromi da malassorbimento sospette o refrattarie (es.: malattia celiaca) CONTROINDICAZIONI:  Ostruzioni, stenosi o fistole gastrointestinali conclamate o sospette in base al quadro clinico o a test preprocedura  Pazienti portatori di pacemaker cardiaco o di altri dispositivi elettromedicali impiantabili  Pazienti con disturbi della deglutizionePatients with swallowing disorders  Stato di gravidanza

21 Raccomandazioni ESGE Indicazioni  Sanguinamento gastrointestinale oscuro e anemia sideropenica  Morbo di Crohn del tenue non stenosante  Malattia celiaca  Poliposi ereditarie  Tumori dell’intestino tenue Limitazioni  Problemi di deglutizione  Stato di gravidanza  Ostruzione del tenue conclamata o sospetta La videocapsula NON è controindicata nei pazienti con pacemaker o dispositivi cardiaci impiantabili

22 Numerosi studi hanno dimostrato che la capsula è una metodica efficace per indagare:  Lesioni al tenue causate da farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per la diagnosi precoce di eritemi, erosioni, ulcere e strutture a rete  Sospetto di Graft versus host disease  Trapianto di intestino tenue  Risposta alla terapia immunosoppressiva  Enteropatia proteino-disperdente  Morbo di Whipple  Linfangectasia intestinale primitiva (in pazienti pediatrici) 22 Ulteriori indicazioni

23 Sanguinamento oscuro 23

24 Sanguinamento oscuro 24 Le attuali metodiche diverse dalla capsula usate per individuare gli OGIB hanno scarsa sensibilità, portata limitata o sono molto invasivi:  Radiologia  Angiografia  Bleeding scans  Enteroscopia push  Enteroscopia con doppio pallone  Enteroscopia intraoperatoria

25 Sanguinamento oscuro  Nel 5% circa dei pazienti con sanguinamento gastrointestinale palese o occulto, l’origine del sanguinamento non si trova neanche dopo EGD e ileo-colonscopia  Sensibilità (88%–92%)  Specificità 95% 25

26 Sanguinamento oscuro 26  L’esame con capsula è risultato positivo nel 59.8% dei pazienti (55/92) 1  Angiodisplasia (29%) e Crohn’s disease (6%) le diagnosi più comuni 2 1 Hindryckx, et al. Gastrointest Endosc Pennazio et al. Gastroenterology 2004;126:643–653

27 Sanguinamento oscuro 27 Scoperte significative alla CE: Sanguinamento in corso (14) Erosioni/ulcerazioni (13) Angiodisplasia (22) Tumori (2) Stenosi ulcerate (1) Malformazioni venose (2) Abnormal mucosal pattern (1) La maggior parte delle lesioni localizzate a livello digiunale, fuori della portata dell’endoscopia

28 Sanguinamento oscuro 28 L’utilità di un esame con capsula negativa è simile a quello di un esame positivo Chami et al.Can J Gastroenterol 2007;21(9):

29 Sanguinamento oscuro 29 La CE ha portato a significative modifiche nella gestione in 33 dei 57 (58%) pazienti OGIB con scoperte alla videocapsula In pazienti con sanguinamento oscuro e risultati negativi all’endoscopia con capsula, la gestione conservativa senza ulteriori accertamenti è sicura de Graaf et al. Dig Liver Dis 2008.

30 Sanguinamento oscuro Poiché la CE ha un NPV elevato ( Pennazio et al 2004) per lesioni del tenue significative, essa evita indagini invasive del tenue non necessarie, da cui possono scaturire complicanze e ritardi nel trattamento 30 Hindryckx et al. Gastrointest Endosc 2008.

31 Endoscopia con capsula o enteroscopia push come prima linea di indagine negli OGIB? L’enteroscopia push non ha rilevato lesioni rilevate dalla capsula in 26% dei pazienti Questo suggerisce che dovrebbe essere usata come metodo di esplorazione di prima linea nel sanguinamento intestinale 31 De Leusse et al. Gastroenterology 2007;132:

32 Morbo di Crohn 32

33 Morbo di Crohn  La diagnosi di morbo di Crohn non deve essere basata solo sull’aspetto all’esame con capsula  Un’endoscopia con capsula negativa ha un alto valore predittivo negativo per Morbo di Crohn attivo dell’intestino tenue.  La capsula è probabilmente superiore alla enterorisonanza e alla TAC con enteroclisi nella diagnosi di lesioni della mucosa compatibili con il Morbo di Crohn 33

34 CE vs. EnteroTAC (n=58 pts) CE rileva più lesioni prossimali Voderholzer et al. Gut 2005;54: Hara et al. Radiology 2006;238(1): exams

35 Enterorisonanza (n=18 pts) Golder et al. Int’l J of Colorectal Disease 2006;21(2): exams

36 Riassunto della resa incrementale (IY) della capsula rispetto ad altre metodiche per il Morbo di Crohn % IY for CE (95% CI) Total yield other modality (%) Total yield CE (%) 42 ( )2466vs. Radiografia del tenue 15 ( )4661vs. Ileoscopia 38 ( )3775vs. EnteroTAC 44 ( )751vs. Enteroscopia push 20 ( )4060vs. Enterorisonanza Triester et al. Am J Gastroenterol 2006;101:

37 Celiachia 37

38 Elevata resa diagnostica della capsula nella malattia celiaca refrattaria La concordanza sulla atrofia dei villi è maggiore che per l’endoscopia  “SB CE may play a key role in the diagnostic work-up of patients with symptomatic and follow-up of non-responsive Celiac Disease” Barret et al, AJG 2012; Barret et al, UEGW 2012

39  L’abbinamento della capsula con enteroscopia e polipectomia a doppio pallone offre un metodo ideale per il follow-up e il trattamento di questi pazienti, evitando, se possibile, la chirurgia. 39 Sospetti tumori dell’intestino tenue e sorveglianza nei pazienti con poliposi

40 Ritenzione 40 DEFINIZIONE: Permanenza della capsula nel tratto digestivo per più di 2 settimane e mancata espulsione della stessa senza l’esecuzione di interventi chirurgici, endoscopici o medici.

41 Ritenzione 41 Fattori di rischio:  Uso prolungato di FANS  Danno da radiazioni  Malattia di Crohn nota  Pregressa chirurgia addominale  Sospetta ischemia mesenterica

42 42 Cappuccio Nucleo di Lattosio e Bario Sensore RFID Finestra di esposizione Involucro in Parilene 12mm Given ® Patency System Soluzione:

43  Progettato per dissolversi spontaneamente dopo 40 h (si disintegra completamente dopo ore)  Ha un’anima radiopaca, un timer e un tag RFID  Può essere rilevata mediante radiografia o un apposito dispositivo  Ridotta possibilità di causare ostruzioni 43 Given ® Patency System

44 44 Sensore RFID Given ® Patency System

45 45 Given ® Patency System

46 Indicazioni PillCam Colon  Colonscopie incomplete o controindicate  FAP  Pazienti che rifiutano la colonscopia tradizionale  FDA – Febbraio PillCam COLON2

47 47 Colonscopia PillCam COLON2 Tumore > 10 mm nel retto-sigma Tumore > 10 mm nei pressi della flessura di destra


Scaricare ppt "Videocapsula Endoscopica 1. 2 L’intestino tenue Buco nero dell’endoscopia."

Presentazioni simili


Annunci Google