La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mappa. Il Sacro monte di Varese fa parte dei nove sacro monti del Piemonte e della Lombardia. È luogo di pellegrinaggio sin dal Medioevo per la chiesa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mappa. Il Sacro monte di Varese fa parte dei nove sacro monti del Piemonte e della Lombardia. È luogo di pellegrinaggio sin dal Medioevo per la chiesa."— Transcript della presentazione:

1 mappa

2 Il Sacro monte di Varese fa parte dei nove sacro monti del Piemonte e della Lombardia. È luogo di pellegrinaggio sin dal Medioevo per la chiesa di Santa Maria del Monte e poi per il monastero delle Romite Ambrosiane fondato nel Vista dalla città di Varese

3 Le cappelle del Sacro Monte sono distribuite in modo omogeneo sul territorio della riserva, sono quindici, tutte rappresentano momenti differenti della Bibbia…

4 La prima pietra fu posta il 25 marzo 1605, quando iniziarono i lavori della Via Sacra e la costruzione venne conclusa nel Vi si contempla il mistero Gaudioso dell'annuncio a Maria. La Madonna è ritratta nella sua casa, in preghiera, circondata dagli oggetti di uso quotidiano, nell'atto di ricevere il messaggio dell'Angelo. Alla decorazione in pietra della Prima Cappella lavorò Mastro Pietro Martire della Torre da Desenzano. Il restauro integrale della Cappella è stato terminato nel 1993.

5 Fu costruita a partire dal 1605 e terminata entro il E' posta parallelamente alla Via Sacra per il lato maggiore, all'esterno del viale, su un alto basamento. La posizione laterale e l'addossamento all'edificio del pronao, che fu arretrato rispetto all'idea originaria, permettono una visione piena della Terza Cappella. Rappresenta la visita della Madonna alla cugina Elisabetta che porta in grembo Giovanni il Battista. Il restauro globale è terminato nel 1987.

6 Vi si contempla il mistero della natività di Cristo. Nonostante le scarse notizie storiche sulla costruzione, si sa che la Cappella era ultimata nel Nel 1922 gli affreschi interni furono restaurati ed integrati da Gerolamo Poloni, con pesanti interventi pittorici "a fresco" che in qualche caso hanno distrutto le tracce originarie. Il dipinto della parete esterna alla Cappella, rappresentante la "Fuga in Egitto", è opera di Renato Gattuso. Fu dipinto nel 1983 in luogo del precedente affresco di Carlo Francesco Nuvolone, di analogo soggetto, perso a causa di un errore di costruzione del muro. La Cappella è stata globalmente restaurata nel 1983.

7 Rappresenta il mistero della presentazione di Gesù al Tempio, al cospetto del Sacerdote Simeone. La Cappella si trova in una posizione molto aperta, proiettata sull'ampio paesaggio della pianura ed inquadrata da una folta vegetazione. La sua costruzione, terminata nel 1618 tranne che per la copertura, compiuta entro il 1621, fu effettuata grazie al contributo della famiglia milanese degli Omodei. Le statue furono ridipinte per l'ultima volta nel 1919/1920 da Riccardo Donati di Fogliaro. L'intero complesso è stato poi globalmente restaurato nel 1987

8 E' la Cappella più monumentale ed imponente della Via Sacra. Rappresenta il Tempio di Gerusalemme nel quale Gesù disputò con i Dottori. Si erge in cima alla ripida e rettilinea salita del tratto di viale dopo la quarta Cappella.La posa della prima pietra avvenne il 24 maggio 1607, giorno della Ascensione, alla presenza del Vescovo di Como Filippo Archinti. La costruzione si protrasse a lungo e la Cappella venne terminata solo nel Dopo restauri parziali avvenuti negli anni '20 e negli anni '60, la Cappella è stata restaurata globalmente nel 1992.

9 Vi si contempla il primo Mistero Doloroso, l'orazione di Gesù nell'orto di Getsemani. Sono molto scarse le notizie storiche riguardo la sua costruzione. L'unica notizia è del 1606 quando fu stesa la convenzione per la fornitura dei mattoni. La Cappella sorge verso la vallata del torrente Vellone ed è rivolta a Settentrione, a sottolineare il carattere notturno della scena. Le finestre sono state disposte in modo che la luce che entra centralmente schivi la scena dell'orazione, mentre le aperture laterali convogliano una luce crepuscolare sulla sinistra figura di Giuda. La Cappella è stata globalmente restaurata nel 1988.

10 Rappresenta il Mistero della Flagellazione. La Cappella è posta su un terreno sopraelevato rispetto al Viale che gira ai suoi piedi, in una posizione panoramica verso la pianura. Fu costruita in breve tempo tra il 1606 e il 1609, grazie all'intervento di Francesco e Gerolamo Litta che si assunsero l'onere della realizzazione. I Litta sono ricordati dallo stemma di famiglia che campeggia sul frontone, dalle statue dei rispettivi santi protettori e, negli affreschi all'interno, nella rappresentazione dei due fratelli inginocchiati. Gli affreschi vennero restaurati in parte nel 1930 ed in parte nel 1962 mentre la Cappella è stata restaurata globalmente nel 1988.

11 Vi si contempla Cristo incoronato di spine nel cortile del Pretorio di Pilato. La Cappella è accostata al fianco della montagna, sul lato destro della Via Sacra ed offre, durante la salita, la sua veduta laterale. La costruzione era compiuta nel La Cappella è stata restaurata globalmente nel L'inaugurazione dei restauri si è celebrata il giorno 25 Marzo, nell'anniversario dell'inizio dei lavori della Fabbrica del Rosario.

12 La Cappella ha forma di rettangolo allungato, per rappresentare all'interno un tratto di strada che conduce al Calvario. E' posta parallelamente al lato destro del Viale, in cima ad una scalinata. La costruzione venne compiuta entro il 1623, ma venne rimaneggiata nel 1682 quando si realizzò la scalinata a valle. La Cappella è stata restaurata nel L'inaugurazione dei restauri è stata celebrata il 25 Marzo 1986 con quella della ottava Cappella.

13 Rappresenta l'ultimo mistero doloroso, la scena grandiosa della Crocefissione di Gesù sul Golgota. E' l'edificio più vasto della Via Sacra ma,esternamente, non appare imponente, mantenendo la massima semplicità di linee. La Cappella è posta di fronte al verso della salita, lievemente ruotata verso destra, per sviare l'occhio in direzione del cammino, verso i misteri Gloriosi. La sua costruzione era ultimata nel Negli anni '20 subì pesanti restauri degli affreschi e delle statue, di cui fu anche cambiata la disposizione. E' stata restaurata globalmente nel 1985.

14 Vi si contempla il mistero della Resurrezione di Cristo. La Cappella risulta terminata, nella sua parte architettonica, nel E' posta sulla sinistra della Via Sacra, con il prospetto rivolto a mezzogiorno, per cogliere la massima luminosità che sottolinei la Resurrezione. Secondo alcuni, le fondamenta poggiano sulle mura di una torre romana; infatti, durante gli scavi, furono rinvenute numerose ossa frammiste a carboni, forse residui delle lotte contro gli Ariani. La Cappella è stata globalmente restaurata nel 1991.

15 Rappresenta il mistero Glorioso della Ascensione di Gesù al cielo. La costruzione fu iniziata nel Giugno del 1624 e terminata prima del 1633, con il contributo della famiglia Carcano che donò scudi. La Cappella si trova in posizione elevata rispetto alla pianura sottostante, a simboleggiare l'ascesi. Uno spazioso panorama si può godere dalla balconata semicircolare che la circonda. La Cappella è stata globalmente restaurata nel 1989.

16 Rappresenta il mistero della discesa dello Spirito Santo. La costruzione della parte muraria fu terminata nel 1623 ma i lavori di rifinitura vennero poi sospesi per mancanza di fondi. In seguito un legato di scudi da parte di un certo Giovanni Angelo Annoni permise la ripresa dei lavori che terminarono, con la realizzazione del lanternino, nel La Cappella subì interventi di restauro nel 1922 durante i quali il prof. Pogliaghi realizzò il pavimento in marmo. La Cappella è stata poi globalmente restaurata nel 1990.

17 Vi si contempla il mistero della assunzione in cielo della Vergine Maria. Dai documenti dell'epoca la Cappella risulta compiuta nel 1610.Più tardi, dal 1681 al 1696, furono eseguiti lavori di sistemazione, sotto la guida dell'ingegner Giulio Buzzi, che comportarono la sostituzione della copertura in rame danneggiata dai fulmini. La Cappella si erge in cima ad una scalinata alla destra della Via Sacra. E' stata restaurata globalmente nel 1990.

18 Alla quindicesima Cappella che è rappresentata all'interno del Santuario, si giunge, percorrendo l'ultimo tratto della Via Sacra che, oltrepassata la Fontana del Mosè, con due ampi tornanti entra nel Borgo e raggiunge l'entrata orientale del Santuario. Il quinto Mistero Gaudioso si contempla sull'Altare Maggiore. L'altare marmoreo, di stile barocco, fu offerto dai Conti Simonetta di Milano, devoti del Santuario, nel Le figure e gli ornati che lo arricchiscono sono opera di Giuseppe Rusnati. Il paliotto dell'altare fu invece eseguito da Ludovico Pogliaghi nel 1894.

19 All’interno del Sacro Monte di Varese possiamo trovare altri “monumenti” e sculture differenti dalle cappelle

20 Chiesa dell’Immacolata Arco del Rosario Fontana della Samaritana Arco di S. Carlo

21 Arco di S. Ambrogio Fontana del Mosè Inoltre troviamo anche il Monastero Romite, la Torre degli Ariani, la cappella Fallada, il Castefanone e la Pedrera.

22 Lavoro realizzato dalle mitiche Sofia Cairo e Corinna Gualdi con il supporto di Erica Avondo e Giulia Masto


Scaricare ppt "Mappa. Il Sacro monte di Varese fa parte dei nove sacro monti del Piemonte e della Lombardia. È luogo di pellegrinaggio sin dal Medioevo per la chiesa."

Presentazioni simili


Annunci Google