La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’osservatorio della rete contro la violenza a Bolzano Terzo anno di attività 2014 Maura Misiti, IRPPS-CNR elaborazioni a cura di Marcella Prosperi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’osservatorio della rete contro la violenza a Bolzano Terzo anno di attività 2014 Maura Misiti, IRPPS-CNR elaborazioni a cura di Marcella Prosperi."— Transcript della presentazione:

1 L’osservatorio della rete contro la violenza a Bolzano Terzo anno di attività 2014 Maura Misiti, IRPPS-CNR elaborazioni a cura di Marcella Prosperi

2 Come è andata nel 2014

3 2014 Servizio compilante Valore assoluto% Casa Alloggi Protetti 95,8 Consultorio (Aied, Arca, Kolbe) 21,3 Centro di salute mentale, comprensorio sanitario 1912,3 Distretto sociale 53,2 Privato sociale per le donne 2314,9 Gea, Centro d'ascolto antiviolenza 7246,8 Questura di Bolzano 2113,6 SIIS +PPEE 31,9 Totale

4 Le donne - chi sono Residenti a BZ anni Istruzione media coniugate Le straniere dell’est EU

5 Cosa è cambiato rispetto al 2013  italiane (+8)  titolo medio- superiore (+7)  giovani (+4)  nubili (+3)  separate, divorziate e vedove (+3)  Occupate  Con autosufficienza economica  Coniugate  Età adulta  Età matura  donne provenienti dall’Africa (-8) e da altre aree di provenienza  donne con basso titolo di studio (- 7) Stabili le laureate intorno all’11% aumentano diminuiscono

6 Confronto con le donne residenti a Bolzano – le differenze Rispetto all’età: più donne giovani e adulte, meno donne mature Rispetto allo stato civile: più coniugate, separate, divorziate e vedove, meno nubili Rispetto al livello di istruzione: più titoli di studio medi (licenza media), meno titoli di studio basso, diplomate e laureate si attestano sui valori medi della popolazione Rispetto alla presenza di cittadine straniere: più presenza complessiva, in particolare donne provenienti dall’Est Europa e dall’Africa

7 Le condizioni di vita

8 Confronto Osservatorio Bolzano – Indagine F.R.A., 2014, % sul totale psicologicafisicastalkingeconomicasessuale Eu media Italia Bolzano Fonte : Violence against women survey, FRA, 2014, Osservatorio violenza comune di Bolzano 2014

9 La violenza – macro tipologie la violenza domestica è largamente prevalente (76%). Al secondo posto lo stalking all’11% le aggressioni occasionali per il 7% sfruttamento sessuale e lavorativo raggiungono 6,3% Gli episodi di mobbing sono invece progressivamente diminuiti, dal 2012, dove contavano per il 5% del totale, fino a scomparire nel 2014.

10 Tipologie frequenza % delle risposte % dei casi Violenza fisica Violenza sessuale Violenza psicologica Violenza economica Stalking / atti persecutori Molestie3 12 Mutilazioni genitali0 0,0 Matrimonio forzato1 0,30,6 Totale (casi 154) ,0226,0

11 Tipologie frequenti Violenza domestica Fisicaeconomicapsicologica

12 Tipologie frequenti stalkingFisicapsicologica

13 Innesco violenza Nascita gravidanza Matrimonio Divorzio separazione Infanzia adolescen za

14 Violenza psicologica- profilo delle donne vittime Adulte sposate scuola medio alta Origine est europa GEA CSM PRIVATO SOCIALE Nascita gravidanza

15 Violenza fisica – profilo delle donne vittime Giovani e mature Sposate Istruzione medio bassa Disoccupate Est eu / africa No autonomia di movimento Questura, CSM, Gea

16 Stalking- profilo delle donne vittime giovani Separate divorziate nubili Italiane est eu Separazione e divorzio Questura, CSM, privato sociale

17 Durata

18 Gli autori – chi sono Adulti tra i 30 e i 45 anni (aumentano i giovani) Italiani Europa est africa Licenza media (aumentano i laureati) Coniuge, fidanzato,partner :52% economica, fisica, psicologica, giovane e adulto, italiano, titolo medio superiore Ex partner 21% atti persecutori su donne separate o divorziate, di età adulta italiano, dipendenze e problemi di disagio psichico Parente 17% aggressioni occasionali e/o sfruttamento sessuale e lavorativo abusi di natura fisica e/o sessuale su donne giovani, nubili o separate/divorziate, minori

19 I fattori “collaterali” Alcolista 20 Tossicodipendente 10 Problematiche sociali 11 Diagniosi psichiatrica 1 Senza problematiche 49

20 La violenza assistita 63% i minori conviventi Sono figli/e 66% subisce violenza assistita 12% violenza diretta Stesso maltrattante della madre violenza psicologica, fisica

21 Il contatto con la rete

22 Il primo aiuto Alle forze dell’ordine, alle amiche o agli amici e ai servizi sociali Resta invariata la quota di donne che si sono rivolte direttamente al servizio, senza chiedere aiuto a nessuno al centro antiviolenza Aumenta il ricorso all’avvocato e ai genitori, ai servizi ospedalieri, ai consultori e ai parenti e al servizio psicologico si incrementa il ruolo dei servizi psicologici privati, di quelli dei reparti psichiatrici ospedalieri e del privato sociale

23 All’interno della rete Prima richiesta di aiuto Servizio compilante Servizi sociali Gea, Centro d'ascolto antiviolenza, Privato sociale Amici, amiche Gea, Centro d'ascolto antiviolenza Questura di Bolzano FFOO Gea, Centro d'ascolto antiviolenza Consultorio Gea, Centro d'ascolto antiviolenza, Questura di Bolzano Servizi ospedalieri Gea, Centro d'ascolto antiviolenza Casa delle donne, Alloggi protetti Gea, Centro d'ascolto antiviolenza nessuno Gea, Centro d'ascolto antiviolenza, CSM, Questura Genitori Gea, Centro d'ascolto antiviolenza Servizi psicologi privati, altro CSM, Questura di Bolzano

24 Le denunce Circa due donne su cinque hanno inoltrato una denuncia relativa alla violenza subita E’ un dato in crescita costante nei tre anni di Osservatorio, che conferma una attitudine specifica al ricorso alla denuncia delle donne che hanno subito violenza Sono aumentate le segnalazioni alla Procura presso il Tribunale ordinario Diminuiscono quelle al Tribunale dei minorenni Osserviamo una maggiore attitudine a sporgere denuncia delle vittime di stalking, di violenza fisica e sessuale, mentre maggiori difficoltà emergono per le denunce per violenza economica e soprattutto psicologica.

25 Una sintesi con la cluster analisys psicologica economica fisica marito, compagno, fidanzato Vive con il partner e i figli Sposata o convivente 30 a 45 anni Gravidanza o nascita Gea Violenza Sessuale Parente Amico Conoscente Vive in casa con i genitori Nubile Meno di 30 anni Stalking Ex – marito compagno fidanzato sconosciuto collega protettore Separata divorziata nubile Italiana La Strada LA PERSECUZIONE (94 )

26 Grazie A tutte e tutti per il lavoro svolto


Scaricare ppt "L’osservatorio della rete contro la violenza a Bolzano Terzo anno di attività 2014 Maura Misiti, IRPPS-CNR elaborazioni a cura di Marcella Prosperi."

Presentazioni simili


Annunci Google