La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SCUOLA SI FERMA E CHIEDE IL RINNOVO DEL CONTRATTO 117 assemblee in 117 scuole 7 OTTOBRE 2014 RSU E PERSONALE DELLA SCUOLA COORDINANO LE ASSEMBLEE PER.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SCUOLA SI FERMA E CHIEDE IL RINNOVO DEL CONTRATTO 117 assemblee in 117 scuole 7 OTTOBRE 2014 RSU E PERSONALE DELLA SCUOLA COORDINANO LE ASSEMBLEE PER."— Transcript della presentazione:

1 LA SCUOLA SI FERMA E CHIEDE IL RINNOVO DEL CONTRATTO 117 assemblee in 117 scuole 7 OTTOBRE 2014 RSU E PERSONALE DELLA SCUOLA COORDINANO LE ASSEMBLEE PER DIFENDERE GLI SCATTI DI ANZIANITA’ E OTTENERE IL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

2 BLOCCHIAMO TUTTE LE SCUOLE VICENTINE PER 1 ORA SE TUTTI I LAVORATORI DELLA SCUOLA PARTECIPANO ALLE ASSEMBLEE D’ISTITUTO FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE PER CHIEDERE IL CONFRONTO E L’APERTURA DEL TAVOLO DI TRATTATIVE SUL CONTRATTO NAZIONALE Ai risultati della consultazione on line del documento «la buona scuola» i lavoratori della scuola presenteranno il gran numero di firme raccolte per riaprire il contratto 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINASI FERMA

3 FIRMA «#sbloccacontratto» per rispondere all’emergenza salariale… L’ultimo contratto nazionale risale al L’ultimo contratto nazionale di lavoro che ha rinnovato sia la parte economica che quella normativa risale al è stato bloccato, fino al 2014 Il rinnovo doveva avvenire nel 2010 ma è stato bloccato, prima dal governo Berlusconi poi da quello LETTA, fino al 2014 Dal 2008 ad oggi si stima la perdita di retribuzione di circa € per i docenti e di 6.000€ per ATA 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

4 FIRMA «#sbloccacontratto» Il rischio grave è quello di un ulteriore slittamento del rinnovo contrattuale per i lavoratori della scuola per tutto il 2015 e forse fino al 2018 compreso (vedi documento «#la buona scuola» e prossima legge di stabilità) L’ulteriore blocco contrattuale e degli scatti stipendiali, secondo un calcolo attuale posto in essere da ARAN, comporta la perdita di potere d’acquisto, di un docente di media anzianità di servizio, di € annui, circa il 5,8% annuo del valore stipendiale 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

5 FIRMA «#sbloccacontratto» Il costo della vita è cresciuto, erodendo il potere d’acquisto dei nostri stipendi E’ indispensabile il rinnovo del contratto nazionale di lavoro per adattare le retribuzioni alla scuola reale L’OCSE registra che gli stipendi dei docenti italiani sono sotto la media rispetto a quello dei colleghi dei 37 paesi maggiormente sviluppati socialmente ed economicamente 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

6 LA SCUOLA ITALIANA È STATA INGENTEMENTE PRIVATA DI RISORSE LA SCUOLA ITALIANA È STATA INGENTEMENTE PRIVATA DI RISORSE  La tabella EUROSTAT ci vede al penultimo posto tra i Paesi europei per % delle spese per l’istruzione il «mantra» della razionalizzazione e contenimento della spesa pubblica  Dal 2008 ad oggi il «mantra» della razionalizzazione e contenimento della spesa pubblica ha comportato: Un taglio lineare di 8 miliardi di euro con la riduzione di posti di lavoro; Oltre 10 anni si blocco del turnover e dei pensionamenti; Un esercito di precari senza certezze e tutele; Riforme fatte in fretta e male … NESSUN NUOVO INVESTIMENTO NELLA SCUOLA NONOSTANTE CIÒ NESSUN NUOVO INVESTIMENTO NELLA SCUOLA 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

7 FIRMA «#sbloccacontratto» RETRIBUZIONI FERME PER TUTTI FINO AL 2019!!! ADDIO AGLI SCATTI D’ANZIANITÀ Il governo annuncia non solo il blocco del contratto ma anche degli aumenti per scatti d’anzianità. Ipotizza «SCATTI DI MERITO», che comunque partirebbero solo dopo il 2018, finanziati AZZERANDO quelli di anzianità. Dietro alla PROGRESSIONE DI CARRIERA PER MERITO si cela un vero e proprio risparmio di risorse da parte dello stato. Un meccanismo di riduzione secca degli stipendi del personale docente ed ATA CHE PER IL TRIENNIO VA OLTRE UN MILIARDO NESSUNA NUOVA RISORSA 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

8 « #Nobloccoscattianzianità» Dal 2011 al 2013 gli scatti d’anzianità sono stati pagati con i fondi della scuola destinati ai compensi per attività aggiuntive dei lavoratori, il MOF (fondo per il miglioramento dell’offerta formativa) sfiorava 1 miliardo e mezzo nel 2011 e per l’anno prossimo sarà 642 milioni di euro, MENO DELLA META’ Tagliati i compensi accessori per i lavoratori e i finanziamenti per l’arricchimento dell’offerta formativa 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

9 FIRMA «#sbloccacontratto» Perché la scuola è cambiata! Quel contratto fa riferimento ad una scuola che, dopo i ripetuti interventi di vari governi, non esiste più. A causa delle «riforme», dell’aumento degli alunni per classe, delle molestie burocratiche e del decentramento… Sono AUMENTATI I CARICHI DI LAVORO per tutti i profili professionali Sono SORTE nuove e maggiori RESPONSABILITA’ È aumentata la complessità del contesto Calate dall’alto senza risorse aggiuntive e formazione, senza nessun confronto con la categoria: il riordino della scuola primaria e primo ciclo, degli istituti tecnici, professionali, nonché dei licei, la ridefinizione dei centri provinciali degli adulti (CPIA) e contemporaneamente la demateralizzazione, la normativa BES e DSA, cittadinanza e costituzione….. 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

10 FIRMA «#sbloccacontratto» Per rinnovare la parte normativa E’ indispensabile il rinnovo del contratto nazionale di lavoro per adattare la parte normativa alla scuola attuale che è cambiata NON E’ ACCETTABILE REGOLARE PER LEGGE IL RAPPORTO DI LAVORO DIRITTI, DOVERI, ORARIO, SALARIO, VALUTAZIONE, TRASFERIMENTI ED UTILIZZAZIONI DEL PERSONALE QUESTE SONO MATERIE CONTRATTUALI E’ UN VERO E PROPRIO ESPROPRIO DELLE ATTUALI PREROGATIVE DELLE RELAZIONI SINDACALI 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

11 FIRMA «#sbloccacontratto» Non è accettabile il rinnovo contrattuale della sola parte normativa su cui c’è piena ed unica disponibilità da parte del governo per inserire l’incremento orario dei lavoratori della scuola!!! (abbiamo già assistito al tentativo del governo MONTI di aumento dell’orario d’aula da 18 a 24 ore per i docenti della scuola secondaria e in previsione sarà richiesta a tutti maggior produttività….) Non è così che si valorizza la scuola, non è contro i lavoratori che si costruisce una buona scuola per far crescere il paese (I dati OCSE dimostrano che l’orario d’aula dei docenti italiani è nella media di quello dei nostri colleghi europei) Bisogna fare chiarezza sull’effettivo orario di lavoro che non è solo d’aula…. 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

12 FIRMA «#sbloccacontratto» Per aprire il confronto con chi rappresenta i lavoratori... Al momento il governo non ha previsto alcun incontro con il sindacato NON E’ IMMAGINABILE: IL BLOCCO DEL CONTRATTO E DEGLI SCATTI D’ANZIANITA’; IL MANCATO AUMENTO RETRIBUTIVO E LA DEFINIZIONE PER LEGGE DEL RAPPORTO DI LAVORO I lavoratori della scuola sono cittadini e non sudditi: diritti e doveri vanno regolati per contratto CHIEDIAMO UN CONFRONTO SERRATO E TRASPARENTE PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA

13 LA SCUOLA SI FERMA E CHIEDE IL RINNOVO DEL CONTRATTO assemblee in tutte le scuole A FINE OTTOBRE NUOVE ASSEMBLEE PER DISCUTERE DEL MERITO DELLE PROPOSTE DEL GOVERNO E DELLA SITUAZIONE POLITICO SINDACALE 7 OTTOBRE LA SCUOLA VICENTINA SI FERMA


Scaricare ppt "LA SCUOLA SI FERMA E CHIEDE IL RINNOVO DEL CONTRATTO 117 assemblee in 117 scuole 7 OTTOBRE 2014 RSU E PERSONALE DELLA SCUOLA COORDINANO LE ASSEMBLEE PER."

Presentazioni simili


Annunci Google