La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’ALTRO DOLORE BAMBINI E ADOLESCENTI IN CONFLITTO:QUANDO I GENITORI SI SEPARANO Dott.Patrizia Elli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’ALTRO DOLORE BAMBINI E ADOLESCENTI IN CONFLITTO:QUANDO I GENITORI SI SEPARANO Dott.Patrizia Elli."— Transcript della presentazione:

1 L’ALTRO DOLORE BAMBINI E ADOLESCENTI IN CONFLITTO:QUANDO I GENITORI SI SEPARANO Dott.Patrizia Elli

2 DIMENSIONI DEL PROBLEMA ISTAT: risultati di rilevazioni su separazioni e divorzi presso 165 cancellerie di tribunali civili (procedimento concluso dal punto di vista giudiziario nell’anno di riferimento)

3 Dimensione del problema  SEPARAZIONI:  DIVORZI: (dati ISTAT 2014) (dati ISTAT 2014)  SEPARAZIONI: - 0,6 % rispetto al 2011  DIVORZI: - 4,6% rispetto al 2011 (dati ISTAT 2014) (dati ISTAT 2014)

4 FIGLI COINVOLTI  SEPARAZIONI: ,3%  DIVORZI: ,2% MINORI  SEPARAZIONI:  DIVORZI: (DATI ISTAT 2014) (DATI ISTAT 2014)

5 DIVORZI E SEPARAZIONI anni (ISTAT 2014) Separazioni Valori assoluti Variazione rispetto all'anno precedente % 3,42,12,60,7-0,6 Divorzi Valori assoluti Variazione rispetto all'anno precedente% 7,30,2-0,6-0,7-4,6

6 E negli ambulatori? Sappiamo sempre come stanno le famiglie che seguiamo?

7 APRIAMO GLI OCCHI (noi per aiutare i genitori a vedere ciò che non riescono a vedere) DA … A …

8 Bilanci di salute  Rallentamento crescita staturo/ ponderale  Ritardo sviluppo tappe neuro motorie  Disturbi del sonno e alimentazione  Comparsa di iperattività, disagio scolastico  Segni di incuria

9 Richieste di visite …  Inappetenza, insonnia, astenia, cefalea, disturbi gastrointestinali  Riacutizzazione di patologie già esistenti (asma, eczema …)  bambini che non obbediscono, non tengono, hanno regressioni,vanno male a scuola  Ricomparsa di enuresi,balbuzie,tic

10 SINTOMI EMOTIVO- COMPORTAMENTALI: Rabbia Paura insonnia Astenia

11 CON LA VISITA MEDICA  ASCOLTO (anamnesi)  VISITO (es. obbiettivo)  DEFINISCO IL DOLORE (nocicettivo, somatoforme…)  MISURO IL DOLORE

12 Con la VISITA MEDICA mi occupo della tua salute e prendo in considerazione le tue paure L’assenza di malattia non vuol dire fingere, non vuol dire non avere niente

13 LA PRESA IN CARICO OBBIETTIVO OBBIETTIVO sostenere la famiglia tutelando in primo luogo la salute del bambino

14 Il medico … … tratta problemi di salute tratta problemi di salute nella loro dimensione nella loro dimensione fisica, psicologica, sociale, culturale ed esistenziale … ( definizione di medico di base Wonca 2006) ( definizione di medico di base Wonca 2006)

15 Il codice deontologico Dovere del medico sono la tutela della vita, della salute fisica e psichica, Il trattamento del dolore e il sollievo dalla sofferenza.... (Codice deontologico 2014 – Titolo II art. 3)

16  …considerando il tempo della comunicazione tempo di cura (Titolo III art. 20)  Il medico tutela il minore vittima di qualsiasi abuso o violenza… ( Titolo III art.32)

17 A MILANO, NEL 2008 La Procura ha rinviato a giudizio una coppia di genitori in fase di separazione per maltrattamenti nei confronti del figlio dodicenne: i continui litigi avrebbero causato al bambino una sofferenza psicologica, una sindrome ansioso-depressiva con problemi di concentrazione e ritardo nell’apprendimento scolastico.

18 Maltrattamento psicologico Comunicazione aggressiva/possessiva indirizzata sul bambino,non limitata a situazioni contingenti o transitorie,ma adottata come comportamento prevalente; ipoaffettività, disaffettività, ecc. anche situazioni di separazione conflittuale in cui i minori sono palesemente strumentalizzati dai genitori con evidenti e rilevabili effetti sul loro equilibrio emotivo

19 Ascoltare il bambino e i genitori

20 Quando il genitore medicalizza il problema

21 Quando il genitore non vede il problema Quando il genitore non vede il problema … “…certo, loro non hanno la colite come gli adulti!”. “Perché no?” ” “loro non hanno problemi,non hanno lo stress di noi adulti!”

22 Ho bisogno di parlarle perché …  siamo in un momento di crisi e …  sono per i miei figli …  sono preoccupata per i miei figli …  non so come comportarmi …

23  Cosa la preoccupa  Cosa è stato detto al b.no  Cosa è già stato fatto  Cosa si pensa di fare

24 QUALCHE SUGGERIMENTO (Quadrino S.“Qualche consiglio per sbagliare meno! I genitori si separano…e il pediatra che dice?)  Riflettere insieme sulle reazioni dei bambini  Ricercare il miglior accordo possibile:al bambino servono una mamma e un papà  Poche parole. Cosa cambierà nell’immediato e cosa sta succedendo

25  Consentire il dolore  Non trasformare i figli in consolatori  Non tutto quello che succede è conseguenza della separazione  Ampliare la rete  Non è colpa loro!

26 VARIABILI PER GLI EFFETTI DELLA SEPARAZIONE  ETA’ DEL BAMBINO  PRESENZA O MENO DI FRATELLI  CARATTERE  PRESENZA DI ALTRE FIGURE PARENTALI

27  I bambini piccoli (<3 anni) non sembrano vivere l ‘evento in modo traumatico se c’è una figura di riferimento rassicurante  3-6 anni: la conflittualità e le incertezze affettive pongono in forse la sicurezza personale  Paura per la sopravvivenza può sovrastare gli altri interessi (v. calo rendimento)

28 NON SIAMO SOLI NON LASCIAMOLI SOLI Non dobbiamo dare risposte subito e non possiamo fare tutto da soli: esistono altri professionisti con i quali ci integriamo

29 Conoscere le risorse disponibili  Consultori familiari  Psicologi  Mediatori familiari  Assistenti sociali  Iniziative presenti sul territorio

30 Chi fa che cosa Chi fa che cosa  Il pediatra dovrebbe trovare un canale di comunicazione con i servizi territoriali in modo da poterli utilizzare al meglio.  La collaborazione deve essere imperniata sulla condivisione del metodo, sulla trasparenza dell’informazione e sulla condivisione delle strategie e degli obiettivi.

31 COMUNICARE CON I SEVIZI TERRITORIALI  Rinforza i messaggi e le indicazioni  Riduce il rischio di manipolazione

32 Con l’obbiettivo di Far sentire al bambino e alla famiglia che non li abbiamo “ ”ma “” che non li abbiamo “ scaricati ”ma “affidati” a specialisti con i quali lavoriamo per aiutarli Con l’obbiettivo di …

33 COSA CI IMPEDISCE DI FARE MEGLIO ?  FORMAZIONE INADEGUATA  DISOMOGENEITA’ DELLE RISORSE  ASSENZA DI PERCORSI FACILITATI  DIFFICOLTA’ DI COORDINAMENTO

34 GRAZIE! DOTT.PATRIZIA ELLI

35  Tognoni A. Il consenso informato del minore.Aspetti generali e pratici. Quaderni acp 2013;20(2):84-7.  Tanner JL. Parental Separation and Divorce:Can We Provide an Ounce of Prevention?Pediatrics 2002;110:  Tognoni A.Ascolto del minore in sede civile nei procedimenti di separazione e divorzio. Quaderni acp 2012;19(3):   Quadrino S, Gangemi M. Meglio tenersi fuori dai giochi di famiglia. Occhio Clinico Pediatria 1998;8:33-5.  Elli P.,Pirola A.,Zanetto F. Bambini e genitori in conflitto. Una proposta di formazione multidisciplinare. Quaderni acp 2012;19(6):


Scaricare ppt "L’ALTRO DOLORE BAMBINI E ADOLESCENTI IN CONFLITTO:QUANDO I GENITORI SI SEPARANO Dott.Patrizia Elli."

Presentazioni simili


Annunci Google