La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Livorno 24 giugno 2010 Strumenti per la cooperazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Livorno 24 giugno 2010 Strumenti per la cooperazione."— Transcript della presentazione:

1 Livorno 24 giugno 2010 Strumenti per la cooperazione

2 Anni ’70-’80 Ucodep opera come associazione di volontariato usando prevalentemente fondi privati e sviluppa alcuni elementi centrali della sua identità Ucodep si trasforma progressivamente in un’impresa sociale, basata sul lavoro professionale e l’impiego di fondi sia pubblici che privati Aumenta fortemente il numero di progetti e delle risorse gestite e risulta pertanto necessaria una sempre maggior professionalità, caratterizzata da un’attenzione alle risorse gestite e più in generale da una tensione verso la ricerca dell’efficienza e della qualità del proprio operare E’ in questi anni che si va caratterizzando fortemente anche l’identità di Ucodep oggi La storia

3

4 Siamo una confederazione di 15 organizzazioni che lavorano insieme, con i loro partner e alleati nel mondo, per rendere possibile il cambiamento perché “crediamo che sia possibile sradicare l’ingiustizia e la povertà, all’interno di un vasto movimento globale!” Lavoriamo direttamente con le comunità locali e cerchiamo di influenzare i decisori per assicurare alle comunità colpite dalla povertà di migliorare le proprie condizioni di vita e di poter prendere parte alle decisioni che le riguardano. I nostri valori: indipendente, laica, apartitica, fondata sui diritti umani Cosa facciamo: cooperazione allo sviluppo, interventi umanitari, attività di campaigning, advocay, ricerca commercio equo e solidale Oxfam International – un grande network per sradicare ingiustizia e povertà Siamo un’organizzazione non governativa italiana che da oltre 30 anni lavora con impegno, passione e responsabilità a livello nazionale e internazionale per sradicare ingiustizia e povertà. Lavoriamo a stretto contatto con le comunità locali per costruire insieme ai nostri partner e alleati un mondo in cui ogni persona, senza discriminazione, possa esercitare pienamente i propri diritti e crearsi un futuro dignitoso all’interno di una società pacifica, coesa e solidale. I nostri valori: giustizia, dignità umana, democrazia, solidarietà, impegno, sobrietà Cosa facciamo: progetti di sviluppo, interventi di azione umanitaria campagne di sensibilizzazione ed advocacy, commercio equo e solidale Ucodep – un impegno italiano da oltre 30 anni

5 Cosa facciamo insieme Lavoriamo a livello locale e internazionale convinti che solo la società civile internazionale può agire in modo determinante sulle scelte politiche globali Nel 2007 abbiamo aperto un Ufficio Campagne congiunto in vista del prossimo G8 italiano del 2009 che agisce per sensibilizzare la società civile sui temi della povertà e dell’ingiustizia globale e stimolare le istituzioni italiane adottare politiche e azioni che concorrano a garantire l'accesso alla salute, all'istruzione e all'acqua potabile a tutti nel mondo promuovere giustizia per le popolazioni colpite dalla crisi alimentare globale e dagli effetti del mutamento climatico. U

6 Un forte legame con il territorio, attraverso il coinvolgimento dei Governi locali e della società civile Un lavoro di rete, alleanze, partenariati duraturi e disseminazione, approccio partecipativo, reciprocità Un impegno per la promozione dello sviluppo locale nelle sue dimensioni: economica, sociale, istituzionale, ambientale, ecc. sia in Italia che all’estero Un lavoro fatto dalle persone, con le persone e per le persone (la dimensione dello sviluppo umano) –210 operatori (73 in Italia ed 17 espatriati estero e 120 personale locale) –80 soci e circa 300 volontari organizzati in 10 gruppi territoriali Bilancio di 11 Meuro Differenziazione dei finanziamenti Lavoriamo in 19 Paesi con 14 Uffici Ucodep aperti Ucodep: alcuni tratti distintivi

7 Alcune sfide-chiave per il partenariato Rafforzare la dimensione politica nella costruzione del partenariato Definire il ruolo dei vari attori e assicurare maggiore coerenza agli interventi Adottare un “approccio-processo” nella gestione del partenariato Investire nello sviluppo istituzionale

8 Elementi fondanti: Territorio e comunità A. Il Governo locale B. La Società civile C. Le Organizzazioni economiche D. Altri Siamo impegnati a costruire e sviluppare sistemi di relazione capaci di produrre cambiamento. Operiamo affinché le relazioni vedano (per lo meno) la presenza di A. e B.

9 Gli attori: Enti locali Soggetti rappresentativi di interessi generali, preposti al Governo di un territorio e della Comunità che ci vive. Se il loro ruolo è chiaramente individuato e strutturato all’interno di un partenariato, essi possono divenire formidabili animatori di sistemi di relazione, promotori di democrazia e partecipazione

10 Gli attori/società civile Costituisce l’anima di una Comunità organizzata su un territorio. Se capace di agire in forme aggregate, costituisce elemento decisivo in termini di autosviluppo, promozione sociale e culturale, partecipazione, ecc.

11 Principi e caratteristiche di un “buon” partenariato internazionale Dialogo politico tra pari Programmi e progetti comuni devono prendere in considerazione obiettivi e necessità dei diversi partner Uguaglianza di principio, pur con risorse e capacità diseguali –Principio di equità (priorità alle necessità del partner più debole) –Principio di reciprocità (responsabilità e impegni reciproci) –Criterio di coerenza (tra politiche di sviluppo, industriali, agricole, commerciali e migratorie)

12 Alcuni indicatori di partenariato Indicatori relativi alle politiche –L’azione si inserisce in un accordo istituzionale più ampio –Esistenza di un dialogo strutturato (sedi) –Esistenza di procedure di partenariato legate a tempi prestabiliti –Impegni al co-finanziamento da entrambi i lati –La cooperazione rispetta le 4 C Coerenza con le politiche di entrambi i partner Coordinamento con altri attori presenti Complementarità con altre azioni e programmi Concentrazione su alcune priorità condivise

13 Il partenariato: operare insieme per creare più valore aggiunto al nord e al sud A – l’importanza degli Enti locali nei partenariati: perché i progetti hanno bisogno dei Governi Locali? B – le motivazioni per gli Enti locali Perché gli Enti sono motivati a stare nei progetti?

14 Gli Enti locali sono attori centrali nei processi di decentramento e di partecipazione, protagonisti e testimoni di pratiche di buon governo a contatto con i cittadini. portatori della loro esperienza quotidiana di protagonisti dello sviluppo del loro territorio. Possono quindi giocare un ruolo centrale nella costruzione di partenariati fra territori del nord e del sud del mondo. depositari di importanti esperienze di gestione dei servizi al cittadino, da far conoscere e mettere a disposizione dei Partner nelle iniziative di aiuto allo sviluppo. A - Perché nei progetti c’è bisogno degli Enti locali? L’importanza degli Enti locali

15 B - Perché gli Enti sono motivati a stare nei progetti? Come rappresentanti degli interessi generali del loro territorio, promuovono: Occasioni di discussione e confronto sui temi nord sud, sui fattori di interdipendenza, lotta alla povertà e alle discriminazioni La proiezione internazionale del loro territorio, offrendo opportunità di internazionalizzazione dei soggetti economici Confronto di buone prassi Assicurano il ritorno sul loro territorio delle iniziative, alle quali partecipano ricercando la massima partecipazione di soggetti della società civile e dei settori economici: con iniziative di informazione, educazione e sensibilizzazione allo sviluppo umano con Comitati locali per la solidarietà, la cooperazione e la pace che animano il confronto culturale e educativo attraverso iniziative di coinvolgimento delle comunità migranti Le motivazioni degli Enti locali

16 Enti Locali/Ucodep Obiettivo comune n. 1 : migliorare la qualità degli apporti nei partenariati attraverso il coinvolgimento degli attori dei territori del nord e del sud Istituzioni locali: esperienza di governo del territorio e del suo sviluppo sostenibile Organizzazioni economiche : esperienza quotidiana di attori dello sviluppo Organizzazioni della società civile: partecipazione, cittadinanza attiva, solidarietà, lavoro volontario, aggregazione dei cittadini

17 Enti Locali/Ucodep Obiettivo comune n. 2 : svolgere attività di sensibilizzazione e informazione dei gruppi organizzati e dei cittadini di un determinato territorio Scuole: cultura di pace, della differenza e della solidarietà Associazioni del volontariato e della promozione culturale: definizione di un’agenda comune per l’aiuto al sud del mondo Famiglie e singoli cittadini: come possono contribuire con propri apporti

18 Alcune possibili attività degli Enti Locali Apporti in termini di esperienza quotidiana di gestione del territorio e di motori dello sviluppo locale Promozione e animazione della rete di attori locali (economici e no profit) sul tema dell’aiuto allo sviluppo Sensibilizzazione e informazione dei cittadini Sostegno della partecipazione dal basso a iniziative di aiuto allo sviluppo. Costruzione di partenariati trasnazionali

19 Cosa possiamo fare insieme Costruire alleanze e animare partenariati (anche trasnazionali) con territori del sud Facilitare la partecipazione ai progetti: 1.di settori operativi del Comune/Provincia, 2.di strutture e Centri di eccellenza del territorio Elaborare progetti su cui ricercare i finanziamenti Organizzare iniziative di coinvolgimento del volontariato (a livello comunale o intercomunale) Rafforzare Associazioni e Gruppi del territorio per sviluppare iniziative autonome di aiuto allo sviluppo Organizzare incontri di sensibilizzazione e informazione dei cittadini

20 Ucodep Budget AnnoAmmontare

21 Entrate Attività istituzionali Unione Europea ECHO Organizzazioni Internazionali Ministeri italiani Regioni e Enti Locali italiani Partners Privati e “corporate” Altri

22 Spese Benchmark Attività Istitutionali (mission) 88,76 %88,62 %> 70 % Costi Amministrativ 8,33 %9,81 %< 10% Fund raising e attività promozionali 2,50 %1,57 %< 15% Altri costi0 % < 5 %

23 Destinazioni Budget (2008)

24 PER DONAZIONI E ADOZIONI A DISTANZA: c/c postale n° numero verde CONTATTI - ITALIA Sede legale: Via Concino Concini, Arezzo T F Sedi operative: Via Masaccio, 6/a Arezzo Via Rossini, 20r Firenze Ufficio campagne Oxfam International e Ucodep Via Fogliano, Roma T F C.F Per donazioni: c/c postale qualit à responsabilit à trasparenza certificate ______________


Scaricare ppt "Livorno 24 giugno 2010 Strumenti per la cooperazione."

Presentazioni simili


Annunci Google