La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

POSIZIONE GEOGRAFICA CONFINI OROGRAFIA IDROGRAFIA FLORA FAUNA CLIMA ECONOMIA PROVINCE CURIOSITA’ AUTORI CLICCA SUI PULSANTI USCITA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "POSIZIONE GEOGRAFICA CONFINI OROGRAFIA IDROGRAFIA FLORA FAUNA CLIMA ECONOMIA PROVINCE CURIOSITA’ AUTORI CLICCA SUI PULSANTI USCITA."— Transcript della presentazione:

1

2 POSIZIONE GEOGRAFICA CONFINI OROGRAFIA IDROGRAFIA FLORA FAUNA CLIMA ECONOMIA PROVINCE CURIOSITA’ AUTORI CLICCA SUI PULSANTI USCITA

3 La Toscana si trova nell’Italia centrale.

4 Marche Umbria Lazio Emilia Romagna Liguria MAR TIRRENO

5 Più della metà del territorio Toscano è occupato da colline, la cui altitudine media è compresa fra i 200 e i 500 metri. M. Falterona 1654 m. M. Pisanino 1945 m. M. Amiata 1738 m. M. Argentario 635 m.

6 La Toscana ha una grande ricchezza di corsi d’acqua; in genere sono fiumi brevi, dal regime torrentizio. Arno Magra Garfagnana Tevere Cecina Ombrone Fiora Albegna

7 Il clima della regione è in generale abbastanza mite, con inverni non particolarmente rigidi ma piovosi ed estati calde e secche. Nell’interno, il clima tende a divenire continentale, soprattutto nelle conche, dove le estati sono afose e gli inverni rigidi. Le precipitazioni tendono a concentrarsi nei mesi primaverili e autunnali; le aree più piovose si trovano sui rilievi, mentre più asciutte sono la fascia costiera e le pianure.

8 La vegetazione toscana è molto varia a seconda delle zone, e alterna piante tipiche dell’ambiente alpino a specie mediterranee. La zona collinare, poco dietro la fascia costiera, è coperta da un manto sempreverde di macchia mediterranea (arbusti di mirto, rosmarino, lavanda, erica, alberi di leccio, pino marittimo e domestico ). La fascia sino a metri di quota ha la sua flora più peculiare nei boschi di castagni e querce; al di sopra, sino ai metri, si stendono foreste di faggi e abeti.

9 La fauna selvatica era un tempo ricca e varia, ma è stata fortemente ridotta da un’intensa attività di caccia, praticata per secoli e ancora oggi diffusa. Le zone protette ospitano cinghiali, caprioli, cervi e, nelle aree montane più elevate, tassi, lepri e volpi. Tra le specie di uccelli, si annoverano numerosi esemplari di starna, beccaccia e tortora. Nelle zone lagunari (Orbetello), vivono molti uccelli acquatici, come il germano e l’airone.

10 Le attività economiche principali sono la coltivazione di viti, ulivi, cereali, ortaggi e frutta, l’allevamento di bovini e ovini. L’industria è abbastanza sviluppata soprattutto nel settore minerario, ma anche in quelli chimico/petrolchimico, meccanico, tessile e vetrario. L‘artigianato è molto radicato nel territorio; numerosi i turisti che visitano le città d’arte, le spiagge e le isole toscane.

11 Carrara Massa Livorno Pisa Grosseto Siena Arezzo Firenze PratoPistoia

12 La torre di Pisa La torre cominciò a “pendere” quasi subito dopo la costruzione per un cedimento del terreno. Il palio di Siena Il palio si celebra 2 volte l’anno, il 2 luglio e il 16 agosto, si corre nella piazza del campo. Si tratta di una corsa di cavalli montati a “pelo” (senza sella).

13


Scaricare ppt "POSIZIONE GEOGRAFICA CONFINI OROGRAFIA IDROGRAFIA FLORA FAUNA CLIMA ECONOMIA PROVINCE CURIOSITA’ AUTORI CLICCA SUI PULSANTI USCITA."

Presentazioni simili


Annunci Google