La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 1 Lezione 4 The media equation Persuasive technologies.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 1 Lezione 4 The media equation Persuasive technologies."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 1 Lezione 4 The media equation Persuasive technologies

2 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 2 The media equation

3 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Media = vita reale? Nel senso comune: –Vita reale e media sono ben distinti; –L’equazione si applica solo in casi molto specifici. Reeves e Nass: –L’equazione è molto comune e non dipende da errori di pensiero o tecnologie specifiche; –L’interazione tra persone e media si basa su regole sociali e naturali.

4 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Un esempio Le persone tendono ad essere gentili con chi fa domande su sé stesso (regola sociale). Le persone tendono ad esprimere giudizi più positivi nel valutare le prestazioni di un computer, se le domande sono poste dal computer oggetto di valutazione.

5 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Un altro esempio Il movimento di un oggetto, specie se diretto verso di noi, risveglia l’attenzione. Il movimento nelle immagini, specie se queste appaiono rivolte verso l’utente, risveglia l’attenzione, proprio come se l’oggetto in movimento fosse fisicamente presente.

6 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione The media equation Le persone rispondono in modo sociale ai media, anche se ritengono che non sia né utile, né vero. Le risposte sociali e naturali ai media sono inconsce e automatiche. L’equazione si può annullare solo con uno sforzo cognitivo.

7 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Perché? - 1 Il cervello umano non è abituato alla tecnologia. Si è evoluto in un contesto in cui: –solo gli esseri umani avevano un comportamento sociale molto ricco; –tutti gli oggetti percepiti erano anche oggetti fisici; –tutto ciò che sembrava “vero” lo era.

8 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Perché? - 2 Si sono sviluppate risposte automatiche agli stimoli fisici e sociali; Queste risposte sono ancora oggi la base per “negoziare” la vita quotidiana. Ogni volta che vengono presentati stimoli fisici o sociali abbastanza consistenti, il nostro cervello risponde in modo automatico.

9 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Applicazioni - 1 Progettazione: –Utilizzare tecnologie che si conformano alle regole sociali è semplice. –Esempi: Dare una personalità ad un computer; Usare voci diverse in un’interfaccia; Usare il movimento per guidare l’attenzione visiva; Rendere una presentazione più educata, amichevole, interessante…

10 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Applicazioni - 2 Metodologia di ricerca: –Metodi sperimentali simili a quelli usati dagli psicologi per indagare l’interazione tra le persone. –I metodi tradizionali per lo studio dei media (es. focus group…) non sono adeguati in quanto si basano sull’introspezione.

11 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Metodo di ricerca Individuare una regola che determina il comportamento delle persone tra di loro o verso l’ambiente. 2.Trovare una formulazione concisa della regola. 3.Sostituire le parole “persona” o “ambiente” con la parola “medium” o computer.

12 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Metodo di ricerca Trovare una descrizione dello studio sperimentale che ha portato alla sua formulazione. 5.Sostituire le parole “persona” o “ambiente” con la parola “medium” o computer. 6.Svolgere l’esperimento (non ci sono assunzioni circa i risultati!)

13 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Metodo di ricerca Trarre delle conclusioni dai dati. In che modo mi risultati possono essere utili per: Progettisti? Produttori? Consumatori? …

14 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 14 Distanza Interpersonale Un esempio

15 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Introduzione La distanza interpersonale determina le risposte delle persone (contenuto + modo) e la loro stessa necessità. –In generale, l’intensità di una risposta aumenta con il diminuire della distanza. –La distanza ravvicinata sollecita una risposta.

16 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Ipotesi La risposta emotiva è più intensa per immagini di persone che appaiono vicine. Si presta maggiore attenzione alle immagini di persone che appaiono vicine. Si ricordano meglio le immagini di persone che appaiono vicine.

17 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione L’esperimento Distanza nelle immagini basata su: –Distanza persona-immagine –Dimensioni dello schermo/dell’immagine –Composizione dell’immagine 32 soggetti, 16 uomini e 16 donne, Immagini di persone tra i 20 e i 40 anni, metà uomini e metà donne, in tutte le 8 possibili combinazioni (2 possibilità per ogni tipo di distanza).

18 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Misure Risposta emotiva: –Questionario. Attenzione: –Tempi di reazione nel compito secondario. Memoria –Capacità di riconoscimento dei volti già visti

19 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Risultati Risposte emotive più intense per le immagini in cui i volti appaiono vicini; Maggiore attenzione e migliore capacità di ricordo per le immagini in cui i volti appaiono vicini.

20 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Al lavoro! A chi e in che modo i risultati di questo esperimento possono essere utili? –Quali conclusioni o linee guida potete trarre dai risultati? Conoscete esempi di media che già utilizzino (consapevolmente o meno) le vostre conclusioni?

21 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Alcune possibili conclusioni Diminuire la “distanza interpersonale” di un’immagine per dare un senso di presenza/aumentare il coinvolgimento di chi guarda. Aumentare la “distanza interpersonale” per lasciare libere le risorse cognitive per processare informazioni non visive.

22 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Alcune possibili conclusioni Diverse immagini di persone possono funzionare più o meno bene alle diverse distanze, a seconda delle loro caratteristiche specifiche. Nella progettazione: –La presenza di un personaggio animato può essere benefica per una certa applicazione? –Data una certa distanza interpersonale, quali personaggi possono funzionare bene?

23 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Alcune possibili conclusioni Mantenere la giusta distanza interpersonale su media diversi: –Adattare al medium; –Permettere agli utenti di modificare la distanza (es. zoomando); Diminuire la distanza interpersonale quando si vogliono veicolare emozioni –Avvicinamento (diminuzione progressiva della distanza);

24 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 24 Persuasive technologies

25 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Persuasione cambiareTentativo di cambiare gli atteggiamenti, o i comportamenti, o entrambi di una persona, senza ricorrere alla forza o all’inganno.

26 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Tecnologie persuasive CaptologyCaptology: computers as persuasive technologies [Fogg]. Tecnologie persuasiveTecnologie persuasive: tecnologie progettate allo scopo di cambiare gli atteggiamenti o il comportamento di una persona in una direzione prestabilita.

27 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Tipi di tecnologie persuasive Macrosuasion:Macrosuasion: tecnologie che sono state progettate e create con il solo scopo di motivare e persuadere. La persuasione è l’unica finalità del prodotto! Es: Quitnet.com Microsuasion:Microsuasion: La maggior parte dei prodotti ha una finalità generale diversa dalla persuasione, ma può contenere singoli elementi persuasivi pensati per agevolare il raggiungimento dell’obiettivo principale. Es: eBay.com

28 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Al lavoro! Conoscete o usate degli esempi di tecnologie che si potrebbero considerare “persuasive”: –Oggetti progettati al solo scopo di cambiare il comportamento? –Oggetti che contengono elementi persuasivi?

29 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Tool -increases capability- Social actor -creates relationship- Medium -provides experience- The functional triad

30 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Reduction 2.Tunneling 3.Tailoring 4.Suggestion 5.Self-monitoring 6.Surveillance 7.Conditioning Computers as persuasive tools

31 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Simulazioni di relazioni causa-effetto 2.Simulazioni di ambienti 1.Principle of virtual rewards; 2.Principle of virtual rehearsal 3.Simulazioni di oggetti Computers as persuasive media

32 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Aspetto fisico (piacevolezza estetica  halo effect) 2. Caratteristiche psicologiche (somiglianza: personalità e appartenenza ad un gruppo) 3. Uso del linguaggio (uso di lodi e apprezzamenti) 4. Dinamiche sociali (reciprocità) 5. Ruoli sociali Computers as persuasive social actors

33 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Al lavoro! Conoscete esempi di tecnologie che implementino (anche solo in parte) qualcuna delle strategie di persuasione elencate? In quali ambiti pensate possano essere più utili?

34 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Mobility Fattore Kairos Fattore comodità (convenience)

35 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Connectivity Qualità dell’informazione Dinamiche sociali (social facilitation, social comparison, conformity, social learning theory) Motivazioni intrinseche

36 Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina -- a.a. 2009/2010Lezione Al lavoro! Progettate una tecnologia persuasiva: –Qual è il risulatato che si vuole ottenere? –In che modo? Le tecnologie persuasive potrebbero non essere etiche? –Esempi? –Descrivete una tecnologia persuasiva non etica…


Scaricare ppt "Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina – a.a. 2009/2010 Fabiana Vernero 1 Lezione 4 The media equation Persuasive technologies."

Presentazioni simili


Annunci Google