La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE Settimo San Pietro – Cagliari I PRINCIPALI INDIRIZZI FORMATIVI IN EMERGENZA URGENZA SANITARIA Presentazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE Settimo San Pietro – Cagliari I PRINCIPALI INDIRIZZI FORMATIVI IN EMERGENZA URGENZA SANITARIA Presentazione."— Transcript della presentazione:

1 ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE Settimo San Pietro – Cagliari I PRINCIPALI INDIRIZZI FORMATIVI IN EMERGENZA URGENZA SANITARIA Presentazione in powerpoint P.C. Lombardia Relatore Lgt. G.FARCI

2 EMERGENZA: condizione patologica ad insorgenza improvvisa, ad evoluzione rapida, in cui il pericolo di perdita della vita o di un organo del paziente, senza adeguato intervento sanitario, è calcolato in minuti URGENZA: condizione patologica ad insorgenza improvvisa, in cui il pericolo di perdita della vita o di un organo del paziente, senza adeguato intervento sanitario, è calcolato in ore o giorni

3 Obiettivi formativi generali dell’emergenza sanitaria SAPERE:identificare le principali condizioni cliniche che necessitano dell’applicazione del supporto vitale di base ed avanzato SAPER FARE: essere in grado di definire ed applicare l’esatto iter operativo necessario a mettere in atto le manovre di rianimazione SAPER ESSERE: adattare il proprio comportamento a quello degli altri componenti dell’équipe di rianimazione al fine di perseguire la maggior efficacia possibile degli atti necessari allo svolgimento dell’intervento di emergenza

4 Principali cause di morte nei Paesi industrializzati Traumi Cancro Malattie cardiovascolari

5 Decessi conseguenti ad infarto del miocardio

6 Obiettivi formativi dell’emergenza sanitaria 1) Valutazione del paziente 2) Controllo delle vie aeree e RCP 3) Uso dei defibrillatori automatici esterni 4) Predisposizione accesso venoso 5) Somministrazione di farmaci di emergenza 6) Diagnosi e trattamento dello shock 7) Gestione extraospedaliera del paziente critico 8) Provvedimenti terapeutici fondamentali in terapia intensiva

7 Sigle internazionali rappresentative dei principali programmi formativi  BLS : Basic Life Support  PBLS : Pediatric Basic Life Support  PHTLS : Prehospital Trauma Life Support  ATLS : Advanced Trauma Life Support  ACLS: Advanced Cardiac Life Support  FCCS : Foundamental Critical Care Support

8 Ipotesi di percorso formativo in emergenza/urgenza sanitaria METODICHE DI BASE BLS PBLS ACLSATLS METODICHE AVANZATE FCCS Foundamental Critical Care Support

9 Catena della sopravvivenza 3) DEFIBRILLAZIONE PRECOCE 1 ) ALLARME PRECOCE 2 ) RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE 4 ) ALS (ADVANCED LIFE SUPPORT)

10 Algoritmo BLS per l’adulto Chiama il 118 e comunica che non respira Alterna 2 insufflazioni a 30 compressioni sternali VALUTAZIONE DELLO STATO DI COSCIENZA NON E’ COSCIENTE ? CHIEDI AIUTO Apri la via aerea Non Respira normalmente Esegui 30 compressioni ON Prosegui la RCP fino alla ripresa «dei segni di circolo. Arrivo di un mezzo ALS o un medico Sfinimento fisico

11 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT ValutazioneAzione A = Airway: Coscienza-Vie aeree118-apertura vie aeree C = Circulation: Presenza polsoMassaggio cardiaco B = Breathing: Presenza respiroInsufflazioni

12 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Valutazione stato di coscienza Chiedi aiuto - Allertamento sistema di emergenza

13 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Apertura vie aeree

14 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Valutazione della presenza di respiro NON RESPIRA NORMALMENTE? Riferisci o fai riferire al 118 che non c’è respiro Esegui immediamtamente 30 compressioni sternali Inginocchiati accanto alla testa della vittima, con l’orecchio vicino alla sua bocca e con lo sguardo rivolto verso il torace:

15 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Massaggio Cardiaco Esterno Rapporto compressioni / ventilazioni = 30 : 2 Frequenza delle compressioni: 100 / min.

16 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Massaggio Cardiaco Esterno Posizione del soccorritore

17 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Respirazione artificiale Bocca a bocca Boccanaso Maschera utilizzo cefalico

18 FASI DEL BASIC LIFE SUPPORT Utilizzo sistema pallone ossigeno Percentuali di O 2 Pallone : 21% Pallone+ O 2 (10/12 l/min):50% Pallone+ O 2 +Reservoir: 90% Respirazione artificiale

19 OSTRUZIONE DELLE VIE AEREE DA CORPO ESTRANEO Flusso respiratorio sufficiente: * nessuna manovra Flusso respiratorio insufficiente o assente: * manovra di Heimlich

20 OSTRUZIONE DELLE VIE AEREE MANOVRA DI HEIMLICH Pz. cosciente Pz. incosciente


Scaricare ppt "ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO PROTEZIONE CIVILE Settimo San Pietro – Cagliari I PRINCIPALI INDIRIZZI FORMATIVI IN EMERGENZA URGENZA SANITARIA Presentazione."

Presentazioni simili


Annunci Google