La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento del carcinoma mammario metastatico (in prima/seconda linea) CASO CLINICO Paolo Manente Oncologia Medica – Ospedale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento del carcinoma mammario metastatico (in prima/seconda linea) CASO CLINICO Paolo Manente Oncologia Medica – Ospedale."— Transcript della presentazione:

1 L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento del carcinoma mammario metastatico (in prima/seconda linea) CASO CLINICO Paolo Manente Oncologia Medica – Ospedale Civile Castelfranco Veneto Verona, 4 ottobre 2012

2 C. A.M. 07/12/1948 Anamnesi familiare negativa. Anamnesi fisiologica: menarca a 14 aa; menopausa fisiologica a 58 aa. Coniugata, 2 figli. Abitudini di vita regolari (non fumo, non alcoolici). Anamnesi patologica: buona salute fino a 58 aa, quando insorge ipertensione arteriosa con episodio di TIA. Da allora in trattamento con Atenololo, Enalapril, Furosemide.

3 18/01/2012 mammografia di screening: lesione con caratteri infiltrativi di 4 cm alla mammella sn con adenopatia ascellare; presenza di nodulo sospetto di 1 cm anche alla mammella dx. Biopsia: Carcinoma duttale infiltrante con aspetti micropapillari. Fattori prognostico-predittivi: ER +; PGR +; ki67=40%, HER 2=neg.

4 Rx torace: non lesioni. Ecografia addominale :negativa Scintigrafia ossea: negativa (quadro di poliartrosi)

5 Viene attivata chemioterapia neoadiuvante a base di Epiadriamicina (75mg/m2) e Taxotere (85 mg/m2) per 4 cicli, seguiti da Taxotere (100 mg/m2) per ulteriori 4 cicli. 13/10/2010: mastectomia radicale sn e tumorectomia dx. Istologia: ca duttale infiltrante, G3; positivi 8 linfonodi su 23.

6 20/11/ /01/2011: radioterapia emitorace sn, fossa sovraclaveare, ascella. Ormonoterapia con Letrozolo Stato di buona salute ed esami normali fino a marzo 2012.

7 Aprile 2012: si ricovera per insufficienza respiratoria ed epatica. Sono presenti noduli cutanei multipli al torace. TAC torace e addome: versamento pleurico sn e metastasi epatiche multiple. Markers oncologici: CEA 8.7 ng/ml; CA 15-3= 180 U/ml.

8

9

10 27/04/2012: Chemioterapia con Capecitabina (2000 mg totali/die per 7gg), sospesa per rifiuto della paziente; importante difficoltà ad assumere terapia per os).

11 06/06/2012: si attiva chemioterapia con nab-Paclitaxel (150 mg/m2/settimana per le prime 2 somministazioni, quindi 260 mg/ogni3 settimane). Il 5° ciclo è stato somministrato il 20/09/2012. Ecografia addominale del 09/08: regredito il versamento ascitico e ridotte le lesioni epatiche. Ridotte anche le lesioni cutanee. Markers oncologici: CEA 6,2 ng/ml; ca15-3=82 u/ml.

12 Non tossicità ematologica; presente neurotossicità G2-G3, non peggiorata rispetto a quella residuata al trattamento con Docetaxel. EVENTI AVVERSI:


Scaricare ppt "L’impiego di nab-paclitaxel nel trattamento del carcinoma mammario metastatico (in prima/seconda linea) CASO CLINICO Paolo Manente Oncologia Medica – Ospedale."

Presentazioni simili


Annunci Google