La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Castello di BIELLA Torre di ALESSANDRIA TORINO ASTI: la città del VINO Mole ANTONELLIANA VIGNALE MONFERRATO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Castello di BIELLA Torre di ALESSANDRIA TORINO ASTI: la città del VINO Mole ANTONELLIANA VIGNALE MONFERRATO."— Transcript della presentazione:

1 Castello di BIELLA Torre di ALESSANDRIA TORINO ASTI: la città del VINO Mole ANTONELLIANA VIGNALE MONFERRATO

2 Posizione geografica Confini Orografia Idrografia Clima Flora - fauna Economia Province Curiosità ♦ autori ♦ USCITA CLICCA SUI PULSANTI

3 Zona:Nord-occidente Capoluogo:Torino Superficie: km2 Abitanti: Densità:171,27 ab. /km2 Province: Alessandria, Asti, Biella,Cuneo, Novara, Torino,Verbania, Vercelli Comuni:1.206 comuni Presidente:Mercedes Bresso

4 FRANCIAFRANCIA SVIZZERA LOMBARDIALOMBARDIA LIGURIA V. D’AOSTA EMILIA ROMAGNA NORD OVEST SUD EST

5 Monte Leone Monte Rosa Monviso G. Paradiso 4.061

6 La regione è tra le più ricche d'Italia di corsi d'acqua. Quasi tutti i fiumi del Piemonte, eccetto il Toce (che si immette nel Lago Maggiore), sono affluenti del Po o riversano le loro acque in un suo affluente (sono, cioè, subaffluenti) Nel Piemonte, oltre a un gran numero di laghetti alpini, si trovano i laghi d’Orta, di Viverone e la parte occidentale del Lago Maggiore. PO L. D’ ORTA LAGO MAGGIORE DORA RIPARIA DORA BALTEA TANARO

7 Sui monti, il clima è quello tipico delle zone alpine, con inverni lunghi e rigidi, ed estati brevi e fresche. In pianura, il clima è di tipo continentale, con inverni freddi ed estati afose. Le precipitazioni hanno la massima intensità in autunno e in primavera, ma non mancano in nessuna stagione.

8 La varietà delle specie vegetali presente nella regione è ricchissima : si va da abeti, larici, pini e faggi in montagna, castagni e querce in collina, fino alle specie mediterranee e subtropicali (ad esempio le palme) sulle sponde del lago Maggiore, dove il clima è particolarmente mite. Nel Parco nazionale del Gran Paradiso crescono rare specie di fiori alpini.

9 La fauna è particolarmente ricca nelle aree protette. Nei parchi si possono incontrare camosci, stambecchi, marmotte, caprioli, lepri, volpi, scoiattoli e martore. ^ Volpe del bosco Martin pescatore ^ ^ Il lupo del mantello ^ Il coniglio della montagna

10 L’economia è ben sviluppata in ogni settore, anche se l’industria è stata per molto tempo il motore economico regionale. I prodotti agricoli più coltivati sono i cereali (frumento, mais, riso), le patate, gli ortaggi, le barbabietole da zucchero, la frutta, i pioppi ed il foraggio; nelle zone collinari è molto accentuata la coltivazione della vite. L’allevamento è concentrato su bovini e suini. Il settore industriale trainante è quello meccanico, con l’industria automobilistica e tutte le attività ad essa collegate, di grande importanza anche il settore tessile; il turismo è in progressiva espansione.

11 1 VERBANIA 1 VERBANIA 2 VERCELLI 2 VERCELLI 3 BIELLA 3 BIELLA 4 NOVARA 4 NOVARA 5 ASTI 5 ASTI 6 TORINO 6 TORINO 7 ALESSANDRIA 7 ALESSANDRIA 8 CUNEO 8 CUNEO

12 Le origini del nome La regione deve il nome che porta al fatto di trovarsi geograficamente parlando “ai piedi dei monti”. Col passare del tempo rimase lo stesso nome per indicare un territorio più vasto, che è quello attuale Nel museo della Mole Antonelliana viene custodita la SACRA SINDONE

13


Scaricare ppt "Castello di BIELLA Torre di ALESSANDRIA TORINO ASTI: la città del VINO Mole ANTONELLIANA VIGNALE MONFERRATO."

Presentazioni simili


Annunci Google