La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I LINFOMI Giulia Cellini Giovanna Di Benedetto Sabina Musat.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I LINFOMI Giulia Cellini Giovanna Di Benedetto Sabina Musat."— Transcript della presentazione:

1 I LINFOMI Giulia Cellini Giovanna Di Benedetto Sabina Musat

2 Cos’è un linfoma ? Per linfoma si intende un gruppo di tumori del tessuto linfoide. A volte, il termine, è usato per riferirsi esclusivamente alle forme maligne, piuttosto che tutte le neoplasie

3 Quali sono i principali tipi di linfoma ? Di HodgkinNon-Hodgkin

4 Hodgkin Ma … chi era Hodgkin? Thomas Hodgkin è stato un medico inglese che nel 1832 descrisse la malattia di cui stiamo parlando in un articolo intitolato: «On some morbid appearances of the absorbent glands and spleen».

5 Linfoma di Hodgkin Si distingue dagli altri linfomi per alcune proprietà: ISTOLOGICHE  - ISTOLOGICHE : la presenza di cellule tumorali giganti tipiche e di un abbondante infiltrato non tumorale, costituito soprattutto da leucociti mononucleati; PATOGENETICHE  - PATOGENETICHE : l'origine è quasi sempre in un singolo linfonodo * ; CLINICHE E TERAPEUTICHE  - CLINICHE E TERAPEUTICHE : il decorso è tipicamente prevedibile e la prognosi ottima, grazie all'efficacia della terapia chemio e radioterapica.

6 *Ma cos’è un linfonodo … ? le vie linfatiche si diramano e raggiungono tutte le parti del corpo, un liquido trasparente contenente anche molti globuli bianchi.Ognuno di noi ha circa 600 linfonodi soprattutto in punti come il collo, le ascelle, l'inguine o l'addome. sono piccoli organi tondeggianti situati lungo le vie linfatiche.

7 Linfoma non-Hodgkin Essendo il tessuto linfatico presente in molte parti dell’organismo, il linfoma non Hodgkin può insorgere quasi ovunque.Il tumore può diffondersi praticamente a tutti gli organi o tessuti, inclusi il fegato, il midollo osseo (il tessuto spugnoso contenuto all’interno delle grandi ossa del corpo) e la milza.

8 I fattori di rischio I fattori di rischio per l'HL comprendono le infezioni da virus di Epstein-Barr e famigliarità con la malattia. I fattori di rischio per la NHL invece includono: malattie autoimmuni, l'AIDS, assumere ingenti quantità di carne e grasso e l'esposizione ad alcuni pesticidi.

9 Segni e sintomi  Linfoadenopatia  Febbre  Sudorazioni notturne  Perdita di peso  Perdita di appetito o anoressia  Fatica  Insufficienza respiratoria  Prurito

10 Trattamento La prognosi e il trattamento è diverso tra i linfomi Hodgkin e tutte le diverse forme di linfoma non-Hodgkin e, inoltre, dipendono anche dal grado del tumore, ovvero alla sua velocità di espansione.  Linfomi a basso grado  Linfomi ad alto grado  Radioimmunoterapia  Cure palliative

11 …FINE! Giulia Cellini Giovanna Di Benedetto Sabina Musat


Scaricare ppt "I LINFOMI Giulia Cellini Giovanna Di Benedetto Sabina Musat."

Presentazioni simili


Annunci Google