La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CHIARA HA PRESENTATO ALVO IRREGOLARE E CRESCITA STENTATA FINO A 2 ANNI PER CUI VENIVA SPESSO TENUTA A DIETA RISTRETTA E CON FREQUENTI SOSPENSIONI DEL LATTE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CHIARA HA PRESENTATO ALVO IRREGOLARE E CRESCITA STENTATA FINO A 2 ANNI PER CUI VENIVA SPESSO TENUTA A DIETA RISTRETTA E CON FREQUENTI SOSPENSIONI DEL LATTE."— Transcript della presentazione:

1 CHIARA HA PRESENTATO ALVO IRREGOLARE E CRESCITA STENTATA FINO A 2 ANNI PER CUI VENIVA SPESSO TENUTA A DIETA RISTRETTA E CON FREQUENTI SOSPENSIONI DEL LATTE. A 6 ANNI ERA LA PIU’ BASSA DELLA CLASSE, MA “ERA COME SUA MADRE”; DAI 10 ANNI IN POI ANEMIA FERRIPRIVA RESISTENTE O RICORRENTE DOPO TRATTAMENTO CON FERRO. MENARCA A 15 ANNI E STATURA FINALE OLTRE IL 50° CENTILE A 23 ANNI SI SPOSA: A 25 E 26 ANNI DUE ABORTI A 28 ANNI HA UNA BAMBINA, CHE NON RIESCE AD ALLATTARE “PERCHE’ ERA TROPPO MAGRA”

2 A 32 ANNI NON E’ SODDISFATTA DELLA CRESCITA DELLA BAMBINA DI 4 ANNI ED IL PEDIATRA FA DOSARE TGAasi CHE RISULTANO PATOLOGICHE; LA BIOPSIA CONFERMA LA DIAGNOSI DI CELIACHIA. PER FAMILIARITA’ LE VIENE DETERMINATA TGAasi CHE RISULTA PATOLOGICA, CON B.I. CHE MOSTRA UN’ATROFIA SUBTOTALE DEI VILLI A 30 ANNI TIROIDITE DI HASHIMOTO E DALL’ETA’ DI 32 ANNI E’ SEGUITA DA UN NEUROLOGO PER ATASSIA

3 NON E’ FINITA!!! LA MADRE DI CHIARA HA SEMPRE SOFFERTO DI ANEMIA FERRIPRIVA E DOPO I 2 PARTI E’ STATA EMOTRASFUSA A 30 ANNI E’ STATA TIROIDECTOMIZZATA A 35 ANNI PRESENTA UNA DERMATITE BOLLOSA AI GLUTEI, AI GOMITI, GINOCCHIA. SOSPETTATA UN’INTOLLERANZA AL GLUTINE, DOPO UNA DIAGNOSI CLINICA DI DERMATITE HERPETIFORME, VIENE PRESCRITTA DIETA SENZA GLUTINE, ABBANDONATA PER MANCANZA DI BENEFICIO DOPO 6 MESI

4 A 72 ANNI PESA 39 KG CON ALTEZZA DI 158 CM E SOFFRE DI STOMATITE; DOPO LA DIAGNOSI DELLA FIGLIA E DELLA NIPOTINA SI SOTTOPONE A TGAasi CHE RISULTANO POSITIVE ED INZIA CON DIETA SENZA GLUTINE CON GUADAGNO DI 7 KG DI PESO A 42 ANNI ARTRITE REUMATOIDE IN TRATTAMENTO CON ANTINFIAMMATORI E CICLI DI STEROIDI

5 Giada è una bambina di 4 anni e 1/2 che in corso di esami di routine si sottopone a determinazione della sierologia per celiachia che risulta positiva per tTG (3xN) e EMA L'esame istologico della mucosa duodenale risulta normale, grado 0 di Marsh anche dopo conta dei CD3, HLA: DQ2. Si decide di fare “slatentizzare” la celiachia lasciando la bambina a dieta libera. Dopo 10 mesi Giada sviluppa IDDM; Dopo 2 mesi viene rivalutata con sierologia che si conferma patologica e esame istologico che mostra un'atrofia di grado 3b di Marsh

6 Giusy una donna di 44 anni con dispepsia, anemia ferripriva e sierologia negativa. All'endoscopia non alterazioni macroscopiche; all'esame istologico grado 1 di Marsh. A dieta senza glutine (in altro centro) risoluzione dei sintomi e dell'anemia con normalizzazione dei CD3 dopo 1 anno. Rimessa a dieta libera, ricomparsa dei sintomi e dell'anemia, e sviluppo di tiroidite. Nuovo esame istologico: grado 1 di Marsh. Viene ripresa una dieta senza glutine.

7 Cosa insegnano i casi? La forma classica della celiachia dei primi 2 anni di vita rende conto di non più del 20% dei casi di celiachia

8 La forma “classica” di celiachia

9 BAMBINO DI 15 MESI CON STORIA DI DIARREA CRONICA DA 2 MESI, PERSISTENTE A SOSPENSIONE DEL LATTE E DERIVATI, ADDOME GLOBOSO, PERDITA DI OLTRE 2 KG DI PESO, ANORESSIA, DEPRESSIONE DELL’UMORE EMA POSITIVI; Ig A H-tTG 64 (v.n. < 15 UA) ESAME ISTOLOGICO DELLA BIOPSIA INTESTINALE: VILLI DI ALTEZZA DIMINUITA CON RAPPORTO VILLI/CRIPTE 1:1, INFILTRAZIONE FLOGISTICA LINFOPLASMACELLULARE DELLA LAMINA PROPRIA E LINFOCITARIA DELL’EPITELIO

10

11 Catassi C, Ratsch IM, Fabiani E, Ricci S, Bordicchia F, Pierdomenico R, Giorgi PL. High prevalence of undiagnosed coeliac disease in 5280 Italian students screened by antigliadin antibodies. Acta Paediatr 1995 Jun;84(6):672-6 The ratio of known to undiagnosed cases was 1 to 6.4 The prevalence of undiagnosed coeliac disease was 4.36 per 1000 screened subjects (95% CI ) and 5.03 per 1000 (95% CI ) in the general population. The ratio of known to undiagnosed cases was 1 to 6.4.

12 1:100

13 Cosa insegnano i casi? La forma classica della celiachia dei primi 2 anni di vita rende conto di non più del 20% dei casi di celiachia Deficit nutrizionali selettivi possono sopravvenire nel tempo in assenza di sintomi GI La persistente esposizione al glutine aumenta il rischio di malattie autoimmuni (MA)

14 Duration of Exposure to Gluten and Risk for Autoimmune Disorders in Patients With Celiac Disease SIGEP STUDY GROUP FOR AUTOIMMUNE DISORDERS IN CELIAC DISEASE GASTROENTEROLOGY 1999;117:297–303

15 Duration of Exposure to Gluten and Risk for Autoimmune Disorders in Patients With Celiac Disease SIGEP STUDY GROUP FOR AUTOIMMUNE DISORDERS IN CELIAC DISEASE GASTROENTEROLOGY 1999;117:297–303

16 Cosa insegnano i casi? La forma classica della celiachia dei primi 2 anni di vita rende conto di non più del 20% dei casi di celiachia Deficit nutrizionali selettivi possono sopravvenire nel tempo in assenza di sintomi GI La persistente esposizione al glutine aumenta il rischio di malattie autoimmuni (MA) MA possono essere glutino-dipendenti e presentarsi anche in assenza di atrofia dei villi e, a volte, di autoanticorpi specifici per celiachia

17

18

19

20 Modificata Zonulin

21 CD4 TCR HLA APC LINFOCITA CD4 + PEPTIDE IMMUNOGENO Sollid LM, Nature Rev Immunol 2002

22 Cosa insegnano i casi? La forma classica della celiachia dei primi 2 anni di vita rende conto di non più del 20% dei casi di celiachia Deficit nutrizionali selettivi possono sopravvenire nel tempo in assenza di sintomi GI La persistente esposizione al glutine aumenta il rischio di malattie autoimmuni (MA) MA possono essere glutino-dipendenti e presentarsi anche in assenza di atrofia dei villi e, a volte, di autoanticorpi specifici per celiachia

23 53 pazienti con alterazioni neurologiche (la maggior parte con Atassia) da causa ignota dopo approfondimenti diagnostici. 50 donatori di sangue come gruppo controllo. 30/53 (57%) e 6/50 rispettivamente (12%) sono AGA positivi. Solo 9/30 hanno una celiachia su biopsia intestinale Ai 21 con AGA positività è stata proposta DSG 14 presentavano regressione dei sintomi e normalizzazione degli AGA

24

25

26

27 QUANDO SOSPETTARE LA CELIACHIA IN ETA’ PEDIATRICA Sintomi GI durante i primi 2 anni di vita (“quadro celiaco classico”) SINO Deflessione di almeno una classe dei percentili di peso o altezza SINO DAR SINO Bassa statura SINO Anemia sideropenica resistente a terapia con ferro SINO Alterazioni smalto dei dentiSI NO IDDMSINO Malattie autoimmuniSINO Stomatiti (più di 3 per anno)SINO Deficit di IgA SINO Ipertransaminasemia di origine sconosciutaSINO Sindrome di Turner SINO Sindrome di Down SINO Storia familiare di celiachiaSINO

28 Sintomi gastrointestinali nei primi 2 anni di vita Diarrea cronica (alvo irregolare) Dispepsia (che abbia richiesto o no endoscopia) Dimagramento + sintomi gastrointestinali Anemia carenziale resistente a trattamento Diabete insulino-dipendente Endocrinopatie autoimmuni Abortività (2 o più) Infertilita’ Epilessia occipitale con o senza calcificazioni Atassie e neuropatie sine causa Artrite reumatoide, L. E. S.Sjogren QUANDO SOSPETTARE LA CELIACHIA IN ETA’ ADULTA (1)

29 Dermatite herpetiforme Orticaria cronica Alopecia areata Depressione Schizofrenia Ipertransaminasemia sine causa Alterazioni dello smalto dei denti Stomatiti (> 3 episodi/anno) Osteoporosi precoce o severa Turner Down Familiarità di I grado per celiachia QUANDO SOSPETTARE LA CELIACHIA IN ETA’ ADULTA (2)

30

31

32

33

34

35

36

37 La diagnosi di FC


Scaricare ppt "CHIARA HA PRESENTATO ALVO IRREGOLARE E CRESCITA STENTATA FINO A 2 ANNI PER CUI VENIVA SPESSO TENUTA A DIETA RISTRETTA E CON FREQUENTI SOSPENSIONI DEL LATTE."

Presentazioni simili


Annunci Google