La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto di Strutture INTRODUZIONE AL CORSO Dipartimento di Ingegneria

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto di Strutture INTRODUZIONE AL CORSO Dipartimento di Ingegneria"— Transcript della presentazione:

1 Progetto di Strutture INTRODUZIONE AL CORSO Dipartimento di Ingegneria
Corso di Laurea in Ingegneria Civile A/A Docente: Ing. Marialaura Malena INTRODUZIONE AL CORSO

2 FINALITA’ DEL CORSO ESTENSIONE DEL CORSO DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI
AMPLIARE LE CONOSCENZE DELLO STUDENTE IN MATERIA DI PROGETTO DI STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO CON IL METODO SEMI-PROBABILISTICO AGLI STATI LIMITE. IN PARTICOLARE SI COMPLETARE IL QUADRO DEI PIÙ SIGNIFICATIVI STATI LIMITE ULTIMI E DI ESERCIZIO (PRESSOFLESSIONE, TORSIONE, FESSURAZIONE, DEFORMABILITÀ). FORNIRE ALLO STUDENTE GLI STRUMENTI PER ESEGUIRE AUTONOMAMENTE L’ELABORATO PROGETTUALE DI UN EDIFICIO INTELAIATO IN C.A. (DAL PREDIMENSIONAMENTO DEGLI ELEMENTI ALLA LORO VERIFICA) INTRODURRE LO STUDENTE ALLA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA PROGETTUALE

3 MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLE LEZIONI ED ESAME FINALE
Il corso prevede una serie di lezioni teoriche supportate costantemente da esercitazioni svolte in classe con l’obiettivo di rendere immediatamente applicabili le nozioni apprese. E’ richiesto agli studenti lo svolgimento autonomo di alcuni piccoli elaborati progettuali relativi ad edificio in cemento armato (solaio, travi, pilastri e plinti o travi di fondazione). lo svolgimento dell’esame comprende domande sugli argomenti teorici e la discussione degli elaborati progettuali che gli studenti avranno svolto durante l’anno.

4 PROGRAMMA DEL CORSO Introduzione alle strutture in c.a. Nomenclatura
Descrizione dell’organismo strutturale Schemi strutturali tipici Richiami sui metodi di progetto delle strutture Metodo alle TA e MSPSL Richiami sul comportamento degli elementi in c.a. inflessi Il calcolo al I° stadio Il calcolo al II° stadio Il calcolo al III° stadio

5 PROGRAMMA DEL CORSO Progetto e verifica di elementi strutturali in c.a. allo SLU e SLE La verifica a presso-flessione di pilastri La verifica diretta Costruzione del dominio di interazione Criteri di predimensionamento e indicazioni normative La verifica alle azioni torcenti Descrizione del modello Calcolo armature longitudinali e trasversali La verifica a fessurazione di elementi inflessi in c.a. Il modello di tirante Il calcolo dell’ampiezza delle fessure Il calcolo delle fessure secondo normativa Il tension stiffening effect

6 PROGRAMMA DEL CORSO Progetto e verifica di elementi strutturali in c.a. allo SLU e SLE La verifica a deformazione Richiami sul calcolo degli abbassamenti di una trave Il calcolo degli abbassamenti al I° e II° stadio Il calcolo degli abbassamenti in esercizio Il calcolo secondo normativa Il calcolo diretto Richiami sugli schemi strutturali tipici Lo schema a trave continua Lo schema a telaio Analisi di schemi semplificati Telaio shear-type Telaio a travi deboli

7 PROGRAMMA DEL CORSO Il progetto di un solaio latero-cementizio
Analisi dei carichi e loro combinazioni Modellazione e calcolo delle sollecitazioni (SAP2000) Progetto delle armature longitudinali e diagramma dei momenti resistenti Verifica delle sezioni alle azioni flettenti (EC2) Calcolo delle zone piene Disegno elaborati grafici

8 PROGRAMMA DEL CORSO Il progetto della struttura portante di un edificio in c.a. Analisi dei carichi e combinazione dei carichi Calcolo delle sollecitazioni in SAP2000 Criteri di predimensionamento di Travi e Pilastri Progetto delle armature longitudinali nelle travi: diagramma dei momenti resistenti Verifica delle sezioni (EC2) Progetto delle armature Trasversali e verifica delle travi alle azioni Taglianti e Torcenti Progetto dei pilastri a pressoflessione Progetto della scala Progetto delle fondazioni dirette su plinti Disegno degli elaborati grafici

9 PROGRAMMA DEL CORSO Esercitazioni: Verranno svolte in classe delle esercitazioni che avranno per temi quelli di maggior interesse applicativo. In particolare si utilizzerà uno schema tipico di un piccolo edificio in c.a. e se ne svilupperanno le parti salienti.

10 BIBLIOGRAFIA Slides del corso
Giannini R., Teoria e Tecnica delle Costruzioni Civili, 2011 AICAP - Guida all’uso dell’Eurocodice 2 - Vol I°, II° A. Ghersi, Il Cemento Armato, Dario Flaccovio Ed. Cinuzzi, Gaudiano, Progetto di Strutture in c.a. – ESA ed. Dettagli costruttivi di strutture in cls armato – ed. Aitec Aicap. Commentario alle NTC08 - Aitec

11 NORMATIVE DI RIFERIMENTO
D.M Nuove Norme Tecniche Circolare 617/09 Eurocodice 2 – prENV Design of Concrete Structures Part.1.1. General Rules and Rules for buildings

12 SOFTWARE SAP2000 NL – software FE per: Calcolo sollecitazioni solaio Calcolo sollecitazioni telaio (travi, pilastri e fondazione) EC2 – free software (http://www.dica.unict.it/users/aghersi/Software/EC2.htm) Verifica sezioni in c.a. Flessione Taglio Torsione Fessurazione

13 SOFTWARE VCASLU– free software (http://dicata.ing.unibs.it/gelfi/software/programmi_studenti.html ) Verifica sezioni in c.a. a pressoflessione


Scaricare ppt "Progetto di Strutture INTRODUZIONE AL CORSO Dipartimento di Ingegneria"

Presentazioni simili


Annunci Google