La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biologia.blu Ambiente e sostenibilità David Sadava, H. Craig Heller, Gordon H. Orians, William K. Purves, David M. Hillis 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biologia.blu Ambiente e sostenibilità David Sadava, H. Craig Heller, Gordon H. Orians, William K. Purves, David M. Hillis 2."— Transcript della presentazione:

1

2 Biologia.blu Ambiente e sostenibilità David Sadava, H. Craig Heller, Gordon H. Orians, William K. Purves, David M. Hillis 2

3 Capitolo D4 Il comportamento animale Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli

4 4 La biologia del comportamento L’etologia studia il comportamento degli animali in una prospettiva evolutiva. Un comportamento può essere innato oppure appreso. Per distinguere le influenze genetiche e ambientali, si conducono esperimenti di deprivazione ed esperimenti genetici, questi ultimi possono essere: incroci selettivi; ibridazione; mutazioni. Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

5 5 Un gene, un comportamento? Un singolo gene, chiamato fosB, influenza il comportamento materno nei topi. Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

6 6 L’esperimento di Tinbergen Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

7 7 L’imprinting Alcuni tipi di apprendimento si realizzano solamente durante una specifica fase dello sviluppo definita periodo critico, come l’imprinting che permette il riconoscimento fra genitori e prole. Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

8 Il canto degli uccelli 8 Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

9 9 La scelta dell’habitat La scelta del luogo dove vivere influenza la sopravvivenza e il successo riproduttivo, per questa scelta gli animali utilizzano indizi chemiosensoriali e visuali. Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

10 10 Un animale può migliorare la propria fitness conquistando l’uso esclusivo dell’habitat che ha scelto. Il modo più diffuso è quello di stabilire e difendere un territorio, questo comporta costi e benefici. La difesa di un territorio Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

11 11 La teoria del foraggiamento La scelta alimentare segue la strategia del massimo beneficio con il minimo sforzo. Gli animali scelgono tra i cibi disponibili cercando di massimizzare il rapporto costo/beneficio. Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

12 12 La scelta del compagno influenza la fitness riproduttiva. Le modalità di scelta sono varie e dipendono dai ruoli sessuali specifici: i maschi corteggiano le femmine, raramente rifiutano una femmina ricettiva e combattono con i rivali; le femmine scelgono il maschio migliore in termini di qualità genica, risorse a cui ha accesso e assistenza che può fornire alla prole. La scelta del compagno Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

13 13 Esistono meccanismi fisiologici che regolano il ciclo vitale in base ai cambiamenti dell’ambiente circostante: il ritmo cicardiano controlla il ciclo diurno del comportamento, e divide gli animali in diurni o notturni; il fotoperiodo e i ritmi circannuali controllano i comportamenti stagionali, come per esempio l’ibernazione. Gli adattamenti all’ambiente Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

14 14 Gli animali si spostano nell’ambiente attraverso: il pilotaggio; l’homing; la migrazione. I sistemi di navigazione permettono l’homing e la migrazione, e possono essere: navigazione per distanza e direzione; navigazione a due coordinate. Gli spostamenti Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

15 15 Gli animali comunicano mediante esibizioni e segnali: visivi, facili e versatili ma limitati all’osservatore; chimici, come i feromoni; uditivi, efficaci in ambienti bui e complessi; tattili, utilizzati da animali a stretto contatto; elettrici, utilizzati in acqua da alcuni pesci. La comunicazione animale Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

16 16 La danza dell’ape mellifera Un esempio di segnale tattile è la danza delle api, che viene eseguita dalle bottinatrici per comunicare al resto dell’alveare la posizione di una fonte di cibo che hanno trovato. Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

17 17 Il comportamento sociale si evolve quando, attraverso la cooperazione, gli individui ottengono tassi di sopravvivenza e riproduzione maggiori che se vivessero da soli; questo però comporta sia costi che benefici. L’evoluzione delle società animali Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

18 18 Le scelte alimentari e la selezione dell’habitat influenzano la distribuzione degli organismi. Alcuni animali immagazzinano il cibo sotto forma di dispense. Il comportamento alimentare Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014

19 19 Gli animali sociali possono raggiungere densità di popolazione elevate. L’organizzazione sociale permette di sfruttare i servizi forniti da altri organismi e di ricavarne risorse. La densità di popolazione Sadava et al. Biologia.blu Ambiente e sostenibilità © Zanichelli 2014


Scaricare ppt "Biologia.blu Ambiente e sostenibilità David Sadava, H. Craig Heller, Gordon H. Orians, William K. Purves, David M. Hillis 2."

Presentazioni simili


Annunci Google