La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EDITORIA SENZA EDITORI: sistemi di distribuzione e reti di vendita, tra innovazione e passato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EDITORIA SENZA EDITORI: sistemi di distribuzione e reti di vendita, tra innovazione e passato."— Transcript della presentazione:

1 EDITORIA SENZA EDITORI: sistemi di distribuzione e reti di vendita, tra innovazione e passato.

2 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 2/19  Obiettivi  Introduzione  Editoria  Produzione e concentrazione editoriale  Sistema distributivo  Organizzazione dei canali distributivi  Politiche del libro  Conclusioni e prospettive future SOMMARIO

3 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 3/19 OBIETTIVI Fornire un quadro della configurazione del settore editoriale e della sua evoluzione Mostrare il cambiamento del sistema distributivo editoriale Conseguenze generate per le aziende e gli utenti

4 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 4/19 INTRODUZIONE André Schiffrin (ex Pantheon Books dirige la casa editrice The New Press) Editoria senza editori Trasformazione editoria negli ultimi anni: Stadio artigianale (di tipo Ottocentesco) Industria grandi gruppi divertimento (enterteinment) e informazione Cambiamento di proprietari e di finalità sconti maggiori sul prezzo di copertina «costi di accesso» (vetrina, bancali, scaffali più in vista il libro funge da «prodotto-civetta» viene messo in vendita sotto costo I grandi gruppi che detengono la distribuzione, possono imporre le proprie condizioni commerciali:

5 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 5/19 EDITORIA La comunità dei lettori L’editore (storia del termine «editore» ‘800) Il libro (dal latino «liber») Il concetto del termine «rete» (network) Tendenze ideologiche manifestate dai singoli editori a partire dall’esame del catalogo dei titoli pubblicati (Robert Escarpit) «Colui che assicura la pubblicazione e la messa in vendita di libri» La sociologia editoriale (anni ‘60-’70):

6 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 6/19 EDITORIA Classificazione dei vari tipi di editore: Valentino Bompiani Il libro come «merce»: soluzioni interamente basate su meccanismi di mercato (Franco Tatò) Il libro come «mondo»: l’amore si rivolge al libro in se stesso e come tale (Romano Guardini) Editoria senza editori (atteggiamento «apocalittico»): logiche di mercato producono solo danni alla crescita di un’editoria dai solidi fondamenti culturali e pluralistici (André Schiffrin) L’artigiano: economia basata sulle abilità tecniche (Richard Sennett) Editoria «di qualità»: fare di una casa editrice la guida della cultura nazionale (Giulio Einaudi)  Il caso Norvegia: simbolo di una politica culturale positiva (sistema di indipendenza culturale)

7 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 7/19 Casi editoriali: Tomasi di Lampedusa Il Gattopardo (1930) scritto (1958) pubblicato postumo «Oscar» Mondadori (1965) 350£ - 63% edicola Elio Vittorini (censura fascista)  Garofano rosso ( ) motivi scabrosi  Conversazione in Sicilia ( ) riferimenti ideologici  Americana (1940) movimento «esterofilo» EDITORIA Storia dell’editoria

8 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 8/19 Casi editoriali:  Discografia (etichetta Cramps)  Talent scout (Franco Battiato)  Case editrici (Multhipla)  Agenzia pubblicitaria (Al.Sa)  Riviste (Humus, Re Nudo, Alfabeta)  Enogastronomia (Gola, fenomeno slow food)  Eventi culturali (Polyphonix e Milano Poesia) Tecnologico (affidabilità delle informazioni su Internet) Problema dei costi (come far pagare contenuti) Accrescere aiuto pubblico (sovvenzioni come cinema) Gianni Sassi (anni 70-90) Panorama attuale: Scenari futuri Concentrazioni – logica produttiva e manageriale – strumenti informatici Progresso: EDITORIA Storia dell’editoria

9 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 9/19 PRODUZIONE E CONCENTRAZIONE EDITORIALE Il mercato italiano (dati AIE 2010): 3,5 miliardi di euro circa 58 mila titoli (65% novità) 213 milioni di copie stampate 6 gruppi (da soli) circa il 70% del mercato!

10 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 10/19 PRODUZIONE E CONCENTRAZIONE EDITORIALE Fine del libro Fino a che punto la tecnologia elettronica soppianterà il libro nei prossimi anni? «La carta sopravviverà a Internet» (Umberto Eco) e-Book (libro elettronico): Print-on-Demand (PoD) (stampa su richiesta): Audiolibro: registrazione audio di un libro letto ad alta voce da uno o più attori, uno speaker o lettore, oppure da un motore di sintesi vocale (formato «mp3»)  Sia hardware su cui viene letto  Sia il software che permette la lettura del file  libri su richiesta (Book-on-Demand) dispense universitarie, libri, manuali, libri fuori catalogo. Vantaggi: Essere aggiornato annualmente Non risulta mai esaurito o fuori commercio Libertà dell’editore di non apporre il proprio marchio

11 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 11/19  Feltrinelli catene di librerie EFFE 2005 – Finanziaria Feltrinelli SpA  Gruppo Mauri Spagnol: Longanesi, Garzanti, A. Vallardi, Guanda, Corbaccio, Tea, Nord, Salani e Ponte alle Grazie  Rcs Rizzoli (tascabili BUR), Bompiani, Sonzogno, Fabbri, Archinto, Sansoni, La Nuova Italia, Etas, Flammarion distribuzione: Adelphi, Fanucci e White Star  MondadoriFininvest: Einaudi Editore, Sperling & Kupfer, Piemme, Electa SISTEMA DISTRIBUTIVO La distribuzione in Italia: Librerie Grande distribuzione (Gdo): (Giangiacomo Feltrinelli anni ‘90)  Coop Romano Montroni  Interno 4

12 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 12/19  libro  Bol.  Ibs.it  Hoepli.it  Amazon  Lulu SISTEMA DISTRIBUTIVO La distribuzione in Italia:  Il caso Fabrizio Serra Editore (riviste accademiche): Internet Editoria universitaria 2-3 grandi editori oligopolisti che hanno raggruppato centinaia di riviste di cui posseggono il marchio in pacchetti non “spacchettabili” decidono ogni anno di alzare i prezzi (Messaggerie) principale libreria on-line italiana (Gruppo Editoriale L'Espresso) stampa su richiesta (500mila titoli) (Mondadori)

13 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 13/19 ORGANIZZAZIONE DEI CANALI DISTRIBUTIVI La struttura della distribuzione libraria: (trasferimento fisico del prodotto) La vendita diretta La vendita indiretta  Libreria (il principale canale)  Vendita per corrispondenza (mailing) - contrassegno  Porta a porta  Rateale  Mostre e fiere del libro  Edicola (collezionabili)  Grande distribuzione organizzata (Gdo): supermercati, grandi magazzini, ipermercati, cash and carry, autogrill, aeroporti, ecc.  Bancarelle e cartolibrerie (materiale didattico) 40-60% del prezzo copertina! «Libertà di offerta merceologica e liberalizzazione della vendita oltre 1500 m² di superficie» Riforma del commercio D. Lgs. 114 / 98 (legge Bersani): La «rivoluzione» distributiva

14 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 14/19 ORGANIZZAZIONE DEI CANALI DISTRIBUTIVI  Internet (acquistare direttamente on-line)  Televendite  Book shop museali  Punti vendita specializzati Le nuove formule di vendita La struttura della distribuzione libraria: Librerie di catena (centri storici città o zone commerciali) Librerie indipendenti (precisa fisionomia) E-commerce e Print-on-Demand Destino: Messaggerie Libri (canale libreria) Mach 2 Libri (grande distribuzione) Leader settori (rimane invariato):

15 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 15/19  Art. 11 della legge 62/2001: «Sconto massimo del 15%, ben 10 eccezioni totali (sconti liberi) e 3 eccezioni parziali (fino al 20%)»  VS. Principio della libera concorrenza (es: industria farmaceutica)  Unione europea (limitazione iva sul libro al 4%) POLITICHE DEL LIBRO Il diritto d’autore: «Protegge e tutela qualsiasi opera dell’ingegno (70 anni dopo la morte dell’autore – pubblico dominio)» Legge 633 / 1941 (regolamento 1369 / 1942) Convenzione Universale sul Diritto d’Autore (Parigi 1971) Trattato OMPI 2002 (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) – 30 Paesi dispositivi tecnologici tutela diritto d’autore VS. privacy Il prezzo unico Copyright management: tutela del diritto d’autore delle informazioni multimediali immesse in rete (estensione a livello mondiale) (misura a favore della libreria vs. Gdo - riequilibrio)

16 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 16/19 POLITICHE DEL LIBRO Il caso Francia (lotta alla pirateria) Loi n. 961/ /2009: Gratuità del bene pubblico o impresa commerciale? Opere d'autore per le quali sono scaduti i termini della tutela del copyright Bene comune non coperto da copyright (pubblico dominio):  dati relativi ai proventi per fotocopie 2,8€ / abitante (VS. 0,06€ Italia)  dati relativi ai proventi per prestiti 1,7€ / abitante (VS. 0€ Italia) Il caso Svezia La gestione collettiva dei diritti d’autore (fotocopie e diritto di prestito) «Materiale culturale che può essere usato senza restrizioni, esente dalla tutela del copyright» «3 download illegali sospensione amministrativa dell’abbonamento a internet» censurata da Corte Costituzionale francese

17 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 17/19 CONCLUSIONI astratta (virtuale) cyberspazio Processo «digitalizzazione»: editoria fisica (materiale) Per ogni libro possibilità di: Ottenerne copia all’istante Scaricarlo sul proprio “apparecchio” Velocità di diffusione: Incontrollabile Non negoziabile Fine complessità e inutilità infrastrutture Stop mercato al dettaglio (costi di gestione e rese) Resistenze editori dovute: «Tutti possono diventare editori e tutti potranno dirsi autori»

18 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 18/19 CONCLUSIONI I contenuti digitali sono fragili: abbonamenti rinnovabili / scadenze (censura non è la sola soluzione) dimensione morale (industria editoriale non può essere solo impresa d’affari) modalità di accesso al mercato culturale autori ed editori necessità di conservare i libri tradizionali (su carta) «I cambiamenti tecnologici rendono il processo produttivo editoriale più complesso»

19 Corso di Laurea Specialistica Interfacoltà in Editoria e comunicazione multimediale 19/19 PROSPETTIVE FUTURE Per i lettori: Nuovi contenuti e cataloghi multilingue Rispetto copyright (siti autori, editori e specializzati) Collaborazioni biblioteche ed università (es: Google) Eliminate spese (spedizione, inventariato, stoccaggio, resa) Minor prezzo (maggiori guadagni per autori) / Gratuiti Per gli editori: Molto lavoro per i traduttori Costi ridotti al minimo (senza distribuzione e gestione) Servizi esterni di consulenza (legali, contabilità, progettazione, pubblicità) Social networks (Facebook, YouTube) incoraggiano nuovi autori Possibilità investitori esterni Passaggio da un sistema centralizzato a localizzato Limitazione ai grandi gruppi Necessaria una convenzione mondiale uniforme (tradizionali diritti di territorio superflui) Battaglia tra diritti digitali di gestione del software VS. open access VS. hackers

20 FINE


Scaricare ppt "EDITORIA SENZA EDITORI: sistemi di distribuzione e reti di vendita, tra innovazione e passato."

Presentazioni simili


Annunci Google