La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RELAZIONE CONCLUSIVA DOCENTE FUNZIONE STRUMENTALE n. 1 Area: GESTIONE DEL P.O.F. Ins. Cinzia di Pasquale Componenti : Infanzia: Acquaviva Paola Gallucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RELAZIONE CONCLUSIVA DOCENTE FUNZIONE STRUMENTALE n. 1 Area: GESTIONE DEL P.O.F. Ins. Cinzia di Pasquale Componenti : Infanzia: Acquaviva Paola Gallucci."— Transcript della presentazione:

1 RELAZIONE CONCLUSIVA DOCENTE FUNZIONE STRUMENTALE n. 1 Area: GESTIONE DEL P.O.F. Ins. Cinzia di Pasquale Componenti : Infanzia: Acquaviva Paola Gallucci Anna Santa Primaria: Lazzarini Ellida Ciccarelli Emiliana Di Biase Fulvia

2 RELAZIONE CONCLUSIVA Nell’anno scolastico 2013/14 la sottoscritta Di Pasquale Cinzia ha ricoperto l’incarico di Funzione Strumentale (area 1), attribuito con delibera del Collegio dei Docenti, in seduta unitaria, in data 10/09/2013. I settori di intervento assegnati sono stati i seguenti: Revisione del POF in collaborazione con la Commissione preposta e del Dirigente Scolastico Coordinamento nel corso d’anno dei progetti del POF Individuazione dei bisogni dell’utenza e analisi dei fattori della qualità del servizio Partecipazione alle attività “4 città in rete” Il lavoro di revisione e aggiornamento del Piano dell’Offerta Formativa si è svolto con due incontri nel mese di ottobre, alla presenza di tutta la commissione, ed ha riguardato la rielaborazione di alcuni contenuti e stesura delle parti mancanti; la revisione grafica; la stampa e diffusione del documento tramite il sito web dell’Istituto.

3 Nel mese di gennaio, alla presenza del dirigente scolastico (in quanto le ore destinate ai componenti della commissione erano già state effettuate), si è esaminato l’elenco dei progetti inerenti l’ampliamento dell’ offerta formativa in base alle nuove scelte operate dal Collegio dei Docenti e alla luce delle reali possibilità finanziarie assegnate all’istituto. Sono state inserite anche le destinazioni e le date dei viaggi d’istruzione e delle uscite didattiche di ogni sezione e classe. Nel mese di maggio, sempre in collaborazione del Dirigente Scolastico, è stato realizzato un pieghevole riassuntivo da consegnare alle famiglie con le date e gli eventi previsti per fine anno. Si è stabilito anche la somministrazione dei questionari di valutazione del servizio della scuola. A giugno, in riferimento al piano di miglioramento dell’offerta formativa, ho proceduto alla valutazione delle attività formative della scuola (si vedano fogli e grafici allegati), in seguito al monitoraggio operato tramite la somministrazione di questionari per i genitori.

4 Gli incontri di formazione tra docenti referenti per “QUATTRO CITTÀ IN RETE” si sono svolti nei mesi di febbraio, marzo e aprile Gli incontri sono stati finalizzati alla produzione di un curricolo verticale d’istituto (scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado) basato al raggiungimento dei traguardi di competenze di ascolto e comprensione e scrittura della lingua italiana. Negli ultimi incontri abbiamo elaborato un esempio di un percorso di ricercazione incentrato sulle “Cronache di Narnia” relativo a tali traguardi. Per quanto concerne la valutazione dell’incarico, ho svolto ogni tipo di attività nella massima collaborazione possibile da parte di ogni componente con cui mi sono relazionata; non ho avuto particolari problemi relazionali e/o incomprensioni tali da inficiare il proprio o l’altrui lavoro, né la realizzazione di progetti o attività. Il rapporto instaurato con la dirigenza e i suoi collaboratori può definirsi più che buono, basato su proficua collaborazione, ascolto reciproco e sintonia d’intenti. La gestione della commissione Pof è stata gratificante sia dal punto di vista professionale sia relazionale: il lavoro svolto con le colleghe ha dato ottimi risultati sul piano pratico, ha consolidato rapporti già avviati e ha favorito nuove relazioni interpersonali.

5 SCUOLA GENITORE

6 MODELLO ORGANIZZATIVO VOLTO ALLA PROMOZIONE DELL’APPRENDIMENTO E ALLA VALORIZZAZIONE DELLA COMPONENTE EDUCATIVA. EFFICACIA DELL’OFFERTA FORMATIVA

7 LE USCITE SUL TERRITORIO SONO… IGIENE DEGLI AMBIENTI

8 VIGILANZA COINVOLGIMENTO DELLA FAMIGLIA NELLA PROGETTAZIONE DELL’AZIONE EDUCATIVA ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DEI PERCORSI DIDATTICI E DEI PROGETTI.

9 “LETTURA” DEI RISULTATI Le schede esaminate sono state in totale 279. Dalla lettura dei dati si evince che: Le madri continuano ad essere il canale privilegiato tra scuola e famiglia; Il questionario è stato compilato, in maggioranza, dai genitori della scuola primaria; I genitori sono soddisfatti del modello organizzativo e dell’offerta formativa nonché del loro grado di coinvolgimento nella progettazione dell’azione educativa proposti dalla scuola, anche per quanto riguarda la valenza delle uscite sul territorio i dati sono risultati positivi, rispetto agli anni scorsi; Anche per quanto riguarda l’igiene degli ambienti e la vigilanza sugli alunni il giudizio risulta positivo. Non possiamo che tener conto di tali dati con l’impegno, per l’anno prossimo, di incentivare il numero delle uscite, in quanto rappresentano, infatti, nell'articolato Progetto dell'offerta Formativa della scuola, una opportunità fondamentale per la promozione dello sviluppo relazionale e formativo di ciascun alunno e per l'attuazione del processo di integrazione scolastica degli alunni diversamente abili.


Scaricare ppt "RELAZIONE CONCLUSIVA DOCENTE FUNZIONE STRUMENTALE n. 1 Area: GESTIONE DEL P.O.F. Ins. Cinzia di Pasquale Componenti : Infanzia: Acquaviva Paola Gallucci."

Presentazioni simili


Annunci Google