La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’APPARATO URINARIO E LA RISPOSTA ALL’INSUFFICENZA RENALE CRONICA A cura di Vds Samuele Luzi Istruttore di Pronto Soccorso eTrasporto Infermi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’APPARATO URINARIO E LA RISPOSTA ALL’INSUFFICENZA RENALE CRONICA A cura di Vds Samuele Luzi Istruttore di Pronto Soccorso eTrasporto Infermi."— Transcript della presentazione:

1 L’APPARATO URINARIO E LA RISPOSTA ALL’INSUFFICENZA RENALE CRONICA A cura di Vds Samuele Luzi Istruttore di Pronto Soccorso eTrasporto Infermi

2 OBBIETTIVI 1° parte: Cenni di anatomia e fisiologia dell'apparato urinario; Patologie frequenti e modalità di intervento.

3 Reni: Filtrano il sangue producendole urine con le quale vengono espulse le sostanze tossiche Pelvi renale: Raccolgono l’urina dai reni, inviandola nell’uretere Uretere: Canale che porta l’urina alla vescica Vescica: Raccoglie l’urina in attesa di essere espulsa con la minzione Uretra: Canale attraverso il quale l’urina viene espulsa APPARATO URINARIO Insieme di organi che contribuisce all’eliminazione delle le sostanze di rifiuto prodotte dal metabolismo

4 PATOLOGIE INFEZIONE VIE URINARIE Si interessa L’URETRA URETRITE LA VESCICA CISTITE NEI RENI PIELONEFRITE SINTOMI: Bruciare nella minzione Aumento di numero della minzione URINE MALEODORANTI FEBBRE DOLORI nella regione lombare OSPEDALIZZAZIONE

5 EMATURIA EMORRAGIA ESTERIORIZZATA Tra le cause principali il tumore all’apparato urinario calcoli renali un’infezione nelle vie urinarie causa ristagno di urina nella vescica Traumatismi OSPEDALIZZAZIONE

6 COLICA RENALE Ostruzione delle vie urinarie da parte di un calcolo SINTOMI Dolore lombare Nausea vomito Febbre Ospedalizzazione (posizione antalgica)

7 RITENZIONE ACUTA D’URINA Incapacità della vescica di svuotarsi con blocco totale della minzione, che spesso riguarda i pazienti di sesso maschile con infiammazioni di vario genere alla prostata. SINTOMI Dolore Sollevamento parete addominale OSPEDALIZZAZIONE CATETERISMO VESCICALE

8 OBBIETTIVI 2° PARTE Cosa è l’insufficienza renale La terapia conservativa Le terapie sostitutive Il trapianto Aspetti psico-sociali del paziente cronico

9 COSA E’ INSUFFICENZA RENALE Quando i reni non funzionano bene Non eliminano i liquidi Non eliminano le scorie Non producono più ormoni Vitamina D - Eritropina – Renina Assorbimento Calcio – Produzione globuli rossi – Regolazione pressione arteriosa

10 LA TERAPIA CONSERVATIVA Dieta riduzione proteine - grassi – sali - calorie Terapia Controllo pressione – somministrazione vitamina D ed eritropina Feling costante con nefrologo

11 IL TRATTAMENTO SOSTITUTIVO Quando la funzione del rene si riduce a meno del 5 % Emodialisi Dialisi peritoneale Trapianto renale

12 EMODIALISI Dove? Come funziona? Il sangue viene fatto scorrere in un filtro che si trova al di fuori dell’organismo dove entra in contatto, attraverso una membrana artificiale, con la soluzione di dialisi. Quando? L’accesso vascolare

13 EMODIALISI La dialisi deve essere eseguita fino a che non si può effettuare un trapianto di rene

14 EMODIALISI Complicanze durante e dopo il trattamento Ipotensione e crampi Infezione della fistola Malfunzionamento o chiusura dell’accesso vascolare Emorragie – Febbre - Vomito

15 Dove? Come funziona? La soluzione di dialisi, introdotta nella cavità peritoneale, entra in contatto con il sangueattraverso la membrana peritoneale che riveste gli organi addominali e che in questo caso viene utilizzata come un filtro. Quando? CAPD = Dialisi Peritoneale Ambulatoriale Continua APD = Dialisi Peritoneale Automatizzata Il catetere peritoneale DIALISI PERITONEALE

16 Infezioni Usura membrana peritoneale

17 IL TRAPIANTO Come funziona? Un rene prelevato da donatore vivente o deceduto viene collocato nella parte anteriore dell’addome, lasciando nella loro sede i reni che non funzionano più. Trapianto da donatore vivente o deceduto CAPD = Dialisi Peritoneale Ambulatoriale Continua APD = Dialisi Peritoneale Automatizzata La lista d’attesa La vita con il trapianto Le complicanze

18 IL RAPPORTO CON GLI ALTRI Il problema della malattia cronica Le persone affette da un qualsiasi disturbo o malattia cronica, indipendentemente dalla sua origine, sono soggette ad una speciale sollecitazione emotiva e psicologica. Particolarità del rapporto con il paziente

19 DOMANDE Conclusioni Le slide e la dispensa saranno scaricabili sul sito:

20 AVVELENAMENTI E INTOSSICAZIONI

21 AVVELENAMENTI Esposizione accidentale dell’organismo ad una sostanza in quantità sufficiente per causare un danno

22 AVVELENAMENTI Farmaco: Sostanza con effetto terapeutico se assunta in giusta quantità Veleno: Sostanza tossica per sua natura

23 AVVELENAMENTI Per via digerente: Assunzione per bocca Per via inalatoria: Attraverso l’aria che viene respirata Iniettati o assorbiti dalla pelle: Morso di vipera - insetticidi

24 AVVELENAMENTI Danno immediato Intossicazione da sostanza caustiche: Danno immediato dei tessuti con cui viene a contatto Danno secondario Dovuto all’assorbimento nel sangue: La maggior parte dell’assorbimento avviene nell’intestino

25 IMPORTANTE Elementi da raccogliere Importante valutare l’ambiente e la situazione: odori, allucinazioni… Quale sostanza è stata assunta? Quando è stata assunta? Quanta sostanza è stata ingerita? Il paziente a vomitato? Quando?

26 AVVELENAMENTI Intossicazione da alcool Fase iniziale eccitazione con successivo effetto depressivo dei sistemi nervosi centrali (la situazione può essere abbinata a traumi) Intossicazioni per vie inalatorie “Cenni Abuso di sostanze”

27 AVVELENAMENTI Intossicazione da farmaci Accidentali e suicide: Farmaco o dose sbagliata – Ansiolitici e sedativi (accompagnati anche da alcool) Intossicazioni alimentari Virus, batteri presenti negli alimenti o sostanze tossiche contenute negli alimenti stessi (funghi)

28 SOCCORSI VALUTAZIONE DELLA SCENA E AUTOPROTEZIONE zValutazione situazione ambientale e raccolta informazioni zValutazione ABC + BLS se necessario zAttivazione mezzo di soccorso avanzato Se ABC presenti zMantenere la pervietà delle vie aeree attenzione al vomito zValutazione continua parametri vitali zNon somministre nulla non indurre vomito zEvitare pericoli per il paziente e per gli altri (ubriaco al volante)

29 DOMANDE Conclusioni Le slide e la dispensa saranno scaricabili sul sito:


Scaricare ppt "L’APPARATO URINARIO E LA RISPOSTA ALL’INSUFFICENZA RENALE CRONICA A cura di Vds Samuele Luzi Istruttore di Pronto Soccorso eTrasporto Infermi."

Presentazioni simili


Annunci Google