La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SIS² Richiesta PIN Configurazione SIS² Stampa tessere 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SIS² Richiesta PIN Configurazione SIS² Stampa tessere 2010."— Transcript della presentazione:

1 SIS² Richiesta PIN Configurazione SIS² Stampa tessere 2010

2 Sulle tessere 2010 deve essere stampato un codice segreto (PIN) che l’iscritto potrà usare per l’accesso ai servizi online della Cisl Il PIN viene rilasciato dalla confederazione L’acquisizione del PIN è fatta automaticamente dal programma SIS² Il PIN viene rilasciato a tutti gli iscritti. E’ numerico per gli iscritti di cui la categoria possiede il codice fiscale, ed alfabetico per gli altri La richiesta del pin viene “firmata” con un codice struttura (ID) che viene generato usando First Class

3 SIS² Richiesta PIN

4 La prima cosa da fare è accedere a First Class con la login della propria categoria territoriale. Non si deve accedere quindi con login personali ma con quella della struttura. Questo esempio è fatto usando la login della struttura “USR Lombardia”. Una volta entrati in FC si deve cliccare su Banche Dati

5 Cliccare poi su Indirizzario

6 Cliccare su Risorse Indirizzario e quindi su Aggiorna

7 Fare doppio click sulla riga della propria struttura per accedere ai dati della struttura

8 Cliccare su Genera ID per generare il file di firma della propria struttura

9 Salvare il file generato in una cartella del proprio disco fisso dandogli un nome qualsiasi. L’importante è ricordarsi dove lo si è salvato e come si è chiamato il file perché servirà più avanti ! Suggeriamo di chiamare il file con il nume della struttura di appartenenza e di mantenere l’estensione originale (.fcg). Il file può essere salvato anche su una chiavetta USB o su un disco di rete. L’importante è che l’unità su cui si è salvato il file sia disponibile al momento della stampa tessere

10 SIS² Configurazione SIS²

11 Entrare quindi in SIS² e selezionare Categorie, La propria categoria e poi Parametri categoria. In questo esempio è stata usata la FIM di Brescia

12 Nei parametri di categoria si può impostare l’allineamento della stampante rispetto ai moduli delle tessere (offset) sia orizzontale che verticale, nonché impostare un testo libero che venga stampato sul foglio che accompagna la tessera Nell’immagine un esempio di tale testo.

13 Nella pagina 4/4 dei parametri deve essere indicato il nome del file di firma (ID) generato con First Class con il percorso in cui è stato salvato. Suggeriamo di usare il pulsante Sfoglia per selezionare il file.

14 SIS² Stampa tessere 2010

15 La stampa tessere 2010 può essere fatta a partire da diversi punti del programma. Probabilmente il modo più semplice è quello di generare un elenco di soggetti con la funzione “Elenchi/Stampe”. Un qualunque elenco generato da quella funzione può infatti essere passato alla funzione di “Stampa Tessere”. Si potrà quindi stampare le tessere di tutti gli iscritti o di una parte di essi, nell’ordine in cui si vuole.

16 Nella gestione elenchi creare prima di tutto un filtro che consenta di selezionare i soggetti di cui stampare la tessera. Di base è sufficiente un filtro come quello proposto qua sopra che seleziona tutti i soggetti che al 1 Gennaio 2010 saranno ancora iscritti, escludendo quindi tutti coloro che hanno un termine dell’iscrizione precedente. A questo filtro ne potranno poi essere aggiunti altri, ad esempio per azienda, operatore, residenza, ecc.

17 Si passa quindi a creare un elenco includendo alcuni dati dei soggetti (nell’esempio nome, cognome e azienda) ed applicando a questo elenco il filtro o i filtri creati in precedenza. I dati inclusi nell’elenco non hanno alcuna influenza sui dati che verranno stampati sulla tessera. Si può quindi includere i dati minimi che possono servire per verificare l’elenco prima di stampare effettivamente le tessere

18 Al momento di eseguire l’elenco viene chiesta conferma della data a cui verificare l’iscrizione. Al fine di escludere tutti i soggetti che hanno dato disdetta in corso d’anno e tutti i soggetti con tessera brevi-manu che hanno data termine al 31 Dicembre 2009 conviene quindi inserire la data del 1 Gennaio 2010

19 Verrà quindi generato un elenco di soggetti che hanno le caratteristiche selezionate nel filtro. Nell’esempio qui sopra sono 1847 soggetti. L’elenco può essere sfogliato per controllarlo, salvato in Excel per verifiche successive e riordinato cliccando sul titolo di una delle colonne che lo compongono. Una volta fatte le opportune verifiche si può passare alla stampa tessere, premendo il pulsante in alto a destra

20 In questa maschera si deve : - Selezionare l’anno della tessera (2010) - Effettuare un test di connessione con i server confederali che deve dare l’esito mostrato a destra - Scegliere se fare una stampa di prova o definitiva (tenendo presente comunque che la richiesta del PIN verrà fatta comunque in modo definitivo alla confederazione - Verificare la tipologia delle tessere da stampare. Normalmente si lascerà selezionata l’opzione Delega - Lanciare quindi la richiesta PIN (Assegna PIN)

21 Al termine della richiesta PIN verrà generato un elenco contenente i nominativi dei soggetti per i quali il PIN è stato richiesto, in fondo al quale si troveranno i soggetti per i quali il PIN non è stato richiesto in quanto già presente. Un secondo elenco verrà generato solo se per alcuni soggetti si sono verificati degli errori.

22 In questo caso è opportuno verificare le anagrafiche dei soggetti scartati per verificare quale sia la causa dello scarto. Dalle prove fatte spesso si trattava di campi data non compilati con valori validi Una volta corrette le eventuali anomalie si potrà ripetere la richiesta del PIN. Ovviamente in questo caso verrà rilasciato il PIN solo ai soggetti che non lo avevano ricevuto la prima volta

23 A questo punto si potrà selezionare l’opzione Procedi e stampare fisicamente le tessere. Dal pannellino di stampa si potrà decidere se memorizzare o meno il numero della tessera stampata nell’archivio e decidere se creare prima della stampa il file PDF delle tessere. Questa seconda opzione può essere utile nel caso in cui si voglia procedere alla stampa in un secondo momento memorizzando il file

24 I dati della tessera stampata, ed il PIN ricevuto vengono memorizzati nella scheda iscrizione del soggetto. Direttamente da questa scheda è possibile richiedere il PIN. Ricordiamo che la richiesta del PIN deve essere fatta solamente per i soggetti di cui si procede poi alla stampa della tessera.

25 SIS² Note di carattere generale : - Il PIN viene rilasciato a tutti ma è numerico per i soggetti di cui la categoria possiede il Codice Fiscale ed alfabetico per tutti gli altri - Tramite Codice Fiscale e PIN oppure Cognome, Nome e PIN l’iscritto può accedere al sito - Dopo l’accesso l’iscritto potrà completare e correggere i suoi dati anagrafici. Le correzioni fatte verranno restituite alla categoria per poterle inserire nei propri archivi. I dettagli tecnici di questa restituzione sono in fase di definizione - In particolare per gli iscritti di cui la categoria non possiede il Codice Fiscale è obbligatorio inserire questo dato sul portale per poter procedere alla registrazione. - In alternativa l’iscritto potrà portare i propri dati alla categoria per la rettifica, utilizzando la scheda di verifica dati allegata alla tessera. La categoria una volta inseriti e corretti i dati potrà fare una richiesta PIN alla confederazione per comunicare i nuovi dati. Il nuovo PIN non dovrà essere dato all’iscritto in quanto rimarrà valido anche quello precedente - Dopo il primo accesso l’iscritto si sceglierà una password e l’accesso al portale ed ai servizi collegati avverrà solamente tramite Codice Fiscale e password. Da quel momento in poi il PIN non verrà più utilizzato.


Scaricare ppt "SIS² Richiesta PIN Configurazione SIS² Stampa tessere 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google