La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Competenze per una ‘buona scuola’: quale rapporto tra nuove Indicazioni ed Invalsi? Valutare le competenze: Indicazioni Nazionali per il Curricolo e rilevazioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Competenze per una ‘buona scuola’: quale rapporto tra nuove Indicazioni ed Invalsi? Valutare le competenze: Indicazioni Nazionali per il Curricolo e rilevazioni."— Transcript della presentazione:

1 Competenze per una ‘buona scuola’: quale rapporto tra nuove Indicazioni ed Invalsi? Valutare le competenze: Indicazioni Nazionali per il Curricolo e rilevazioni Invalsi Bruno Losito Asti, 8 novembre 2014

2 Indicazioni Nazionali e competenze Attuali prove Invalsi  Quadri di riferimento  Caratteristiche delle prove Disegno e periodicità delle rilevazioni

3 Diverse dimensioni di una competenza  aspetti cognitivi (conoscenze e abilità)  aspetti metacognitivi  aspetti affettivo-motivazionali Attualmente a livello internazionale soltanto PISA si propone di rilevare ‘competenze’

4 Nelle stesse Indicazioni Nazionali si indica la necessità di raccordare le prove utilizzate nelle rilevazioni Invalsi a quanto in esse previsto L’ultimo decreto relativo al SNV rende ancora più necessario questo raccordo

5 Che cosa misurano attualmente le prove Invalsi?  in passato  per quanto dichiarato nei QdR attuali

6 QdR Italiano – Obbligo  padronanza linguistica (oralità, lettura, scrittura; conoscenze e abilità di riflessione metalinguistica)  competenze sottese alla comprensione della lettura (pragmatico-testuale, lessicale, grammaticale)  competenze di lettura  competenze grammaticali

7 «Le prove INVALSI, anche per motivi di tipo tecnico- organizzativo (elevato numero di studenti, esigenza di correzione uniforme, ecc.), sono circoscritte alla valutazione della competenza di lettura (intesa come comprensione, interpretazione, riflessione su e valutazione del testo scritto, avente a oggetto un’ampia gamma di testi, letterari e non letterari) e delle conoscenze e competenze grammaticali, il cui apprendimento è previsto nelle indicazioni curricolari dei vari gradi di scuola.»

8 ‘Aspetti’ della comprensione della lettura 1. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra le parole 2. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo 3. Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo e/o tratte dall’enciclopedia personale del lettore.

9 4. Cogliere le relazioni di coesione e di coerenza testuale (organizzazione logica entro e oltre la frase) 5a. Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti, anche formulando inferenze complesse 5b. Ricostruire il significato globale del testo, integrando più informazioni e concetti, anche formulando inferenze complesse

10 6. Sviluppare un’interpretazione del testo, a partire dal suo contenuto e/ o dalla sua forma, andando al di là di una comprensione letterale 7. Riflettere sul testo e valutarne il contenuto e/o la forma alla luce delle conoscenze ed esperienze personali.

11 Tipologia dei quesiti  a risposta chiusa  a risposta aperta (univoca e articolata) [Distinzione ricalcata su quella operata nelle indagini comparative internazionali, in particolare PISA. Così come i criteri di attribuzione dei punteggi – partial credit]

12 annoclasseitem Aspetti Totale 12345a5b II primaria va %4,819,0 14,333,34,8 0,0100,0 V primaria va %9,421,912,515,618,815,66,30,0100,0 I secondaria I gr. va %8,3 19,416,733,32,88,32,8100,0 III secondaria I gr. va %18,29,16,1 30,318,23,09,1100,0 II secondaria II gr. va %7,524,513,27,522,611,313,20,0100,0 Totale va %9,717,113,711,426,910,98,02,3100,0

13 Nel rapporto tecnico i diversi aspetti vengono aggregati in ‘processi’ (vedi PISA, dove però tale aggregazione è effettuata nei FW e guida la restituzione dei risultati)

14 PROCESSI 2012 ASPETTI PROCESSI 2013 Individuare informazioni 2 Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Individuare informazioni Ricostruire il significato del testo 1 Riconoscere e comprendere il significato letterale e figurato di parole ed espressioni; riconoscere le relazioni tra parole. Comprendere e ricostruire 3 Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo e/o tratte dall’enciclopedia personale del lettore. 4 Cogliere le relazioni di coesione (organizzazione logica entro e oltre la frase) e coerenza testuale. 5a Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti, anche formulando inferenze complesse. 5b Ricostruire il significato globale del testo, integrando più informazioni e concetti, anche formulando inferenze complesse. Rielaborare il testo Interpretare e valutare 6 Sviluppare un’interpretazione del testo, a partire dal suo contenuto e/o dalla sua forma, andando al di là di una comprensione letterale. 7 Valutare il contenuto e/o la forma del testo alla luce delle conoscenze ed esperienze personali (riflettendo sulla plausibilità delle informazioni, sulla validità delle argomentazioni, sulla efficacia comunicativa del testo, ecc.)

15 Prove 2013 ClasseItem Processi (classificazione Snv 2013) Totale Individuare informazioni Comprendere e ricostruire Rielaborare il testo II primaria va %19,071,49,5100,0 V primaria va %21,956,321,9100,0 I secondaria I gr. va %8,377,813,9100,0 III secondaria I gr. va %9,160,630,3100,0 II secondaria II gr. va %24,550,924,5100,0 Totale va % 17,161,721,1100,0

16 Nel passaggio dal Quadro di riferimento alle prove si determina un problema di validità di contenuto Da dove deriva questo problema?  formato delle domande

17 Prove 2013 ClasseItem Formato delle risposte Totale Aperta articolata Aperta univoca Risposta chiusa II primaria va 0021 %,0 100,0 V primaria va %,06,393,8100,0 I secondaria I gr. va %,027,872,2100,0 III secondaria I gr. va % 6,121,272,7100,0 II secondaria II gr. va % 1,917,081,1100,0 Totale va % 1,716,082,3100,0

18 Pisa 2009 PROCESSIFormato delle risposte Item va% Individuare informazioni Risposta chiusa1858,1 Aperta univoca1032,3 Aperta complessa39,7 Interpretare il testo Risposta chiusa4871,6 Aperta univoca11,5 Aperta complessa1826,9 Riflettere e valutare Risposta chiusa927,3 Aperta univoca00,0 Aperta complessa2472,7 Totale Risposta chiusa7557,3 Aperta univoca118,4 Aperta complessa4534,4

19 Quali possibili interpretazioni?  il disegno delle rilevazioni Invalsi  l’obiettivo delle rilevazioni  i tempi e le risorse (anche economiche) per la correzione delle prove  la restituzione alle scuole

20 Se il problema è quello di contribuire a rilevare aspetti di competenza (i ‘traguardi’), le prove Invalsi, così come sono attualmente sono inadeguate Come conciliare questa inadeguatezza con quanto suggerito dalla Indicazioni nazionali per il curricolo?

21 Cadenza delle rilevazioni e tempi di restituzione alle scuole Coerenza tra contenuti delle rilevazioni e quanto si richiede agli insegnanti e alle scuole Uso effettivo dei risultati delle rilevazioni da parte delle scuole

22 Grazie per l’attenzione!


Scaricare ppt "Competenze per una ‘buona scuola’: quale rapporto tra nuove Indicazioni ed Invalsi? Valutare le competenze: Indicazioni Nazionali per il Curricolo e rilevazioni."

Presentazioni simili


Annunci Google