La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

R.G. BELLOMO PROGETTO RIABILITATIVO BIOPROGRESSIVO DI OTTIMIZZAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "R.G. BELLOMO PROGETTO RIABILITATIVO BIOPROGRESSIVO DI OTTIMIZZAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 R.G. BELLOMO PROGETTO RIABILITATIVO BIOPROGRESSIVO DI OTTIMIZZAZIONE

2 2.Omeostasi del sistema cibernetico umano 3.Postura e leggi dell’equilibrio, confort ed economia 1.Semeiotica e fisiologia del dolore 4.Rieducazione attraverso l’ottimizzazione della performance e dei parametri prestativi

3 I.A.S.P. International Association for the Study of Pain (1996) Il dolore è un’esperienza sensoriale ed emotiva sgradevole, associata ad un danno tissutale effettivo o potenziale o descritta in termini di tale danno.

4 DOLORE somatico viscerale neurologico Il danneggiamento traumatico di una struttura somatica profonda non si limita a provocare un dolore locale, ma determina anche reazioni dolorose e trofiche in tessuti somatici profondi e superficiali legati da connessioni neurologiche segmentali.

5 Caratteristiche del dolore: Sede Discriminazione spaziale Qualità Intensità Andamento nel tempo Durata Segni vegetativi d’accompagnamento Segni emozionali Stimoli addizionali sull’area del dolore

6 Dolore Somatico profondo Dolore osseo: scarsamente localizzato, profondo, non è influenzato dalla contrazione dei muscoli circostanti. Dolore articolare: localizzato, si aggrava con il movimento. Dolore della capsula: è presente solo quando l’articolazione è in una posizione ben definita.

7 Dolore Somatico profondo Dolore tendineo: molto intenso, incrementato dalla contrazione muscolare. Dolore delle guaine tendinee: si intensifica al movimento passivo. Dolore a carico delle borse: frequentemente cronico, persistente, presente anche a riposo.

8 Dolore Somatico profondo Dolore muscolare: nella sua espressione più caratteristica è quella dello STIRAMENTO o STRAPPO. Tale evenienza, frequente nella pratica sportiva, causa l’insorgenza di due dolori. 1.Il primo improvviso e di breve durata, viene descritto in termini di contrazione; 2.il secondo di manifesta a un intervallo di tempo variabile, è più sordo e diffuso e persiste a lungo.

9 CARATTERISTICHE DEL DOLORE DOLORE VISCERALEDOLORE SOMATICO IN SEDE SUPERFI-CIALE DOLORE SOMATICO IN SEDE PROFONDA SEDEtoraco-addominale, in genere lungo l'asse centrale, prevalentemente in regione sternale bassa ed epigastrica cutanea circoscrittastruttura interessata, talora ad andamento scleromerico o miomerico con interessamento del dermatomero DISCRIMINAZIONE SPAZIALE scarso grado, molto diffusoperfetto grado, circo-scrittomedio grado, media diffusione QUALITA’sordo, gravativo, oppressivo, urente, tensivo, lacerante puntorio, urente (a seconda dello stimolo) terebrante, crampiforme, costrittivo, lacerante, urente, gravativo INTENSITA’da lieve ad insopportabileda lieve ad insop-portabileda lieve ad insopportabile ANDAMENTO NEL TEMPO continuo, subcontinuo, ondulante, accessionale (colica) istantaneo, continuo, subcontinuo, ondulante continuo, subcontinuo, accessio- nale DURATAvariabile da qualche minuto a qualche ora; comunque limitato nel tempo in quanto cessa o si parietalizza variabile in relazione alla noxa SEGNI VEGETATIVI D’ACCOMPAGNA- MENTO pallore, sudorazione, distermia, nausea, vomito, bradi o tachi-cardia, pollachiuria, disturbi dell'alvo (stipsi, diarrea) generalmente assentipallore, sudorazione, nausea SEGNI EMOZIONALIangoscia, terrore, senso di morte imminente assentigeneralmente assenti STIMOLI ADDIZIONALI SULL’AREA DEL DOLORE non incrementano il doloreincrementano il dolore

10 TRIGGER POINT Siti di iperirritabilità muscolare e/o fasciale in cui sono presenti criteri maggiori e minori.

11 TRIGGER POINT Criteri maggiori 1.Dolore spontaneo distrettuale. 2.Dolore o sensazioni alterate nella zona prevista di dolore riferito (area bersaglio) per un determinato TrP. 3.Segmento che risulta teso alla palpazione in un muscolo accessibile. 4.Elettiva e localizzata dolorabilità in un punto preciso lungo il segmento muscolare teso. 5.Ridotta ampiezza di movimento.

12 TRIGGER POINT Criteri minori Riproduzione, mediante pressione sul punto dolorabile, del dolore o delle sensazioni alterate spontaneamente percepiti. Evocazione di una risposta locale di contrazione delle fibre muscolari mediante compressione snapping o mediante inserzione di ago a livello del punto dolorabile della banda tesa. Dolore alleviato dalla distensione del muscolo o dall’infiltrazione del punto dolente.

13 Sindrome dolorosa miofasciale Dolore, eventualmente fenomeni neurovegetativi riferiti, disfunzione, causati da Trigger Points miofasciali attivi. Trigger Point miofasciale latente Focolaio di iperirritabilità in un muscolo o nella sua fascia, clinicamente silente per quanto attiene il dolore spontaneo. Può possedere tutte le altre cartteristiche cliniche di un TrP.

14 Trigger Point miofasciale primitivo Focolaio di iperirritabilità localizzato in un muscolo che primariamente subisce l’evento patologico che ne produce l’insorgenza. Trigger Point miofasciale secondario Focolaio di iperirritabilità che si sviluppa e diviene attivo per sovraccarico funzionale, in quanto è ubicato in un muscolo sinergico o antagonista di quello che contiene un TrP primitivo.

15 Trigger Point miofasciale satellite Focolaio di iperirritabilità che si sviluppa e diviene attivo perché localizzato in un muscolo compreso nell’area bersaglio di un altro TrP.

16 Microtraumi ripetuti Trauma Fenomeni vascolariFenomeni cellulari Persistenza del trauma Diapedesi PMN mononucleati Fattori chemiotattici Flogosi acuta Liberazione di enzimi lisosomiali Antigeni endogeni Stimolo immunitario Infiltrazione di macrofagi, linfociti, plasmacellule Flogosi cronicaTRIGGER POINTS

17 DISTURBI POSTURALI I disturbi posturali sono frequentemente sostenuti dalla presenza di trigger miofasciali e solo trattando il trigger e ricondizionando l’omeostasi corporea, ristabiliamo l’equilibrio.


Scaricare ppt "R.G. BELLOMO PROGETTO RIABILITATIVO BIOPROGRESSIVO DI OTTIMIZZAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google