La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fluidi che resistono agli urtiFluidi che resistono agli urti … Fluidi che resistono agli urti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fluidi che resistono agli urtiFluidi che resistono agli urti … Fluidi che resistono agli urti."— Transcript della presentazione:

1 Fluidi che resistono agli urtiFluidi che resistono agli urti … Fluidi che resistono agli urti

2 Quest’oggi, vogliamo parlare di una sostanza dalle proprietà incredibili e dalle varie applicazioni, una sostanza che se colpita con forza oppone così tanta resistenza da sembrare solida. Quest’oggi, vogliamo parlare di una sostanza dalle proprietà incredibili e dalle varie applicazioni, una sostanza che se colpita con forza oppone così tanta resistenza da sembrare solida. Potrà sembrare un’assurdità e magari potrete anche non crederci. Quindi andiamo alla scoperta dei “fluidi non newtoniani“. Potrà sembrare un’assurdità e magari potrete anche non crederci. Quindi andiamo alla scoperta dei “fluidi non newtoniani“.

3 Cos’è un fluido non newtoniano ??

4 Per spiegarvi a dovere il concetto di fluido non newtoniano, ci affidiamo ad un semplice esempio. E’ noto a tutti che se mescoliamo l’acqua con un cucchiaio questa non modificherà la sua resistenza a seconda della velocità con cui giriamo. Anche se la mescolassimo lentamente o con più forza, la resistenza che opporrebbe, sarebbe sempre la stessa. Fluidi di questo genere sono detti “fluidi newtoniani” e ne siamo circondati. L’olio e perfino l’aria che respiriamo sono ottimi esempi.

5 CONTRARIAMENTE A QUANTO SCRITTO, ESISTONO ALCUNI FLUIDI CHE HANNO UN COMPORTAMENTO OPPOSTO A QUELLI NEWTONIANI E PER QUESTO SONO DETTI NON NEWTONIANI. CONTRARIAMENTE A QUANTO SCRITTO, ESISTONO ALCUNI FLUIDI CHE HANNO UN COMPORTAMENTO OPPOSTO A QUELLI NEWTONIANI E PER QUESTO SONO DETTI NON NEWTONIANI. RIPRENDENDO L’ESEMPIO DI PRIMA, SE AL POSTO DELL’ACQUA METTESSIMO UN FLUIDO DI QUESTO TIPO, PIÙ VELOCEMENTE RUOTIASSIMO IL CUCCHIAIO PIÙ SARAREBBE DIFFICILE MESCOLARE. QUINDI, A SECONDA DELLA FORZA APPLICATA LA RESISTENZA DEI FLUIDI NON NEWTONIANI AUMENTA O DIMINUISCE. L’ASPETTO PIÙ AFFASCINANTE È CHE UNA VOLTA SMESSO DI MESCOLARE, IL FLUIDO RITORNA AL SUO STATO ORIGINALE. RIPRENDENDO L’ESEMPIO DI PRIMA, SE AL POSTO DELL’ACQUA METTESSIMO UN FLUIDO DI QUESTO TIPO, PIÙ VELOCEMENTE RUOTIASSIMO IL CUCCHIAIO PIÙ SARAREBBE DIFFICILE MESCOLARE. QUINDI, A SECONDA DELLA FORZA APPLICATA LA RESISTENZA DEI FLUIDI NON NEWTONIANI AUMENTA O DIMINUISCE. L’ASPETTO PIÙ AFFASCINANTE È CHE UNA VOLTA SMESSO DI MESCOLARE, IL FLUIDO RITORNA AL SUO STATO ORIGINALE.

6 Come crearlo: la ricetta

7 PER CREARE UN FLUIDO NON NEWTONIANO, BISOGNA PROCURARSI DUE SOSTANZE Ingredienti: PER CREARE UN FLUIDO NON NEWTONIANO, BISOGNA PROCURARSI DUE SOSTANZE Ingredienti:Procedimento: Versate l’amido nella ciotola, e lentamente aggiungete l’acqua e mescolate continuamente fino a quando otterrete un impasto simile alla melma. Per testare la correttezza del composto basta provare ad esercitare una forza al liquido: se questo spruzza significa che c’è acqua in eccedenza (quindi aggiungete dell’amido o della fecola), se invece il composto si solidifica e vi lascia le mani pulite, allora potete iniziare a giocare! Versate l’amido nella ciotola, e lentamente aggiungete l’acqua e mescolate continuamente fino a quando otterrete un impasto simile alla melma. Per testare la correttezza del composto basta provare ad esercitare una forza al liquido: se questo spruzza significa che c’è acqua in eccedenza (quindi aggiungete dell’amido o della fecola), se invece il composto si solidifica e vi lascia le mani pulite, allora potete iniziare a giocare! Il tocco in più: aggiungete qualche goccia di colorante alimentare, otterrete un effetto ancora più simpatico! Il tocco in più: aggiungete qualche goccia di colorante alimentare, otterrete un effetto ancora più simpatico!

8 PROVATE INNANZITUTTO A IMMERGERE LENTAMENTE UN DITO NEL COMPOSTO: AFFONDERÀ COME SE FOSSE UN LIQUIDO QUALSIASI. IMMERGETE POI IL DITO CON UNA FORZA MAGGIORE ED ECCO LA SORPRESA: IL LIQUIDO SI INDURISCE ALL’ISTANTE AL MOMENTO DELL’IMPATTO. L’EFFETTO SARÀ PIÙ EVIDENTE SE CERCATE DI COLPIRLO CON UN PUGNO. TRATTANDOSI DI UNA SOSPENSIONE, IL FLUIDO PERDERÀ LE SUE PROPRIETÀ NELL’ARCO DI QUALCHE ORA E L’AMIDO SI DEPOSITERÀ SUL FONDO. BASTERÀ COMUNQUE MESCOLARE ANCORA PER RIOTTENERE LO STESSO EFFETTO. PROVATE INNANZITUTTO A IMMERGERE LENTAMENTE UN DITO NEL COMPOSTO: AFFONDERÀ COME SE FOSSE UN LIQUIDO QUALSIASI. IMMERGETE POI IL DITO CON UNA FORZA MAGGIORE ED ECCO LA SORPRESA: IL LIQUIDO SI INDURISCE ALL’ISTANTE AL MOMENTO DELL’IMPATTO. L’EFFETTO SARÀ PIÙ EVIDENTE SE CERCATE DI COLPIRLO CON UN PUGNO. TRATTANDOSI DI UNA SOSPENSIONE, IL FLUIDO PERDERÀ LE SUE PROPRIETÀ NELL’ARCO DI QUALCHE ORA E L’AMIDO SI DEPOSITERÀ SUL FONDO. BASTERÀ COMUNQUE MESCOLARE ANCORA PER RIOTTENERE LO STESSO EFFETTO.

9 non appena smettete di sfregare, il fluido ritornerà liquido e vi cadrà dalle mani. Trattandosi di una sospensione, il fluido perderà le sue proprietà nell’arco di qualche ora e l’amido si depositerà sul fondo. Basterà comunque mescolare ancora per riottenere lo stesso effetto. non appena smettete di sfregare, il fluido ritornerà liquido e vi cadrà dalle mani. Trattandosi di una sospensione, il fluido perderà le sue proprietà nell’arco di qualche ora e l’amido si depositerà sul fondo. Basterà comunque mescolare ancora per riottenere lo stesso effetto. Su larga scala, i fluidi non newtoniani possono creare effetti stupefacenti. Su larga scala, i fluidi non newtoniani possono creare effetti stupefacenti.

10 fine fine


Scaricare ppt "Fluidi che resistono agli urtiFluidi che resistono agli urti … Fluidi che resistono agli urti."

Presentazioni simili


Annunci Google