La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti."— Transcript della presentazione:

1 Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti per l’apprendimento” LE PROCEDURE PER GLI ACQUISTI 1

2 Base normativa: procedure d’acquisto di beni e servizi 2 RiferimentoOggetto Decreto Legislativo n. 163 del 12/04/2006 e s.m. Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE DPR 207/2010Regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice dei contratti Decreto interministeriale n. 44/2001 Articolo 34 Procedura ordinaria di contrattazione

3 Base normativa: le circolari/note del MIUR 3 RiferimentoOggetto 29/01/2013 Prot. 1261Chiarimenti procedure di gara 04/07/2012 Prot.10565Chiarimenti e istruzioni in ordine alle procedure per l’acquisizione in economia di lavori e servizi 05/03/2013 Prot /03/2013 Prot Obbligo consultazione convenzioni CONSIP 13/02/2014 prot. 1408Adempimenti in materia di pubblicità e trasparenza 13/02/2014 Prot. 1406Sintesi delle note di chiarimento e indicazioni in materia di procedure di selezione 11/04/2014 Prot.3200Manuale GPU, sulle procedure operative di acquisto

4 I principi generali (FSE e FESR) Gli obiettivi generali delle disposizioni comunitaria e nazionali sono: garantire la qualità dei beni e dei servizi rispettare il principio di economicità, efficacia, correttezza rispettare i principi della libera concorrenza trasparenza e pubblicità 4

5 Le differenze tra i Fondi FSE: prevede acquisti di beni di rapido consumo e di servizi; non ammette acquisti di beni ad utilizzo pluriennale (che devono essere inventariati). FESR: prevede acquisti di beni e attrezzature, inventariabili, e piccoli interventi di adeguamento che ne consentono la messa in sicurezza; non sono ammessi costi per acquisto di libri e costi per materiali di consumo superiori al 10% degli acquisti.  Con l’Asse II, lavori di ristrutturazione, adeguamento degli edifici scolastici. 5

6 Alcune definizioni (art. 3 DL 163/06)  I “lavori” comprendono le attività di costruzione, demolizione, recupero, ristrutturazione di opere (edifici);  Gli “appalti pubblici di forniture” comprendono l’acquisto, la locazione finanziaria, la locazione o acquisto a riscatto di prodotti;  Gli “appalti pubblici di servizi” comprendono le prestazioni di servizi. 6

7 Alcune definizioni (art. 3 DLgs 163/06)  La “procedura aperta”: ogni operatore economico interessato può presentare un’offerta sulla base di un bando pubblico;  La “procedura ristretta”: ogni operatore economico può chiedere di partecipare e in cui possono presentare un’offerta soltanto gli operatori economici invitati dalla stazione appaltante.  La “procedura negoziata” è la procedura in cui la stazione appaltante consulta alcuni operatori economici da loro scelti, … Il “cottimo fiduciario” costituisce procedura negoziata; 7

8 Alcune precisazioni sulle procedure sotto soglia  Art. 124 d.lgs.163/2006. Appalti di servizi e forniture sotto soglia:  procedura aperta  procedura ristretta  procedura negoziata  Art. 125 d.lgs.163/2006. Lavori, servizi e forniture in economia:  Amministrazione diretta  Cottimo fiduciario 8

9 Due presupposti dalla normativa …  Quantitativo: le soglie di spesa individuate dall’art. 34 del Regolamento sulla Contabilità delle scuole e dal Codice degli Appalti  Qualitativo: la definizione precisa e preventiva delle prestazioni acquisibili per la realizzazione degli interventi finanziati da parte dell’Istituzione scolastica 9

10 Presupposto quantitativo: le soglie servizi e forniture  sotto 2.000,00 euro o altro limite stabilito dal Consiglio di Istituto, affidamento diretto (art. 34 del D.I. 44/2001)  tra 2.000,00 (o il limite fissato dal C.I.) e ,00 euro: possono essere affidati previa acquisizione di almeno 3 preventivi (art. 34 del DI 44/2001). In ogni caso i soggetti da invitare vanno individuati nel rispetto dei principi comunitari ( imparzialità, trasparenza, non discriminazione, parità di trattamento ).  tra ,00 e ,00 euro (soglia dal 2014): possono essere affidati previa consultazione di almeno 5 operatori individuati nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione e parità di trattamento (e dunque sulla base di criteri obiettivi) (comma 9 art 125 DLgs 163/06, “sotto soglia comunitaria”)  Gli importi sono sempre al netto di IVA 10

11 Affidamento diretto ex art. 34 del D.I. 44/2001 Procedura semplificata per acquisti di beni e forniture di servizi di importo contenuto; Consente di procedere all’acquisto rivolgendosi a fornitori compresi in un elenco fornitori di Istituto o individuati in altro modo (ricerca di mercato, internet, cataloghi, …) selezionati secondo procedure/attività opportunamente documentate; Non è consentito frazionare artificialmente gli acquisti per usufruire della semplificazione; La scelta del fornitore, seppure non formalizzata deve rispondere a criteri di economicità, trasparenza, rotazione; I costi devono essere congrui, comparabili con altre forniture analoghe. 11

12 Procedura comparativa ex art. 34 del D.I. 44/2001 Per la attività di contrattazione riguardanti acquisti, appalti e forniture, il dirigente procede alla scelta del contraente, previa comparazione delle offerte di almeno tre ditte direttamente interpellate non è sufficiente aver richiesto tre preventivi ma bisogna poterne confrontare tre è possibile derogare all’obbligo del confronto di tre offerte “… quando non sia possibile acquisire da altri operatori lo stesso bene sul mercato di riferimento dell’istituto” 12

13 Cottimo fiduciario ex art. 125 DLgs 163/06 comma 8 è necessario inviare almeno 5 lettere di invito ad operatori economici precedentemente individuati si può procedere all’aggiudicazione anche se si riceve una sola offerta (Non è mai possibile addivenire comunque alla stipulazione del contratto, accettando condizioni diverse (rectius peggiorative) rispetto a quelle contenute nella lettera di invito). gli operatori economici devono essere individuati tramite indagini di mercato, o un elenco di operatori predisposto dalla scuola è obbligatorio pubblicizzare sul sito della scuola solo l’avviso di post-informazione a seguito dell’aggiudicazione indicando aggiudicatario e valore della fornitura (profilo committente) non è ammesso il frazionamento artificioso delle prestazioni al fine di eludere le disposizioni per importi superiori alla soglia comunitaria 13

14 Procedura aperta ex art.124 sotto soglia o artt. 64, 65, 66 sopra soglia DLgs 163/06 Il bando destinato alla selezione di un operatore economico è rivolto a tutti i possibili operatori interessati che rispondono ai requisiti previsti; Il bando di gara contiene tutti gli elementi indicati nel codice, ed è predisposto secondo il formato dei modelli di formulari adottati dalla Commissione; È obbligatoria rispettare precisi obblighi di pubblicità previsti dal codice (art. 66 DLgs 163/2006) Non è ammesso il frazionamento artificioso delle prestazioni al fine di eludere le disposizioni per importi superiori 14

15 Procedura aperta BS - informazione 15 FaseAmbiti Sotto soglia art.124 Dlgs 163/06 Sopra soglia Art.65 Dlgs 163/06 Avviso di pre- informazione GUUENOSi Profilo commitenteFacoltativoSi Siti internetFacoltativoSi Bando di gara GUUENOSi GURISi B.U. RegioneFacoltativo Albo EnteSiFacoltativo Profilo commitenteSi Siti internetSi Quotidiani nazionaliNoAlmeno 2 Quotidiani localiNoAlmeno 2 Avviso esiti gara GUUENoSi GURINoSi Albo EnteNoFacoltativo Profilo commitenteNoSi Siti internetSi Quotidiani nazionaliNoAlmeno 2 Quotidiani localiNoAlmeno 2

16 16 Convenzione Consip  Dal 2013, con la Legge di stabilità approvata a dicembre 2012, è diventato obbligo, anche per il MIUR, il ricorso alle convenzioni CONSIP, per gli acquisti di beni e servizi.  Se su CONSIP si trova il bene o servizio desiderato, si procede all’ordine senza altre formalità.  Se su CONSIP non si trova il bene o servizio desiderato, si procede con la selezione di un fornitore, sulla base dell’importo e delle regole conseguenti.  In tutti i casi bisogna stampare e conservare la documentazione della consultazione delle convenzioni CONSIP

17 Procedimento di scelta del contraente: Offerta economicamente più vantaggiosa: viene gestita da una commissione giudicatrice nominata appositamente dal DS Prezzo più basso: non è necessaria la nomina della Commissione in quanto il RUP può realizzare la comparazione tra le offerte degli operatori economici  In entrambi i casi deve essere compilato un prospetto comparativo 17

18 . Presupposto qualitativo: Preventiva definizione di beni e servizi Il Dirigente Scolastico adotta un provvedimento, coerente con le previsioni inserite nel Programma Annuale, approvato dal Consiglio di Istituto indicando per le acquisizioni programmate:  oggetto del servizio o fornitura, durata, caratteristiche, …  procedura scelta, requisiti, metodo di aggiudicazione, criteri di selezione, …  importo presunto,  indicazione del Rup (DS), 18

19 Parte II 19

20 Frazionamento acquisti Se l’Istituzione scolastica deve acquistare una pluralità di beni che fanno capo ad un unico lotto funzionale (ad es. una cucina, un laboratorio, etc.) non è mai possibile acquistare i singoli beni da fornitori diversi. La procedura di gara deve considerarsi come unica in riferimento all’insieme dei beni che fanno parte di un unico lotto funzionale. Qualora invece, i singoli beni non siano in alcun modo collegati tra di loro - posto che comunque l’importo complessivo dell’appalto è determinato dalla somma degli importi dei singoli lotti - se l’istituzione scolastica provvede ad individuare preventivamente tanti lotti (ciascuno con un proprio CIG e una specifica base d’asta) quanti sono i beni (o gruppi di beni) da acquistare, potrà suddividere la fornitura acquistando da più fornitori. 20

21 Determina a contrarre Le amministrazioni danno avvio alle procedure di acquisto di beni, servizi e lavori mediante uno specifico atto, la determina a contrarre, con cui vengono individuati, con decretazione del dirigente: 1) gli elementi essenziali del contratto; 2) i criteri di selezione degli operatori economici; 3) i criteri di selezione delle offerte. Quanto detto vale con riferimento a tutte le fattispecie e modalità di acquisto previste, sopra e sotto soglia comunitaria, ovvero procedura aperta, ristretta, negoziata e affidamenti in economia. la volontà di attivare le procedure di acquisto di beni, servizi e lavori deve essere rinvenibile in una decisione (formale), con la quale la stazione appaltante avvia il procedimento di acquisto in attuazione degli obiettivi programmati. 21

22 Criteri di ammissibilità e di valutazione Criteri di valutazione: criteri sulla base dei quali la stazione appaltante, che intende individuare l’aggiudicatario secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, valuterà la bontà dell’offerta; detti criteri devono riguardare elementi qualitativi dell’offerta. Requisiti di ammissibilità sono i requisiti soggettivi di prequalificazione richiesti dalla stazione appaltante agli operatori economici per la partecipazione alla gara; tali requisiti riguardano le caratteristiche soggettive minime richieste ai potenziali offerenti e costituiscono una sorta di “sbarramento all’ingresso”, atteso che il mancato possesso degli stessi determina l’inammissibilità alla gara. 22

23 Criteri di ammissibilità e di valutazione è necessario mantenere una netta distinzione tra criteri di valutazione e criteri di ammissibilità: i criteri di valutazione - essendo diretti a identificare l’offerta migliore – dovranno sempre essere correlati alla “prestazione” oggetto di appalto, e non potranno riguardare le qualità dell’offerente; diversamente i requisiti di ammissibilità – essendo funzionali alla valutazione dell’idoneità dei potenziali offerenti alla partecipazione alla gara – individueranno i requisiti minimi di affidabilità sotto il profilo morale, economico e tecnico, dei concorrenti e dunque riguarderanno le qualità dell’offerente. 23

24 Come si documentano …… A.Impegno di spesa, compresa fase selezione contraente B.Documentazione della spesa C.Documentazione a supporto della spesa D.Documentazione di pagamento 24

25 Affidamento diretto A - impegno documentazione consultazione Consip documentazione per l’individuazione del fornitore, ordine/contratto con il fornitore con l’indicazione di: riferimento al PON/POR e al Progetto, descrizione beni o servizi richiesti, quantità, costo unitario e totale, termini di consegna e di pagamento, ……, B - Spesa fattura corrispondente all’ordine C – Supporto spesa documento di consegna se beni materiali, certificato di regolarità della fornitura, registrazioni sul registro di carico e scarico (se previsto), ricevute firmate dai partecipanti o dal tutor se riferito a materiale didattico, D - pagamento mandato di pagamento (successivo al certificato di regolarità) 25

26 vo al collaudo) Procedura comparativa e cottimo fiduciario A - impegno determina DS per indizione gara e individuazione procedura verbale consultazione CONSIP Individuazione soggetti economici a cui rivolgersi e lettera di invito, offerte ricevute, prospetto di comparazione, verbale aggiudicazione, contratto con il fornitore con l’indicazione di: descrizione beni o servizi richiesti, quantità, costo unitario e totale, termini e condizioni di esecuzione/consegna, modalità di pagamento, penali, ……, documentazione relativa alla post-informazione B - spesa fattura corrispondente al contratto, C – supporto spesa documento di consegna, se si tratta di beni materiali, verbale di collaudo con esito positivo, registrazioni sul Libri degli Inventari (se previsto), D - pagamento mandato di pagamento 26

27 ) 27 Procedura aperta A - impegno determina DS per indizione gara e individuazione procedura verbale consultazione CONSIP bando e documentazione relativa agli obblighi di pubblicizzazione, offerte ricevute, prospetto di comparazione, verbale aggiudicazione, pubblicizzazione esito gara, contratto con il fornitore con l’indicazione di: descrizione beni o servizi richiesti, quantità, costo unitario e totale, termini e condizioni di esecuzione/consegna, modalità di pagamento, penali, ……, B - spesa fattura corrispondente al contratto C – supporto alla spesa documento di consegna, se si tratta di beni materiali, verbale di collaudo con esito positivo, registrazioni sul Libri degli Inventari (se previsto), D - pagamento mandato di pagamento (successivo al collaudo

28 Grazie 28


Scaricare ppt "Azioni di sistema per l’accrescimento delle competenze dei controllori di primo livello del PON FSE “Competenze per lo Sviluppo” e del PON FESR “Ambienti."

Presentazioni simili


Annunci Google